Creato da princesssweet il 10/03/2014
Il mio blog libero

Cerca in questo Blog

  Trova
 

SEGUIMI SU TWITTER

SEGUIMI SU PINTEREST

http://25.media.tumblr.com/tumblr_lxiwruNvRn1r98qw7o1_500.gif

 

 

Premio Blog Affidabile

Il Blog Affidabile

 

 

Ultime visite al Blog

princesssweetvidokcIltuocognatinoje_est_un_autremolto.personaleFanny_Wilmotmoon_Inaar75costanzatorrelli46Alberi_Nuovilange_itamorino11cile54EcateYStolen_words
 
 

Chi mi segue?

 

visitor stats

 

 

 

Licenza e Copyright

Licenza Creative Commons

Orme dell'Anima blog by princesssweet

is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Based on a work at blog.libero.it/ormeanima

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://blog.libero.it/ormeanima

 

 

Il #CarbonaraDay

Post n°477 pubblicato il 06 Aprile 2018 da princesssweet

Per i puristi italiani esiste solo una maniera per farla e 5 ingredienti: guanciale, pecorino, uovo, sale e pepe. I più innovatori invece credono che essendo la pasta un piatto versatile, non debbano esserci limiti all’interpretazione culinaria di questa ricetta. Sto parlando di una tra le ricette più amate di cui oggi, 6 Aprile, si celebra l'evento che unisce appassionati e buongustai di tutto il mondo: il Carbonara Day! La prima edizione dell’evento voluto dai pastai italiani di Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) e Ipo (International Pasta Organisation),quest’anno in collaborazione con Tuttofood, nel 2017 è stata un caso social: ha coinvolto 83 milioni di "pasta lovers", e in 29 mila si sono scambiati sui social opinioni e ricette su quello che è ormai considerato un piatto internazionale. Per questo è stato promosso l'hastag #carbonaraday, evento virtuale che vede coinvolti in un dibattito blogger, giornalisti, food influencer e chef.

      Carbonara le origini... Vi sono varie ipotesi sulle origini della pasta alla carbonara: secondo la prima,la sua nascita risiederebbe nella ‘Razione K’ che Ancel Keys, biologo e fisiologo statunitense, inventò nel 1942 per garantire una dieta adeguata alle truppe alleate. I soldati americani accompagnavano la ‘Razione K’, nello specifico il tuorlo d’uovo in polvere e il bacon con gli spaghetti per aumentare la dose di carboidrati. La seconda ipotesi è che il piatto sarebbe stato "inventato" dai carbonai appenninici (carbonari in romanesco), i quali lo preparavano usando ingredienti di facile reperibilità e conservazione. La carbonara in questo caso sarebbe l’evoluzione del piatto detto ‘cacio e ova’, di origini laziali e abruzzesi. Un’ultima ipotesi ricondurrebbe l‘origine della ricetta alla cucina napoletana. Questa tesi individua in alcune ricette presenti nel trattato del 1837 Cucina teorico-pratica di Ippolito Cavalcanti una possibile origine della pietanza. Invenzione di un cuoco di Carbonia, in Sardegna, trasferitosi a Roma? Modo di condire la pasta tipico dei carbonai dei boschi umbri o degli affiliati alla segreta carboneria? O magari quel carbone si riferisce all’abbondante pepe nero che la ricopre come fosse polvere delle miniere? Una cosa è certa:non...Continua a leggere >> 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

#RicetteDiPasqua: Colomba pasquale (ricetta facile!)

Post n°476 pubblicato il 31 Marzo 2018 da princesssweet

Oggi prepariamo a casa la Colomba Pasquale! Ecco la ricetta!

Ingredienti 350 gr farina 00 115 gr burro 155 gr zucchero semolato 1 uovo 3 tuorli 12,5 grammi lievito di birra 50 gr latte intero fresco 75 gr canditi 50 gr uvetta 1/2 arancia 2,5 gr sale1/2 baccello vaniglia 1/2 cucchiaino aroma di mandorla 50 gr mandorla pelata 1 albume 50 gr mandorla non pelata 80 zucchero granella

Preparazione

 

Si inizia preparando il "lievitino": sciogli il lievito in una ciotola con 50 g di latte a temperatura ambiente (22°), unisci 50 g di farina setacciata e fai un impasto liscio e omogeneo; coprilo e...  Continua a leggere>>

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alcuni simboli della Quaresima

Post n°475 pubblicato il 28 Marzo 2018 da princesssweet

Il simbolo, dal verbo greco “symbállō”, “metto insieme”, ha lo scopo di unire due realtà apparentemente differenti, dandogli anche un valore emotivamente significativo. Il ricorso al simbolo nel cristianesimo delle origini, derivò dal divieto di idolatrare le immagini e di rappresentare Cristo e Maria. Quindi, i primi cristiani ricorsero a mezzi espressivi e comunicativi con significati nascosti, comprensibili solo tra di loro. Durante la Quaresima (La Quaresima è il periodo che precede la Pasqua e che inizia ufficialmente con il Mercoledì delle Ceneri e termina con il Giovedì Santo. Come suggerisce anche il nome, la Quaresima dura quaranta giorni, un numero molto simbolico per i fedeli. In particolare i quaranta giorni di Quaresima vogliono richiamare alla mente del fedele i quaranta giorni che Gesù passò nel deserto dopo aver ricevuto il battesimo da Giovanni Battista, resistendo alle tentazioni, prima di iniziare la sua opera di predicazione) incontriamo alcuni di questi simboli:

LA CENERE La cenere sporca, parla di distruzione e morte, riporta alle origini della Creazione, ma ha una valenza significativa. Essa secondo il cristianesimo è un segno penitenziale, di purificazione e di conversione.

  IL DESERTO È un luogo dove la vita è impossibile, perché in esso tutto è...Continua a leggere >>

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arriva l'Uovo di Pasqua di Cioccolato Crudo!

Post n°474 pubblicato il 28 Marzo 2018 da princesssweet

Si chiama Grezzo Raw Chocolate, ed è una pasticceria crudista che da Roma è arrivata anche a Torino,l'hanno fondata Vito Cortese, (executive chef), assieme a Nicola Salvi che per quedta Pasqua sono riusciti a produrre, udite udite, un Uovo di Cioccolato Crudo!    

Avete letto benissimo! Fondente al 70% (burro di cacao crudo e pasta di cacao crudo biologica) senza glutine, senza lattosio, senza zuccheri aggiunti né dolcificanti. Un dolce sano che amplia il concetto di Benessere anche a chi soffre di intolleranze o patologie come il diabete, che non permetterebbero certo prelibatezze a base di cioccolata.

Quello crudista è un approccio che stravolge completamente le basi della pasticceria classica, proprio perché evita l'uso di farina, latte, uova e zucchero bianco, basandosi su una preparazione senza cottura. Il cioccolato crudo è cinque volte più ricco di proprietà nutritive rispetto al cioccolato tradizionale.  

 Le fave di cacao, ovvero i semi del frutto del cacao, vengono ...Continua a leggere >>

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L' ulivo

Post n°473 pubblicato il 26 Marzo 2018 da princesssweet

L'ulivo o olivo,è il nome comune usato per indicare Olea europaea, varietà sativa della famiglia Oleacee originaria dell'Asia Minore e attualmente coltivata in tutti i Paesi del bacino mediterraneo e anche in America (California). È un albero molto longevo (può vivere parecchi secoli), caratterizzato da un'accentuata lentezza nello sviluppo e nell'entrata in fase di produzione (10-12 anni). Ha tronco irregolare, contorto, che presenta alla base delle caratteristiche escrescenze (ovuli); l'apparato radicale è costituito da radici avventizie più o meno oblique nel terreno e relativamente superficiali (raramente raggiungono gli 80-100 cm di profondità). Le foglie sono lanceolate e rimangono sulla pianta fino a 1 o 2 anni; le gemme possono essere fiorifere, fogliari o miste; i fiori (mignoli) sono ermafroditi, riuniti in infiorescenze a grappoli (migne o mignole); solo una piccola parte di essi dà origine ai frutti, a causa dell'elevata cascola.   

   Il frutto (oliva) è una drupa con buccia dapprima verde, e a maturità nera , rossiccia, ecc., secondo la cultivar, cambiamento di colore che prende il nome di invaiatura. Il mesocarpo (la polpa) è ricco di olio, che si ricava per spremitura.

  L’ulivo, sin dall’antichità, celebra e simboleggia la pace ed è tra le piante che più caratterizzano la...Continua a leggere >>

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »