Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

lusimia2005spagetiansa007archetyponFajrgratiasalavidacostanzatorrelli46Rosecestlaviempt2003merizeta21laboratorioatheneojeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_crazia
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« chibo /un'analisiCose che mi piacciono. »

Metà di Giugno.

Post n°2045 pubblicato il 16 Giugno 2015 da ossimora
 


Urge riscrivere  e riscrivere , devo/voglio.

Sto perdendo le parole che rischiano di diventare se inespresse , almeno in parte ,   minestroni intersecati di pensieri non sempre vigorosi e limpidi , voglio vederle sfilare , cercarle , giocarci ed elaborarle, recuperane il sottile , profondo piacere .

Non posso che forzare un po’ la mano , adesso nulla viene fluido e spontaneo, almeno mi sembra .

Il lungo periodo di impegno pressante ; un po’ di stress di troppo , un cupio dissolvi ormai privo degli entusiasmi dell’inizio progetto . 

Alla fine facevo fatica a “fare il minimo “ , nel senso di controllare impegni e seguire cose avviate  nel prosaico /patetico tentativo di  non stancarmi troppo .

Ora è finito , libro stampato , presentato , mostra fotografica fatta e già smontata ; scuola chiusa ( neanche un giorno di permesso preso , come mi ero messa in testa ...stoica ...nè raffreddori , nè mal di gola mi hanno fermato e questo va bene ), restano un paio di incombenze e poi…

Non è piacevole sentire la stanchezza in maniera profonda e diffusa, quasi un malessere , preoccupante o meglio irritante , non accettato o accettato  con  un senso di rabbia  che va ad incrementare la stanchezza stessa in un  molle circuito vizioso .

Adesso sto incominciando a riposarmi…ricomincio a leggere ciò che desidero leggere , a tirar tardi perché la sveglia non incombe , a riprendermi il gusto di scordare gli orari : oggi mi sono alzata alle nove ,lungo sciabattamento con apertura posta , colazione , innaffiamento fiori .

Un paio di giri per scadenze tassifore (odiose file , odiosissime tasse) , mangiato alle due e mezza ...la comida frugal ...ed eccomi qui .

Non ho fatto che metà delle cose che mi ero programmata ma per oggi va bene così . Decompressione .

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog