Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

spageticostanzatorrelli46Rosecestlaviearchetyponmpt2003merizeta21laboratorioatheneoFajrjeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziagratiasalavidabvbtendeRiccardoPennaEwideS
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Marzo 2007

Post N° 802

Post n°802 pubblicato il 30 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

"la mamma fra i fiori"di Elena -anni 3

I diritti naturali delle bambine e dei bambini

  • IL DIRITTO AI TEMPI LENTI

A vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti. A rispettare i suoi naturali ritmi senza precocismi.

  • IL DIRITTO A GIOCARE E A SPORCARSI

A giocare con la sabbia,la terra,l’erba ,le foglie,l’acqua ,i sassi,i rametti.

  • IL DIRITTO AGLI ODORI

A percepire gli odori e a riconoscere le sfumature dei profumi della natura.

  • IL DIRITTO ALLA SALUTE

A mangiare cibi gustosi e sani fin dalla nascita ,bere acqua pulita,respirare aria pulita.

  • IL DIRITTO ALL ‘USO DELLE MANI

A piantare chiodi,segare e raspare legni,scartavetrare,incollare,plasmare la creta,legare le corde,accendere un fuoco.

  • IL DIRITTO AL DIALOGO E ALL’ASCOLTO

Ad ascoltare ed ad essere ascoltati,a poter chiedere “perché?”,a ricevere risposte stimolanti,ad ascoltare la lettura da parte degli adulti di classici, fiabe ,filastrocche ,proverbi.

  • IL DIRITTO ALLA STRADA

A camminare per la strada ,ad andare a scuola a piedi e a giocare in piazza liberamente.

  • IL DIRITTO AL “SELVAGGIO”

A costruire rifugi nei boschetti,avere angoli in cui nascondersi,alberi su cui arrampicarsi.

  • IL DIRITTO AL SILENZIO E ALLA CONTEMPLAZIONE

Ad ascoltare il soffio del vento,il canto degli uccelli,il gorgoglio dell’acqua,a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto,ad ammirare la luna,le stelle,le montagne ,i fiumi e tutte le cos ebelle realizzate dall’uomo.

  • IL DIRITTO AD ESSERE RISPETTATI

Ad essere considerati bambine e bambini ,ad essere  presi sul serio,considerati e mai maltrattati,nemmeno col non ascolto.Ad essere protetti da immagini ,situazioni violente ed incomprensibili.

  • IL DIRITTO AL SAPERE

A conoscere;scoprire codici e linguaggi per decifrare messaggi e avvenimenti nel presente e nel tempo .

  • IL DIRITTO ALLA FANTASIA.

Ad immaginare situazioni, inventare storie; a travestirsi ,truccarsi ,giocare con le parole e le cose “facendo finta che."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 801

Post n°801 pubblicato il 30 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine«Noi siamo persone coerenti e gente seria e daremo il nostro appoggio al rifinanziamento della missione in Afghanistan. Il nostro voto è scontato»
[
Silvio Berlusconi, Ansa, 20 gennaio 2007]

«Non vedo come potremmo non votare per il rifinanziamento dell’operazione in Afghanistan. Dobbiamo farlo per coerenza, anche perché l’abbiamo decisa noi»
[
Silvio Berlusconi, Ansa, 20 gennaio 2007]

«Voteremo per il rifinanziamento della missione in Afghanistan. Noi voteremo sì perché un Paese si deve comportare con serietà e deve avere una politica chiara e leale verso gli alleati»
[
Silvio Berlusconi, “Radio anch’io”, 1 marzo 2007]

«L’Italia è un nostro grande alleato. Gli stati Uniti ovviamente vorrebbero che passasse questo decreto perché riteniamo la presenza dell’Italia in Afghanistan estremamente importante»
[Ronald P. Spogli, Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia.
Apcom 27 Marzo 2007]

«Afghanistan, via libera del Senato. Approva il ddl sulle missioni italiane all’estero: 180 i voti a favore, due contrari e 132 astenuti. Forza Italia, AN e Lega si sono astenute (al Senato equivale al voto contrario, n.d.a). L’Udc ha votato a favore. Nella Cdl è polemica»
[
La Stampa. 27 marzo 2007]

Il bello però è che noi ...

nella casa delle libertà facciamo un pò come cazzo ci pare...clic

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Saramago e il no alla Turchia

Post n°800 pubblicato il 28 Marzo 2007 da ossimora
 

In questo periodo ho ripreso a leggere moltissimo ; nel mese di Marzo ho letto almeno venti libri e non vedo l’ora di rientrare a casa per stravaccarmi in zona camino e continuare. Indisturbata .Una vera sciccheria .

Un lusso.immagine

 Sono una lettrice onnivora ma non costante ;in certi periodi diciamo così “leggiucchio”,

pizzicando e saltellando senza alcuna disciplina.

  Però non riesco a distaccarmi dall’impellenza (un misto di curiosità e senso dell’esserci) di informazione su quello che accade attorno, anche se, adesso ,il fatto che sia  sempre più arduo  tentare di scremare le “croste “imposteci in maniera polifonica e massiccia ,da cose realmente esiziali o almeno interessanti mi abbia un po’ raffreddato .Non è facile davvero ascoltare fiumi di parole sul nulla assoluto ,uscire di casa e sentire persone più o meno vicine che dissertano persino animatamente  sul nulla  assoluto ammannito e recepito no stop. Io in  questi ultimi giorni ho distolto volontariamente lo sguardo da puttanerie insipienti e noiose ed anche da una politica nazionale in perenne china fra il paradosso e la farsa. In cronaca mi  sono trovata a leggere invece  diverse cose sul Trattato di Roma e sulle celebrazioni che ci sono state ,da noi in primis e poi soprattutto in Germania. Non certamente per i riti  e gli incontri  ma perché si parla realmente pochissimo di Europa ,dovremmo davvero interrogarci di più ,conoscere cosa avviene e che cosa potremmo fare per fare dell’Europa stessa un soggetto di riferimento , non soltanto quando dobbiamo essere bacchettati per i conti in disordine o per le direttive disattese ma sulle scelte come quelle degli atteggiamenti nei confronti delle guerre ed egli allargamenti .

A questo proposito ho trovato sul corrierone un articolo di  Saramago ,che si interroga (anche e non solo)sull’integrazione possibile della Turchia  e sullo stato dell'unione europea.

Mi ha colpito perché semina dubbi.

Sempre prolifici e generanti pensieri .

Io non ho mai avuto chiusure preconcette riguardo all’inserimento della Turchia in Europa .Anzi.La stima e l’ammirazione che ho per Saramago scrittore  hanno  però stimolato maggiore  riflessione .

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Raboni

Post n°799 pubblicato il 27 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

L'ho sognato di nuovo - ma stavolta

 / era davvero un sogno. Aveva luce

/ fra i capelli, come allora, e altra luce

 / dietro le spalle; e il lino

/ della sua veste era talmente bianco...

 / io accucciata su un pavimento di gelo / fra i resti della storia /

ho trovato nel pianto la mia gloria.

Lui

 “quando ci scivoliamo dalle braccia | è solo per cercare un altro abbraccio, | quello del sonno, della calma – e c’è | come fosse per sempre | da pensare al riposo della spalla, | da aver riguardo per i tuoi capelli” o “l’iperbole che ami | quella che sei: t’adoro | nella curva dei fianchi, | nel niente del costato”

(da Canzonette mortali: lettura imperdibile per chi ami la poesia – e per chi ami tout court).

Giovanni Raboni


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fiori di banco

Post n°798 pubblicato il 26 Marzo 2007 da ossimora
 
Tag: ecole

Parlando di Assiri...

Lo ziggurat era una grande costruzione in mattoni  ;al piano terra c'erano i magazzini;il tempio per le  preghiere agli dei e in alto una terrazza che serviva anche  come osservatorio GASTRONOMICO.

immagine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 797

Post n°797 pubblicato il 22 Marzo 2007 da ossimora
 

Carissima mae,immagine

Sono Dedalo!

 Ti scrivo per inviarti le foto che ho scattato a te ed ad Arianna.

Scusami per il ritardo.

Ho tanto esitato
nel mandartele a causa dell'aspetto inquietante che mi ritrovo io nella foto
con te. Gli occhiali vagamente oversize si spiegano col fatto che all'epoca
ero appena reduce da un'abrasione alla cornea, il primo incidente sul lavoro
della mia vita (peraltro nelle uniche due settimane della mia vita in cui ho
lavorato!). Per farmi coraggio, dopo aver valutato l'ipotesi del
fotomontaggio (scherzo, non penserai mica che sia diventato un narcisista,
me ne dispiacerei), ho deciso di aggiungere una foto in una posa un pò
posticcia scattata con la mia famiglia lo scorso 24 Febbraio, giorno della mia
laurea
ed un artwork di una amica che di tanto in tanto si diverte a
costruirmi addosso una sorta di iconografia celebrativa... neanche fossi
Mao...
Credo infine che non farai fatica a riconoscere quell'individuo con
la camicia bianca e la faccia da ebete che ti si farà davanti aprendo la
terza foto!
Detto questo, a te come va? E la scuola? E' sempre quella meravigliosa isola
felice che ho lasciato tredici anni e mezzo fa? A giudicare dalla mostra del
trentennale direi di sì! A proposito: quanto credi che ci farà attendere
ancora la comunità scientifica prima di donarci la macchina del tempo!? Se
soltanto arrivasse, ben prima ancora di inoltrarmi nei meandri della storia
farei senz'altro una capatina in quegli anni gioiosi... così, tanto per
cantare di nuovo a squarciagola "Gelato Metropolitano", o "La gatta", e
ancora "Le nuvole" di De Andrè, "Vecchio frack", "Il vecchio e il
bambino"... ricordo a tutt'ora perfettamente tanto le parole che il profondo
senso di malinconica ,serena ,quiete che sapevano infondermi questi brani alle nove di
mattina, quando li cantavamo. Ed i film... "Arrivederci ragazzi", "Danton",
"L'amico ritrovato", "Il nome della rosa", "The day after";ne conservo a
tutt'oggi un ricordo ben più nitido di molti delle migliaia di film che mi
sono ritrovato davanti negli ultimi sei-sette anni. Ogni esperienza, ogni
visione, ogni storia, non soffocate dalle strutture che anno dopo anno ti
irretiscono sempre di più e ne smorzano l'intensità, diventavano al tempo
avventure fantastiche, sconvolgenti: il terremoto di San Francisco-Oakland
del 91, con il crollo dell'autostrada; i cormorani intrisi di petrolio in
Kuwait e con essi il sogno di poter, a causa della crisi petrolifera
mondiale, muoversi liberamente in bicicletta lungo la strada nazionale; ed
ancora: tu che tentavi di persuadermi a stare sveglio fino a mezzanotte per
guardare "Avanzi" alla TV, per poi potermelo ricommentare l'indomani mattina
chiamandomi alla cattedra (lo facevi già per "Blob", o per farmi sfogliare
l'ultimo numero di "Airone"). Bada bene che mi sto limitando ad evocare
memorie "indirette", "mediatizzate", "audiovisive", perchè se mi
arrischiassi a mettere sul piatto i contatti umani, i giochi e le fantasie
che elaboravamo (Pix in testa), o se anche soltanto provassi a descrivere
le minime sensazioni di quei momenti (il profumo dell'aria nel giardino
della scuola alle 2 nei giorni sereni di primavera) questa, che oramai è
diventata una vera lettera, assumerebbe definitivamente un registro fin
troppo malinconico, finanche melenso, che striderebbe col tono giocoso con
cui era nata.
Arrestando dolorosamente il flusso dei ricordi, torno per un attimo al
presente. Io sono in una fase delicata, in cui devo fare delle valutazioni.
Siamo oramai al terzo inizio  degli ultimi cinque anni in cui mi
trovo con ben poche certezze sul prossimo futuro (non credo che tu sappia
che per un anno ho studiato matematica: non che mi dispiacesse, ma ho dovuto
presto realizzare che continuare avrebbe significato finire in un vortice
dal quale quasi tutto il resto è escluso; decisi pertanto di assecondare le
passioni ed iscrivermi a musica e spettacolo). Questo Giovedì andrò a
Bologna per valutare se iscrivermi o meno al biennio specialistico di cinema
del DAMS. Ho trascorso il mio battesimo come "critico "all'isola di Procida, dove
Enrico Ghezzi ha messo su un festival delirante con registi, filosofi e
scrittori. E' stato bellissimo; tra una proiezione e l'altra ho potuto
conoscere tante persone interessanti, e soprattutto ho avuto la possibilità
di parlare a lungo con colui che considero per visionarietà, per la
rigorosità morale dello sguardo, per il suo coraggio ed il senso umanistico
della scoperta, sopra tutti il mio regista di riferimento: Werner Herzog.
E'
stato come un battesimo!
Mi fermo qui,
Un grande abbraccio mae!

Dedalo

PS:Spero di non aver sbagliato la tua e mail!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Parliamone.

Post n°796 pubblicato il 21 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

L'uso militare dell'uranio impoverito ha indirettamente causato la morte di 46 militari e civili che hanno operato in Kossovo e gravi patologie ad oltre 500 persone.

 Domani, alle 12, nella Sala delle Conferenze di Palazzo Madama, la senatrice del Partito della rifondazione comunista, Lidia Menapace, presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio impoverito, illustrerà le linee guida che la Commissione, avviandosi   ha deciso di adottare all'unanimità.
«Un canale di dialogo e ascolto sarà tenuto costantemente aperto con le associazioni che rappresentano le vittime e i loro familiari.

 L'esistenza di patologie anomale tra i militari dei contingenti impiegati nelle missioni all'estero, nei pressi dei poligoni di tiro e dei siti di stoccaggio delle munizioni, è stata riscontrata con certezza - ha anticipato Menapace -.

Osservatorio militare

Peacelink

Nanodiagnostic

 Le patologie non sono direttamente riconducibili all'utilizzo diretto di proiettili all'uranio impoverito, ma piuttosto, ai possibili effetti delle nanoparticelle di minerali pesanti che in seguito alle esplosioni si disperdono nell'ambiente».Così mentre si esporta la democrazia...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Poesia

Post n°795 pubblicato il 21 Marzo 2007 da ossimora
 

21 marzo 2007

Giornata Mondiale della Poesia 2007 : “Viaggio verso”

 

immagine

La proposta del giorno dalla rivista "Poesia ":

Anna Achmatova

Innanzi primavera ci sono giorni così:
riposa il prato sotto una neve compatta,
secchi ed allegri stormiscono gli alberi,
il tiepido vento è dolce ed elastico.
E il corpo stupisce della sua leggerezza,
e non riconosci più la tua casa,
e la canzone che t’aveva annoiata
canti con emozione, come se fosse nuova.
1915

Traduzione di Michele Colucci

Anna Achmatova
La corsa del tempo. Liriche e poemi

a cura di Michele Colucci
Giulio Einaudi Editore 1992

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 794

Post n°794 pubblicato il 20 Marzo 2007 da ossimora
 
Tag: Di me, ombre

immagine

E' proprio primavera.Sprazzi di sole si alternano rapidi a scrosci di una strana pioggia mista a ghiaccetto.Ci prova pure a fare due fiocchi di neve evanescenti.

Mi sono svegliata stropicciata,non proprio d'umore brillante .Spilli fra le labbra .

Voglia di un bell'urlaccio liberatorio.Non sempre la notte ce la fa a dissipare ombre moleste ;ad uno ad uno si riaffacciano pensieri e preoccupazioni che vanno a colmare lo sguardo e fanno venire voglia di tornare sui propri passi,riabbandonarsi al sonno e ritentare il sogno. Abdicataria .Abulica.

(Ho peraltro memoria di un lacerto onirico mattutino nel quale c'erano ciclicamente diverse persone che mi aspettavano ,in vari contesti ed io ero sempre in spaventoso ritardo e affannata da un ansiolina pervasiva).

Vorrei proprio sottrarmi agli incontri ed alle chiacchiere.Non è possibile.

Necessito di altro caffè.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Curcio

Post n°793 pubblicato il 18 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

Renato Curcio che  si trovava a Napoli per la presentazione di un libro (si occupa da tempo di editoria curando la collana "Sensibili alle foglie") è stato contestato da un gruppetto di militanti di An .

Curcio ha interamente pagato i suoi debiti con la legge .Già in carcere si occupava di questa collana di libri sul  precariato ,in maniera peraltro mai urlata e/o invadente .

I sedicenti signori post fascisti ,dovrebbero spiegare quale genere di idea hanno della democrazia ,del carcere ,del diritto della colpa e della pena .

Senza stare per la millesima volta a ricordare la lista di inquisiti anche per mafia o "di decaduti per scadenza dei termini" presenti fra gli  alleati (e non solo)di tali portatori malsani di ideologia ,i signori col la bandierina azzurra perchè non vanno mai a protestare quando parla il nano o il signor Dell'Utri?

(che pure lui si occupa di editoria ...ma in maniera molto diversa da Renato Curcio.)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lega

Post n°792 pubblicato il 17 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

L'ispirazione dei Macchiaioli risponde al profondo moto d'idee e di poesia che dette il Risorgimento italiano”

Cecchi  individuava del movimento toscano l'identità linguistica e culturale ove asseriva che “già alla morte di Fattori fu rilevata la analogia di certi scorci paesistici con quelli di Piero della Francesca; indi il rapporto, assai più stringente, con l'Angelico.

Richiami dei quali può anche essere stato abusato, ma che vivono in pieno significato formale: nella parentela fra la schiettezza di quegli antichi e di chi, sopra il neoclassicismo, astratto come un nuovo gotico, si ricongiunge alla semplicità quattrocentesca.

***

Sta tutto in questi due filoni storici /stilistici ,il filo logico ed estetico della bella mostra di Forlì su Silvestro Lega ,(i macchiaioli e il quattrocento),aggiungerei anche la suggestione dello splendido recupero del convento di S.Domenico.

La natura Emiliana e Toscana inondata di luce e di pace ;la passione ed il rigore,l'analisi del quotidiano ricercata nei gesti minimi e/o nell'epopea eroica.

Una pace che da stamattina ha attraversato la mia giornata , ( mostra )ed  ha continuato ad espandersi fino a sera ; nella passeggiata lungo il mare ,nelle secche della bassa marea e nel viaggio fra le colline rosate dalle coltivazioni di peschi.

 Mi si chiudono gli occhi ma mi sentirei di chiudere come nei temi da bambini ...sono tornata, stanca ma felice.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 791

Post n°791 pubblicato il 15 Marzo 2007 da ossimora
 

SPAGNA: APPROVATA LA LEGGE SULL'UGUAGLIANZA DEI SESSI

Acclamato, Zapatero dice: «Da sola giustifica la legislatura».

 Così il premier spagnolo si è espresso sulla legge che - come lui dice - vale i primi tre anni di governo.

immagine

Si chiama Ley de Igualdad e darà alle donne la parità nelle liste elettorali e sul lavoro a cominciare dalle amministrazioni pubbliche passando anche per gli incarichi nei consigli d´amministrazione delle imprese.

Insomma, si tratta di una misura che, progressivamente, porterà al riconoscimento delle pari opportunità tra i due sessi anche in tutti i posti sul lavoro.

Il testo è stato approvato in via definitiva dal parlamento spagnolo con l'astensione del centrodestra, che ha criticato in particolare la parità elettorale (non più del 60 per cento e non meno del 40 per cento per ciascun sesso).

 Che non si tratti di "quote rosa" ma del raggiungimento di una parità effettiva, lo si capisce già dalle percentuali fissate intorno al "fifty-fifty".

E contestate dall´opposizione di centrodestra, al pari del progetto contenuto nella Ley de Igualdad che introduce, con percentuali simili, l'obbligo di procedere a una equa assegnazione degli incarichi entro otto anni ai vertici delle imprese.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Maya

Post n°790 pubblicato il 14 Marzo 2007 da ossimora
 

Città del Guatemala, 12 mar. 2007 -

E' scattato da ieri il piano di
emergenza arancione in Guatemala per l'arrivo del presidente americano
George W. Bush che, insieme al capo dello Stato guatemalteco Oscar Berger, è
atteso nella regione del Chimaltenango, a una ottantina di chilometri dalla
capitale, per una visita alle comunità indigene.immagine
Nel programma della giornata delle delegazioni dei due capi di Stato c'è poi
la visita alle rovine di Iximchè, l'importante sito dei Maya archeologico e
non solo, visto che i discendenti dell'antico popolo del Centroamerica
continuano a celebrarvi i loro riti.

 Il luogo è considerato sacro dai discendenti Maya che non gradiscono
la visita del capo della Casa Bianca e della delegazione americana e la
definiscono una "provocazione".

"La visita di Bush in questo luogo è una provocazione per il popolo Maya,
vogliono trasformare un luogo sacro della nostra cultura e identità in uno
show solo folkloristico per divertire lui e i suoi accompagnatori", ha
protestato in una nota il coordinamento guatemalteco dei Maya.

Lo spettacolo allestito per la delegazione Usa prevede in particolare una
cerimonia religiosa tradizionale, eseguita da un gruppo di sacerdoti Maya
coordinati dal ministero della Cultura guatemalteca.

Per domani, quando Bush sarà ripartito, iMaya di Iximchè hanno già
convocato una cerimonia di "purificazione" alle rovine sacre:

"Bush porta
con sé vibrazioni negative -

affermano -

per questo il luogo va ripulito
molto bene".


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La mascherata

Post n°789 pubblicato il 13 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

"La manifestazione di Piazza Farnese  è stata una mascherata "

immagine

Ma si sono mai visti i porporati,inanellati,ermellinati???

Liberi tutti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica

Post n°788 pubblicato il 12 Marzo 2007 da ossimora
 

immagineStamattina il profumo del grosso mazzolino di viole ,fra me ed il monitor si mescola alla pace della  mattinata  silente ed alla fragranza dell’aroma di caffè .

Un paio d’ore di totale ,solitario otium.

Fuori c’è il sole ed il vento forte,che da diversi giorni bacchetta ogni cosa; gli alberi sono stati potati delle appendici secche  rimaste spezzettate a terra ;i vetri vibrano e sento qualche spiffero frescolino.

Strana mattinata questa .

 Sempre rischioso rimettere mano a pagine scritte in anni lontani, che appartengono ad una fase ormai superata della propria vita: la tentazione di far scivolare il commento sul piano inclinato dei sentimenti - di qualunque genere, dal rimpianto all'esecrazione passando per tutti i possibili gradi intermedi - è costantemente in agguato.

Anche ripercorrere luoghi che hanno segnato la propria vita è atto sdrucciolo di cui non è facile intuire i possibili esiti.

 La visita alla sua vecchia (allora)casa colonica in pietra (ora restaurata e dai connotati ben diversi) ,una volta lasciati scorrere tutti i fotogrammi di una storia importante mi ha riportato ad un immagine mentale che non sapevo di avere dentro ;la scaletta di legno ,tutta storta ,inchiodata come una lunga esse che dal terrazzino facilitava l’accesso al tetto.

Solo un particolare di un immagine e di una persona.

Lui l’aveva costruita per i  gatti della casa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Riconnessione

Post n°787 pubblicato il 10 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

Ovunque tu sia o  io sia

che sia qui

ma ovunque il qui sia

facciamo che non sia altrove.

Escludersi ,

dalla folla vociante

di notti festive

pullulanti

di spazi controllati

con occhi vibranti

e dinoccolati passi d’inedia

è

ritrovare

 il lucore  della penombra

le parole lette e spezzettate

e le  rare immagini d'ombra

in un intimo torpore

lontano dai cicalecci
(solo musica)

E' riaccarezzare un tessuto morbido,

 i tuoi capelli distratti e

la pelle di frutto fresco

con la voglia

di saggezza

armonia,gioiosa coscienza.

Non è più urgente 

assoggettare 

 lo sguardo quotidiano

a vagare irrequieto

in distanze imprecisate e fittizie.

A.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 786

Post n°786 pubblicato il 09 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

Ieri sera ,contravvenendo alle mie abitudini  , sono stata invogliata a seguire un pezzo di trasmissione tv di Michele Santoro dal suo incipit (un intervista ) ,poi siccome era diversa dalla solita melassa inguardabile ,mi sono fermata.

Nel corso della serata si sono viste le immagini del gay pride di Roma (Finalmente),sentite le interviste a vari personaggi che si ponevano il problema delle convivenze "altre"+  una succosa  "posta prioritaria" per Andreotti inviata da Travaglio.(alla quale ,il nostro non ha risposto,seppur invitato a  telefonare)

Le cose  che però mi portano  a parlarne sono due:

  • In primis il comportamento del  "buon "Mastella il quale, già molto nervoso dall'andazzo della serata ad una scanzonata  battuta di Vauro l'ha presa a pretesto  e se n'è andato;non ha risposto alla richiesta di chiarimento di un cittadino/ elettore ,molto serio e circostanziato (sulla dichiarazione dei diritti dell'uomo ,adottata in tutta Europa ,riguardo ai diritti della persona al di là di razza ,credo religioso,tendenza sessuale)
  • Quindi i  commenti che della questione ho letto in giro (anche nella home page della community di Libero viene segnalato un blog che si esprime in questi termini :Troppa faziosità,Mastella se ne va...).

Mi par di capire che un cittadino che chiede conto di diritti che ritiene di avere ad un ministro della coalizione che ha probabilmente votato è fazioso.

*Fazioso -Incline ad un settarismo intansigente ed intollerante.

Il ministro che non ascolta ,si fa venire i tic e se ne va che cos'é???

Lo stesso ministro che non risponde quando gli viene ricordato che i parlamentari GIA' GODONO dei PACS che negano a noi ,che cos'é???

La stampa( IL ) liberal che definisce fazioso tutto ciò che non  le assomiglia o non è funzionale ai suoi interessi (di facciata ), non è faziosa?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

8 / 03

Post n°785 pubblicato il 08 Marzo 2007 da ossimora
 

immagine

La ricorrenza dell'8 Marzo si avvia ai cento anni .

Inutile ribadire che li dimostra tutti  per lo sfilaccicamento progressivo che l'allontana dal suo significato primigenio facendone una data ibrida confusa fra i baci perugina ,le cenette rosa e gli spogliarelli di fisicati bamboccioni.

"Didassicamente",siamo state poco brave .Ahimè!

Non mi pare però neanche saggio accanirsi contro questo andazzo godereccio/consumistico /pecoreccio.Siamo tutti i giorni ,in parte ,così ,quindi...

Io che esco quando ne ho voglia e con chi voglio da sempre non aspetto certo l'8 marzo per "addonnarmi ";se a qualcuno piace e diverte anche  questo ben venga ,non è certo un problema .Come non lo è chi ti regala la mimosa e ti dice "auguri";i fiorai debbono pur lavorare e questo è un periodo altrimenti un pò moscetto per loro.

Niente scandalo.

Tutto fisiologico/organico.

Più desolante ,in generale invece la scarsa e scadente  visibilità dell'aspetto politico della giornata.La sommessa voce dei comitati e delle singole donne che colgono questa occasione non soltanto per incontrarsi ma per fare del "collettivo",un momento propositivo .

Ricordo più di qualche campagna importante partita l'8 Marzo .

Quest'anno è  interessante segnalare  :

Il Laboratorio 50&50, da tempo costituitosi presso la Casa internazionale delle donneche in vista dell’8 marzo, ha messo a punto una proposta di legge per l’elezione della Camera dei Deputati. La proposta è stata presentata da Irene Giacobbe per il laboratorio stesso in un’assemblea dell’Associazione federativa femminista internazionale.

L’obiettivo del laboratorio 50&50 è la presentazione di una proposta di legge di iniziativa popolare che raggiunga l’obiettivo di una presenza paritaria non soltanto nelle Liste elettorali bensì in tutti i luoghi decisionali.SEGUE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Censura

Post n°784 pubblicato il 07 Marzo 2007 da ossimora
 

Ogni anno i più autorevoli giornalisti immagined’inchiesta raccolgono e danno voce alle notizie che non hanno fatto notizia, nel tentativo di non soccombere e di non essere complici della morte dell’informazione.

 Le storie che segnalano sono quelle che avrebbero dovuto trovarsi nelle prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

Ma non ci sono state. Sono notizie che, coinvolgendo multinazionali e poteri politici, incutono paura agli editori e ai produttori di informazione.

Perché stanno dietro ai fatti coi quali siamo costretti a fare i conti, perché denunciano un mondo di interessi celati e di ipocrisie, perché forniscono un punto di vista critico alla popolazione.

Alcuni esempi: 

  • L'Iran ed i reali interessi degli U.S.A.

  • La banca mondiale finanzia il muro fra Israele e la  Palestina

La Halliburton (casualmente in rapporti con Dick Cheney, l’attuale vicepresidente degli USA) sta vendendo tecnologie nucleari all’Iran
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Cristicchi e la bugia più grande della storia

Post n°783 pubblicato il 06 Marzo 2007 da ossimora
 

Sottotitolo:sono solo canzonette.(!?)

e...chissà se avrebbe vinto il Festival con questa canzone ! 

immagine

Lettere scatolate in ottone trattate con bagno d'oro, plexiglass, neon, alta tensione

«Mi ricordo da bambino mi portavano alla messa ed io seguivo la funzione con un aria un pò perplessa
il prete stava in piedi sull'altare col microfono spiegava i passi del vangelo col tono monotono.
col tempo,con la scusa di giocare all'oratorio mi infilarono nel mucchio catechismo obbligatorio perchè non sta bene,non puoi essere diverso,emarginato come pecora smarrita dentro ad un bosco,
al di fuori del contesto..
inginnocchiati per bene adesso di le preghierine,nn dubitare mai nell'esistenza del Signore,lascia stare le tue fantasie sessuali di bambino,quante volte ti sei masturbato il pistolino..
il prete in molti casi è un uomo molto presuntuoso nonostante l'apparenza d un sorriso zuccheroso,crede di essere il depositario di una verità assoluta,ad ogni tua obiezione rigira la frittata
RIT.
Prete
io nn ho voglia d ascoltarti
Prete
non hai il diritto di insegnarmi niente
sei bravo a raccontare ad invertare favole per addomesticare le paure della gente
non ho bisogno più di credere ad un prete
se la madonna piange sangue noia.

Sei bravo e fai d tutto per alimentare,per tenere in piedi la bugia più grande della storia,la bugia più grande della storia.

La storia della chiesa è seminata di violenza,di sopprusi,la Santa inquisizione prepotenza e poggi riflessioni collettive dei politici,salvezza delle anime,la rendita degli immobili,ma quanti belli e affari fate con il Giubileo e quanti bei miliardi che s'alzando padre Pio,se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe delle tonnellate d'oro e delle vostre maniche..
se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe delle chiese piene d'oro banche

RIT.
Prete
io nn ho voglia d ascoltarti
Prete
non hai il diritto di insegnarmi niente
sei bravo a raccontare ad invertare favole per addomesticare le paure della gente
non ho bisogno più di credere ad un prete
se la madonna piange sangue noia.Sei bravo e fai d tutto per alimentare,per tenere in piedi la bugia più grande della storia,la bugia più grande della storia.

Perdonate questo sfogo troppo anticlericale,in fondo ognuno è libero di scegliersi la sua prigione,libero di farsi abindolare,ipnotizzare dal Papa,dal guru,dal capo spirituale ma la cosa deprimente e che mi butta giù è vedere quella folla alla giornata della gioventù,la mia sola religione vocazione per il dubbio io non crederò a qualsiasi cosa dica

RIT.
Prete
io nn ho voglia d ascoltarti
Prete
non hai il diritto di insegnarmi niente
sei bravo a raccontare ad invertare favole per addomesticare le paure della gente
non ho bisogno più di credere ad un prete
se la madonna piange sangue noia.Sei bravo e fai d tutto per alimentare,per tenere in piedi la bugia più grande della storia,la bugia più grande della storia.
La bugia più grande della storia...
PRETE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso