Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

spagetiansa007archetyponFajrgratiasalavidacostanzatorrelli46Rosecestlaviempt2003merizeta21laboratorioatheneojeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziabvbtendeRiccardoPenna
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Maggio 2008

BAU

Post n°1229 pubblicato il 31 Maggio 2008 da ossimora
 

Stanca in maniera assurda.Mi fa fatica  fare quasi tutto .Ma anche questa è andata ,il tour de force di questi giorni per fare ,sistemare ,preparare l'evento/incontro/mostra  di fine anno a scuola è concluso.

Tornando a casa ,da sola stasera me la sono presa comoda ;ho percorso la pedemontana ,strettina e lenta ma spettacolare .Sono stata ripagata .Nel tourbillon della nuvolaglia grigio nera che diventava in qualche scorcio di alto appennino quasi violacea, sono comparsi assieme a pochi raggi di sole due arcobaleni ,uno più basso vividissimo di colori ,l'altro ;alto ,ineffabile .Sono spariti velocemente ma sono felice di  averli intercettati .La natura è balsamica .Questo inizio estate tropicaleggiante ha amplificato i verdi, e la dimensione invasiva delle erbe di stagione,il bordo della strada è assaltato dalle graminacee e poi più avanti due enormi campi di camomilla mista a papaveri emanavano un profumo ipnotico amplificato dall' umidità in evaporazione.

Adesso ,a casa,alla ricerca di  riposo ho sfarfugliato un pò per giornali ,quasi quasi mi è passato per la mente di aprire una "rubrica" delle coglionate inguardabili che si succedono senza sorta in questo periodo.Ci vorrebbe ,perchè è utile e quando non è tragico,travarica il ridicolo arrivando al paradosso come in questo caso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Solo un mese????

Post n°1228 pubblicato il 30 Maggio 2008 da ossimora
 


*************

 Donne, ambiente e disoccupati
Ici e Alitalia si mangiano i fondi

*******

Continua la medioevalizzazione di ROMA

5+1

Si potrebbe andare avanti ancora e ancora ,sono tante le questioni ;altri gesti di pesante razzismo (perchè  così si chiama e questo è, nonostante il martellante sciacallaggio di coperture al limite del paradossale irregimentato)

Arresti a  Napoli ed attacco da parte dei soliti noti alla magistratura e le telefonate intercettate (ancora!) e della magistratura contro il decreto spazzatura .

E il papa.

Una bolgia.

"Credevo piovesse ma no che diluviasse "

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

neve

Post n°1227 pubblicato il 29 Maggio 2008 da ossimora
 

Pioppi centenari

spandono in cielo

fiocchi di seta.

La mente sfilacciata

non discerne i desideri;

sapiente

  sa farne a meno,

inseguendo

alfabeti suadenti,

profumo di spezie arancioni,

 sassifraghe color glicine.

L’indistinto

si acquieta

all’assalto di meridiana  luce lunare

Il tuo nome, ride nelle mie labbra.

A.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Blob

Post n°1226 pubblicato il 28 Maggio 2008 da ossimora
 

Stasera a BLOB ho risentito questo pezzo che tanto mi piaceva e

 che tanto mi piace ancora ...

dedicato a chi so io...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

panteganine 3

Post n°1225 pubblicato il 27 Maggio 2008 da ossimora
 

Oggi  a scuola un mamma delle classi dei più piccoli è venuta a protestare per la mensa .

Ha iniziato col dire che suo figlio non mangia niente (che non è vero) poi che nell’insalata ha trovato della terra( che non è vero)e ,fulmini e saette …una lumachina ( che non è vero);a me non è mai capitato ma ad un collega si e ci siamo anche rallegrati perché abbiamo pensato che il fatto che si garantisca un menu preparato su indicazione del pediatra e con  cibi biologici (le lumache suicide o ghiotte di pesticidi chimici  non ci sono ,credo,ed il fatto che frequentino  la nostra verdura non mi sembra un tragedia …) non è per niente male.

Ma la cosa peggiore è stata la conclusione della “signora”che alle obiezioni di un membro del comitato mensa ed a un a inserviente ha risposto astiosamente dicendo :

” Già ,voi vi occupate di più dei musulmani (7 su 130 bambini !!!)e non guardate ciò che mangiano i nostri figli.!”.

 Che film ha visto?

Per fortuna non l’ho sentita io.

Le avrei risposto gentilmente  che se il suo bambino muore di languore  per l’asfittica fetta di carne di tacchino servita al compagno kosovaro o algerino al  posto del roast beef di vitello ,c’è qualcosa che non va e che se invece di inseguirlo sul  terreno dei capricci  e giustificare i suoi continui piagnucolii ,(facenti parte peraltro  di un comportamento “complesso”,diciamo così) gli avesse spiegato (visto che sembra non averlo  capito dal lavoro fatto nelle classi ) cosa  significa ad esempio  “mangiar di magro per la vigilia” e poi magari   il perché dei tabu alimentari di ebrei /islamici /cattolici ,il loro significato ,magari le ricette …avrebbe fatto sicuramente un servizio migliore a suo figlio ,a se stessa  e si sarebbe risparmiata l’ennesima  provincialata  

(Pietà…già  siamo costretti a sorbire a piene mani  falsi richiami alle identità più o meno esistenti e cretinerie di ogni tipo)

Pavone risorse

Roma multietnica (Ben fatto ..finche dura ,se dura)

etnokids

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Domenica

Post n°1224 pubblicato il 25 Maggio 2008 da ossimora
 
Tag: Imago

Diverse percezioni dell'Italia:

 a Cannes ,per il nostro cinema

e

 nelle stereotipate pubblicità tedesche .

(che costoro abbiano imparato dalla Lega?)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pantegane 2

Post n°1223 pubblicato il 25 Maggio 2008 da ossimora
 

 UN CORTEO spontaneo con cinquecento persone ha attraversato il dedalo delle vie del Pigneto sotto choc, a poche ore dalla spedizione punitiva con spranghe e passamontagna, contro bengalesi e indiani, titolari di due negozi di generi alimentari e di un phone center.

Tangibile la solidarietà con gli immigrati: «Basta con le aggressioni», è scritto sullo striscione che apre la manifestazione promossa a tambur battente dai giovani dei centri sociali, da Action, dai rappresentanti delle comunità dei migranti e dagli stessi residenti. Pronte anche le reazioni, a decine. «Il raid al Pigneto nei confronti di cittadini extracomunitari, ai quali va la mia solidarietà», commenta il sindaco Gianni Alemanno, «sono di una gravità inaudita; mi lasciano sdegnato e non passeranno sotto silenzio. Serve legalità a 360 gradi».

Per il presidente della Provincia, Nicola Zingaretti, «è un altro episodio di violenza e xenofobia che non è più possibile tollerare e che tutte le istituzioni dovrebbero condannare con fermezza. Roma ha bisogno di tornare a respirare un'aria di pace, libertà e di vero rispetto verso il prossimo». «Mi auguro — conclude — che le forze dell'ordine nero  (che ci provano come a Padova,dimenticando che c'è una testimone che ha vidto i fazzoletti con lasvastica!!!) consegnino subito alla giustizia i responsabili di questa assurda violenza». Duro il commento della neo-deputata del Pd Ileana Argentin: «I quartieri di Roma non possono essere in mano a teste rasate o alle scorribande dei pirati della strada.
È questa la sicurezza di cui la destra parlava in campagna elettorale? ». 

E tanto per gradire

lo scontro diretto tra ministro dell’Interno in carica e ministro ombra. Insomma, tra Maroni e Minniti. Per l’occasione, sfoggiando tutta l’ironia che gli manca, il menopeggio leghista, si è definito «ministro Sole», sfiorando spericolatamente il romanesco ministro-sola. Ma pazienza, visto che il titolare berlusconiano ha fatto ogni sforzo per apparire simpatico, tollerante e quasi umano.

D’altra parte, i leghisti sono sempre «double face», avendo una faccia per prima delle elezioni e una per il dopo, una pagana e celtica per il «territorio» e una ultracattolica per Roma. Così ora, dopo aver soffiato sul fuoco dell’intolleranza fino a provocare atti di violenza, possono permettersi di dire, come ha detto Maroni l’altra sera, che gli attacchi ai campi nomadi vanno condannati. La Lega, tanto esaltata per risultati elettorali che restano pur sempre inferiori a quelli degli inizi, ama vivere sul crinale tra finta rivoluzione e continua involuzione.

È quella che chiamano devoluzione, ovvero porcata da esportazione.

*** Non male l'espressione del ministro degli interni.SIG!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Pelle delicata

Post n°1221 pubblicato il 22 Maggio 2008 da ossimora
 

 E’ uscito in questi giorni il libro di Curzio Maltese “La questua”, sottotitolo “quanto costa la Chiesa agli italiani”.

. L’obiettivo dichiarato di Maltese è di tenersi lontano da considerazioni di tipo ideologico o etico ma di prendere in esame dati oggettivi, i “dati economici”. Informare cioè sui meccanismi di finanziamento pubblico alla Chiesa cattolica.


Un dato sorprendente, che anche noi non conoscevamo, riguarda innanzi tutto la questione dell’8 per mille, istituito dalla legge 222 del 1985. Diciamo “innanzi tutto” per sottolinearne l’importanza, in quanto l’8 per mille costituisce la maggiore entrata della Chiesa cattolica, pari a un miliardo di euro l’anno. Quello che i cittadini italiani non sanno, perché non c’è stata alcuna informazione da parte degli organi dello Stato in tal senso (e tantomeno dagli spot pubblicitari della Chiesa cattolica, per la maggioranza degli italiani l’unica fonte di informazione sull’argomento) è il fatto che il 60 per cento degli italiani non esprime preferenze nella dichiarazione dei redditi, lascia in bianco la voce "otto per mille". E soprattutto il fatto che le quote non espresse -il 60 per cento, appunto- sono comunque assegnate sulla base del 40 per cento di quanto è stato espresso e finiscono quasi al 90 per cento del totale nelle casse della Cei (grazie al 35 per cento che indica “Chiesa cattolica” fra le scelte ammesse) . Incredibile ma vero, a quanto pare: i cittadini italiani, in base a questo meccanismo (diverso peraltro dal successivo 5 per mille, nato nel 2006) sono di fatto “costretti”, volenti o nolenti, consapevoli o meno, a contribuire pecuniariamente non a qualsivoglia culto ma a uno solo. In altri paesi “concordatari”, come la Spagna, le quote “non espresse” (in questo caso si tratta del cinque per mille) rimangono alla Stato. In Italia vanno alla Chiesa cattolica, alla faccia del contributo volontario..!

Ma veniamo a quello che ci riguarda più da vicino, e cioè alla scuola. Qui per la Chiesa cattolica vi sono due principali fonti di entrata, gli stipendi degli insegnanti di religione e i finanziamenti diretti dello Stato alle scuole private, di cui le scuole cattoliche sono la gran parte. L’ora “facoltativa” di religione, secondo le inchieste di Curzio Maltese, costa ai contribuenti italiani circa un miliardo di euro all’anno. E’ la seconda voce di finanziamento diretto dello Stato alla confessione cattolica, di pochi milioni inferiore all’8 per mille. Vi sono oggi, nel 2008, 25.679 insegnanti di religione, dei quali 14.670 passati nei ruoli statali, grazie ai concorsi promossi dal governo Berlusconi e proseguiti dal governo Prodi. Al di là della “strana” situazione giuridica degli insegnanti di religione, al centro di infinite diatribe legali (se l’ora di religione è un insegnamento facoltativo non dovrebbe prevedere docenti “di ruolo”, scelti peraltro dai vescovi), quello che è interessante notare è la disparità di trattamento economico tra insegnanti “normali” e di religione. A parità di prestazione infatti gli insegnanti di religione guadagnano di più dei colleghi delle materie obbligatorie. Per uno dei tanti misteri burocratici italiani, una disposizione di legge che assegnava uno scatto biennale di anzianità del 2,5 per cento sullo stipendio a tutti i precari è stata applicata soltanto a una categoria, quella dei docenti di religione. Il vantaggio, a quanto pare, è stato confermato, e anzi consolidato con il passaggio in ruolo.
Lasciamo perdere altre considerazioni, pure di rilevanza cruciale e che Scuolaoggi ha già fatto, sulla contraddittorietà dell’insegnamento “facoltativo” di una confessione religiosa all’interno dell’orario scolastico di base, “obbligatorio” (guai pensare di affiancare all’ora di cattolicesimo altre religioni o addirittura lo studio della storia delle religioni, come avviene in tutta Europa, con le sole eccezioni di Irlanda e Cipro..!), ma tutto questo è abbastanza singolare, per usare un eufemismo. Un altro mistero della fede?

Altra fonte di finanziamento rilevante è quello diretto dello Stato alle scuole private, in maggioranza cattoliche. Nel 2005 l’ammontare dei contributi alle scuole non statali è stato di 527 milioni di euro (circolare ministeriale 38/2005). Nel 2006, a fronte dei tagli all’istruzione apportati dalla legge finanziaria, i finanziamenti diretti alla scuola privata sono stati incrementati fino a 532,3 milioni. Come sottolinea Curzio Maltese si tratta di “aiuti di Stato” alle scuole cattoliche negati per mezzo secolo dalla stessa Democrazia cristiana, da De Gasperi in poi (in base all’articolo 33 della Costituzione, con la famosa dicitura “senza oneri per lo Stato”), inaugurati poi con la legge 62 del 2000 (governo D’Alema, Luigi Berlinguer all’istruzione), dilagati nel periodo Berlusconi-Moratti e mantenuti dal ministro Beppe Fioroni.

In realtà, osserva Curzio Maltese, se si aggiungono altri “benefici” e vantaggi fiscali (esenzione dall’Ici, sconti su Ires, Irap e altre imposte, elusione fiscale legalizzata del mondo del turismo cattolico), la Chiesa cattolica costa ogni anno ai contribuenti italiani una cifra vicina ai 4 miliardi e mezzo di euro, mille miliardi di vecchie lire. Più del costo della politica, del “prezzo della casta” (balzato agli onori della cronaca dopo il libro di Stella e Rizzo), calcolato in 4 miliardi di euro l’anno. Cifre iperboliche, appunto.

Diversi anni fa, sul “Mondo” del 17 maggio 1960, Ernesto Rossi scriveva “Quando si tratta della “roba” i monsignori del Vaticano hanno la pelle delicata come quella della principessina che non riuscì a chiudere occhio tutta la notte per il pisello che le avevano messo sotto sette materassi”.
L’aspetto concreto della “roba”, al di là delle ideologie o dell’anticlericalismo di maniera, costituisce senza dubbio un aspetto centrale. Una questione spinosa che si tende a scansare, soprattutto oggi, visto il clima culturale dominante nel Paese. “L’azione concreta dei governi nei confronti dei privilegi ecclesiastici – scrive Curzio Maltese – costituisce, assai più delle enunciazioni, un indicatore infallibile del grado di riformismo”. E conclude: “A questo punto, rimane soltanto da chiedersi se in Italia sia mai apparsa una grande forza riformista e modernizzatrice, al di là degli slogan. Ma se un giorno batterà un colpo, il primo sarà alle porte del Vaticano”. Come non condividere?

Gianni Gandola

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FIORI

Post n°1220 pubblicato il 21 Maggio 2008 da ossimora
 

Sono contenta che a  Napoli torneranno i fiori .

Ci vogliono davvero !

 Bertolaso ,di nuovo lui  perchè ormai  conosce il territorio ed alla seconda chance andrà meglio ,si occuperà dei termovalorizzatori

(4 nuovi ).

 I siti delle discariche  

( 8 luoghi individuati) saranno militarizzati e secretati , ''I Comuni che ospiteranno gli impianti avranno compensazioni ambientali'' che consisteranno in ''bonifiche ambientali e realizzazione di opere pubbliche''. (…)

Mano ferma contro le proteste: ''Non saranno accettate azioni di parte di minoranze che possono bloccare aeroporti, ferrovie, discariche.”.

Linea dura …o quasi

non per l'hotel "Vesuvio" dove- Berlusconi alloggerà per tutta la durata, che si annuncia lunga , della campagna di Napoli. Per tutto questo periodo il premier occuperà una suite imperiale dotata di un bel po’ di stanze tutte con vista sul golfo di Santa Lucia, di una piscina interna esclusiva, di numerosi bagni con idromassaggio e altre comodità e piacevolezze da pagare al modico prezzo di 4200 euro al giorno.Gli altri membri del governo costeranno un po'meno semplicemente perchè al "Vesuvio"di suite tanto prestigiose e costose ne esiste una sola ma anche i prezzi dei loro alloggi saranno robusti:da 750 a 4000 euro giornalieri .

Da quali tasche usciranno tutti questi soldi?Al riguardo le fonti sia ufficiali che ufficiose per ora tacciono

.(Da: Politicablog)

Quindi  dovrebbe attivarsi una vera  task force che mi auguro davvero funzioni al meglio per il bene di tutti meno della camorra ovviamente.

Tremonti taglia l’Ici ,detassa per sei mesi,in via sperimentale  gli straordinari ai privati  ,come promesso , prepara tagli alla spesa pubblica ;vedremo ,è davvero prematuro dare giudizi articolati .

 Si vedrà ,c’è tempo.

Quello su cui si può già discutere è il varo (entro due mesi …anche questo) del cosiddetto “pacchetto sicurezza”,con l’assunzione annessa di 4000 militari .

Anche il pacchetto xenofobo abbisogna di un analisi dettagliata per non cadere nelle facili generalizzazioni .

Mi soffermerei  ad esempio dei molti che da quando il governo spagnolo ha  polemizzato con l’Italia sulle politiche migratorie (politiche ..va beh) ripete :

”…ah…da loro viene la predica ,loro che hanno sparato addosso ai migranti.!

Ecco forse è il caso di chiarire questa cosa,in un blog ho persino letto che gli spagnoli sparano sui gommoni!

 E’ una stupidaggine ;il caso dell’enclave di Ceuta e Melilla dove ci fu una sparatoria nel 2005 è stato  certamente un orribile episodio ,che ha causato discussioni  crisi , superata affidando interamente alla polizia marocchina il controllo della frontiera in questione.

In realtà  all'interno però la politica di Zapatero si è mossa nella direzione di una certa liberalizzazione ,con l’autorizzazione dei flussi per il lavoro stagionale ,controlli seri contro il lavoro nero e una sanatoria che nel 2005 ha interessato 600 mila lavoratori irregolari su 700 mila che ne avevano fatto richiesta .Inoltre la possibilità offerta a i clandestini di iscriversi all’anagrafe ha fatto si che molti uscissero allo scoperto ,ricevendo assistenza sanitaria e ottenendo la possibilità di mandare i figli a scuola.

Tutta la politica di Zapatero è stata incentrata sulla grande attenzione ai diritti umani ,al rispetto per le minoranze anche  in campagne di sensibilizzazione .

In questo senso mi sembra giusta anche la logica dose di conflittualità ,nulla di eclatante verso chi ovunque in Europa certi diritti li calpesta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Nuvole

Post n°1219 pubblicato il 21 Maggio 2008 da ossimora
 

Hans Magnus Enzensberger
La storia delle nuvole

Contemplare le nuvole va raccomandato
a stressati, affannati, gelosi, depressi.
Al tramonto con quei loro lembi
rosso-oro superano Patinir e Tiepolo.
I più fugaci di tutti i capolavori, più
difficili da contare dei branchi di renne,
non vanno a finire in alcun museo.

Archeologia di nuvole – scienza d’angeli.
Sì, senza le nuvole tutto quel che vive
morirebbe. Sono degli inventori: nessun
fuoco senza di loro, nessuna luce elettrica.
Sì, è raccomandabile, se presi da stanchezza,
rabbia e disperazione, volgere gli occhi
verso il cielo.

Traduzione di Gio Batta Bucciol


Poesia n. 227 Maggio 2008
Hans Magnus Enzensberger
La storia delle nuvole

a cura di Gio Batta Bucciol
Crocetti Editore 2008

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I/taglia

Post n°1218 pubblicato il 20 Maggio 2008 da ossimora
 

<<"Non mentire, non essere complici, non rimanere ciechi>>

(Simone Weil) 

Quando si parla di  patrocinio ci si riferisce ad   un riconoscimento morale con il quale l’ente (stato –regione-provincia –comune)esprime la propria simbolica adesione a una iniziativa di carattere e importanza regionale, ritenuta meritevole di apprezzamento per le sue finalità culturali, scientifiche, educative, sportive, economiche e sociali, celebrative.

 Possono richiederlo i cittadini che appartengono ad associazioni ,enti,gruppi per manifestazioni pubbliche di interesse collettivo ;non comporta un soldo di esborso per l’ente patrocinante ,quindi nessun carico finanziario ed invece comporta l’obbligo di apporre il marchio dell’ente patrocinante sui manifesti,stampati ed altre comunicazioni della manifestazione.

Negarlo alla comunità gay come pensa di fare la neo – ministra è quindi proprio per la natura stessa del “patrocinio”,il massimo della NEGAZIONE  della stessa comunità.

Come dire ,non siete un associazione ,non avete un ruolo sociale ,culturale,educativo  in una parola non esistete .

Miti sta parlando di questa cosa QUI e QUI ,adotto ,condividendo  le sue parole.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ratzinger

Post n°1217 pubblicato il 18 Maggio 2008 da ossimora
 

C'è ancora troppo poco allarme, in Italia, attorno a quello che sta succedendo ai rom.

L’Europa, non solo la Spagna, è scandalizzata da come il nostro paese sta affrontando il problema. L’Organizzazione delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha protestato più volte. Le forze politiche italiane, invece, continuano a discutere del pacchetto sicurezza come in campagna elettorale. Astrattamente.

 I sindaci assediano Maroni e reclamano dappertutto “commissari per i rom” anche quando guidano città in cui ci sono solo poche centinaia di nomadi.

È una psicosi.

È un cedimento nervoso.

È un dramma culturale.
Peppino Caldarola

*******************************************************************

Ratzinger in visita a Genova ha superato se stesso.

Dopo i consueti attacchi dei giorni scorsi alla 194 ed alle “coppie di fatto”,al laicismo ed alla scienza (…ormai queste sono normale amministrazione e non ci si fa più caso…) oggi mi sarei aspettata parole che richiamassero alla riflessione di tutti, nel nostro paese a proposito della sconvolgente ondata di razzismo che è in crescendo ovunque ,nei roghi dei campi nomadi di Napoli ,nelle retate di Roma ,nelle ronde di Verona ,nella richiesta di molti governatori e sindaci di intervento dei prefetti,nel panico che incombe nelle comunità di “cittadini”non di nascita italiana.

 E peggio di tutto ,forse , nella crescente intolleranza che si respira ovunque per strada ,nei rapporti interpersonali ,a scuola .

Il capo della chiesa di Cristo cosa ha detto invece?

 Superando “i bamboccioni” di Padoa Schioppa ha affermato che molti giovani sono “vecchi dentro”,che si curano delle mode ( proprio come lui e la nobiltà romana che frequenta) ,che non conoscono i veri valori ,quelli che non invecchiano mai  e che  non conoscono la bontà.

Anche lui ,appeso alle sue mise da prima donna non ha trovato niente di meglio che giudicare i giovani ,paternalisticamente ,dimenticando  che sono figli /prodotti /esiti di chi li ha generati e di chi dovrebbe essere per loro maestro e sopratutto dimenticando magari di dire che in questo momento violenza e razzismo sono il peggio che i giovani vivono e respirano !

Qualche tempo fa la solidarietà  e l’accoglienza erano comunque una prassi,un obiettivo ,una volontà che si esprimeva con la partecipazione e lo sforzo di coinvolgere quante più persone .Adesso tutto è in fibrillazione verso l’intolleranza  e la cattiveria .

Due giorni fa accompagnando dei ragazzi ad  un concerto di musica classica in cattedrale ,un piccolo di sette anni, musulmano Kosovaro,  si è bloccato fuori della chiesa ,dicendo che lì lui non poteva entrare ;la sua mamma glielo  aveva detto e pur avendo firmato il permesso probabilmente non aveva capito che non si trattava di partecipare ad un rito ;ci siamo messi in movimento per convincerlo ,ma niente da fare ,era agitatissimo,stava per piangere .

Tenerezza e preoccupazione ,poi una telefonata al padre ,il chiarimento ed è entrato, ma la cosa che mi ha colpito è l’atteggiamento di un diacono ,visibilmente irritato che continuava a ricordarmi di fare veloci perchè alle 10 ci doveva essere la Messa :ha appena degnato di uno sguardo il piccino ed anzi era meglio non l’avesse fatto proprio  perché l’ha guardato con un misto di disprezzo e compassione  che mi hanno fatto venireun senso di nausea profonda,

*****************************************************************

(non credo che mi capiterà né di bruciare nelle fiamme eterne ,né di godere delle dolcezza del paradiso ma in ogni caso essendo pure  possibilista spero ,dovesse capitare ,di non incontrare questi signori , Ratzinger,i diaconi .i frati di Assisi antimendicanti ed i cristiani che non urlano di dolore di fronte ai nuovi ,quotidiani pogrom.)

La paranoia dello spazio protetto

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Gomorra

Post n°1216 pubblicato il 18 Maggio 2008 da ossimora
 
Tag: cinema

Ero soprattutto curiosa di comprendere come Garrone avesse effettuato la trasposizione cinematografica di “Gomorra”che essendo un libro di denuncia,di dati, poco si prestava (pensavo) alla sceneggiatura ed al racconto filmico.

 Mi  sono dovuta ricredere ;è un bel film che pur lungo rapisce l’attenzione.

Cinque storie estrapolate dal libro ,interpretate  da non professionisti (eslcuso il fascinoso  Servillo)  molto bravi  credibili ; girate nel degrado di Scampia ,Secondigliano ,Casal  di Principe.

Non c’è nulla di patinato ,non c’è nessun tipo di etica ,né di aspettativa,nessuna catarsi,solo un personaggio se ne va e cambia la sua vita o ci prova  ;”I so(l)rdi”,le armi ,la violenza ed una vita possibile che assomiglia all’inferno ,in una trincea quotidiana di un degrado che è soprattutto atavica mancanza di qualsiasi possibilità di cambiamento : senza speranza.

Sono curiosa di vedere se sarà un film visto da tante persone;soprattutto dai tanti giovani che affollano solitamente  le sale lucchettose,scamarce e glitterate.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Parate

Post n°1215 pubblicato il 17 Maggio 2008 da ossimora
 
Tag: Lunario


 E’ il Trionfo numero 5 e fa parte della raccolta Ultimi Versi di

Giovanni Raboni

Nel Trionfo del Malaffare
                        
da quando un fiume di denaro sporco
                        
scaturito da un’isola vicina
                        
e riciclato in isole lontane
                        
ha fatto spuntare quartieri
                        
grandi come città
                        
e messo in moto la gran ruota
                        
delle centrali della persuasione
                       
chiunque può vedere
                        
pregiudicati e delinquenti
                        
d’ogni risma e colore
                        
mettere sull’attenti 
                        
compunti picchetti d’onore.”

                       

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sassi.

Post n°1214 pubblicato il 15 Maggio 2008 da ossimora
 
Tag: Lunario

Il nuovo “governo del presidente” con le sue luminose personalità , è da oggi  costituzionalmente esecutivo ;viaggia pacato e sazio nella sua blindatura non soltanto numerica .

Una luna di miele (fisiologica) un po’ da brividini, in un  clima che sembra far venire voglia di stare a guardare ,abbassando i toni e sfumando le diversità (…le voci fuori campo cercano di abbassarle loro… ) Qualche battutina satirica del capo fa tremare di ammirata gioia i miracolati dei giornali di famiglia.

Finalmente e partendo simbolicamente da Napoli e dalla sua fantastica spazzatura  ,potranno lavorare alacremente,ce lo auguriamo e glielo auguriamo. Una bella metafora per iniziare .

 Già oggi i blitz anticlandestini ,(tanto per accelera re i lavori) hanno preceduto la salita al colle di Maroni per portare il decreto sicurezza al vaglio del Presidente.

 Hanno davvero la possibilità di dimostrare a noi meschini ,che non li abbiamo votati, che hanno le palle ed abbiamo sbagliato.

 Io credo di essere irrecuperabile ,in ogni caso ;sentire Giovanardi che grida contro la droga,(non mi sembra che si sia parlato né in campagna elettorale né in questi giorni di lotta alla malavita  ,quella vera ) e contro la legge40 della Turco(la cancelleremo) mi ha già fatto perdere immediatamente la speranziella di avvicinarmi a paesi  civili quindi ,nemmeno se raggiungessero il PIL della Scandinavia li troverei tollerabili .

Almeno il querulo Tremonti l’ha piantata subito con la storia reiterata del buco ..e il tesoretto non c’è e bla bla bla …l’hanno fermato i dati delle Banche e  l’Agenzia delle entrate oltre al buon Bersani.

Certo ci ha provato e già questo basta a ribadire/roinforzare un pessimo giudizio che mi fa risuonare l’adagio…”l’Italia è circondata da tre mari e prosciugata da Tremonti…”Speruma bin!”.

L’opposizione fa l’opposizione che altro gli è concesso?

 Ha garantito che non ci saranno striscioni,cartelli,trick trak ,mortadelle,spumanti,gadget ,ricchi premi e cotillon nelle aule del Parlamento.

Ha votato contro alla fiducia nelle due Camere .

Fermerei il crucifige assieme al pessimo termine inci...che non voglio nemmen nominare ; anche perché già per  poter cambiar qualcosa è necessario far dimenticare rissosità più o meno logiche e razionali che hanno affossato il debole governo precedente coi risultati che abbiamo davanti.

Sarà difficile fare molto di più ,di reale ,utile e tangibile oltre ai proclami ;i numeri sono quello che sono ,la maggioranza bulgara ,ed oltre a votare contro ,proponendo altro, temo che sarà difficilissimo affrontare qualche snodo legislativo importante cercando strade diverse e di certo non  sarà cosa immediata.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fini 2

Post n°1213 pubblicato il 14 Maggio 2008 da ossimora
 

E come si chiama un parlamento dove non c'è chi controlla il controllore?

Dopo le bandiere bruciate definite  gesto più grave della barbarie di  un ragazzo ammazzato dai naziskin ;

fini si rivolge ad un parlamentare in questi termini ,invece di fa tacere la bagarre in aula ;

"Poi dipende anche da ciò che si dice"

Siamo a posto!!!

L' art.8 del Capo II del Regolamento della Camera,espressamente dichiara che:

 “Il Presidente dà la parola, dirige e modera la discussione, mantiene l'ordine, pone le questioni”.

La terza carica dello Stato proprio in virtù del suo ruolo istituzionale dovrebbe permettere a tutti gli onorevoli di poter esprimere le proprie opinioni e non giustificare la reazione scomposta di una parte dell'Aula.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Agnellini

Post n°1212 pubblicato il 14 Maggio 2008 da ossimora
 

°°°°°°°°°°°°°

Applausi...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sedi/menti

Post n°1211 pubblicato il 12 Maggio 2008 da ossimora
 

*****************************************

Insospettati (in ore disattente)

campi ,

esplosi di giallo

nobilitano

strade di confine

tracciate casualmente

 per silenzi meccanici.

Questa primavera grigia

respinge,

assorbendoli;

varchi di armonia .

A.

*****************************************

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Emergency

Post n°1210 pubblicato il 11 Maggio 2008 da ossimora
 

Fabio Fazio dedicherà a Emergency l'intera puntata di "Che tempo che fa" di domenica 11 maggio. Sarà ospite in studio Gino Strada che presenterà le attività dell'associazione e la nuova campagna

"Adotta Emergency, adotta un ospedale".

Durante la puntata è previsto un collegamento in diretta con il Centro chirurgico di Emergency a Kabul a cura di Maso Notarianni di Peacereporter. Verrà poi trasmessa un'intervista a Sunia, la prima paziente operata presso il Centro Salam di cardiochirurgia, inaugurato un anno fa in Sudan.
Jovanotti sara' ospite musicale della serata.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso