Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

gratiasalavidaspageticostanzatorrelli46Rosecestlaviearchetyponmpt2003merizeta21laboratorioatheneoFajrjeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziabvbtendeRiccardoPennaEwideS
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Ottobre 2010

micio bello e bamboccione

Post n°1757 pubblicato il 30 Ottobre 2010 da ossimora
 


Bunga bunga , lele mora , emilio fede , il trono , la lap dance , l’igienista dentale consigliera , la minorenne bonazza più o meno esotica di turno , famiglia cristiana indignata e incazzata .

Un copione già visto , reiterato , stantio, da sonno ,da sbadiglio.

Adesso ci dovremo pure sorbire tutta una gamma di chiacchiere ,le varianti  complete di atteggiamenti  più o meno accondiscendenti /invidiosetti , più o meno moralisti nei confronti della  conclamata demenza senile del re che  a mio parere si manifesta  di certo molto di più quando minaccia torvo di parlare al “paese” dello stato della giustizia  (come se alla massa di disoccupati , sottopagati , minimo pensionati cassaintegrati , giroscoglionati fregasse qualcosa del lodo alfano e delle sua porcherie da impunito! ) che in questo suo presunto vitalismo priapico di cui si bea beota .

Che noia mortale.

Peraltro  non è né solo , né originale .

Conosco almeno una decina di pensionati e/o uomini avanti con gli anni che lavorano ancora o si spendono ciò che hanno per farsi trastullare da qualche giovane disoccupata di bella presenza italiana o no. E’ solo una questione di cifre .

Una volta accompagnai un’amica ad un appuntamento proprio con uno di questi soggetti ; lei per strada mi disse :

Sono questi che non vanno a puttane per la strada perché vogliono illudersi di essere considerati o magari apprezzati per le loro doti viagrate o per la presunta simpatia - avvenenza rincartapecorita  , ma in realtà si accontentano di toccare timidi  un po’ di pelle , sbirciare un capezzolo o due peli …prima di addormentarsi come bimbi…”

...micio bello e bamboccione ...


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fini CHi?

Post n°1756 pubblicato il 22 Ottobre 2010 da ossimora
 

 

 

 

Nemmeno per un momento ,  mai  , ho ritenuto fini , "Gianfrancone" persona attendibile ...uno che era pupillo di un tal almirante del resto...

Quando con la sua faccetta da fascista fiuggiato e dotato di spocchietta logorroica ,  parlava di legalità e di rispetto delle regole  democratiche  mi stridevano i denti : le uniche  immagini che avevo  erano ... quella   sua in motorino  , mentre faceva il saluto romano alle sue squadracce e poi  e sopratutto , Genova , Bolzaneto e la sua presenza alla mattanza in stile sudamericano che ha fatto rivoltare tutta Europa. Per dirne due.

In questo sciagurato periodo mentre tutta la casa delle leicità approntava la rodatissima "macchina del fango"per tentare lo sputtanamento del presidente della camera (Sigh) , tramite tele novela sull' appartamentino ( neanche  si trattasse di  villoni costruiti e/o acquistati più o meno limpidamente ) attraverso i vari bruni vespi ,i belpietri ,i feltri e i sallustri ,assistevo a questo giochetto di potere interno senza nessun tipo di aspettativa.

Gli impuniti per legge della cosca  ora che il pupo si riavvoltola su teoremi improbabili  , adesso diranno di aver esagerato ...o forse no ,ma la cosa più tragica , per me , sono i tanti che a sinistra vedevano in fini un presunto grimaldello , magari  persino un alleato( bleath!!) , per smontare il potere dei reciproci favori ,connivenze , i mille incarichi e la rete di connivenze che tengono su il re . Che scemenza .

Figurati. (Basta pensare ad esempio alla ministra gelmini a bondi ed alla brambilla e tanti altri ,una miriade di miracolati ...che senza la sudditanza  al boss potrebbero massimo fare i cubisti...)

Opposizione ingenua e frescona ...same old story


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

concita

Post n°1755 pubblicato il 16 Ottobre 2010 da ossimora
 

 

 

In mezz'ora Tremonti fa approvare in consiglio dei ministri una manovrina, ora chiamata legge di stabilità - la vecchia Finanziaria - su cui il Parlamento metterà il vincolo della fiducia.

Il senso della storia è «bambole, non c'è una lira», si sarebbe detto una volta: non c'è un euro. È talmente vergognosa, la politica dei tagli, che alla riunione dei ministri non si è presentato Bondi, aedo di corte.

Se persino Bondi dissente qualcosa davvero nel Pdl non funziona più. Berlusconi è allarmato da Tremonti: «Vedo manovre che non mi piacciono», ha detto: anche noi, parecchie, e dubitiamo che siano le stesse. Non c'è un euro per l'Università, la riforma Gelmini è senza copertura - ministro Gelmini, ma non gliel'avevano detto? Ma come funziona tra voi ministri: vi parlate?. Prestigiacomo dovrà chiudere i parchi. Non c'è un euro per gli albergatori abruzzesi nei cui hotel Bertolaso ha ricoverato i terremotati dell'Aquila: non li paga nessuno, hanno deciso di sospendere il servizio. È paralizzato il Parlamento, lo racconta oggi Bianca Di Giovanni, perché non c'è un soldo per coprire nessuna spesa dunque è del tutto inutile legiferare, ammontano a zero in questo momento i fondi in conto capitale, quelli che finanziano lo sviluppo.

Il paese è fermo.

L'unica cosa che si muove, molto velocemente, è la macchina di governo preposta a garantire l'impunità del premier: tutto ruota, come sempre, attorno agli affari suoi, alla riforma della giustizia. Di tutti gli altri - degli studenti, dei ricercatori e degli insegnanti, dei lavoratori, delle regioni che erogano servizi ai cittadini - non importa niente a nessuno.


Quel che importa è la propaganda, fondamentale mettere a tacere le voci critiche. Ieri il direttore della Rai Masi ha annunciato una raffica di querele all'Unità e al Manifesto colpevoli di aver osservato che la censura ad Annozero era pretestuosa e non degna di un servizio pubblico. Nessuna sorpresa: è lo stile della casa. Si intimidisce il dissenso, ci siamo abituati. I giornali del premier lo fanno con noi ogni giorno. Peccato che ieri nel corso di Annozero anche Formigoni abbia espresso le stesse perplessità sulla sospensione di Santoro: Masi querelerà anche lui? Il conduttore ha chiesto ieri che gli italiani facciano sentire la loro voce. Ci associamo: lo facciano, ogni giorno, con tutti coloro che sono impegnati in questa battaglia. Stateci vicino, siete la nostra forza (e grazie a tutti per le vostre parole di ieri).

Sono sicura che la manifestazione della Fiom di domani, forse l'ultima che vede Epifani segretario, sarà bella grande e pacifica.

Leggete la sua intervista. Facciamo attenzione alle trappole, è un brutto momento, servono nervi saldi e cuore fermo. Ci vediamo lì.


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ghiannis Ritsos

Post n°1754 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da ossimora
 



La mano libera




Ti alzai sulle mie mani
e spiccai il volo.



Versi alla mano
a cura di Alfonso Maria Pluchinotta
Anthologia 6

Crocetti Editore 2004

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

fili

Post n°1753 pubblicato il 10 Ottobre 2010 da ossimora
 

Una persona molto cara , incontrata stamattina dopo parecchio tempo che non ci vedevamo mi ha chiesto come mai la mia scrittura di blog si è rarefatta, impedendogli anche questo incontro di scrittura, immagini, idee, con me/fra di noi. 

Ecco non ho praticamente saputo rispondergli, al momento.I l blog è qui ,un pò trascurato è vero. Chissà magari lo riacciuffo.

Oggi ho ripensato a questa cosa. Certo qualche problema di assestamento col nuovo pc e con un editor  che non mi risponde bene,il font minuscolo non è una libera scelta e ho poca voglia di cercare soluzioni.

Un’estate dura che mi ha tenuto incessantemente in uno stato di tensione nella quale l’introspezione,l’osservazione attenta ,la ricerca della bellezza hanno necessariamente lasciato il posto ad uno stringere i denti continuo che mi sta regalando unincipit d’autunno di sonni profondi con sogni albali e di desiderio di calma edi silenzio.

Ho scritto tanto di politica in passato; mi piace/va ma ultimamentela nausea mi ha sopraffatto.

La stragrande maggioranza dei malavitosi che si fanno gli affari loro dicendo di governarci  , i mediocri oppositori,le truppe papaline obsolete e polverose meritano poche parole e poca attenzione .  Quella minima.

Mi sono liberata della TV, delle chiacchiere dove si urla e si cerca di sopraffarsi a  vicenda  se si escludono scemenze lievi lievi e qualche bel film. E’ una bella scoperta accorgersi che quando le persone  parlano di fatti ampiamente dissertati dalla macchina da guerra delle reti mediaset sommate ormai alla rai,  in un mix asfissiante e nauseabondo ,io sempre più spesso non so di che parlino  o affronto le questioni da un punto visuale tutto mio e mi sento bene ;un piacere di ritrovata libertà.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso