Creato da papet1 il 13/07/2009

Mi piace questo ...

semplici riflessioni

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

in cielo

Post n°4 pubblicato il 16 Ottobre 2009 da papet1
Foto di papet1

 
 
 

dedicato alle donne

Post n°3 pubblicato il 14 Ottobre 2009 da papet1
Foto di papet1

 
 
 

Quando la vita ci mette alla prova.

Post n°2 pubblicato il 14 Luglio 2009 da papet1

Highlander,
il famoso immortale di Cristopher Lambert, una storia affascinante e per
certi versi intrigante.
Che bello quel fantastico personaggio che scorazza nel tempo, confinato
nella sua illusoria felicità di essere il testimone di una vita eterna.
Possiede immense fortune, tramandate a se stesso dalle sue identità passate,
bellissime collezioni antiche che farebbero la gola di molti appassionati,
è stato amante di decine di centinaia di donne bellissime e conosce la storia
dell'umanità e perfettamente il mondo in cui vive, ma è infelice.
Che strano dopo tutto questo è infelice!
Lo è perchè il suo dolore più grande è quando perde le persone che ama che
a differenza di lui invecchiano e soffrono.
Il suo unico problema è apparentemente solo l'incontro con gli altri immortali
che dopotutto lui vive con un doppio filo di speranza, vorrebbe farla finita ma
poi l'istinto di conservazione  e il suo senso di giustizia eterno fa si che
accetti il confronto diretto anche a tutela di innata dedizione al genere umano.
E' in definitiva un infelice ma senza paure ma dotato di un finto coraggio,
un corraggio che è quasi una via di fuga per andare avanti e che lo rende
molto più umano di quanto non sia.
Insomma un super eroe un po' diverso da quelli a cui ci aveva abituato la
"marvel".
Sembra quasi che l'uomo abbia sete di immortalità e molti addirittura
la intravedono anche nel riuscire a lasciare una traccia di se stessi in questo
passaggio terreno e pur di raggiungere questo obiettivo alcuni sono disposti a tutto
e questo succede già fin dai tempi dei faraoni.
Ma esistono anche uomini coraggiosi, comuni mortali che nei momenti
difficili della vita sono capaci di azioni da far invidia ai nostri supereroi ma
che non lasciano traccia, se non nelle loro sofferenze e nei cuori di chi li ama.
Come si cambia..per non morire, una bella canzone recita così, non ricordo però
chi sia l'autore.
Un esempio di immortalità.., ve lo racconterò.
Racconterò la veria storia di un immortale, all'improvviso divenuto un coraggioso
mortale.
hasta luego!

 
 
 

Mi piace questo ....

Post n°1 pubblicato il 13 Luglio 2009 da papet1

E così siamo qui.
E' stata dura, ma alla fine lo sfogo e la mia rabbia era così forte dentro di me che la
voglia di scrivere ha preso il sopravvento e adesso l'unico problema all'improvviso
sembra rimanere il titolo.
Questo però fin da subito si è rilevato un finto problema.
Mi piace questo ....lo sto vivendo come un momento molto speciale.
Sono dell'idea che la vita di ognuno di noi sia un grandissimo film e riuscire a
riordinarne i pezzi ogni tanto può a volte darci emozioni immense e profonde
riflessioni.
Credo fermamente che alla società attuale manchi proprio questa proprietà
"riflessiva" che è propria dell'uomo in natura, quella che lo aiuta insieme
all'istinto a estrapolarsi dagli imprevisti della vita, basti immaginare
a quanti di noi sarà successo di dover prendere velocemente una decisione
difficile e non avere vicino, l'amico di sempre, il vecchio padre o
semplicemente la compagna pronta ad aiutarti o insomma di sentirsi soli?
E poi ci sono i " flop " nella vita, quelli sono incredibili.
Per esempio quando presti il denaro a un tuo amico per un buon
affare, gli ultimi tuoi risparmi, soldi per l'attività che al tuo amico
risolverà una montagna di problemi in via definitiva. Tornerà
per raccontarvi che è andata male, ha perso tutto quello che aveva..
e si vabbè.., ma i soldi??
Oppure vivere la nascita di un figlio..che emozione, che bello quel
invisibile filo che ti unisce per sempre e ti fa vedere crescere davanti
agli occhi la tua creatura e vorresti per lui sempre il top riguardo
a tutto, ma poi capisci che non si può avere tutto, non puoi controllare la vita,
puoi solo essere spettatore vigile e valido maestro e che in definitiva
i nostri difetti sono un po' come le ciliegine sulla torta,non fanno male
se sono poche e buone, bisogna stare solo attenti ai semi.

Al peggio anche la scomparsa di un caro...abbiamo all'improvviso

una montagna di cose che avremmo voluto dirgli e non sappiamo come

fare.

E in ogni caso tentare di voler mettere per iscritto un film potrebbe
anche illuminare o aiutare qualcuno, che probabilmente sta vivendo
una storia simile a quella che sente.
Per questo la vita è bella e val la pena di viverla, serve una discreta
dose di culo, una buona educazione, è importante la cultura sicuramente,
ma poi.. è un film, bellissimo, imprevedibile, incontrollabile a volte
anche drammatico,allucinante.
Mio padre mi diceva spesso, ma sò che la aveva rubata a un filosofo,...
in napoletano, " o'munn è comm'uno so fà n'cape ", il mondo è..come ognuno lo
vuole vedere) e personalmente credo che questo filosofo alla fine inciampi
nell'anarchia...ma comunque non voglio scrivere di politica.
hasta luego!

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

simocuriosandoselvaggia075chiarasolelunamaxwell17zahir10pariginoxgigia.68Giohp90papet1cara.callasette7mbrinaPiero_Calzonaantropoeticovolaminelcuore6
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao Papet1 Grazzie che mi hai visitatto nell' mio...
Inviato da: almabegaj
il 15/07/2009 alle 18:50
 
Ciao carissimo, avanti... tutta!
Inviato da: gigia.68
il 13/07/2009 alle 21:02
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom