Creato da Piero_Calzona il 14/03/2007

Verità...

Alla ricerca di soluzioni comuni per la pace e la libertà nel mondo

 

 

« Guerre e ReligioniCelibato »

Gli Orrori della Chiesa

Post n°109 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da Piero_Calzona
 

GLI ORRORI DELLA CHIESA CATTOLICA

L’olocausto c’è stato solo nel periodo NAZISTA?

orrori chiesa

Tra il 375 d.C. e il XVII secolo, il cattolicesimo era l'unica  forma riconosciuta di Cristianesimo.

La madre Chiesa, formata e fondata da Re Costantino al Con­cilio di Nicea, sterminò molte delle pacifiche sètte mistiche allo­ra esistenti.

Costantino impose il voto dei vescovi che si erano riuniti a Nicea, così Gesù, "il Re degli Ebrei", diventò improvvisamente "Cristo, il Salvatore dell'Umanità". Il principe della pace fu uti­lizzato come giustificazione di guerre e dominazioni culturale.

Mai, sin dai primi giorni del Cristianesimo, risalenti a cento anni dopo la morte di Gesù, c'erano state divisioni e inquietudi­ni. Per molti anni, il Cristianesimo era stato un culto, esclusiva­mente ebraico, che si opponeva ai romani. A un certo punto di questa battaglia, Gesù fu etichettato come il "Re guerriero", "il Messia" o il "Maestro dei principi morali".

Questa confusione e disconoscimento sono ancora oggi evi­denti, con ben più di duemilacinquecento differenti sètte, chiese e denominazioni, che rivendicano, ognuna per sé, il ruolo di unica discepola di Gesù.

Quando presiedeva la cattedra di Filosofia alla Harvard University, Alfred North Whitehead fece questa osservazione: «La teologia cri­stiana è stata il più grande disastro della storia dell'umanità».

Aveva ragione?

 

Un po’ di Storia:

391 d.C. I cristiani bruciano ad Alessandria una delle più grandi biblio­teche del mondo, la quale custodiva oltre settecentomila pergamene.

1099 d.C. I crociati cristiani prendono Gerusalemme e massacrano ebrei e musulmani. Nelle strade c'erano teste, mani e piedi ammuc­chiati, e come risultato delle crociate milioni di persone furono ucci­se.

1208 d.C. Il Papa Innocenzio ordina una crociata contro i catari francesi. Più di centomila furono uccisi a Béziers dagli uomini di Arnaud.

1231 d.C. Il Papa Gregorio IX istituisce l'Inquisizione. Agli inqui­sitori viene data licenza di perpetrare con ogni mezzo l'orrore e la crudeltà. Le vittime vengono unte di lardo o grasso e poi lentamente arrostite vive. Forni costruiti per uccidere la gente, resi poi famosi dalla Germania nazista, furono usati per la prima volta durante l'In­quisizione cristiana nell'Europa dell'Est. Le macabre torture utilizza­te su centinaia di migliaia di non cristiani furono così ripugnanti e orribili.

1377 d.C. L'esercito del Papa discese sulla città italiana di Cesena. Il massacro continuò senza sosta per tre giorni e tre notti, a partire dal 3 febbraio. Le piazze traboccavano sangue. Le donne venivano vio­lentate, sui bambini veniva messo un riscatto, e inestimabili opere d'arte furono distrutte. Più di tremila persone furono macellate.

1497 d.C. La Chiesa diede inizio a un enorme rogo a Firenze. Le opere di poeti latini e italiani, manoscritti illuminati, ornamenti fem­minili, strumenti musicali e dipinti furono tutti bruciati.

Anni intorno al 1500 d.C. La caccia alle streghe prosegue a pieno regime. I membri del clero riferiscono con orgoglio il numero di quante ne hanno uccise. Il prelato luterano Benedict Carpzov si van­tava di aver ucciso oltre ventimila delle orribili «seguaci del diavolo». Secondo le stime degli storici, più di nove milioni (nove milioni) di persone furono giustiziate dopo il 1484, soprattutto donne. Tutto ciò è brutale tanto quanto quello che avvenne durante l'olocausto nazista del XX secolo.

1572 d.C. Più di diecimila protestanti vengono massacrati in Fran­cia nel giorno di san Bartolomeo. Papa Gregorio XIII scrisse: «Ci ral­legriamo che il mondo sia stato liberato da quegli eretici sciagurati».

__________________________

Tratto da un articolo di WILLIAM EDELEN, teologo e sacerdote congrezionalista, autore di numerosi saggi e di quattro libri, tra i quali “Toward the Mistery”.

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/pierocalzona/trackback.php?msg=6453225

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
jamesbrown0
jamesbrown0 il 05/02/09 alle 20:37 via WEB
...dovrebbe apparire chiaro a molti che quando,ancora oggi,la Chiesa viene chiamata a prendere nettamente le distanze dall'Olocausto Nazista,nascono nuovi problemi,incomprensioni!Chissà perchè! Il recentissimo fatto che vede il Vaticano riaccogliere in seno alla Chiesa un vescovo che nega l'esistenza delle camere a gas...dovrebbe aprire gli occhi a qualcuno.Qualcosa non quadra! Nel mio blog parlo prevalentemente di musica,ma su quest'ultimo fatto non sono riuscito a tacere neppure io, e ho scritto qualcosa a riguardo. Ciao e buonaserata da James!
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 12:17 via WEB
Purtroppo, caro Jamesbrown0, nella storia della religione cattolica romana, l’olocausto del periodo nazi-fascista ha avuto un periodo nero, soprattutto per i gerarchi della Chiesa di allora. Non basterebbe un libro per raccontare la vera storia “documentata” di Papa Pio XXII, che ha appoggiato la politica di Hitler e non ha mosso un solo dito per impedire agli oltre sei milioni di ebrei di essere uccisi come bestie. Ma, come ti dicevo, è troppo complessa questa tematica per essere esaurita con un semplice commento. Probabilmente scriverò un post specifico su questo argomento “spinoso” nella storia della religione cattolica romana. Un caro saluto, Piero
 
elly19700
elly19700 il 07/02/09 alle 07:27 via WEB
interessante post...forse l'olocausto è cominciato molto prima...e dovrebbe proprio insegnare qualcosa alla Chiesa e ai noi... Con rispetto parlando. Un abbraccio Elena
 
 
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 08/02/09 alle 10:04 via WEB
secondo me alla chiesa non bisogna insegnare proprio niente. le cose le sa fare benissimo.... scendendo dal pero starebbe poi a noi chiederci... cosa?
 
   
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 13:06 via WEB
Cosa intendi che: "la Chiesa le cose le sa fare benissimo"???
 
     
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 08/02/09 alle 13:41 via WEB
che la chiesa e' una rocca di potere e sfruttamento. e in quanto tale funziona benissimo. tant'e' che mantiene il potere e continua a sfruttare. siamo noi che on funzioniamo a dovere. dato che le chiese sono ancora in piedi.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 15:25 via WEB
Ti ringrazio, sono perfettamente in sintonia con il tuo pensiero, tant'è che lo scopo di questi miei post hanno, o vorrebbero avere, lo scopo di mettere in evidenza tutto il "marciume" che si cela dietro una religione che non ha più niente da dire, nè sull'etica religiosa, nè tantomeno sulle norme comportamentali di base, in quanto, da tempo, ha trasceso letteralmente l’essenza del Vangelo di Gesù, scegliendo come modello etico: la supremazia assoluta sia nel potere, sia nella ideologia, sia in una teologia falsa, intrisa di speculazioni e inganni, Ciao, Piero
 
     
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 09/02/09 alle 08:09 via WEB
si lo vedo a cosa tendonoi tuoi post. e dico che noi cmq dobbiamo cntinuare a parlare. per mettere in evidenza. poi ercare anche di capirte.capie come mai una evidenza cosi' grande abbia una rilevanza cosi' piccola per le persone. sara' terrore?
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
mirella delfini il 24/11/12 alle 16:05 via WEB
La cosa pià orribile da imputare alla chiesa cattolica è l'uso improprio di Cristo. Ma come si fa a tollerarla ancora? E' vero che la gente ha bisogno di andare a pregare 'insieme' in qualche luogo, ma bisognerebbe almeno costringerla a modificare le sue minacciose e bugiarde affermazioni. Rileggetevi il capitolo 'Il grande inquisitore' su 'I fratelli karamazof' e rifletteteci. La chiesa ci ha scippato perfino la realtà della reincarnazione pur di avere i soldi delle messe perpetue. Ci ha imposto l'inferno, a lungo ci ha inflitto il limbo... poi ce l'ha tolto. Ha creato in questo Paese perfino il culto del dolore inutile.
 
     
giuseppe.sabatasso
giuseppe.sabatasso il 26/07/15 alle 17:39 via WEB
Condivido pienamente il tuo pensiero e vorrei sapere qualcosa sullo strapotere attuale della Chiesa Cattolica non molto dissimile da quello del passato.. Grazie e cordiali saluti.
 
     
zinah5
zinah5 il 19/02/09 alle 20:39 via WEB
La chiesa è ancora in piedi perchè da secoli ha saputo manipolare le mente dei popoli... con primo motto la paura del'inferno... vedere i muri delle capelle del medio evo riempiti di orribile pinturi dimonstrando cos'a succede nel'inferno... ha sapputo con grande "inteligenza" diabolica riunire nella sua chiesa popoli da diversi continenti usando metodi criminali... il discorso sulla chiesa catolica non ha una fine.......
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 20/02/09 alle 10:47 via WEB
La Chiesa cattolica romana, cara Zinah, vive ancora nel III Paradigma, vive ancora radicata nell’ideologia oscurantista (Medioevo), non ci possiamo aspettare altro che contraddizioni verso il pensiero post-moderno. La Chiesa ha precluso ogni possibile evoluzione del pensiero scientifico, ecco perché ancora la società non si è liberata da questi concetti arcaici che impediscono la normale evoluzione di una società che dovrebbe essere Laica. Un caro saluto, Piero
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 13:08 via WEB
L’unica nostra arma a disposizione, per combattere questi soprusi, è il sapere e la vera informazione, cara Elena. Solo attraverso la nostra volontà di conoscere le verità del passato possiamo, oggi, capire quanti errori ha fatto l’Uomo. E’ proprio il sapere che ci potrebbe aiutare a risolvere tutte le speculazioni ataviche nell’era post-moderna. Un caro saluto, Piero
 
   
zinah5
zinah5 il 19/02/09 alle 20:45 via WEB
... si, il sapere ma anche la sensibilita a quel sapere... non è tutto di avere il sapere... l'importante è di capire profondamente con sensibilita e umanita quello che si sa.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 20/02/09 alle 10:56 via WEB
Questo è uno dei motivi per cui ho aperto questo blog Zinah, cercare di mettere in evidenza tutto ciò che fa parte delle verità che ci sono consapevolmente nascoste dai mass media. Il mio scopo è quello di sensibilizzare tanta gente, su problemi e tematiche importanti dal punto di vista etico. In effetti, credo molto nell’etica laica, un’etica razionale, lontano da influssi religiosi e politici. Hai ragione quando parli di sensibilità, condivido questo tuo pensiero. Solo attraverso la sensibilità delle persone possiamo pensare ad un cambiamento radicale della società.
 
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 08/02/09 alle 10:02 via WEB
infatti la cosa sorprendente e' come ci si sorprenda della spietata violenza della chiesa. manco vivessimo sul pero o cadessimo dalle nuvole. hitler e' un martire della storia, diceva un mio amico. ed e' vero. indicato come unico mostro dagli altri mostri. norimberga...? la nascita del potere buono. lo sterminio degli ebrei durante gli anni del nazifascismo...? un lavacro.
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 13:02 via WEB
La storia ci dovrebbe insegnare, attraverso queste atrocità, a non commettere gli stessi errori, ma evidentemente l’Uomo, non è abbastanza informato, oppure è miope a questi drammatici episodi. Da ciò possiamo desumere che ci deve essere una rieducazione culturale capillare sulla nostra società. Tutte le mostruosità della Chiesa cattolica romana sono documentate dalla storia, quindi non dobbiamo fare altro che analizzarle e trovare delle soluzioni alternative. Se hai letto il mio post precedente ti sarai accorto che la maggior parte delle guerre sono di origine teocratica, anche qui c’è molto da riflettere, perché la teocrazia è fonte di conflitti ideologici e di supremazia assoluta, per difendere il proprio credo. E’ importante dare degli input culturali, a questi popoli, in modo da creare degli Stati democratici. Anche qui la storia “documentata” ci ha fatto vedere, nel tempo, che le atrocità più brutte sono avvenute nelle civiltà più ataviche . Un caro saluto, Piero
 
   
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 08/02/09 alle 13:38 via WEB
non e' cosi' semplice. l'abbiamo visto con la diffusione dell'eroina e della cocaina, per esempio. l'informazione c'e'. ma non serve a niente. o con le atrocita' di cui il mondo viene disseminato. arrivano in tempo reale alle orecchie di tutti.. eppure.... poi non mi sembra si tratti di episodi. cioe', la storia che studiamo e' la storia dei sistemi sociali umani. e ogni sistema che studiamo sorge sulla carne e lo sfruttamento. serve si una emancipazione umana. dai sistemi di potere. e se dobbiamo studiare una storia, studiamo si cominiando dai sumeri.. ma per chiederci come vivevano gli uomii intorno e lontani da quell'impero.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 15:36 via WEB
Anche su questo mi trovi in parte d’accordo, però l’informazione di oggi è più “disinformazione”che informazione. Tutto quello che ci viene propinato come informazione lo apprendiamo dai mass media, ma come ben sappiamo, non è questa la vera informazione. Ho scritto un post specifico al riguardo: “ETICA e MASS MEDIA”, dove ci sono tutti gli elementi per capire cosa intendo per “VERA INFORMAZIONE”. Quando parlo di “Rieducazione Culturale”, intendo proprio una sorta rivoluzione culturale delle radici storiche, che abbiamo ereditato da civiltà ataviche. Pensa che se ci troviamo in questo stato di cose con il Vaticano, ciò è dovuto principalmente alla cultura, che è rimasta ferma a IV paradigma, cioè al modello culturale del Medioevo.
 
     
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 09/02/09 alle 08:13 via WEB
l'ho letto. ma io ho un altro dubbio. un dubbio cognitivo. e sulla potenzialita' effettiva dell'informazione. e ancora sulla direzione in cui puo' muovere. cioe'.. una informazione di suo arriva quando? quando la sento? quando la capisco? quando la analizzo? quando ci credo? quando mi fa muovere? quando mi ghiaccia il sangue? ma m rendo conto che non e' questo l'ambito pr queste speculazioni. qua tranquillamente contnuiamo a smontare le religioni. casomai qalciuno si aggiungesse. e casomai ci venisse in mente come mai l persone tracannano bugie a garganella.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 14:30 via WEB
La migliore soluzione, caro Forse_una_rondine, è quella di leggere, leggere, leggere. Solo dei buoni libri, di autorevoli personaggi del mondo della cultura, ci possono aiutare in questa grandissima impresa di salvare il salvabile. Ciao, Piero
 
     
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 10/02/09 alle 18:06 via WEB
a sluzone non so quale sia. leggere? certo, si. leggere tutto. e pensare carissimo. e cambiare punti di vista. per capire meglio le cose cogliendo sfumature e prospettive. ma per capire che la chiesa e' una mostruosita'... mi chiedo, serve poi tanto? secondo me cmq, possiamo aspirare a molto di piu' che salvare il salvabile.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 10/02/09 alle 18:39 via WEB
Quando parlo di leggere, leggere, leggere, intendo una presa di coscienza e di conoscenza di tutte le atrocità, come eventi principali in questa società. Intendo un cambiamento radicale dei Paradgmi arcaici, che vivono ancora in noi, sia come Archetipi, sia come reali proiezioni del nostro Essere. Intendo un cambiamento radicale della cultura, insomma, una sorta di rivoluzione culturale basata sull’Etica Laica e non più sull’Etica religiosa. Ormai la politica non bisogna neanche prenderla in considerazione, in quanto non sanno più qual è il vero significato di ETICA!!! un caro saluto, Piero
 
     
forse_una_rondine
forse_una_rondine il 11/02/09 alle 13:56 via WEB
guarda, per quello che mi riguarda puoi anche togliere "una sorta" e chiamarla direttamente rivoluzione. antropologica e sociale. e si... si comincia con una presa di coscienza. e si prosegue col pensiero. ovviamente questo e' un atto politico, oltre che tutto il resto. ecco... bisogna avere anche coscienza di cosa sia un atto umano. che e' sempre politico. se lavoriamo in questa direzione, scopriremo che l'etica e' addirittura... conveniente. ovviamente (ancora) se ci riappropriamo del significato del termine. che' desso l'etica e' un'arma d ricatto. una farsa. come quella che l'ignoranza chiama oggi politica. quella che giustamente dici non dobbiamo neanche prendere in considerazione. compiendo...un atto politico radicale. un caro saluto anche a te. sei una persona intelligente.
 
   
zinah5
zinah5 il 19/02/09 alle 21:00 via WEB
caro Piero, questa rieducazione culturale si fa invisibile... piu andiamo avanti e piu l'oscurita si fa piu scura. Cè una tale disinformazione su tutto che fa paura... stiamo ritornando nelle epoche del'oscurantismo. L'ignoranza, al posto di sparire, si fa piu visibile, lei. La magiore parte dei popoli dette "civilizati" subiscono una grande manipolazione da parte delle media, che spazio ha l'inteletuale di servizio per sprimersi ? dove sono le trasmissioni che approno le mente ? chi frequenta le biblioteche, le librerie ecc ecc,se no gente gia informata e chi vuole informarsi di piu per sapperne di piu !!vorrei crederci ma la mia picolissima fiameta di speranza su una Umanità umana si sta spegnando poco a poco... la barbaria ha ancora dei belli anni davanti a lei. Un caro saluto a te Pietro
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 20/02/09 alle 11:00 via WEB
Ho trattato ampiamente questa tematica Zinah, se vai nei tags potrai leggere un articolo sull’etica laica diviso in sette parti, è un argomento molto complesso e articolato.
 
tautotes
tautotes il 08/02/09 alle 14:09 via WEB
ciao, io credo che il concetto del potere assoluto e la ricerca di ampliare per esso gli spazi vitali,siano la causa più storicamente evidente della strumentalizzazione religiosa. Il monoteismo è di per sè un accentramento di potere. Credo che , come te, per iniziare ad avere un pensiero culturale nuovo,bisognerebbe conoscere la storia. Anche se la storia, è stata sempre scritta dai vincitori di guerre, mai dai vinti. Molto interessante il tuo blog, la tua ricerca, grazie. Buona domenica, tonia
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 16:04 via WEB
Cara Tonia, quando si verificano eventi di proporzioni così grandi, da lasciare un segno indelebile nella storia dell’umanità, le informazioni storiche sono unanimi e non di parte, perché reali. Ci sono dei libri straordinari che ho letto ultimamente per documentarmi, in tutti questi libri ciò che c’è scritto in questo post ed anche nei precedenti, attraverso una lettura incrociata, si arriva ad avere lo stesso risultato. La storia è la più grande arma per combattere queste atrocità. E’ nostro dovere leggere, informarsi, verificare, analizzare, valutare tutte le mostruosità che le civiltà antiche ci hanno lasciato come eredità. E’ nostro dovere cercare di modificare la società attraverso la conoscenza.
 
   
tautotes
tautotes il 09/02/09 alle 00:34 via WEB
si, è vero. Condivido pienamente l'idea del tentativo che bisogna intraprendere, per cercare di modificare la società attraverso la conoscenza. Mi interessa molto il lavoro svolto di sincretismo filosofico a cura dei Padri della chiesa, quali elementi giudaici,filosofici occidentali ed orientali, furono scelti e modificati. A mio parere è da quel lavoro che parte la più grande mistificazione del pensiero, radice di un condizionamento culturale del quale paghiamo conseguenze.Buonanotte,ciao, tonia
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 10:22 via WEB
La domanda che mi poni, cara Tonia, è complessa e articolata, cercherò di rispondere in modo sintetico. In effetti, nella storia del Cristianesimo, non si può parlare di vero e proprio sincretismo, in quanto dalla storia si può evidenziare che ci sono state molte lotte e speculazioni per avere il potere assoluto della Chiesa. Bisogna risalire alla Bibbia ebraica, la quale presenta non poche controversie sulla veridicità nel contenuto. In effetti, non solo la Bibbia ebraica è completamente diversa da quella cristiana, ma è stata riscritta e modificata più volte. Le fasi più importanti sono state: la “MISHNA’”, scritta in ebraico (2000 a.c.), comprende, senza distinzioni tra diritto sacro (religioso) e diritto civile (profano) . 63 trattati raggruppati in 6 sezioni principali (ordini) per lo più tematiche: “festività” “origini” “donne” “danni” “cose sacre” (sacrifici, giuramenti, prescrizioni alimentari, purificazioni cultuali). Solo un trattato (padri) è di contenuto non legale, edificante. Seconda fase TALMUD - Nei tre secoli seguenti – si tratta dell’enorme lavoro di molte generazioni – anche la MISHNA’ viene a sua volta commentata – e precisamente in due centri di studi: in Palestina, ma soprattutto in Babilonia. Ciò avvenne mediante la GHEMARA’ (ebraico “complemento”) composta in numerosi dialetti aramaici. GHEMARA’ e MISHNA’ poi formano insieme il TALMUD ( studio, dottrina) . Il TALMUD è dunque , al di là di tutti gli ampliamenti edificanti, semplicemente un gigantesco commento alla MISHNA’, nella misura in cui i trattati di questa sono ancora rilevanti dopo la distruzione del tempio di Gerusalemme. Esso si è imposto universalmente nell’ebraismo. Nel TALMUD si contano 613 precetti, di cui 365 divieti. Da qui possiamo mettere in evidenza una prima scissione tra il Vecchio Testamento e il Nuovo Testamento (con la nascita di Gesù), quindi tra religione ebraica e religione cristiana. Sulla natura delle due Bibbie ci sarebbe da scrivere parecchio, anche perché ci sono delle analogie mitologiche che risalgono a circa 5000 o 6000 a.C, dove la storia dimostra che ci sono state, appunto, degli eventi analoghi alla storia sulla creazione e alla nascita del Cristo, vedi ad esempio il “MITRAISMO”. Ma cerchiamo di vedere quale è stata l’evoluzione del Cristianesimo con tutte le sue controversie e speculazioni per il potere assoluto della Chiesa di Roma. Come ben saprai, e mi riferisco per adesso alla sola religione cattolica romana, l’era del cristianesimo si divide, fino ai nostri giorni, in cinque importanti paradigmi, che hanno segnato, trasformato, modificato e perfino speculato sulla parola di Gesù Cristo. Ogni paradigma è opera dell’uomo, nella trasformazione e secolarizzazione della Chiesa cattolica, in poche parole, questi paradigmi, in funzione dell’era in cui si sono sviluppati, venivano modificati dalla cultura del tempo, mi riferisco, dalla nascita di Gesù fino al V paradigma: Concilio Vaticano II. Da qui, nascerà poi, il VI paradigma, che sarà quello relativo all’era post-moderna, Cercherò di spiegarti cosa significa tutto questo. Nell’evoluzione del Cristianesimo ci sono stati molti illustri personaggi della teologia che hanno cercato di sviluppare, cambiare e modificare i fondamenti del Cristianesimo. Ricorderai benissimo: Paolo di Tarso, Origene, Agostino, Tommaso D’Aquino, Martin Lutero, Friedrich Schleiermacher, Karl Bart. Bene, questi illustri teologi erano profondamente cristiani ed hanno contribuito, attraverso l’esegesi, ad ampliare e diffondere il pensiero del Cristianesimo nel tempo. Ma tutto ciò è stato completamente travisato da Imperatori e Papi corrotti dalla sete di potere. Esempi ne abbiamo in abbondanza: inquisizioni, crociate, persecuzioni, lotte contro le eresie, falsificazioni Papali, infallibilità del Papa, potere assoluto della curia e dei Papi, discriminazione delle donne, che venivano considerate come una “sottospecie” del genere umano. Nel IV paradigma, cioè durante l’Illuminismo, molti personaggi della cultura scientifica furono condannati per eresia, solo perché andavano contro il pensiero antropocentrico, che era monopolio assoluto della religione cattolica. La religione di fronte alle scoperte inconfutabili della scienza non si è mai piegata, (ancora oggi). Un esempio emblematico ci è stato dato da Galileo Galilei e da Charles Darwin, 1) Meccanica Celeste, 2) Teoria Evoluzionistica. Potrei ancora continuare, ma queste sono le cose più mostruose che, appunto, questi Papi e questi Imperatori, hanno regalato all’umanità per una sola causa: “il potere assoluto della Chiesa”. Ancora adesso nel Medio Oriente ci sono conflitti senza fine per la supremazia religiosa. Il fondamentalismo e l’integralismo religioso sono degenerati nel terrorismo internazionale. Morire per la propria religione…!!!??? Un fenomeno mostruoso che ha prodotto situazioni molto pericolose per le società orientali, un esempio emblematico è rappresentato dai “Martiri” o “Kamikaze”. Come vedi la teocrazia (e questa è storia non solo passata ma odierna) è la fonte principale di guerre spietate, un esempio emblematico ci viene dato dalle guerre infinite e sanguinarie, che ci sono state e purtroppo ci sono ancora, nel Medio Oriente. Per concludere, non parlerei di sincretismo ma di pura e semplice lotta per il potere teocratico, religioso, etico, ideologico. Questo è quello che si evince dalla storia della religione cattolica romana. Non mi posso dilungare più di tanto, come ti dicevo questa è una tematica molto complessa. Per capire i meccanismi, che purtroppo la chiesa non ci vuole far sapere, ho dovuto leggere molti libri. Solo dopo un’accurata lettura vengono fuori dei fatti e degli eventi mostruosi. Questo è uno dei motivi per cui invito tutti a prendere visione sulla vera storia delle religioni. Un caro saluto, Piero
 
     
tautotes
tautotes il 09/02/09 alle 15:35 via WEB
ciao Piero, grazie per la tua articolata risposta,mi vien da pensare a quanto sia difficile "sradicare" la visione insita della predestinazione della sorte dell'uomo, contenuta in millenni di educazione culturale, ad opera della chiesa. Penso al lavoro svolto dai gesuiti e dai giansenisti, ad esempio, insegnamenti che sopravvivono....
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 17:24 via WEB
Ti ringrazio Tonia per avermi risposto. Anche in questo tuo dubbio ho qualcosa da dirti. Tempo fa ho fatto una ricerca molto articolata, che puoi leggere nel mio sito ufficiale: www.impressionisoggettive.it – “CULTURA” - Vorrei rispondere a questo tuo quesito con una piccola parte dedicata proprio al DETERMINISMO - LIBERTA’ E LIBERO ARBITRO - Un altro punto molto importante contro il determinismo è soprattutto una battaglia a difesa della libertà umana, nelle sue diverse sfaccettature. La libertà è innanzitutto libertà di creare. Creatività: nel comporre un brano musicale, nel dipingere un quadro, nel fotografare la realtà nei suoi momenti irripetibili, libertà di pensare e agire secondo la propria morale. Il cervello di Beethoven nel comporre le sue sinfonie ha realmente creato qualcosa di autenticamente nuovo. Non si può accettare l’idea che tali prodotti frutto della immaginazione e della creatività dell’uomo siano riconducibili a facili processi deterministici . Negare la creatività significa negare anche la libertà, perché libertà significa anche possibilità autentica di influenzare, anche solo parzialmente, la realtà ed il futuro con le nostre decisioni e le nostre azioni. Cos’è il libero arbitrio? Il concetto di libero arbitrio non è facile da sviluppare in poche righe, vediamolo, dunque, nel contesto del determinismo scientifico. Il determinismo è la negazione del libero arbitrio perché quest’ultimo è la capacità che ognuno di noi ha di decidere tra diverse possibilità d’azione e di far diventare reale una di esse, quindi niente è determinato, le scelte dipendono dalla nostra volontà. Esempio: Mentre scrivo mi accorgo di essere stanco, e desidero fermarmi, ma è più opportuno continuare ancora un poco; decido di non fermarmi, dentro di me si sono presentate due possibilità, che ho concepito nella interiorità della mia mente; le ho esaminate e ho deciso. L’azione che rende viva ed operante le due possibilità dipende da me; me ne accorgo perché sento che la mia scelta è libera. Attraverso la nostra scelta morale e non, noi abbiamo la grande responsabilità di cambiare gli eventi del Mondo. Libero arbitrio e determinismo religioso: Il libero arbitrio ha una grande rilevanza in teologia. Uno dei dogmi fondamentali della teologia cristiana sostiene che Dio è onnisciente e onnipotente, e che ogni azione umana è preordinata da Dio. La dottrina della predestinazione, il corrispettivo teologico del determinismo, sembra escludere l’esistenza del libero arbitrio. Poiché moralità e astensione dal peccato sono elementi fondamentali dell’insegnamento cristiano, com’è possibile che gli individui siano moralmente responsabili se si accetta la predestinazione? Come si può accettare un Dio onnisciente, onnipotente, consapevole dei mali che affliggono la Terra da millenni: trucidazioni, lotte, guerre… basta pensare ai sei milioni di ebrei uccisi dai nazisti durante il regime fascista. Dove era Dio in questi momenti, in cui l’uomo indifeso moriva senza neanche sapere la ragione della sua morte???
 
     
tautotes
tautotes il 10/02/09 alle 12:50 via WEB
La dottrina teologica ha prelevato il pensiero dogmatico di alcuni pensatori greci del V secolo, Il Demiurgo era una risposta ai perchè dell'esistenza umana, a loro volta , questi pensatori erano influenzati dalle antiche filosofie orientali,che pongono la vita dell'uomo in uno stato di sofferenza che solo "il nulla" fa terminare. Per millenni la nostra radice culturale, la nostra identità è stata forgiata da queste concezioni. Le abbiamo dentro,per quanto la nostra ragione ci porti a rifiutatarle e cercare risposte di altro tipo. Sulla "scelta" e la "disperazione" della consapevolezza della solitudine dell'uomo siamo stati istruiti per bene dagli irrazionalisti dell'ottocento. L'idea che anche la Schoa, sia poi un "disegno "divino, è data, non so quanto inconsapevolmente, dal termine "olocausto" che impropriamente e diffusamente è utilizzato, anche da molti intellettuali, nei loro scritti sulla mostruosa tragedia umana che citi. ti ringrazio,per gli stimoli culturali che procuri. ciao, buona giornata, tonia
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 10/02/09 alle 17:48 via WEB
Ti ringrazio Tonia, anche per me le tue risposte sono un forte stimolo per continuare questo straordinario dibattito aperto, sereno e costruttivo. Ecco, questo potrebbe essere un esempio di democrazia, di rispetto, di tolleranza. Leggendo quanto hai scritto, nella tua replica, mi sono venuti in mente molti libri che ho letto tempo fa, uno in particolare, che ho trattato ampiamente nella mia ricerca sul mio sito ufficiale: www.impressionisoggetive.it > CULTURA > RAZIONALE e IRRAZIONALE > APPUNTI sul SACRO, si tratta del libro: “La creazione del Sacro” di Walter Burkert. Non ti anticipo niente, ti dirò solo che, attraverso questo straordinario libro, l’autore dà delle informazioni documentate, sul primo tentativo della nascita delle religioni, attraverso processi di ritualizzazione che si sono verificate all’epoca dell’Uomo di Neanderthal, tra 200.000 e 40.000 anni fa, con la sepoltura dei defunti. Ci sono poi tanti altri libri, ma non vorrei mettere tanta “carne al fuoco”. Per quanto riguarda la tua affermazione: “…Per millenni la nostra radice culturale, la nostra identità è stata forgiata da queste concezioni. Le abbiamo dentro…” è vero quello che dici. La nostra mente è fortemente condizionata da Archetipi e Modelli Culturali che abbiamo ereditato da una cultura atavica. E’ molto difficile estirpare questi Modelli se non si ha un senso critico molto forte. Ed è proprio questo il vero problema di oggi sulla credenza in una o nell’altra religione: sconfiggere la falsa cultura dando spazio alla cultura storica, quella vera intendo, reale, inconfutabile. Solo attraverso la lettura di buoni libri si potranno veramente cambiare i vecchi Paradigmi di questa società in declino. Un caro saluto, Piero
 
     
zinah5
zinah5 il 24/02/09 alle 21:09 via WEB
Per quello che riguarda l'integrismo contemporaneo musulmano, non ha niente da avere con la religione ma soppratutto con la politica, la religione è stata ed è lo strumento che hanno trovati qualche "potenti occidentali" per realizzare i loro progetti monstruosi in quella parte del mondo e questo per appropriarsi le materie prime di quei paesi... e la manipulazione, li ancora, è stata bene organizzata, talmente che dei giovanni si sono fatti kamikaze per un causa creata per mettere il caos. La manipolazione delle mente funziona benissimo e il cinismo politico non ha di fine.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 25/02/09 alle 10:09 via WEB
Vedi Zinah, la politica nelle regioni del Medio Oriente è basata sulla Teocrazia, non sulla Democrazia, è proprio questo fenomeno di integralismo e fondamentalismo religioso che ha portato questi popoli verso guerre senza fine. Le guerre teocratiche, e questo è dimostrato dalla storia, sono giustificate dalle religioni, questo ce lo conferma la “Guerra Santa”, una guerra in nome di Dio. I kamikaze sono persone che sacrificano la loro vita per la liberazione del loro popolo, quindi rendono omaggio, con il loro sacrificio, a Dio. La politica è integrata nella religione, non c’è distinzione. Fin quando questi popoli non cambieranno etica e non avranno una Stato Laico ci saranno sempre delle guerre. Un caro saluto, Piero
 
     
zinah5
zinah5 il 25/02/09 alle 15:31 via WEB
No, caro Piero, non concordo con te su questo fatto, la terra musulmana è sempre stata una terra di accoglianza e di tolleranza per le altre religioni. I problemi sono cominciati dalla crociata. E nel nostro periodo tutte queste guerre di religione sono sempre state create come gia detto da l'imperialismo occidentale per puro interesse. Il caos genera il caos e arrangia certi paesi che i musulmani siano visti cosi e una delle piu grosse maniupolazione della nostra epoca. La legge islamica proibisce l'uccisione di donne, fanciulli, vecchi, monaci e in genere inermi. Proibisce inoltre di distruggere i beni del nemico e di rovinarne le case. Il sufismo pone l'accento sulla guerra interiore non su quella materiale. L'integrismo come lo devi sappere è natto in Europa con la chiesa protestante cristiana, e nei paesi musulmani era sconosciuta fino a 30 ani fa quando in Egitto i primi integristi "i fratelli musulmani" sono stati messi in avanti dalla C.I.A. e di là, l'orrore di queste guerre non ha fine ! Non sono credente ma cerco solo ad avere le giuste informazioni e le "vere" fatti per non farmi prendere del lavaggio del cervello voluto dai nostri politici !
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 25/02/09 alle 20:41 via WEB
Allora, cerchiamo di puntualizzare alcune cose Zinah. Parto dal presupposto che la religione cattolica cristiana è stata, nel corso dei secoli, la peggiore religione al Mondo, per le sue mostruosità: crociate, inquisizioni, massacri medievali, eresie, guerre teocratiche, falsificazioni papali, speculazioni di ogni genere con imperatori e papi corrotti. Ciò ci fa capire che non si può avere fiducia negli uomini che la rappresentano perché gli orrori che hanno commesso sono indelebili. Capisco anche che un imperialismo occidentale abbia avuto sulla religione mussulmana un’influenza negativa. Capisco anche che l’integralismo religioso è nato in Occidente. Ma non riesco a capire come mai, dopo tantissimi anni, ancora oggi nel Medio Oriente ci sia la più grande concentrazione di vittime per guerre religiose tra ebrei, mussulmani e cristiani. Non capisco come mai nel Medio Oriente la donna è ancora considerata una “sottospecie del genere umano”, sotto il diretto controllo di un patriarcato ereditato dal Vecchio Testamento. Non capisco come mai nel Medio Oriente ci sia la maggiore concentrazione di guerre teocratiche. Non capisco come mai nel Medio Oriente non accettano una politica Laica o la Democrazia, quindi uno Stato Laico, che è indice di razionalità e tolleranza. Perché nel Medio Oriente vogliono la Teocrazia? E perché con la Teocrazia si possono legittimare le guerre in nome di Dio? Io non appartengo a nessuna religione, però attraverso le mie ricerche ho evidenziato che tutte le forme di religione portano inevitabilmente alla legittimazione della guerra. Questa non è un’opinione, ma una realtà tangibile e storicamente provata.
 
     
zinah5
zinah5 il 02/03/09 alle 09:19 via WEB
Caro Piero, se vuoi capire perchè nel Medio-Oriente non finiscono le guerre, ti consiglio di leggere qualche libbri di politica scritti da autori americani o altri, c'è ne sono parecchio, spesso anziani spie della C.I.A. L'unica raggione di questa non-evoluzione è solamente politico. Un caro saluto
 
 
zinah5
zinah5 il 19/02/09 alle 21:08 via WEB
Ti posso consigliare un libro "le crociate visti dagli arabi" scritto dal'autore libanese Amin Maalouf, è stato lui, il primo a scrivere su questo periodo del' "invasione" catolica nel mondo medio-orientale pero con il punto di vista arabo. Molto interessante.
 
   
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 20/02/09 alle 11:04 via WEB
Ti ringrazio molto per la segnalazione di questo libro, che leggerò sicuramente. Credo che l'informazione sia il motore principale per sconfiggere una società in continuo declino. Ciao, Piero
 
bustofresco
bustofresco il 08/02/09 alle 19:41 via WEB
Anche questa è storia che dovremmo insegnare ai nostri figli e non inculcargli nella vergine testa le solite improbabili leggende religiose...! Sono sempre piu' convinto che, se ci fosse una educazione diversa, piu' atea, da grandi i ragazzi sarebbero sicuramente diversi! Ciao! ;-)
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 08/02/09 alle 21:27 via WEB
Non è necessario essere atei per un insegnamento dei valori ai nostri figli Bustofresco. L’etica laica, ad esempio, non preclude l’idea di un possibile Dio o la contemplazione delle varie religioni, ciò significa che in questa forma di filosofia morale c’è ampio respiro, c’è tolleranza. Il problema di base è un altro. Bisogna conoscere le verità attraverso la storia, ed avere il buon senso di discernere ciò che è bene da ciò che è male. In questo caso, credo che sia il credente che il non credente, debba avere la consapevolezza di analizzare e di condannare ciò che è contro un normale processo di evoluzione del pensiero umano e soprattutto il benessere della società. Ciao, Piero
 
AndatodltestA
AndatodltestA il 09/02/09 alle 11:33 via WEB
Finalmente leggo un post vero. La verità fa male ai più caro amico mio (me lo consenti)? La chiesa, i vescovi il papa, non ne posso più. La fede è cosa diversa, se l'avverti la fai tua a prescindere. Grazie per la cronistoria, un ripasso fa sempre e solo bene. Sergio
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 14:32 via WEB
Sono in perfetta sintonia con il tuo pensiero AndatoditestA, ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero. Piero
 
sally52
sally52 il 09/02/09 alle 12:16 via WEB
Molto interessante quello che hai scritto..bisonerebbe veramente conoscere molto bene quello che è successo..e comunque per me la Chiesa è solo un potere politico come un altro..più fanno soldi più sono contenti... un saluto scusa vorrei dilungarmi ma devo andare al lavoro...buona settimana..Wilma
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 14:36 via WEB
Ti ringrazio Wilma, ritorna quando vuoi, mi farebbe piacere approfondire questa tematica attraverso la tua personale opinione. Un caro saluto, Piero
 
grazia.pv
grazia.pv il 09/02/09 alle 13:15 via WEB
Grazie, hai fatto benissimo a chiarire le idee a chi, nella Chiesa Cattolica, vede solo gli insegnamenti di Gesu' e vuole prevaricare sugli altri, dettando leggi. Ognuno dev'essere in grado di distinguere il Bene dal Male a prescindere dal proprio credo religioso. Qualcuno ha detto che le religioni sono l'oppio dei popoli, noi aggiungiamo che sono la causa di molte guerre. Ciao.
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 14:57 via WEB
Intanto ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero Grazia, per quanto riguarda ciò che hai affermato sono molto d’accordo, non solo, ma non mi stancherò mai di ripetere, in questo blog, che l’unico modo per risolvere i problemi terreni è necessario abbandonare l’etica religiosa, quindi il sistema teocratico. Prova a leggere il libro: “Un’Etica senza Dio” di Eugenio Lecaldano. Ti renderai conto che un’etica laica, lontano da tutti questi “deleteri” influssi religiosi e politici, è l’unico sistema per far “funzionare il cervello di ogni cittadino”. Non voglio offendere nessuno con questa mia affermazione, ma fino adesso nessun Dio ha mai aiutato l’umanità dai problemi più atroci come: la fame nel mondo, i diritti umani, le guerre, i cataclismi naturali, le ingiustizie, e quant’altro… Dobbiamo essere noi, e solo noi, a risolvere i problemi del Mondo. Un caro saluto, Piero
 
   
grazia.pv
grazia.pv il 10/02/09 alle 22:07 via WEB
Me lo segno, lo leggerò senz'altro, grazie per il suggerimento. No, nesun Dio ha mai aiutato a risolvere i molti problemi dell'umanità. Buona serata a te.
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 11/02/09 alle 13:56 via WEB
Bene, Grazia, dopo averlo letto vorrei un tuo, pur breve, commento, mi interessa molto la tua opinione. Ciao, Piero
 
   
zinah5
zinah5 il 24/02/09 alle 21:20 via WEB
Concordo sul fatto che nessuna religione ha mai pensato veramente a l'umanità, da quando sono state creati, ha generato solo sofferenze e dolore per millioni di essere umani. Il Uomo deve cambiare prima profondamente la sua anima, il suo modo di percepire il mondo, il suo modo di essere per potere creare una nuova Società... solo cosi possiamo pretendere a un cambiamento vero... non dobbiamo aspettare niente della politica che è un'altra forma di religione anche lei !
 
     
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 25/02/09 alle 10:28 via WEB
Sono perfettamente in sintonia con il tuo pensiero Zinah, ma fin quando l’informazione dei mass media sarà pura e semplice “DISINFORMAZIONE” non possiamo cambiare questa società. E’ necessario, come ho più volte detto e ridetto in questo blog, che l’informazione diventi il motore primario di questo cambiamento, è necessario che la politica e la religione non abbiano influssi sulla società, l’Etica Laica è l’unica arma che abbiamo per costruire una società basata sulla razionalità e sulla tolleranza.
 
   
grazia.pv
grazia.pv il 18/03/09 alle 21:53 via WEB
Ho seguito il tuo suggerimento, lo sto leggendo, mi piace quello che dice l'autore, è il mio pensiero. grazie.
 
Nessuno.er
Nessuno.er il 09/02/09 alle 15:30 via WEB
Questi sono tutti orrori di cui la Chiesa si è macchiata, non si discute. Una cosa per me sbagliata è che l'idea comune che la Chiesa debba essere perfetta e che non possa sbagliare. Dio ha fondato la Chiesa sull'uomo conoscendo bene la sua debolezza. Purtroppo tante volte ha sbagliato. Ma guardiamo solo quello? Puoi documentarti anche su quante vite le Chiesa (intesa anche come persone che credono in Gesù e provano a vivere secondo i Suoi insegnamenti) salva ogni giorno grazie alle organizzazioni come la Caritas ad esempio??? Vi invito tutti a venire a passare qualche settimana nella mia parrocchia per potervi fare un'idea più precisa su cosa fa la Chiesa e sulle sue idee.
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 17:41 via WEB
Hai perfettamente ragione Nessuno.er. Non posso mettere in dubbio che molte organizzazioni nella Chiesa sono da ammirare. Sono perfettamente consapevole che nelle attività laiche e cattoliche ci siano delle persone straordinarie. Quello a cui faccio riferimento in questo post fa parte di una storia a sé, fa parte di episodi, purtroppo molto frequenti e atroci, che si sono verificate nella lunga era dell’evoluzione del Cristianesimo e che non si possono nascondere. Ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero, un caro saluto, Piero
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sbigotto il 15/10/15 alle 14:40 via WEB
Ciò che puoi fare tu e ciò che è la chiesa sono due cose ben distinte, semmai tu, con i mezzi ed il placet della chiesa, facendo cose realmente buone, contribuisci inconsapevolmente a dare della chiesa un'immagine positiva che lei spende in controversie di tutt'altra natura per alimentare il proprio strapotere diretto o la propria influenza. Sei uno spot pubblicitario per una macchina che agli occhi di un cristiano dovrebbe essere, ma non è, diabolica.
 
lafatadelmare
lafatadelmare il 09/02/09 alle 15:54 via WEB
Chi ha studiato la Storia, e la insegna per mestiere come me, sa bene quanto male ha fatto la Chiesa nel corso dei secoli, uno dei film che faccio vedere ogni anno ai miei alunni è "MISSION" perchè basta da solo a stimolare un dibattito in classe che porta a riflettere sulla barbarie religiosa del cattolicesimo, naturalmente non faccio mancare nel cineforum scolastico anche altri film che suggeriscono "altre riflessioni" su altre religioni (tipo "Il cacciatore di aquiloni")...mi piace stimolare le menti al pensiero induttivo tramite la deduzione di proposte adeguate...questo tuo post è una proposta "adeguata"....buona serata...
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 09/02/09 alle 17:54 via WEB
Sono perfettamente d’accordo con te Lafatadelmare, l’unico modo per estirpare l’ignoranza è di usare dei metodi culturali efficaci, reali e storicamente consolidate. Solo attraverso la conoscenza, soprattutto di eventi che ci hanno sempre consapevolmente nascosto, possiamo un giorno conoscere le verità. Ti ringrazio per questa preziosa testimonianza e ti faccio tanti auguri per la tua attività didattica. Un caro saluto, Piero
 
franco460
franco460 il 09/02/09 alle 20:10 via WEB
Oggi la chiesa, insieme al governo Berlusconi, sono diventati i baluardi della vita e dell'ipocrisia.La posta in gioco è il controllo della società tutta, credenti e non credenti. Le opposizioni sono sfiduciate e confuse e loro avanzano pieni di boria. Ciao
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 10/02/09 alle 18:09 via WEB
Non voglio immettermi in un tunnel cieco, caro Franco, ma sarebbe ora che tante persone prendessero coscienza di un’etica giusta e possibilmente Laica, per il bene del Paese. Io sono agnostico e apolitico, non credo nelle religioni e non sono né di destra né di sinistra. Il mio scopo in questo blog è quello di denunciare dei fatti storici ed anche attuali, quindi realmente avvenuti, per sconfiggere una certa “Ignoranza” che aleggia da molto tempo. E’ necessario un modello culturale più tollerante, solo attraverso la tolleranza, il buon senso e la cultura (come CONOSCENZA) possiamo un giorno cambiare veramente le cose. Ma fin quando le divergenze politico-ideologiche-religiose vanno oltre l’Etica Laica, non ci potrà mai essere un rimedio per questa società. Un caro saluto, Piero
 
andreamoccia77
andreamoccia77 il 10/02/09 alle 19:00 via WEB
complimenti sinceri per il tuo blog. E' vero che le immagini valgono più di mille parole
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 10/02/09 alle 19:24 via WEB
Ti ringrazio Andreamoccia77, sei molto gentile
 
ma_rikas
ma_rikas il 11/02/09 alle 12:02 via WEB
Da che mondo e' mondo la Chiesa e' sempre stata in testa alla politica_Non vi e' peggiore istituzione ipocrita al mondo!Sebbene io sia molto cristiana ma non praticante_
 
 
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 11/02/09 alle 13:53 via WEB
Ciò che hai scritto è vero Ma_rikas, ma se noi facciamo un’attenta analisi, vediamo che molte persone (cristiane), non conoscono la vera storia del Cristianesimo, seguono passivamente ciò che il Vaticano ci propina come verità assoluta. In effetti, su questo punto, ci sarebbe tanto da scrivere. Oggi è molto importante capire a fondo la vera essenza delle religioni, perché le guerre più sanguinarie e atroci sono dovute proprio alle religioni del Mondo. Con questo non precludo l’esistenza di un’Entità Divina, tutt’altro, con questi miei ultimi post, vorrei mettere in evidenza tutto il “marciume” che si cela dietro le religioni, indipendentemente dall’essere credenti o non credenti. Ho già scritto altri articoli sulle religioni e sulla religione cattolica romana, non appena sarà possibile continuerò su questa tematica. Ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero. Un caro saluto, Piero
 
   
ma_rikas
ma_rikas il 12/02/09 alle 15:35 via WEB
Son d'accordo_e nemmeno io precludo l'esistenza di un Entità Divina_ il marcio e' tutto cio' che gira attorno ad essa! Saluti
 
alcom2005.a
alcom2005.a il 25/02/09 alle 12:04 via WEB
purtroppo il male colpisce meglio dove nessuno immagina.
 
grazia.pv
grazia.pv il 18/03/09 alle 22:02 via WEB
Allego di seguito quanto ho scritto qualche giorno fa in un post, a proposito di religione. C'è chi crede in Dio e chi no. Ma perchè i credenti devono imporre a chi non lo è le loro leggi, perchè asseriscono di essere solo loro i depositari della morale? Come dire che un ateo non ha una morale, come dire che si comporta bene solo chi ha un punto di riferimento. allora siamo tutti sottomessi al volere di un Dio, che minaccia di mandarci tutti all'inferno se non ubbidiamo alle sue leggi. Invece è tutto il contrario. Un ateo ha un'etica dettata dalla ragione , dal cuore e dal cervello, è una persona libera da pregiudizi e non accetta imposizioni. Io non uccido perchè obbedisco alla legge divina, io non uccido perchè non voglio far del male ad altri. Io non rubo perchè seguo i comandamenti di Dio, io non rubo perchè non è giusto privare qualcun altro di qualcosa. Quando guido l'auto non rispetto i segnali perchè ho paura di prendere una multa, ma perchè questi sono stati messi apposta per salvare la nostra incolumità. Soffro per la sofferenza degli altri e gioisco per la loro felicità. Per questo non serve nessuna religione. Non serve essere religiosi per avere un'etica. Non è un'esclusiva dei credenti avere una morale. Si possono imporre dall’alto delle leggi ma non si può imporre un’etica. I credenti si comportano bene per non andare all'inferno, gli atei per non fare danni ad altri. C'è chi sceglie la fede e chi la ragione. Ciao Piero.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
vincy il 21/02/14 alle 06:41 via WEB
Leggendo tanto,vengono in mente tante domande , in alcune si trova risposta, in altre no .... Parlando appunto di Costantino imperatore romano, com é possibile che si sia convertito al cristianesimo proprio in quel periodo che Roma era formata dal 90 % di pagani e il resto dai cristiani ? Com é possibile che delle persone incontrando l amore di Cristo vivo , cambiano vita al punto di farsi uccidere perdonando il carnefice ? Come sono giustificabili i miracoli ? Meglio informarsi bene e approfondire prima di scrivere sciokkezze, O verità ingigantite e distorte.. Alla fine scopri che se tua mamma sta male viene accudita da una suora senza pretese, alla fine scopri che Mendel il padre della genetica era un frate, scopri che il linguaggio dei sordomuti é stato inventato da un prete,puoi arrivare anche a scoprire che il vaticano stanzia milioni di euro ogni anno per i bisognosi, e soprattutto scopri che é l unica chiesa fondata da Cristo 2000 anni fa ... Ciò tutto dimostrabile ...verità , nn chiacchere senza basi storiche ... Il cristianesimo é vita , ed é la nostra garanzia per il futuro.. Mi voglio fermare qui .... Dio ti benedica ...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

INFO

 

Un blog di: Piero_Calzona

Data di creazione il 14/03/2007

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 147
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mirco87costgio70_2romanovincenzo123supergiuggilochiara_2filippopipitonemarinellabella44mandrake.gaquilaisidemicheleida2010graziano.bonfrancescviorelleftermzanini2000sedlakovic.mariaLaBrusLa
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

LE MIE FOTO

"...Se nel mondo si potesse comunicare solo con le immagini, forse vivremmo in un mondo magico, costituito prevalentemente da sensazioni bellissime. Forse l'umanità avrebbe una dimensione diversa, una dimensione dove prevarrebbe di più l'amore, la comunicazione espressiva, le emozioni, il senso dell'estetica, forse anche un pizzico di buon senso, cosa che attraverso la comunicazione verbale a volte manca...".

immagine 

immagine

immagine

immagine

immagine

 

OFFICIAL SITE PIERO CALZONA

GALLERIA FOTO

REPORTAGE PONENTE LIGURE

REPORTAGE LEVANTE LIGURE

LE MIE FOTO 2

 

LE MIE FOTO 3

 

LE MIE FOTO 4