Creato da poverella.me il 30/04/2013

povera me

contabilità spicciola

 

 

c'è così tanta crisi che la frase “Avremo gente a cena” assume tutto un altro significato.

Post n°22 pubblicato il 05 Agosto 2013 da poverella.me
 

La cosa più vicina è un orgasmo.
Dunque questo è un consiglio per avere un orgasmo a buon mercato.
Meno dell'autoerotismo ma più di una zoccola. Meno o più a buon mercato, dico.

Allora, si fa così:

vai al mare in uno dei finesettimana più caldi del secolo, dunque te ne stai lì sul bagnasciuga per tutto il giorno tentando di trovar sollievo. Puoi spalmarti ripetutamente crema con fattore protettivo altissimo ma questo non impedirà al sole di ustionarti.
Torni a casa bruciato e l'unico desiderio che provi per tutto il giorno seguente è quello di grattarti via tutta la pelle. Furiosamente.
Resisti e la sera ti fermi in farmacia a comprare del talco mentolato, arrivi a casa e aaah, mmmmm, sìììì, sììììì, sììììì, sììììììììììììììììììììììììììììììììììììììì, aaaaaaaahhhhhhhhhhhh.

 
 
 

c'è così tanta crisi che il calendario a natale segna feriale

Post n°21 pubblicato il 01 Agosto 2013 da poverella.me
 

L'uomo brucia tra un mese esatto ed io ho fatto spese fondamentali come:
ghirlande di stoffa per decorare la tenda,
bandierine da attaccare alle biciclette,
occhiali e braccialetti fluorescenti,
occhiali non fluorescenti,
un ventilatore tascabile,
un cappello quasi normale ed un cappello ombrello,
due borse piene di vestiti usati tra cui, capolavoro maximo, un montone più freak di quelli di Emerson Lake and Palmer,
un borsone enorme con le rotelle perchè io di solito viaggio con il trolley piccolo, quello che la gente normale usa per il finesettimana ma stavolta proprio non basta,
il tutto per 80 euro scarsi.
God bless il mercato di piazzale Cuoco e Paolo Sarpi*

*in un supermercato cinese c'erano delle pere giganti. dico davvero giganti. alte tipo 40 cm. io amo i supermercati cinesi.
*probabilmente ci torno a comprare la gonna hawaiana e le lanterne volanti.

La preparazione di questa vacanza mi sta divertendo da pazzi.

 
 
 

c'è così tanta crisi che i titoli cominciano a scarseggiare

Post n°20 pubblicato il 04 Luglio 2013 da poverella.me
 

Tadaaaaaaa!!!

Nel secondo trimestre la vostra eroina ha risparmiato 534 euro, lo dice l'estratto conto.

E stamani ha sfilato davanti ad un autovelox - i vigili si appostano frequentemente dopo il penultimo semaforo di via Mecenate, direzione tangenziale, sappiatelo - con l'eleganza che contraddistingue i 50km all'ora salvandone altri 168.

Di fatto sono a cento euro dal recupero del mio debito.

Standing ovation.

 
 
 

fuoritema

Post n°19 pubblicato il 03 Luglio 2013 da poverella.me
 

Questo blog sostiene la diffusione della gentilezza.

 
 
 

c'è così tanta crisi che il ragazzo del benzinaio, quando gli ho chiesto il pieno, mi ha risposto "cosa è?"

Post n°18 pubblicato il 29 Giugno 2013 da poverella.me
 

Sono tutta presa dall'organizzazione burning man. 
È un casino.
Prepararsi a sopravvivere per una settimana nel deserto senza avere una esatta idea di cosa sia un deserto pare un'impresa titanica, soprattutto se le uniche informazioni che riesci a recuperare in giro arrivano da americani, gente che scrive CAUTION anche sulle linguette delle lattine.

Comunque la mia missione risparmio registra due nuovi successi:
1. ho convinto un amico a venire con noi, non c'è voluto molto, è bastato proporglielo. Diventar tre riduce di un terzo le spese di noleggi vari, non sarà molto ma qui non si butta via niente;
2. detto amico lavora per una compagnia aerea, il che significa ridurre il prezzo del volo della metà (lui viaggia gratis con accompagnatore, resta da pagare un solo biglietto). Questo è molto, molta gran botta di culo, essì.

E, per altro, mi è anche molto simpatico.

 
 
 

c'è così tanta crisi che tocca andare avanti con lo stesso smartphone dell'anno scorso

Post n°17 pubblicato il 07 Giugno 2013 da poverella.me

Mi urgono millecinquecento euro.

È che un amico di un amico ha i biglietti per il burning man e dunque mi servono quelli per il volo e la macchina e la bicicletta e l'attrezzatura e le scorte di qualsiasi cosa (se leggi la survival guide sembra di doversi preparare all'apocalisse). Io è da quando sono alta così che sogno di andarci, quindi necessito di danaro.

In cambio potrei applicarti della magia etica: se pensi di avere il malocchio me lo puoi passare insieme ad una cifra decisa da te. 

Spiego meglio:
per liberarti di tutta la tua maledizione saresti disposto a pagare x, quell'x lo dai a me - per l'occasione vestita da sacerdotessa voodoo - ed io me la accollo insieme al denaro che, si sa, è merce del diavolo.
Puoi anche decidere un passaggio parziale, io non ti farò alcuna pressione: quanto vuoi e puoi mi dai.
Certo, se poi la cosa non funziona sarà perchè hai sbagliato valutazione e nulla ti vieta di rivedere al rialzo.
Considera che comunque più di 1500 euro di sfiga non li voglio, quindi non corri nemmeno il rischio che io mi approfitti di te.

Andata? 

 
 
 

c'è così tanta crisi che i libri di cucina sono nello scaffale fantasy

Post n°16 pubblicato il 06 Giugno 2013 da poverella.me
 

Mi hanno regalato un biglietto per il concerto di Jovanotti. È che lavoro con uno degli sponsor. Ora, a parte che ho già avvisato che per l'anno prossimo la lista delle sponsorizzazioni gliela faccio io, quello che mi turba tantissimo è che il prezzo di quel biglietto è 150 euro. Va bene, è di quelli fighi con il buffet e le hostess e tutte quelle pippe lì, però cazzo, sono dieci giorni di affitto, sono tre mesi di assicurazione della macchina, sono un anno di bolletta dell'elettricità. Mi ritengo scandalizzata. E no, non è cedibile.

 
 
 

c'è così tanta crisi che il bambino che ho adottato a distanza anzichè la letterina con i voti mi ha mandato 5 euro

Post n°15 pubblicato il 04 Giugno 2013 da poverella.me
 

Stasera ho visto La tempesta, quella di Eduardo De Filippo - ne ho capito un terzo - recitata dalle marionette della compagnia Colla. 
Recensione:
ohhhhh 

 
 
 

c'è così tanta crisi che a tombola i fagioli sono il premio

Post n°14 pubblicato il 01 Giugno 2013 da poverella.me
 

Io ho un amico che non vedo da almeno dieci anni.
Ci scriviamo, ci raccontiamo cose, ci scambiamo musica e film, ma non ci vediamo nè sentiamo.
Il fatto che lui viva a Parigi non è una scusa, no, dev'esser qualcos'altro che non so e non voglio indagare.
Comunque lui fabbrica opere d'arte, nel senso che gli artisti hanno l'idea e lui la realizza.
Sì, potremmo discutere dell'arte non manufatta ma sarebbe discorso lungo e forse noioso, se non fatto davanti ad una birra.
Sta di fatto che ha appena finito di lavorare a Venezia ed il fatto che fosse a soli 300km di distanza non ha cambiato il fatto che non ci vedessimo.
Però mi ha ricordato che è anno di biennale, dunque io e i miei due amici preferiti ci andiamo a ferragosto; lo facciamo sempre, perdersi per quattro giorni là per noi è cosa irrinunciabile.
Dunque ho scritto a un tizio che mi ha affittato un appartamento tempo fa esattamente a mezza strada tra Giardini ed Arsenale e mi ha risposto che era libero ed oggi ho pagato l'affitto per tre notti.
Lo so che questo doveva essere il blog del risparmio e sembra stia dando un pessimo esempio, ma tre notti in tre a Venezia per 297 euro ammetterete sono cosa di cui andare fieri.

ps: ovviamente ho chiesto ad Andrea se ha voglia di raggiungerci e di fare il visitatore insieme a noi. Non lo farà mai.

 
 
 

Fuoritema

Post n°13 pubblicato il 31 Maggio 2013 da poverella.me
 

Io mi diverto un sacco a schiacciare il bottone esplora.
E posso dirvi una cosa: Libero è pieno di fighe e di anima.
Solitamente nello stesso spazio, ma a volte capita che l'anima sia insieme alle madonne.
Non che non siano fighe, le madonne (non son pratica: se è blasfemia è involontaria, chiedo scusa), ma non scosciano dunque non credo siano assimilabili.
Le fighe quelle che scosciano spesso usano le faccine per dare una faccina all'anima ed esprimono frasi brevi tipo un bacino a tutti ah, ho capito ora il doppio senso, oppure poetano di poesie altrui - Neruda never die - o si lanciano in versi propri.
Nel qual caso abbiamo due grandi gruppi: quelle che soffrono e le poetesse del cazzo, inteso proprio come organo genitale maschile, cui tributano torridi pensieri generalmente in rossonero.
Stranamente non ci è pervenuta, sinora, nessuna figa che citi la Valduga. Che ci sia della coscienza letteraria?

 
 
 

c'è così tanta crisi che la vaselina è entrata nel paniere istat

Post n°12 pubblicato il 31 Maggio 2013 da poverella.me
 

Che poi a me dei soldi in fondo importa sega.. tipo che l'ex marito si è scordato di farmi il solito bonifico (abbiamo un debito comune: io lo pago intero e lui mi rifonde mezzo) ed io non ho vogila di ricordarglielo.
Beh, sì, se questo mese si dimentica di nuovo magari glielo dico, però al momento mi limito alla telepatia ti ricordi quei 180 euro che devi darmi tutti i mesi? Ecco, così, con leggerezza, un po' in punta di piedi ti spiacerebbe mandarmeli? Lieve, senza dar fastidio, solo un pensiero costante il malloppo, caccia il malloppo. Poi vado a controllare se per caso mi ha sentito e niente. Ma magari a giugno glielo ricordo. Sì, magari sì.

 
 
 

c'è così tanta crisi che la dieta comincia da oggi

Post n°11 pubblicato il 29 Maggio 2013 da poverella.me
 

Sono ammalata. Sinusite. Non credo di averla mai avuta, non ricordo altri malanni così noiosi: febbre e mal di testa costanti, 'na palla. Però sono a casa tutta la settimana e risparmio 20 euro di benzina. Che poi è orribile perchè significa che spendo 80 euro al mese per andare a lavorare. Lo trovo immorale. Dovrei smettere.

 
 
 

c'è così tanta crisi che non si butta via nemmeno lo spam

Post n°10 pubblicato il 20 Maggio 2013 da poverella.me
 

Ho appena comprato i biglietti per Saga di GLFerretti. Potrebbe essere un incanto o una noia mortale, come tutte le cose del nostro ex eroe.

Vabbè, si vedrà.

Intanto cerco di farmi rimborsare il volo per Vienna. Qui si pensa che 4 cazzo ore di incertezza vadano pagate. Se ce la faccio vi racconto come (in verità non credo di riuscirci, ma mi piace pensare di dargli almeno un po' fastidio).

 

 
 
 

c'è così tanta crisi che berlusconi passa le serate su youporn

Post n°9 pubblicato il 13 Maggio 2013 da poverella.me
 

C'è un piccolo contrattempo.
Ora, signor dentista, io te lo dico: 150 euro sono una tragedia, una catastrofe, un'apocalisse, una disgazia, una sciagura, una calamità, un flagello, una iattura, un dramma. Non un PICCOLO contrattempo.

 
 
 

c e cosi tanta crisi che oggi risparmio sugli accenti

Post n°8 pubblicato il 10 Maggio 2013 da poverella.me
 

Stavo raccontando ad un conoscente la mia nuovissima idea per far soldi: la slot machine vivente.

Funziona che il giocatore dà a me la monetina, io poi giro su me stessa facendo un po' di versi e alla fine decido se restituirgliela o no.
Ovviamente no.

Quindi abbiamo filosofato sul gioco e lui ha ammesso di buttare nel superenalotto 50 euro a settimana. Minchia.

Ora, secondo la logica privazione = risparmio di questo blog, per questo trimestre mi tengo in saccoccia 650 euro.
Siccome non sono avida ho subito comprato due biglietti per il teatro. 

 
 
 

c'è così tanta crisi che quest'anno emergency mi devolverà il suo 5 per mille

Post n°7 pubblicato il 07 Maggio 2013 da poverella.me

Angolo del baratto:

tu dici a me un'osteria dove si mangia - possibilmente bene - con meno di 20 euro, ed io ne dico una a te.
A Milano, ovviamente.
Il che significa un risparmio di almeno 20 euro su un conto medio di quaranta. Praticamente è come mangiar gratis (qui si fa economia creativa)
Anzi, comincio io:
Osteria del biliardo, zona affori. E finita la cena puoi anche giocare a stecca, ovvio. 

 
 
 

c'è così tanta crisi che sui profili di libero cominciano a comparire i cv

Post n°6 pubblicato il 07 Maggio 2013 da poverella.me
 

Stasera sono andata al Mexico [per i foresti: cinema emerito milanese] che fa lo sconto a chi ci arriva in bicicletta ed ha una programmazione tutta sua e molto spesso degna di nota.
Dunque ho risparmiato 3 euro e 50 ma - essendo il film un documentario sui Colla [per gli stranieri:compagnia di marionette milanese] - ho scoperto che a giugno metteranno in scena La tempesta recitata da Eduardo De Filippo e allora è probabile che una serata al cinema mi sia costata intorno ai 30 euro.

Milano la deve finire di mettermi tutte queste cose sotto il naso, io non la sopporto più, lei e tutta la sua interessantezza..

 
 
 

c'è così tanta crisi che a natale mangerò i canditi del panettone senza rompere i coglioni

Post n°5 pubblicato il 03 Maggio 2013 da poverella.me
 

Se io, ora, ho dato 20 euri a radiopop, allora puoi farlo anche tu.
Vai, su, cosa aspetti?

nda: chi l'ascolta sa, gli altri potrebbero farlo sulla fiducia.

 
 
 

C'è così tanta crisi che quando mi fermo al semaforo i lavavetri fan finta di parlare al telefono

Post n°4 pubblicato il 02 Maggio 2013 da poverella.me
 

Meno di quanto spendo per mangiare è quasi impossibile.
Cioè, ho smesso di comprare frutta e verdura alla baracchina sottocasa e vado invece dal verduraio dei poveri, quello tutt'a un euro e diciannove - l'aspetto è orribile ma il sapore no - ma così a spanne direi che starò risparmiando 10 euro al mese.
Vabbè, ora del prossimo estratto conto saranno 30 (quasi un concerto, gh!)

Ricetta da veri poveri:
Mangia le fave fresche con il pecorino, son buone e fanno primavera - almeno loro, poi prendi le bucce, tagliale a tocchetti di un centimetro e lessale per una decina di minuti in acqua salata. Scola e prepara una frittata. 
Per fare il figo puoi chiamarla frittata di baccelli di fava. Decisamente più chic. 

 
 
 

C'e così tanta crisi che per dormire sotto i ponti occorre prenotare

Post n°3 pubblicato il 30 Aprile 2013 da poverella.me
 

Il dramma vero è che sta per iniziare la stagione dei concerti ed io faccio proprio fatica ad ignorarli.

Ad esempio ho ceduto agli atoms for peace, 40 euro, bruci il sig tickettone chè senza lui sarebbero stati 32.

Epperò son qui che un giorno sì ed uno no su quel sito ladro ci torno per i national. Poi leggo di nuovo 40 euro e vado via, poi leggo national e ci rientro e uffa.

Che poi se passate di qui almeno in dieci e mi scrivete nation che? magari quegli otto euro me li risparmio pure ed il biglietto me lo compro là: muoia la prevendita e tutti i filistei.

 
 
 
Successivi »
 

PRESENTE I BLOG DELLE ANORESSICHE?

Ecco più o meno questo blog sarà così.

Solo che anzichè calorie qui si risparmieranno euro.

 

CREDITS

i titoli dei post sono ispirati - o brutalmente copiati - da merry crisis di spinoza

 

ULTIMI COMMENTI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

je_est_un_autrepaola.solamenteberenice.pancrisiacasalinga_spensieratk_a_r_m_aescapefromthepassionmia.euridicedaunfiorecard.napellusfats.dominoDisoccupandaEpicureo2008Louloubellemareblu.sgcassetta2
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE