Community
 
cassetta2
   
 
Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 10
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 81
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Nullafacenti

Contatore siti
 

Ultimi commenti

forse voleva rubartela in tempo di record:-D
Inviato da: LaFemmina
il 24/07/2014 alle 18:39
 
-.-'
Inviato da: LaFemmina
il 22/07/2014 alle 22:09
 
http://www.dailymotion.com/video/xcsyd6_caparezza-io-diventero-qualcuno_music
Inviato da: PRONTALFREDO
il 22/07/2014 alle 12:32
 
*"Thanks"... Sorry...
Inviato da: amistad.siempre
il 22/07/2014 alle 02:36
 
Letto con notevole ritardo... Ma la cosa non cambia di una...
Inviato da: amistad.siempre
il 22/07/2014 alle 02:29
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

oscardellestellecassetta2LaFemminadinobarililascrivanalinaladufranco.cerimeleniokoeVerainvisibilepa.ro.leMaddalena_e_oltreCartman72MarquisDeLaPhoenixLNSLMNT
 
 

.B.S.R.

il mio blog aderisce al codice di autoregolamentazione che definisce e pone le regole per la responsabilità sociale. Essere socialmente responsabili significa andare di propria volontà oltre il semplice rispetto delle norme, investendo nel rispetto degli altri, dell'ambiente e della community. Significa adottare una linea editoriale che pur perseguendo gli obiettivi personali non offende chi la pensa in maniera differente, e rispetta i temi sociali ed ambientali.
 

Messaggi di Luglio 2012

Turismo Musicale

Post n°3190 pubblicato il 31 Luglio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

Ieri sera sono andato a Lignano, una meta ricorrente nei miei pellegrinaggi musicali estivi. Ha fatto tappa Emma Marrone con il suo "Sarò libera tour". Arrivato verso le 20.30, sono andato a vedere il palco e poichè le tribune della Beach Arena erano già gremite e continuava ad arrivare parecchia gente, ho optato per il salto della cena a favore della posizione conquistata di fronte al mixer. I concerti che frequento di solito non hanno i cori che potete sentire qui.

Shot: Lignano

 
 
 

||N||

Post n°3189 pubblicato il 30 Luglio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

Durante la Olimpiadi mi sono stirato un muscolo.
Dopo un'ora circa dall'inizio della corsa, saltando giù dal divano.

Shot: Noto

 
 
 

||‡‡‡||

Post n°3188 pubblicato il 29 Luglio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

Durante la recessione molti, specialmente coloro che hanno un reddito basso, si trovano in difficoltà economiche. Tuttavia, Steven Star della Harvard Business School dice che un gran numero di persone a reddito elevato non ne risentono, e hanno anche prosperato. Continuano a disporre del loro reddito e danno la preferenza ai prodotti costosi. Un dirigente di una fabbrica di automobili di lusso ha dichiarato che la gente “non può essere certa del futuro, così si tratta bene al presente e si dà alla pazza gioia”.

Shot: Casalvecchio Siculo

 
 
 

||°| |°| |°| |°||

Post n°3187 pubblicato il 28 Luglio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

Ma da dove nasce il nostro bisogno di fare i brillanti a tutti i costi?

Shot: Breganze

 
 
 

|"="|

Post n°3186 pubblicato il 27 Luglio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

È incredibile il numero di persone che dicono di soffrire di depressione. Tutti noi abbiano visto grandi attori, grandi scrittori, grandi registi, che, quando smettono di lavorare anche per un breve periodo di tempo, perdono la fiducia in sé stessi, si sentono inutili, vuoti, e hanno bisogno di qualche sostegno per andare avanti. Perché siamo diventati così fragili? Perché la società ci addita delle mete sempre più alte e addirittura immaginarie. Mentre, in parallelo, non ci insegna a sviluppare le doti necessarie per affrontare le difficoltà, la frustrazione, l'insuccesso, la solitudine, la sfortuna. Un tempo non era così. Un tempo la gente si poneva come meta di trovare un lavoro, di diventare padre, madre, artigiano, fabbro, oppure medico, ingegnere, avvocato ed era contenta del successo che otteneva nel suo ambiente. Ma oggi siamo tutti proiettati in una società dilatata e ci confrontiamo con tutti. La televisione, i giornali, la pubblicità ci propongono come modelli i personaggi del mondo dello spettacolo giovani, belli, ricchi, sani, felici, allegri, che passano la vita fra un divertimento e l'altro. Non è vero, è una finzione, una messinscena, ma la gente crede veramente che la loro vita coincida con lo svago, il divertimento, la festa. La maggior parte della gente comune, invitata a dire che cosa vorrebbe fare, ti parla di vestiti, di viaggi, di vacanze. Quasi tutte le ragazze sognano di diventare presentatrici o veline, i ragazzi di entrare in qualche reality show. Anche la più riservata casalinga desidera comparire in qualche spettacolo televisivo. E chi non può andare in televisione cerca di apparire in qualche altro modo, facendosi notare almeno per il vestito. E i ricchi, i potenti, coloro che hanno successo si confrontano con tutti quelli che hanno più di loro e, avendo più possibilità, si fanno afferrare da una sfrenatezza impietosa, ricorrono alla droga, ed entrano così in un nuovo ciclo maniaco depressivo. Forse siamo arrivati alla radice del problema. La depressione è una malattia dell'essere, sostituito dall'apparire. Un tempo, quando eri padre, madre, contadino, fabbro, falegname, medico poggiavi su qualcosa di solido, appartenevi all'essere. L'apparire è trovarti totalmente in balia degli altri. Quando sei solo non esisti più.

Shot: Zevio