Community
 
cassetta2
   
 
Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 10
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 84
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Nullafacenti

Contatore siti
 

Ultimi commenti

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

cassetta2cile54MARIONeDAMIELclaudio2012sRicamiAmofantaprivernoVerainvisibilepa.ro.leandrix110367call.me.IshmaelEddie_CranevaniloquioNues.sEasyTouchmohamed21
 
 

.B.S.R.

il mio blog aderisce al codice di autoregolamentazione che definisce e pone le regole per la responsabilità sociale. Essere socialmente responsabili significa andare di propria volontà oltre il semplice rispetto delle norme, investendo nel rispetto degli altri, dell'ambiente e della community. Significa adottare una linea editoriale che pur perseguendo gli obiettivi personali non offende chi la pensa in maniera differente, e rispetta i temi sociali ed ambientali.
 

 

Il papa

Post n°2429 pubblicato il 02 Febbraio 2010 da cassetta2
Foto di cassetta2

Il Papa preoccupato per la sorte degli operai ha pregato per la salvezza della Fiat.
Per l'anima di Sergio Marchionne purtroppo non ci sono più speranze.

 
 
 

Giornata strana

Post n°2428 pubblicato il 01 Febbraio 2010 da cassetta2
Foto di cassetta2

Iniziata col termometro a -7 alle 8.30.
Itinerario Verona – Vicenza - Verona - Imola e senza neanche accorgersene.
Ascoltando spesso il CD di Billy Idol.
Poche telefonate.
Poca gente nei ristoranti sia a pranzo che a cena.
Finita in un albergo brutto fuori ma con una camera calda e bellissima.

 
 
 

Esperimento inglese

Post n°2427 pubblicato il 31 Gennaio 2010 da cassetta2
Foto di cassetta2

 

Alcuni ricercatori hanno tolto il telefonino per due settimane a un gruppo di ragazzi dai 15 ai 24 anni. "È stata un’esperienza bizzarra, i giovani sono stati costretti a fare esperienze completamente nuove, per esempio parlare con i loro genitori, bussare alla porta dei loro amici e conoscerne i genitori". Michael Hulme, docente presso la Lancaster University, in Inghilterra, definisce le normali conversazioni che i giovani fanno al cellulare "un modo per consolarsi e stabilire la propria identità". Senza cellulare, un’adolescente si sentiva "agitata e stressata", mentre un ragazzo si sentiva isolato e "doveva fissare in anticipo l’orario esatto degli appuntamenti con gli amici", invece di "poter parlare con loro ogni volta che voleva".

 

 
 
 

Parcheggiando

Post n°2426 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da cassetta2
Foto di cassetta2

Ieri pomeriggio ho lasciato un'ora la Manu in via Palermo a Bolzano.
Quando sono tornato a prenderla, aveva fatto amicizia con questi due simpatici vecchietti!

 
 
 

Il sangue rappreso

Post n°2425 pubblicato il 29 Gennaio 2010 da cassetta2
Foto di cassetta2

di Silvio Berlusconi sarà esposto in una teca nel duomo di Milano.
Si scioglierà solo se accarezzato lungamente da una modella in lingerie.