Autismo

un blog di Autismo Treviso onlus

 
 

Servizio RAI

sull'Orto di San Francesco

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI LINK PREFERITI

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Leo Kanner

 
Citazioni nei Blog Amici: 125
 

I MIEI BLOG AMICI

- odeon
- Lucedoriente
- BAMBINI 0/10
- fibra Nexus
- ELVIRAVIPERAVELENOSA
- TRA CIELO E TERRA
- Magiche Hawaii
- Gatta Chicca
- questa mattina
- Meriggio
- passiflora1961
- Se Mi Voltassi
- SILENZIOSAMENTE
- Libera su Libero...
- BLOG A QUATTRO MANI
- MUSICA MAESTRO e 2
- RICORDANDO MIO PADRE
- alberto535
- Sara Il Mio Angelo
- Ammentus&Irbariones
- alle porte del sogno
- pensieri
- essere o non essere
- chioma fulva
- Patrizia
- The Show of Life
- NULLA DI PERSONALE
- Caterina Saracino
- Per un pugno di post
- StellaDanzante
- Il volo di CASSANDRA
- ....Temptations....
- Articolo 21
- VOGLIA DI VOLARE
- Immagini dal mondo
- tantestorie
- MONOLOGHI DI DONNA
- Padre Fedele Tirrito
- DURA LEX, SED LEX
- Rifugio
- cazzate pensate
- Il lungo viaggio
- Sentimentalmente
- Anima e Mito
- CAOS CALMO
- ILBRUKO ASSOCIAZIONE
- ....A T T I M I.....
- lacosachiamatapoesia
- INCONTRO CON LARTE
- Cronache di Toki
- Nessuna ambizione
- Frottole e frittelle
- ortensia
- Notte di note
- VOLARE IN ALTO
- Semplicemente_Vita
- surfista danime
- sfacelli dItalia
- 50 copechi
- CALEIDOSCOPIO
- Silvio Perroni
- incontinuaevoluzione
- Mondofantasy
- CHATTAROPOLI
- Il web in casa
- mlr
- Reality Dreams
- Una terra migliore
- smeraldoeneve
- La Vampiressa
- PERCORSO DI VITA
- ILTELAIODELLEPAROLE
- diario di una donna
- piccole.idee
- tra sogno e realtà
- Mes pensées confuses
- Navigando lentamente
- Non vinceranno!
- Avventure semiserie
- Le Sponde Della Vita
- Zia Mariù racconta
- Paura del vuoto
- La voce dellanima
- La mia Protesta
- Sempre Nomadi
- Emozioni
- tradizione
- Magical Monsoon
- UN MONDO PULITO
- 1000 COSE BELLE
- Amicizia.... Amore..
- METE SPIRITUALI
- La vera me stessa
- Il vento
- Counselling di Yaris
- lupo solitario
- Quadretto
- Petali damore
- AUTISMO
- VOCE IN CAPITOLO
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« Libero MobileSull'autismo e i suoi t... »

Sulle strade, fuori strada

Post n°323 pubblicato il 14 Aprile 2012 da brottof
 
Tag: Autismo

Franco Antonello, 51 anni, con suo figlio Andrea, 18, in Arizona. Tra Nord e Sud America, in sella a un'Harley Davidson, hanno percorso 38 mila chilometri in  123 giorni. Andrea è affetto da autismo

Su Panorama qualche settimana fa è comparso un servizio sull’autismo, il resoconto di un’esperienza privata, cui il settimanale dà grande risalto dedicandole la copertina. Qui si legge l’intervista a Franco Antonello, e qualche commento, compreso il mio, che riporto anche qui.

Sono padre di un ragazzo autistico di 13 anni. Concordo con la critica di RdA. L’intervista contiene un solo elemento davvero condivisibile: la denuncia del fatto che il destino finale dei nostri figli è una vita di reclusione e sedazione, se non cambia profondamente la cultura attuale sull’autismo. L’intervista veicola idee imprecise e pericolose, anche radicalmente erronee, e anzitutto le due seguenti. La prima è quella che con la “comunicazione facilitata” via computer la persona con autismo riesca ad esprimere una sua ricca interiorità, avvalorando la tesi infondata dell’esistenza di un “guscio” autistico. La scienza ha mostrato con esperimenti dalle conclusioni irrefutabili che la CF è una bufala, e che i pensieri che passano non sono quelli della persona con autismo ma quelli del “facilitatore”, che con opportune pressioni in certe parti del corpo “facilita” la scrittura. Certo, per un genitore l’illusione che il figlio provi davvero quei sentimenti (che non riesce a dire a parole e che i suoi comportamenti, se ben analizzati, smentiscono) è estremamente consolante, e di qui il successo di questo metodo (di cui negli USA a livello scientifico non si parla più). Il metodo in questione è anche apertamente sconsigliato dalla nuova Linea Guida dell’Istituto Superiore di Sanità. Il secondo grave errore è quello del suggerire che l’autismo sia scatenato dalle vaccinazioni. Questa connessione non è stata dimostrata mai, e invece il terrore dell’autismo ha indotto molti genitori a non vaccinare i figli, con conseguenze gravi, e talvolta mortali (cfr “The Panic Virus” di Seth Mnookin). Il fatto che il sig. Antonello per suo figlio le abbia provate tutte (compresi santoni e sciamani) evidenzia da parte sua un rapporto con la scienza quanto meno problematico. Nell’intervista quello che prevale è il piano emotivo, ma su questo piano non si va verso una meta positiva per i nostri figli, per quanto ricchi possano essere i mezzi messi in campo.

Fabio Brotto, presidente di Autismo Treviso onlus

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/proautismo/trackback.php?msg=11230479

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
morbid_bilancia
morbid_bilancia il 14/04/12 alle 10:40 via WEB
Di fatto una cosa è assolutamente certa. Le malattie organiche ed inorganiche.L'autismo è inorganica... per prevenirle putroppo non c'è molto da fare a parte mantetenere il famoso 'silenzio' durante tutti gli atti che la madre esegue mentre aspetta un bebè ed intendo zitta nel andare in bagno nei rapportisex ecc visto ed assodato che con certezza nelle cellule vengono registrati tutto quanto acade.., e di rimando rispettare una donna in tal senzo. Perchè nn possiamo sapere se è oppure non è incinta (( è la unica prevenzione a tutt'oggi sicura che io conosca per una società più sana))Il silenzio durante un 'operazione , durante un incidente di qualsiasi essere umano a tutt'oggi sembra essere ciò che continua a rendere una persona ((sana mentalmente;oltre a volte al salvargli la vita))... questo nn vuol mica dire non fare le azioni necessarie per aiutare prendere un corpo ecc..ma questo aspetto putroppo è quanto non sta vendendo più insegnato come <alta educazione sociale/civile< quandi quando leggo notizie come questa vostra, rimango male. Se mai potessi guarirei tutti è non penso di volere questo coem persona unica... ma nessuno di noi è Dio quindi un abbraccio dal cuore a questi ragazzi.(non sono un medico)Ma ho studiato.
 
graziano.castoldi
graziano.castoldi il 14/04/12 alle 10:44 via WEB
Onestamente conosco poco sull'argomento e, pertanto,sento di esimermi dal giudicare o proporre. Di una cosa sono certo, in quanto constatata di persona: le persone autistiche possono e vogliono fare. Dal gioco, alla scuola, al lavoro. Credo si debba innanzitutto stabilire l'entità del "danno" che la malattia ha provocato e in base a questo agire. Tante ne sono state dette e tante se ne diranno, su questa e su tutti i "disturbi neurologici" che affliggono il mondo.Io personalmente credo che in primo luogo ci debba essere l'amore verso le persone affette da autismo e un grande spirito di "comprensione".Per comprensione intendo lo sforzo di comprendere lo stato d'animo di un bambino o un adulto affetto da autismo, nel singolo momento e non nel complesso della sua esistenza. Cercare di comprendere significa cercare di inrterloquire, senza aspettarsi che sia lui ad adattarsi ma più noi a metterci sulla sua lunghezza d'onda.Questo penso che potrebbe portare fiducia nella persona ed aiutarla ad avvicinarsi a noi. Ovviamente è un mio pensiero sulla base di ciò che ho visto. Il resto.......va affidato si alla medicina ma......soprattutto al cuore. Buona giornata a tutti!!!^_^ Buona giornata Fabio!
 
freeminoi
freeminoi il 14/04/12 alle 11:19 via WEB
Caro sig.Brotto, condivido le sue perplessità. Certamente chi ha personalmente contatti con persone autistiche ha opinioni molto diverse da chi non frequenta da vicino tali situazioni. Io parlo come un cittadino che avendo avuto qualche occasione di conoscenza sebbene minima con l'autismo ha realizzato l'idea che queste persone abbiano una sensibilità che li metta nella condizione di capire se le persone che hanno davanti siano affidabili o meno. Una specie di sesto senso. Per la natura della sindrome ho realizzato che occorra studiare a fondo l'ambiente dove vivano i genitori, le loro abitudini lavorative e alimentari. Sono dell'idea che possa dipendere da un incontro ravvicinato con colonie batteriche molto cariche e virulente, come per fare un esempio, alimentarsi con tipi di formaggi non pastorizzati, abitudini igienici poco sicuri durante la gestazione e via dicendo...Mi scuso per aver esposto queste mie opinioni che non sono purtroppo documentabili ma continuo a credere in queste mie idee. Del resto se si dice che un individuo restando un'ora in una stanza o casa chiusa dove non circoli un buon ricambio di aria si troverebbe a convivere con 30.000 batteri, se la cosa sia vera rende un po' l'idea del mio pensiero. Certamente ci sono le nostre difese immunitarie e allora su questo si potrebbe studiare dal punto di vista genetico su parente ed affini.Saluti cari
 
woe5
woe5 il 14/04/12 alle 11:44 via WEB
tante belle cose e un caro saluto all'auismo!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
enrico il 14/04/12 alle 12:38 via WEB
La "paura" dei batteri è istintiva, ma destituita di fondamento. 30mila batteri sono un'inezia: ogni centimetro quadrato della nostra pelle ne ospita ben di più! Esistono prove che il nostro sistema immunitario, in epoca neolitica, ha affrontato una vera rivoluzione "ambientale" legata alla progressiva vicinanza con altre specie animali (vedi il famoso "armi acciaio e malattie" di Diamond). Con risultati assolutamente positivi. esistono, è vero, malattie in cui è il sistema immunitario a provocare danni (le cosiddette malattie autoimmuni; il rigetto dei trapianti...), ma l'autismo non è stato dimostrato essere tra queste
 
aeoncobra
aeoncobra il 14/04/12 alle 13:02 via WEB
Bgn a tutti. Conosco poco, anzi niente, il problema per poter dire la mia. Posso solo giustificare la speranza che un genitore nutre pensando che il figlio, tramite qualche strumento, riesca a fare qualcosa più degli altri. E mi spiace per lui poichè, se ciò nn funziona, la delusione sarà amara. Clotilde
 
francoroiter
francoroiter il 14/04/12 alle 13:53 via WEB
LE PERSONE CHE SOFFRONO DI AUTISMO HANNO UNA MARCIA IN PIU' RISPETTO A NOI. PAOLO ROITER
 
 
brottof
brottof il 14/04/12 alle 13:56 via WEB
No, hanno molte marce in meno, e se non li aiutiamo sono perduti.
 
gattachicca1
gattachicca1 il 14/04/12 alle 14:39 via WEB
Ciao Fabio! Comprendo bene che questo padre abbia tentato (e tenterà) qualsiasi strada; però.....la cattiva informazione può provocare danni enormi, in tutti i campi, ma se avviene nell'aria "medica" è disastrosa - Smack =^..^=
 
sonoundisastro.p
sonoundisastro.p il 14/04/12 alle 14:55 via WEB
perdonami se non mi esprimo. Non conosco l'argomento da vicino e non saprei cosa proporre Auguro a tutti un buon fine settimana
 
 
brottof
brottof il 14/04/12 alle 15:47 via WEB
Grazie!
 
DgVoice
DgVoice il 14/04/12 alle 17:58 via WEB
Un saluto dalla tua Radio! David, Staff Radiodgvoice
 
 
brottof
brottof il 14/04/12 alle 18:31 via WEB
Grazie! Un saluto a voi!
 
twister_1811
twister_1811 il 14/04/12 alle 18:17 via WEB
Caro Fabio la penso come te, mi sembra difficile che le vaccinazioni portino all'autismo, non vi sono prove concrete
 
 
brottof
brottof il 14/04/12 alle 18:29 via WEB
Certo. Invece ci sono prove concretissime del fatto che quando una popolazione non è vaccinata va incontro ad epidemie. Ad esempio dopo il crollo dell'URSS e del sistema sanitario sovietico c'è stata in russia una epidemia di difterite con morti. La gente non ha memoria di che cosa fosse la situazione intorno al 1850 in Italia, quando non esisteva alcuna vaccinazione e il 50 per cento della popolazione moriva prima dei 15 anni per malattie infettive di ogni tipo.
 
ortensia1955
ortensia1955 il 14/04/12 alle 18:44 via WEB
io credo che piu' che mai si dovrebbe ,avere fiduci di medici che studiano l'autismo come tutto ,non potrei mai pensare di volgermi ad santoni vari perchè non ci credo e mi piaccerebbe che tutti ,si accorgessero che gli ignoranti alla materia non possono aver voce in capitolo...........certo un genitore puo' provare tutte le strade ma io credo che l'unica sia la scienza ,gia' questi bambini afetti di autismo non hanno la comprensione dalla societa' fuguriamoci dai santoni grazie fabio delle tue informazioni a presto
 
panichi69
panichi69 il 14/04/12 alle 20:34 via WEB
Ho conosciuto ragazzi e persone autistiche, ma come tanti non sono al dentro dell' argomento, ma ho visto, quelle poche volte che andavo in palestara la mattina, far fare ginnastica correttiva ad un ragazzo autistico di circa dodici, la persona che gli faceva fare gli esercizi ci parlava e lui gli sorrideva e quando capitava che lui gli tenesse una gamba ed un braccio e lui non voleva, allora si fermava e poco dopo riprendeva e tanti altri gesti che mi lasciavano impressionato e allo setsso tempo affascinato di quanta pazienza e di quanta sintonia si materializza eseguendo dei movimenti e degli atteggiamenti appropriati alla persona. Ciao David
 
susannacasta3
susannacasta3 il 14/04/12 alle 22:44 via WEB
meno male che c'è qualcuno che lotta davvero scientificamente per gli ammalati...quell'uomo è forse dell'800??' un caro saluto Rita
 
freey65
freey65 il 15/04/12 alle 05:47 via WEB
Non mi cimento in giudizi tecnici sul tema dell'autismo perchè potrei dire senz'altro strafalcioni poichè è un tema che conosco troppo poco.Peraltro mi sento di dire che mi sembra alquanto curioso e strano credere o pensare che le vaccinazioni possano in qualche maniera portare all'autismo,mentre per quanto riguarda i genitori di persone affette d'autismo ai quali tra l'altro ci tengo ad esternare tutta la mia solidarietà penso sia normale che appena escono degli strumenti o dei mezzi per portare i loro figli a fare un qualcosina in più od anche un piccolo miglioramento in tutto ciò lo provino poi è anche altrettanto normale che nel caso non dovesse funzionare ne rimangano fortemente delusi. Ciao riccardo
 
olivarims
olivarims il 15/04/12 alle 10:55 via WEB
Ho visto l'intervista di Antonello su LA7 e la cosa che più mi ha colpito è veder la gioia di questo padre per quello che Andrea è riuscito a vivere e sperimentare. Credo che al di là di ogni possibile e certa teoria.....l'aver fatto felice un figlio disabile sia la cosa in assoluto migliore e più bella, sia per Andrea stesso che per la famiglia. Lo dico per esperienza diretta essendo madre di un figlio disabile. Per quanto riguarda il problema delle vacinazioni, Antonello è stato chiaro nel sostenere che questa è solo ed esclusivamente una sua teoria. A volte bisognerebbe aver un pochino di umiltà e riuscire a veder al di la delle proprie convinzioni e certezze........
 
nonnanna34
nonnanna34 il 15/04/12 alle 16:53 via WEB
Anch'io ho visto l'intervista sulla 7,ene sono rimasta colpita,non so non me ne intendo,ma immagino che un padre nella disperazione provi tutto e anche di più.Mi informerò anche leggendo il tuo blog.. Mandami le coordinate per il prossimo 5% Ti saluto con affetto
 
 
brottof
brottof il 15/04/12 alle 17:55 via WEB
Cara nonnanna34, io penso che bisogna offrire il massimo di comprensione e sostegno ai genitori con figli autistici, le cui sofferenze sono grandissime. Però io credo anche che i genitori che hanno mezzi materiali e intellettuali per informarsi adeguatamente e comprendere quali sono gli approcci che funzionano, quali hanno basi scientifiche, e quali sono ciarlatanerie, abbiano l'obbligo morale di farlo e di non diffondere a loro volta informazioni non corrette, che possono portare altre famiglie fuori strada. Per il 5 per mille, il codice fiscale di Autismo Treviso onlus è 94125090269 Grazie
 
gallovil
gallovil il 15/04/12 alle 18:54 via WEB
Mi dispiace di quello che e' successo SERENA SERATAl L'autismo e' una cosa seria
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 17/04/12 alle 10:21 via WEB
Ciao... Un'amica "qui" mi ha mandato il link della trasmissione le invasioni barbariche... IO DICO CHE E' ORA CHE TUTTI NOI, CI UNIAMO, AL DI Là DELLE VEDUTE DI OGNUNO!!!! non vaccino più mio figlio. MIO FIGLIO è PEGGIORATO DOPO LA VACCINAZIONE! E' un dato di fatto oggettivo. E' UN DATO DI FATTO OGGETTIVO, E LE INFORMAZIONI DOPO APPRESE SONO STATE SOLO UNA CONFERMA DI QUANTO IO HO VISTO SU DI LUI. E' cambiato dopo le vaccinazioni. E' ovvio che non dico che siano state solo quelle. Ma - torno a ripeterti, la frammentazione non fa altro che dividerci e non fare le cose giuste, per I NOSTRI FIGLI. Vorrei mettere il link del tuo intervento sotto.. quello in cui parli, tu. E' molto interessante. Così come è stato per me, bellissimo e commovente, vedere quel padre e quel figlio, andare in moto insieme. Ai nostri ragazzi è preclusa, la sfera sessuale. Certo sappiamo che gli autismi sono tanti, ed è questo il punto. C'è il grave, il medio grave ed il gravissimo. Ma perchè far diventare gravissimo anche il medio grave ed il lieve? perchè non permettere a tutti di provare che altre strade ci sono? e poi, penso che anche nei casi gravissimi si possa fare molto molto di più. Lo dobbiamo a loro. So' che sei impegnato, lo vedo e lo percepisco e non sarei qui a scriverti. Così come, vedo in me, la voglia e la speranza di provarle, tutte. Di continuare a fare tutto quello che mi è possibile per il mio bambino. Mi trovo d'accordo sia con te, seppur con le mie perplessità e critiche e con il signor antonello, certo.- mi sono detta, lui può - lui ha SOLDI, lui può far tutto... Ho conosciuto un ingegnere nucleare, che ha riportato in linea il suo ragazzo gravissimo, e ho conosciuto gente, tornata dall'america rovinata. L'autismo,colpisce ma non per questo per esser riportato "In linea" deve essere omologato e tutto uguale.. è uguale per certi aspetti, ma LORO non sono nessuno uguale all'altro..sono TUTTI E TUTTI SPECIALI. Scusami sai se ho scritto tanto.. ho scritto tanto e male, ma spero che tu mi abbia capita.. Fammi sapere se posso mandare il link sul mio blog..voglio farlo, insieme al video di antonello ed andrea.. perchè sono due facce della stessa medaglia... a presto. Roberta
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Roberta il 17/04/12 alle 11:27 via WEB
L'ho letta, l'intervista a franco antonello ed andrea.. ed è bellissima. Commovente, e vera. E ringrazio te, per avermi dato la possibilità di leggerla. Mi sento molto vicina, A LUI, Matteo è esattamente come Andrea.. la loro storia, sembra la mia storia. Ma mi sento molto vicino anche a te. Nessuno di noi è fuori strada.. nessuno di noi, il nostro affetto sarà il ponte per il loro futuro. Ce la dobbiamo fare. Ce la possiamo fare. Un abbraccio, sincero. Roberta
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 17/04/12 alle 11:36 via WEB
sempre io.. scusami! volevo aggiungere una testimonianza. Ieri mattina ho incontrato valentina mamma di giulia, una ragazza autistica gravissima e con crisi epilettiche. Ebbene, Valentina, la mamma, da quando usa la comunicazione facilitata, Giulia è migliorata! Vedi? sono tutti diversi tra di loro. E il fatto che non ci siano riscontri scientifici, non esclude il fatto che non bisogna provarci! SACROSANTO monitorare, sempre. Per non finire rovinati o peggio ancora carne da macello per gente senza scrupoli. Grazie per lo spazio. Roberta
 
     
brottof
brottof il 17/04/12 alle 15:20 via WEB
Ci sono persone autistiche "migliorate" dopo essere state dallo sciamano. I miglioramenti percepiti soggettivamente e senza riscontro statistico non possono costituire prova di alcun metodo. Conosciamo perfettamente l'effetto placebo, vale per quasi tutte le malattie. Che la comunicazione facilitata sia una bufala è provato sperimentalmente. Dopo di che, se uno vuole illudersi lo faccia pure.
 
 
brottof
brottof il 17/04/12 alle 15:16 via WEB
Puoi linkare quello che vuoi, per me non è un problema. L'ha messo anche Antonello nel sito della sua fondazione. Io mi attengo scrupolosamente alle indicazioni della scienza, e tutto quello che non ha retto alla sperimentazione ritengo che non debba essere promosso in alcun modo, perché è solo materia di speculazione dei truffatori e di illusione delle famiglie.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Stefano il 17/04/12 alle 15:36 via WEB
Fabio, buongiorno, sono Stefano di Pordenone, la mia solita vista al tuo interessante blog. Non ho nulla verso quanto ha scritto ed affermato nell'intervista il padre di Andrea, ma mi trovi assolutamente allineato con la tua risposta.L'autismo è una cosa seria, in ogni sua manifestazione come possibile cura, oltre all'amore per queste persone.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Luigi Salomon il 05/05/12 alle 03:56 via WEB
Io ho avuto la fortuna di poter leggere molti scritti di Andrea con la cosiddetta scrittura facilitata e mi creda che non ho conosciuto persona che si possa esprimere con una profondità e purezza come quella riscontrata negli scritti di Andrea.provi a farseli dare e leggerli poi io credo cambierà opini ione.oppure avrà un ulteriore conferma delle sue idee.su queste cose penso non sia importante chi ha ragione o torto ma il confrontare esperienze .
 
 
brottof
brottof il 05/05/12 alle 10:29 via WEB
Gentile sig. Salomon,quella che io esprimo sulla Comunicazione Facilitata non è l'opinione mia, ma la posizione della scienza, confermata anche nella recente Linea Guida sui trattamenti dell'autismo, nella quale l'unica pratica che viene apertamente sconsigliata è la CF, che non solo non ha mai superato alcun test, ma ha anche causato gravi casi giudiziari. Ho conosciuto, anche dentro la mia associazione, soggetti autistici che con la CF scrivevano cose meravigliose, pur avendo un Q. I. basso e non sapendo controllare cacca e pipì. Inoltre chiunque abbia un po' di conoscenza della mente autistica si rende conto che è impossibile che un autistico ragioni da non autistico. LA CF non ha mai conferito ad un soggetto autistico alcuna vera autonomia, ed è semplicemente una mistificazione (non esente da interessi economici).
 
florasabina
florasabina il 08/05/12 alle 12:25 via WEB
Caro Fabio,il video è di una struggente tristezza che fà molto riflettere....grazie....anna
 
dolcesettembre.1
dolcesettembre.1 il 13/05/12 alle 09:24 via WEB
ho visto il servizio nella trasmissione le jene di questo padre che con coraggio affronta la disabilita' di questo figlio,lo stimo molto.buona domenica.Dolce
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: brottof
Data di creazione: 28/09/2009
 

 

Enrico Micheli

 

Eric Schopler

 

Theo Peeters

 

Temple Grandin

 

 

Simon Baron-Cohen

 

Hilde De Clercq

 

 

Michael Rutter

 

Ivar Lovaas