Creato da clares il 05/12/2004

poesie

poesie

 

 

Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 17 Maggio 2010 da clares

Chimera

 

La malinconia scorre arida

tra  pensieri celati

da frivoli sorrisi.

Ricerco i nostri  sguardi,

la complicità d’intenti,

quegli squarci di luce fioca

che fugano la quiete del vuoto.

Ora il copioso silenzio

scompare dietro spirali d’illusioni,

il presente svapora

dalla sua futile realtà

e l’aulico desiderio d’immenso

colora d’infinito l’eterno.

Claudio

 
 
 

Post N° 24

Post n°24 pubblicato il 19 Febbraio 2008 da clares

Zefiro                                         

 

Desto dal velato sonno,

ecco l’alba, il Vento è placato,

bisbiglia refoli a darmi respiro,

origlia, attende paladino

pronto a spazzar l’indugio.

Che dire, non so cosa sia

ne perché tanto ardire,

è come… hai presente?

folate che discendono,

ti prendono e t’innalzano…

e poi… calma a riprender fiato.

Saranno le tue fattezze ignude

dimoranti nella mente

a sprigionar tormente.

Le sento, eccole tornare

spronanti a dispiegar le ali

ormai son pronto, attendo il volo

in bilico sul ciglio

con lo sguardo volto al cielo.

Partire e divenire….

Vento

           Claudio

 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 25 Gennaio 2008 da clares

Cerchi nell’acqua

I sogni, come spiegarli…
Sono desideri, carenze,
cerchi nell’acqua
che spalancano gl’occhi.
Sono l’eco dei nostri ricordi
che troneggiano nelle miniere,
lacrime attinte dal pozzo,
uno scavare profondo,
un viaggio a ritroso
a rinnovare il presente.
Sono gl’occhi di un bimbo
sulla vetrina balocca,
sono il tuo viso
sulla gente che incontro,
la testa supina sul seno,
il visto non visto,
l’inquietudine che avvenga,
sono io che ti tengo per mano.

 Claudio

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 04 Gennaio 2008 da clares

 

                                                                                                                                                    

 Dolente 

****

Guardo quel fiume

nei greti rocciosi

risoluto scendere a valle.

Se solo potessi

regista d’ombre

rallentare

dar luce a sogni

e desideri recisi

Se solo potessi

mi accorgerei delle foglie

agitate dal vento

mi accorgerei della vita.

Guardo quel mare

di spuma e tempesta

tener testa agli scogli.

Se solo potessi

oracolo ignaro

bramarti

strapparmi al canto

di suadenti sirene.

Se solo potessi….

                          se solo potessi, T’amerei.

***

Claudio

 
 
 

Post n°21 pubblicato il 02 Agosto 2007 da clares

                        Ti bacio                                                                    

      Rosa dalle sensuali porpore

      incarnata in morbidi velluti,

sussulto e brivido delle mie membra,

                        germogli

       sogni di cristallina rugiada,

               desideri sfilacciati,

    sacrificati allo scaldar del sole.

      Dolci labbra posano leggere

              dove essi  rifugiano

           negl’accoglienti petali

                 e spillano avide

         tra le sanguigne passioni

             le tue soavi emozioni.

              Ma sono solo brezza,

          sollievo di un battito d’ali,

                    arrendevolezza

              dell’essere all’ansietà…

              rugiada negata al sole.

Claudio

 

 

 
 
 

Post N° 20

Post n°20 pubblicato il 04 Luglio 2007 da clares

Prigioniero                                  

 

Amerai il mio cuore                 

perché saprà custodirti.

Custodirà il sorriso

l’emozione di un furtivo sguardo

e anche se il nostro amore

riempirà calici di lacrime

saprà, degl’incontri di

soavi labbra custodirne le impronte.

Ma non per questo mi amerai.

Amami

perché prigioniero

tra le note dei tuoi pensieri

ne esalterò ogni sinfonia.

 

      Claudio

 
 
 

Post N° 19

Post n°19 pubblicato il 20 Giugno 2007 da clares

          Ego 

Ho attraversato viali di pioggia                 
per confondere le lacrime                         
dei tanti tormenti
delle smarrite emozioni
che mi lasciano ramingo
volare sparviero nel cielo.
Ho creduto di modellare
con forti carezze
cremisi sogni d’argilla
da custodire tra le sabbie del tempo    
e gioire di ogni granello
arreso al disposto pendio.
Ho l’essenziale inquietudine
delle forme e delle dolci maniere
che  mi divora in un attimo
come tormente di vento
e la mia pura essenza
trova rifugio in te.

   Claudio

 
 
 

Post N° 18

Post n°18 pubblicato il 13 Maggio 2007 da clares

Dammi il coraggio          immagine                                 

Sensuali nella notte danzano filiformi figure     
tra i barbagli estivi dei falò ed i chiari di luna    
animano il coraggio d’impavidi eroi
pronti a lanciarsi in fervide passioni                 
per cedere al mellifluo abbandono.                   
Or dunque questo è….
lasciarsi morire per vivere,
contorcersi….
morire d’amore con dolce star bene.
Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende
ci scrisse il sommo vate
e simile muoio nel desiderio d’averti
fonte d’ogni diletto
dammi il coraggio per amarti
bandisci il Lazzaro ritorno,
resuscitare e non trovare le tue carezze 
è il nulla.

    Claudio

 
 
 

Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 09 Aprile 2007 da clares

 

                                       

        Segreti                                        immagine 

Cala il crepuscol0                 
tra le nebbie fidate
nulla si scorge,
tra loro
neppure le sponde
dei  tanti pensieri
e nella quiete del grigio lago
specchiante mandorli
sordi nei rosei colori
rivelo
alle brezze crespanti
quelle acque silenti
d’esser sogno di sogni
di altri ch’io sogno.

           Claudio

  

 
 
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 26 Febbraio 2007 da clares

immagine 

 

Rimpianti

Sei…
il ricordo di un amore 
perduto….
sprofondato nel cuore 
tra le pagine tormentate
di un taciuto libro
letto e ancora
senza fine letto.
Fogli ormai
lisi dalla saliva 
del bramoso indice
e scoloriti dalle lacrime
dei miei rimpianti

         Claudio

 
 
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 25 Maggio 2005 da clares

 

Utopie                                   immagine

Ci sono sogni
Talmente belli
Da essere ricorrenti
Al punto da sembrare veri     
E ci sono momenti
Talmente belli
Che vorresti fossero sogni
Per poter essere ricorrenti   

       Claudio

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 17 Febbraio 2005 da clares
Foto di clares

Non potho reposare 

Non potho reposare amore e coro
pensende a tie soe donzi momentu.
No istes in tristura prenda e oro    
né in dispiacere o pessamentu.
T'assicuro ch'a tie solu bramo,
ca t'amo forte t'amo, t'amo, t'amo
 immagine

Amore meu prenda de istimare
s'affettu meu a tie solu est dau;
s'are iuttu sas alas a bolare,
milli bortas a s'ora ippo bolau;
pro benner nessi pro ti saludare,
s'attera cosa non a t'abbissare
 

Si m'esseret possibile d'anghelu
d'ispiritu invisibile piccabo
sas formas; che furabo dae chelu
su sole e sos isteddos e formabo
unu mundu bellissimu pro tene,
pro poder dispensare cada bene
 

Parole di Salvatore Sini (prima meta' del '900)

Cantata da i Tazenda    

 
 
 

Post N° 13

Post n°13 pubblicato il 04 Febbraio 2005 da clares

Erranti 

Notti brevi di sonni profondi                        immagine
costante presenza nella mia mente
ormai fusa ai pensieri ingordi
sei la frenesia delle ore più lente.
Così vago senza trovar porto
senza vedere bagliori venirmi incontro
scorgere un lume per trovar conforto
per evitare di dover  fare rientro.
Siamo fantasmi tra città invisibili
filigrana di un desiderio vano
sospesi nel vuoto da cristalli sottili
siamo fantasie che  s’aggrovigliano
tra sentieri montani e fragorosi torrenti,
passanti riflessi sulle acque dei ponti.
Noi siamo erranti… in cerca d’incontri.         

          Claudio
 

 
 
 

Post N° 12

Post n°12 pubblicato il 21 Gennaio 2005 da clares

immagine

Il mio giardino 

Il tuo pensiero costante
Mi rende un giardino invaso

Dalle veloci alternanze delle stagioni

Dove brezze primaverili trasportano i tuoi profumi

Ed i tuoi colori plasmano i petali gemmati

Dal correre spensierata sui prati. 

Capelli accarezzati dal vento
Respiri profondi di pollini

Rendono  sensuale il tuo sorridere

Ed accompagnano i garbati movimenti

Di quando mi proponi di cogliere

I tuoi frutti con sguardi invitanti.


Giungono al cuore canicole
Di passioni ormai avvezze

Da spegnere nei tuoi bracieri

E la pelle d’estate con la sete di te insaziabile

Mi porta a mimare le tue carezze

Per trovare pace ai miei pensieri

Quiete apparente….

 

Tenui colori e leggere sfumature
Di candele arse sudate di cera

Nebbie e fumi di camini

Trasportati da brezze sempre più dure

Tutto sembra andar via,tornare com’era,

Foglie, colori, profumi, addii di rondini

Con loro ti vedo svanire in un velato autunno.


Apro gl’occhi…non ci sei…affanno

Tutto bianco, incolore intorno

No una luce, niente visioni

Che diano calore al freddo inverno

Devo chiudere in fretta gl’occhi

Per vederti rinascere in una nuova primavera

e tutto si ripete………

            Claudio

 

 


 
 
 

Post N° 11

Post n°11 pubblicato il 18 Gennaio 2005 da clares

immagine

Dolce Sogno                                         immagine

E' difficile scrivere qualcosa di poetico
Quando si ha la consapevolezza
Che la poesia più bella è scritta
Nel profondo dei tuoi occhi......
Ed io non posso leggerla.

     Claudio

immagine

 
 
 

Post N° 10

Post n°10 pubblicato il 09 Gennaio 2005 da clares

immaginePerla 

Si....sei tu lacrima
Goccia di rugiada sul petalo di rosa
Suprema virtù dell’anima
Perla segreta nel fardello rinchiusa
Araba Fenice che risorgi dal tuo dolore
E scorri tra le valli del viso
Per cadere e infrangerti sul cuore
Svanisci la tua folle corsa su un dolce sorriso
E rinnovati gioiosa di sensuale aurora
Per carezzarle lenta il viso.
Gradita stilla in te vorrei trovarmi ora
Sfiorarla leggero, armonioso
Con sentieri di dolce salino
Sino alle labbra e lì trovar riposo.....
Donarle un sogno per starle vicino

       Claudio

 

 
 
 

Post N° 9

Post n°9 pubblicato il 05 Gennaio 2005 da clares

Desio                                                   immagine

Sono stato a rapporto col cuore
aveva promesso, niente più storie d’amore
ma il tuo viso lontano
confuso tra porpore di vespro
e vagheggi di labbra mielate
lo prende per mano
e l’immenso riscopro
tra impeti d’emozioni svelate.
Cedo ai desideri ingordi
degl’ignoti contorni delle tue carni
dipinte dal calore delle tue missive parole
e nell’alvéo dei tuoi occhi profondi
rispecchio i miei sonni notturni
come una chimera piacevole.
Sono stato a rapporto col cuore
più non sente l'alienante torpore. 

      Claudio

 
 
 

Post N° 8

Post n°8 pubblicato il 30 Dicembre 2004 da clares

 

Socchiudi i tuoi occhi…….                       

Melodie struggenti si diffondono nella mente immagine
Le stesse che ti riempivan di gioia
Quando suonando al tuo fianco sedente
Donava la luce a tormente di nebbia
Vapori di lacrime scaldate dal cuore
Compongono chiare le sue fattezze
Ed i canti soavi gestanti d’amore
Fa venir meno affrante veemenze
Essenze di dolci profumi di viole
Sulle tue note volteggiar rivuole
Tra viali alberati color pastello
Oltre la soglia del crudele cancello
Melodie dilette diffondi nell’aura
Senti la brezza al tuo fianco sedente
Sfiorarti le mani sulla tastiera
Vive nel cuore sempre presente 

       Claudio

 

 
 
 

Post N° 7

Post n°7 pubblicato il 25 Dicembre 2004 da clares

Dolce…mente   

Ricordo
L’emozione di quando t’incontrai
E immantinente amai
L’immensità del tuo sguardo casto                      immagine
Ricordo
Di quando  mi sfiorò vasto
Il respiro del tuo innocente sussurrar
Suadente canto di sensi d'appagar
Ricordo
L’eco di quando bramai in quella notte d’autunno
Con la pioggia a spiar dai vetri le tue labbra in dolce attesa
E le vesti ……scivolare senza affanno
Ricordo
La tua pelle di gocce maculata e di passione accesa
Fremere ad ogni piccolo sospiro
E di baci non sazia seppur arresa
Togliermi il respiro
Ricordo
Sinuosi movimenti di maree indomite
E poi l’estasi, soltanto estasi e sempre estasi
Magnificenza di sensazioni inedite
In un vortice di passione invasi
Ricordo…
E di questo son grato alla mente
Che custodisce gelosamente
Il ricordo di te splendente

         Claudio

 
 
 

Post N° 6

Post n°6 pubblicato il 12 Dicembre 2004 da clares

immagine

Il dolore dell’euforia 

Vorrei poterti raccontare la gioia nell’incontrarti
Nei mie sogni echeggianti sempre più forti
E di come si attorciglino le viscere
Nell’etéreo  lacrimare del piacere 

Vorrei poter riaprire furtivamente gl'occhi
Per  spiare il mio viso estatico
Assorto nelle passioni dei tuoi fuochi
In uno stordente silenzio lirico

Vorrei poter riaprire la gabbia, riconquistare il volo
Migrar da essa, pura, luminosa, quasi ardente
Perché vicina al Sole. Lasciarmi andare in volo
Ed abbandonar per sempre il desiderio di te  impaziente
 

          Claudio         

 
 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

      

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

 

 

  immagine        immagine        immagine

 

immagine

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: clares
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 54
Prov: CA
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

VersiEprosepinnacarlo80eliodocbagninosalinarorosiello.antonio1955strong_passiond0nnamariaboario63gardeniabianca0brigitte63unamamma1luigi.michelonilantonioss_apDonnaedamanteamoildeserto
 

immagineimmagineimmagine

immagine

immagine

immagine immagineimmagine

immagine

 
immagine
 

                                                                                                                                                                        

immagine 

 

 


 

immagine

 immagine        immagine        immagine 

 
 
 
 immagine
 

immagine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 
 
 

immagine