LE NOSTRE RADICI

Chi siamo, da dove veniamo...il tempo che inesorabilmente scorre non potrà mai cancellare il bisogno ed il diritto a conoscere la nostra vera famiglia

 

LE EMOZIONI DI "VITA"

immagine

Sono tante, innumerevoli, ma, la più importante, quella della "VITA" stessa

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

TAG

 

PRIMO POST

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Radici0
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 63
Prov: MI
 

 

Cerco mio figlio

Post n°121 pubblicato il 03 Ottobre 2011 da costance65

Vi chiedo aiuto,cerco un ragazzo di nome Cristian Curcio nato il 13.11.1987 a Verbania.. se qualcuno a notizie vi prego di mettersi in conttato con me..sono la sua mamma biologica. vi ringrazio.

costance@hotmail.it

 
 
 

madre cercasi

Post n°120 pubblicato il 21 Novembre 2009 da vita1954c

Nata a Benevento il 1 5 1954,ricerca le sue origini, la madre naturale Mennuni Maria di circa 80anni dovrebbe essere di origini barlettane,ella conosceva il Rev.Ermanno Stella di Barletta della Chiesa del Buon Pastore di Barletta

 
 
 

cerco madre biologica

Post n°119 pubblicato il 26 Ottobre 2009 da catamini

caterina nata il 07|05|1984 cerca madre naturale

 
 
 

DUBBI.....

Post n°118 pubblicato il 06 Febbraio 2009 da vita1954c

Si è parlato tanto di Eluana, ognuno dice la sua, esprime il proprio parere, ma dopo una lunga discussione con mio marito ci sono dei dubbi atroci a cui personalmente non riesco a dare risposte. Non sono medico ma mi domando perchè nel momento stesso in cui viene sospesa l'alimentazione dovranno iniettare nelle sue vene  dei farmaci antidolorifici? Se ormai il suo cervello è piatto in quanto come dicono "in stato vegetativo", lei non sente nè dolore nè altro, quindi a che pro i succitati medicinali? Continuano a mostrarci foto in cui appare nei momenti belli della vita, perchè non mostrarla com'è veramente ora, dopo 17 anni che un corpo non si muove ed è senza alcuna stimolazione? Sappiamo tutti che il nostro cervello è composto di varie stanze, in ognuna di queste c'è il dolore, il piacere, ecc. ecc. ma allora che la parte del dolore sia ancora percepibile? No, non può essere, altrimenti non sarebbe più in  stato vegetativo. Mia madre  quando venne colpita dall'ictus (era di sabato sera) non parlò per tre giorni,  poi il mercoledì a fatica riuscì a farfugliare delle parole e  chiederci dov'era e chi l'avesse portata in ospedale, aprì persino gli occhi, le rispondemmo, da quel momento entro in un sonno da cui non si risvegliò più. La dottoressa mi disse che ormai non c'era più nulla da fare e che ogni giorno lei sprofondava sempre più in questo buio, le parlavo per ore ed ore convinta com'ero che anche questa volta lei sarebbe riuscita a superare tutto. Rammento che le legavano la mano destra per paura che si togliesse la cannuccia inserita attraverso il naso che andava direttamente nell'esofago e le permetteva di nutrirsi, chiesi alla dottoressa di turno perchè tenerla legata se ormai era in stato vegetativo e lei mi rispose che era una reazione normale , ma, che nostra madre non percepiva più alcun dolore, all'epoca non volli crederle, ma un mattino recandomi in ospedale le trovai la gamba sinistra, (lato che era rimasto paralizzato) con un profondo taglio e pieno di sangue ormai raggrumato, urlai come una pazza, accorsero gli infiermieri e mi dissero che tutto questo era nella norma, perchè da quel lato il sangue non circolava e quindi iniziavano le prime rotture della pelle, l'avrebbero medicata ma da lì a qualche giorno ci sarebbero state altre parti del corpo con dei tagli, non dovevo pensare che fosse dovuto ad una mancanza di neglicenza da parte del personale, tutto questo era normale in persone che ormai vegetavano. Per fortuna visse in questo stato solo un mese, ma, sarei riuscita a vegliarla per anni ed anni e vedere il proprio corpo peggiore giorno dopo giorno? Non lo so, non è accaduto e tutti i se ed i ma del mondo resteranno per sempre in sospeso. La mia amica Albana, nel 2002 ebbe un bruttissimo incidente, d'allora anche lei è in stato vegetativo come dicono i medici, però lei apre e chiude gli occhi, e quando le parliamo le scendono le lacrime, lei piange, ma allora chi sa spiegarmi perchè accade tutto questo? Com'è possibile che anche se nutrita attraverso questa maledettisima macchina  che a minuti cadenzati le manda questa poltiglia nel corpo,  lei anche se non si muove più possa provare determinati sentimenti? Perchè il pianto per me è un'emozione e non mi venissero a parlare di effetti nervosi, perchè non ci credo. Mia sorella Manfre,  telefona alla madre e questa mette il telefono vicino al suo orecchio, allora mentre Manfre parla le cominciano a scendere le lacrime, lo chiamate stato vegetativo? Eluana quindi non ha nemmeno più un briciolo di emozione, niente di niente perchè allora dare ad un corpo degli antidolorifici? A che pro mi sto chiedendo.

 
 
 

TUTTE E NTE DEL 1 OTTOBRE 1967

Post n°117 pubblicato il 17 Gennaio 2009 da vita1954c

Cognome Nome Sesso Nascita Luogo

ANIELLO ELENA 

ARMON KATIA  BARELLI NADIA 

BERNI MICHELA IOSE 

BORGHI SILVIA 

BRAMBILLA ANTONELLA

CARCANO MARIA CRISTINA

CECCHINI ANNA 

CECCHINI ANNA SILVIA

CESA BIANCHI MARIA 

CODARRI SABRINA

CONTE LAURA

DAMONTE ROBERTA

DE FEUDIS ANTONIETTA

DIMASI ANTONELLA 

DRAGONI MARIAROSA 

FORLANI DONATELLA 

GARDI MARIA ROSARIA 

GIANNICO MARIA

GIORDANO FABRIZIA 

GIRARDELLI CLAUDIA

GUGLIELMI LORENZA MARIA

INTROPIDO PIERA

LANZANI PAOLA

LEONI LUCIANA 

LUNGHI ELENA 

MANONI MANUELA 

MARTINI MARA 

MAZZO BARBARA

MEDETTI BARBARA 

ORBELLI LIDIA 

PERONI GIGLIOLA 

POLI ORIETTA

POLLI PATRIZIA

POZZI MONICA

RE SIMONA

TERRANA PAOLA 

TERRANEO PAOLA MICHELA 

VOLPE MARIA CRISTINA  

ZERBINO BARBARA

 
 
 

Post N° 116

Post n°116 pubblicato il 16 Gennaio 2009 da volpina98

341volpi.gif picture by volpina98Freunde

 
 
 

ATTENZIONE DONNE

Post n°115 pubblicato il 12 Dicembre 2008 da vita1954c
Foto di Radici0

Sapete cosa ho scoperto questa sera su google? Il signore che mi aveva contattato dicendo che la sua sorella adottiva era anche la mia? Bè, amici, questo essere è un malato mentale....se avete voglia e tempo vi prego di leggere cosa non scrive mantenendo sempre la stessa casella di posta elettronica ecc.

Bisognerebbe trovare un modo per far sì che queste cose non avvengano, personalmente, la sottoscritta più che pubblicare le sue stronzate non può fare.

Forse cercavi: roipaci@live.it  

Risultati di ricerca

  1. cerco katia | Mercatino GravinaOnLine il portale cittadino di ...
    ... io nn ho nessun tuo recapito ti cerco disperatamente so che abitavi in via civita la mia mail e roipaci@live.it redazione pubblichi questo annuncio ...
    www.gravinaonline.it/community/annunci/annuncio.asp?categoria=Annunci+personali&codice=3732 - 28k - Copia cache - Pagine simili
  2. LA PERFIDIA NON HA FINE - il blog di tutti su Libero Blog
    Da: roipaci@live.it. Data: 13/09/2008 8.41. A: Ogg: tua sorella e anche la mia ... To: roipaci@live.it. Subject: R: tua sorella e anche la mia ...
    blog.libero.it/blogxtutti/5547830.html - 28k - Copia cache - Pagine simili
  3. Blog di Carla Servidio su Netlog
    To: roipaci@live.it. Subject: R: tua sorella e anche la mia. Ci ha fatto piacere sapere che potrebbe essere la sorella di MARIA RITA ma nn dimentichi che in ...
    it.netlog.com/vita1954c/blog - 53k - Copia cache - Pagine simili
  4. ANNUNCI_URGENTI
    Mi chiamo NICOLO' ho 42 anni sono disperato vendo un RENE A VENTIMILA EURO PIU' SPESE SANITARIE LA MIA EMAIL E ROIPACI@LIVE.IT AIUTATEMI LETTERA PUBBLICATA ...
    www.soloinaffitto.it/RIMANDI/ANNUNCI_URGENTI.htm - 108k - Copia cache - Pagine simili

Un saluto a tutti. Carla Servidio

 
 
 

Post N° 114

Post n°114 pubblicato il 09 Dicembre 2008 da vita1954c

BUON NATALE

BUON NATALE A CHI SI SENTE SOLO E NON HA NESSUNO.....

.Buon Natale alla mia mamma ed a tutte le mamme. Bun Natale a chi sveglia con il sorriso sulle labbra e a chi si sveglia con le lacrime agli occhi. Buon Natale al sole che ci scalda il corpo ed alla luna che ci scalda l’anima. Buon Natale al cielo che nonostante le nuvole e sempre azzurro. Buon Natale al mare ed al suo eterno movimento. Buon Natale alle stelle che fanno da scenografia ai nostri amori. Buon Natale a te che ho amato, a te che mi hai odiato, a te che mi hai ignorato. Buon Natale a chi ho incontrato e a chi ho visto andare via. Buon Natale a chi se ne è andato e a chi è rimasto, a chi è ritornato. Buon Natale a chi poteva essere e non è stato, a chi potevo amare e non ho amato, a chi potevo odiare e non ho mai odiato. Buon Natale a chi mi ha dato la mano, una carezza e un bacio. Buon Natale e chi a chi mi ha mentito, tradito ed ucciso. Buon Natale agli amici perduti, ma mai dimenticati, e quindi mai veramente perduti. Buon Natale e te che sei lontano, ma che non lo sei veramente perchè abiti nel mio cuore e nella mia mente. Buon Natale alla tristezza del tuo passato ed alla gioia del tuo presente. Buon Natale alle tue parole scritte e non dette, alla tua dolcezza ed alle tue presenze. Buon Natale ai tuoi perché, ai tuoi dubbi ed alle tue certezze ed incertezze.  Buon Natale al passato, al presente…ad un futuro "imminente". Buon Natale ai tuoi incubi ed ai tuoi sogni, alle tue necessità ed ai tuoi bisogni. Buon Natale…..Buon Natale a Te, a me….a NOI….e Buon Natale a chi è come noi. Buon Natale a chi mi ha dato un paio di ali, ed ha guarito tutti i miei mali. Buon Natale a te che sei la vita. Buon Natale a Libero che mi ha dato la possibilità di esprimermi.  Natale  2008

 
 
 

Post N° 113

Post n°113 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Inviato: 13/01/2008 15.51
se conoscete una ragazza nata a palermo il 1-2-1976(CIRCA) la cerco per dirle che non lo abbandonata , mi e stata tolta appena nata, avevo 14anni.

 
 
 

Post N° 112

Post n°112 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Vi riporto questo link che e' confermato anche da altri che hanno rilanciato la notizia (data in modi diversi a seconda del punto di vista)
 
 
tra i punti innovativi (a volte negativi) vi sono anche:
- uniformazione delle procedure di adozione nei vari paesi dell'Unione Europea
- apertura all'adozione dei single, delle coppie non sposate, delle coppie dello stesso sesso
- riconoscimento del diritto dei minori adottati a conoscere le proprie origini
 
Piero
PS : il passaggio che piu' interessa e' questo :
La Convenzione riconosce anche il diritto dei minori a conoscere le loro origini…
Sì, anche se è chiaro che questo diritto cozza contro il diritto dei genitori naturali di rimanere anonimi. Ci deve essere un equilibrio. Bisognerebbe creare o individuare una autorità competente in ogni Stato che decide, di volta in volta, qual è il diritto prevalente: in alcuni casi può decidere di oltrepassare il diritto all'anonimato dei genitori in favore del diritto del minore.

 
 
 

Post N° 111

Post n°111 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

 


Ciao mi presento sono Anna Lisa ho 22 anni e vivo a Bari.Mi sono iscritta da poco su qst sito dato che ne sn venuta a conoscenza grazie alla trasmissione condotta dalla bravissima Alda D'Eusanio.Nella puntata di oggi mi ha dato speranza che anch'io un giorno potrò scoprire le mie origini.I miei ne sn a conoscenza che ho la voglia di conoscere mia madre naturale anche se in cuor mio loro sn tutta la mia vita e i miei veri genitori.Per me i genitori sn le persone che ti crescono che ti stanno vicino quando hai bisogno di loro nn basta mettere al mondo un bimbo per essere genitori.Nonostante ciò nn ho mai giudicato mia madre per avermi lasciato xchè le ragioni possono essere tante ed io sn pronta ad ascoltarla e eventualmente anche a costruire un rapporto cn lei.Mi piacerebbe sapere cm'ero da piccolina se ho fratelli o sorelle.Spero di poter condivedere qst mia storia cn altri e di poter scambiare due chiacchiere cn persone che vivendo la mia situazione possono capire relmente ciò che si prova.Però purtroppo nn so da dove incominciare le mie ricerche e sinceramente la mia paura è di essere rifiutata nuovamente sarebbe un'altro dolore anche se nel momento in cui incomincio qst percorso sperando che qualcuno mi risponda x potermi dare una mano,un'aiuto da dv comincire a cerecare nn escludo che qst incontro cn mia madre naturale se ci sarà e lo spero possa essere positivo o negativo.L'unica cosa che so di me è che mi chiamo Anna Lisa e sn nata a San Severo(FG) il 30 Luglio del 1985 e sn stata lasciata insieme a mio fratello di sangue che si chiama Antonio  Pio Giuseppe il 20 Ottobre del 1983 che anche lui è stato adottato insieme a me  e stavamo nell'istituto di FOGGIA che si chiamava Istituto Provinciale di Prima Infanzia in via Napoli,41-FOGGIA.Io e mio fratello ervamo registrati cn questi nomi solo il cognome era Pazienzae poi adesso che sono stata adottata ho il cognome dei miei genitori.Spero ci sia qualcuno che possa aiutarmi,grazie

 
 
 

Post N° 110

Post n°110 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

 

Salve sono Tursi Pasqua e vi racconto la mia storia.Sono nata a Bari nel 1966 e all'anagrafe risulta che sono nata il 28 aprile da Tursi Vincenzo e Di Ciaula Felicetta e la levatrice si chiama Raschinardi;il parto è avvenuto in casa.Da un pò di anni  ho scoperto che sul certificato di battesimo,accanto al mio,c'è scritto un nome in più e cioè Maria ma che non mi è mai stato riferito da nessuno.Inoltre in chiesa risulta il cognome di un'altra levatrice:Mastronardi invece che Raschinardi e su entrambi i documenti non è riportato il nome.
Dopo pochi mesi dalla mia nascita sono stata mandata in dei centri spastici pur non avendo mai avuto nessun problema fisico nè di alcun tipo.Mio padre faceva il calzolaio in un laboratorio che lavorava per la Rizzoli e quindi aveva conoscenze in questi centri spastici.Sino all'età di 5-6 anni c'era un pullmanino che mi veniva a prendere da casa assieme agli altri bambini e poi ci riaccompagnava nel tardo pomeriggio e quindi trascorrevo praticamente tutta la giornata in quei centri.Nei centri spastici c'erano altri bambini che,come me,non presentavano alcun problema tantè che quando si organizzavano delle recite facevano esibire solo me e questi pochi altri bambini.Nell'anno '72 venne approvata una legge che prevedeva lìinserimento dei ragazzi spastici nelle scuole normali,per cui una mattina mi ritrovai davanti alla scuola Balilla anzichè al centro spastici e fortunatamente cominciai a frequentare la 1° elementare all'età giusta.Ma,all'uscita di scuola non c'era nessuno che mi veniva a prendere,per cui venivo fatta rientrare a scuola insieme agli altri con cui ero venuta e ci facevano salire all'ultimo piano dove c'era un grande salone e lì rimanevo fino a quando non veniva come al solito il pullmanino che ci riaccompagnava a casa.Alla fine dell'anno,quando portai a casa la mia pagella,mia madre pensava che fosse quella di mia sorella maggiore,capì che era la mia solo quando lesse il mio nome.Questa situazione andò avanti fino alla 2°elementare.Finalmente in 3° fui mandata alla scuola Garibaldi a Bari che era vicino casa e non sono mai più tornata in nessun centro spastico.Qualche anno fa ho voluto vedere la mia cartella clinica che si trova nell'archivio dell ex C.T.O. e c'era scritto che avevo avuto un problema al piede e che è stato completamente risolto.Siccome sono convinta di non aver mai avuto questo problema,ne parlai col responsabile del C.T.O. e mi spiegò che allora si compilavano queste cartelle cliniche scrivendo dei piccoli problemi per giustificare la permanenza di questi bambini nei centri spastici ma evidentemente venivano mandati lì perchè,come me avevano problemi famigliari e quindi di tutt'altra natura.
Dop le elementari ho frequentato le medie alla Melo da Bari e poi,dopo un anno al Tridente andato male,ho cominciato a lavorare in vari negozi a Bari fino a rimanere per 8 anni in una boutique da donna in via Principe Amedeo.All'età di 18 anni,una mattina si presenta al negozio una signora che,senza salutare cominciò a rovistare tutto il negozio e dopo avermi chiesto di farle vedere a casaccio tanti maglioni cominciò a pormi tante domande strane del tipo"Non noti niente di simile a te?Al mio volto?",mi tenne la mano per un pò di tempo e poi mi fece avvicinare allo specchio insieme a lei e mi disse anche questa frase che ricordo bene:"Se Maometto non va dalla montagna,è la montagna che va da Maometto".Al chè io cominciai a innervosirmi chiedendle se questo fosse un 3°grado.Dopodichè uscì dal negozio molto triste.Dopo aver messo a posto il negozio,uscii fuori a prendere una boccata d'aria e vidi che questa signora era ancora davanti alle vetrine che piangeva ed io le chiesi se avesse bisogno di un fazzoletto,al chè mi rispose che le lacrimavano gli occhi perchè portava le lenti a contatto,esattamente come me.
Da premettere che il giorno prima,aspettando l'apertura del negozio,dal marciapiede di fronte mi accorsi che qualcuno mi stava spiando e attraversai per andare a vedere e vidi che c'era mio padre che si stava allontanando velocemente abbracciato ad una donna;io li seguii e lo chiamai ma lui continuò fino a sparire dietro l'angolo.Il giorno seguente chiesi spiegazioni a mio padre e lui mi confessò di aver tradito sua moglie con quella donna,ma non aggiunse altro.Durante il periodo della mia infanzia ci sono stati diversi episodi che in seguito mi hanno fatto pensare che la donna che credevo fosse mia madre in realtà non lo è,tipo quando,per diverse sere i miei genitori mi portavano ad una cabina telefonica di via Crispi e mi facevano stare al telefono dove c'era una voce femminile che mi parlava,ma mai nessuno mi ha detto chi fosse.
Io ho spesso sentito dire da mio padre che negli anni '60 andò a fare un corso inerente al suo lavoro a Milano e quindi credo di essere nata da una relazione extraconiugale di mio padre e eche questo sia successo quando è vissuto a Milano durante il periodo del corso.
Mi rivolgo alla vostra associazione con la speranza di poter avere un qualsiasi tipo di aiuto per andare avanti con le ricerche dal momento che,quando ne ho parlato con i miei genitori,hanno sempre negato tutto sulle mie origini.Ringrazio anticipatamente chiunque avesse voglia di interessarsi al mio caso.

 
 
 

Post N° 109

Post n°109 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Sui figli - Gibran PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
martedì 08 luglio 2008

SUI FIGLI


E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farvi simili a voi:
La vita procede e non s'attarda sul passato.
Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'Arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco.

 GIBRAN

 
 
 

Post N° 108

Post n°108 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Non sentendomi adeguatamente rappresentato,  il mio pensiero va altrove.. ho creato un nuovo sito internet. Il sito si chiama Parole Dimenticate.
Il link è questo:
 
Non starò a dire cosa non mi rappresenta qui ma semplicemente quello che cerco e che che ho cercato di avere nel corso degli anni qui è sostanzialemente diverso. Ogni collaborazione con questo sito sarà ben accetta visto che cmq si cresce insieme e in fondo la problematica è la stessa. Mi continuerete a leggere anche qui se mi volete ancora. :-)
Inserirò anche un link di richiamo verso il Vostro sito e Astronascente.
Cosa cerco? Cambiare una cultura...
Come?
Ecco una prima bozza di programma che con il tempo potrà essere ampliata:
1) conttatare altre associazioni adottive e non alla visibilità del sito
2) Eventuali proposte di incontro con altre associazioni
3) creazione di una biblioteca di libri fra iscritti (anche la giusta informazione paga)
4) contatto con persone esperte sempre per la visibilità del sito (ho giò contatto un ex giudice onorario del Tribunale dei Minore di Bologna di mia conoscenza.).
5) Interazioni con persone adottatte per comprendere le loro problematiche sulla loro effettiva volontà nella ricerca.
 
Inizierei da qui, per me è sì importante cambiare una Legge, ma prima di tutto cambiare una cultura e abbattere quel senso di colpa ingiustificato che molti adottivi hanno nell'intraprendere la loro ricercfa personale.
 
Mi manca ancora da disegnare un logo (se qualcuno è bravo a farlo ben venga il suo aiuto!), inserire materiale legislativo e altro. Cmq la base operativa del sito è pronta registrandosi. All'interno c'è un forum,  una chat e materiale utile di informazione all'adozione e spero di farlo crescere riuscendo a coinvolgere non solo noi adottati, ma anche famiglie adottive, genitori naturali in cerca, operatori del settore e chiunque voglia affacciarci anche per la prima volta al mondo dell'adozione. Spero non ci siano problemi tecnici!!!
Ogni consiglio è ben accetto si cresce insieme.
Per ora è solo un sito non è un' associazione o quant'altro... Magari con il tempo avrà una sua forma giuridica appropriata garzie al vostro aiuto.
 
Luciano

 
 
 

Post N° 107

Post n°107 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Da: Soprannome MSNuna_mamma  (Messaggio originale)Inviato: 15/07/2008 3.22
sono una mamma  che il 30 aprile 1977 ha dato alla luce un bimbo o bimba in provincia di Caserta in struttura privata........forse la denuncia di nascita può essere avvenuta anche giorni dopo e in un comune diverso forse napoli o provincia...perfino Ischia. Il piccolo è stato riconosciuto dal padre come figlio naturale al di fuori del matrimonio. non so se gli avranno detto che da qualche parte ha un'altra mamma......ma se qualcuno scopre attinenze io sono qui, leggo tutti i giorni anche se non scrivo. ringrazio per l'attenzione e non smettete mai di cercare ciò che state cercando. un abbraccio a tutti Voi

 
 
 

Post N° 106

Post n°106 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

 

ciao maura,
anche io sono di Milano, sono nata il 12/03/76 a Niguarda e poi trasferita all'Ippai dove sono stata adottata quasi subito...io è dal 1998 che so di essere stata adottata e ad oggi non so nulla di più di quello cha ho saputo in quell'anno, ma non demordo prima o poi troverò qualcuno disposto ad iuatrmi. in bocca al lupo e a presto
Mila

 
 
 

Post N° 105

Post n°105 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Da: Soprannome MSNmaura_974  (Messaggio originale)Inviato: 18/07/2008 10.36
sono nata l'11 aprile del 1974 al macedonio melloni di milano da una donna cge non mi mi ha riconosciuto....e dopo poco trasferita all'IPPAI....dove sono stata, fortunatamente, solo fino al 5 giugno, quando una famiglia mi ha adottato....so che questa donna aveva circa 35 anni e un altro figlio che aveva tenuto di circa 4 anni...ho cercato di rintracciarla, anche tramite CHI L'HA VISTO... ma nulla....
 
sono stata fortunata a trovare una famiglia che mi ha amato....ma il vuoto dell'abbandono lo porterò sempre con me...dentro di me....
 
maura

 
 
 

Post N° 104

Post n°104 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c
Foto di Radici0

Da: Soprannome MSNNADYABYNIGHT  (Messaggio originale)Inviato: 23/07/2008 2.31
Forse è inutile.........ho nella mia mente un buco di circa 4 anni...non so darmi  pace ....ho bisogno di trovare la luce ad ogni costo...sono pronta a conoscere tutta la verità
 
sono nata il 20 luglio 1975   a Ciriè (to) prematura (7mo mese) alle 7.05 a.m.
 
Sono stata tolta dai miei genitori perché inidonei.
 
Fino al 1979 sono stata in chissà dove......poi sono rinata a una nuova vita grazie ai miei genitori adottivi.
 
 
il mio nome e cognome di nascita : nadia pocchiola viter
assistente sociale che mi ha conosciuto: Stella Pasero
 
Ho avuti problemi di saluti dovuti alla prematurità e  a un incidente (?)
che mi ha recato un trauma cerebrale. Ho sofferto di epilessia.
 
 
Vi prego aiutatemi!
Cerco luoghi e persone che hanno fatto parte della mia vita in quei primi 4 anni di vita! Non voglio giudicare o condannare nessuno...voglio conoscere la verità e una parte della mia vita...di me stessa.
 
 
Nadia (33enne da Milano)

 
 
 

Post N° 103

Post n°103 pubblicato il 29 Luglio 2008 da vita1954c

Rispondi
Consiglia  Messaggio 1 di 1 nella discussione 
Da: Soprannome MSNfrafra160  (Messaggio originale)Inviato: 23/07/2008 20.08
Salve sono Tursi Pasqua e vi racconto la mia storia.Sono nata a Bari nel 1966 e all'anagrafe risulta che sono nata il 28 aprile da Tursi Vincenzo e Di Ciaula Felicetta e la levatrice si chiama Raschinardi;il parto è avvenuto in casa.Da un pò di anni  ho scoperto che sul certificato di battesimo,accanto al mio,c'è scritto un nome in più e cioè Maria ma che non mi è mai stato riferito da nessuno.Inoltre in chiesa risulta il cognome di un'altra levatrice:Mastronardi invece che Raschinardi e su entrambi i documenti non è riportato il nome.
Dopo pochi mesi dalla mia nascita sono stata mandata in dei centri spastici pur non avendo mai avuto nessun problema fisico nè di alcun tipo.Mio padre faceva il calzolaio in un laboratorio che lavorava per la Rizzoli e quindi aveva conoscenze in questi centri spastici.Sino all'età di 5-6 anni c'era un pullmanino che mi veniva a prendere da casa assieme agli altri bambini e poi ci riaccompagnava nel tardo pomeriggio e quindi trascorrevo praticamente tutta la giornata in quei centri.Nei centri spastici c'erano altri bambini che,come me,non presentavano alcun problema tantè che quando si organizzavano delle recite facevano esibire solo me e questi pochi altri bambini.Nell'anno '72 venne approvata una legge che prevedeva lìinserimento dei ragazzi spastici nelle scuole normali,per cui una mattina mi ritrovai davanti alla scuola Balilla anzichè al centro spastici e fortunatamente cominciai a frequentare la 1° elementare all'età giusta.Ma,all'uscita di scuola non c'era nessuno che mi veniva a prendere,per cui venivo fatta rientrare a scuola insieme agli altri con cui ero venuta e ci facevano salire all'ultimo piano dove c'era un grande salone e lì rimanevo fino a quando non veniva come al solito il pullmanino che ci riaccompagnava a casa.Alla fine dell'anno,quando portai a casa la mia pagella,mia madre pensava che fosse quella di mia sorella maggiore,capì che era la mia solo quando lesse il mio nome.Questa situazione andò avanti fino alla 2°elementare.Finalmente in 3° fui mandata alla scuola Garibaldi a Bari che era vicino casa e non sono mai più tornata in nessun centro spastico.Qualche anno fa ho voluto vedere la mia cartella clinica che si trova nell'archivio dell ex C.T.O. e c'era scritto che avevo avuto un problema al piede e che è stato completamente risolto.Siccome sono convinta di non aver mai avuto questo problema,ne parlai col responsabile del C.T.O. e mi spiegò che allora si compilavano queste cartelle cliniche scrivendo dei piccoli problemi per giustificare la permanenza di questi bambini nei centri spastici ma evidentemente venivano mandati lì perchè,come me avevano problemi famigliari e quindi di tutt'altra natura.
Dop le elementari ho frequentato le medie alla Melo da Bari e poi,dopo un anno al Tridente andato male,ho cominciato a lavorare in vari negozi a Bari fino a rimanere per 8 anni in una boutique da donna in via Principe Amedeo.All'età di 18 anni,una mattina si presenta al negozio una signora che,senza salutare cominciò a rovistare tutto il negozio e dopo avermi chiesto di farle vedere a casaccio tanti maglioni cominciò a pormi tante domande strane del tipo"Non noti niente di simile a te?Al mio volto?",mi tenne la mano per un pò di tempo e poi mi fece avvicinare allo specchio insieme a lei e mi disse anche questa frase che ricordo bene:"Se Maometto non va dalla montagna,è la montagna che va da Maometto".Al chè io cominciai a innervosirmi chiedendle se questo fosse un 3°grado.Dopodichè uscì dal negozio molto triste.Dopo aver messo a posto il negozio,uscii fuori a prendere una boccata d'aria e vidi che questa signora era ancora davanti alle vetrine che piangeva ed io le chiesi se avesse bisogno di un fazzoletto,al chè mi rispose che le lacrimavano gli occhi perchè portava le lenti a contatto,esattamente come me.
Da premettere che il giorno prima,aspettando l'apertura del negozio,dal marciapiede di fronte mi accorsi che qualcuno mi stava spiando e attraversai per andare a vedere e vidi che c'era mio padre che si stava allontanando velocemente abbracciato ad una donna;io li seguii e lo chiamai ma lui continuò fino a sparire dietro l'angolo.Il giorno seguente chiesi spiegazioni a mio padre e lui mi confessò di aver tradito sua moglie con quella donna,ma non aggiunse altro.Durante il periodo della mia infanzia ci sono stati diversi episodi che in seguito mi hanno fatto pensare che la donna che credevo fosse mia madre in realtà non lo è,tipo quando,per diverse sere i miei genitori mi portavano ad una cabina telefonica di via Crispi e mi facevano stare al telefono dove c'era una voce femminile che mi parlava,ma mai nessuno mi ha detto chi fosse.
Io ho spesso sentito dire da mio padre che negli anni '60 andò a fare un corso inerente al suo lavoro a Milano e quindi credo di essere nata da una relazione extraconiugale di mio padre e eche questo sia successo quando è vissuto a Milano durante il periodo del corso.
Mi rivolgo alla vostra associazione con la speranza di poter avere un qualsiasi tipo di aiuto per andare avanti con le ricerche dal momento che,quando ne ho parlato con i miei genitori,hanno sempre negato tutto sulle mie origini.Ringrazio anticipatamente chiunque avesse voglia di interessarsi al mio caso.

 
 
 

Post N° 102

Post n°102 pubblicato il 12 Maggio 2008 da vita1954c

 
GRAZIE DI CUORE A TUTTI 

GRAZIE PER LA SOLIDARIETA' MANIFESTATA A BLOG PENNA CALAMAIO

GRAZIE, DAVVERO GRAZIE A TUTTI VOI.

Ieri un gruppo di amici di Blog Penna Calamaio, ancora da me non individuati con certezza, (anche se ciò che hanno scritto rientra tra i contenuti dei messaggi ed e-mail scambiati con molti di voi in questi giorni), ha attivato una campagna di solidarietà verso Blog Penna Calamaio, scrivendo e diffondendo questo post:

"Siamo un gruppo di blogger amici di Blog Penna Calamaio.

Stiamo assistendo attoniti alla ignobile campagna di diffamazione che si sta attuando nei confronti di questo blog, che è da sempre per noi blogger di Digiland un grande punto di riferimento: consigli tecnici, lezioni di blog, post con argomenti interessanti, correttezza nei comportamenti sulla Community ...

Qualcuno, con vari nick appena creati sta inviando a centinaia e centinaia di blogger questo messaggio per ottenere che Blog Penna Calamaio sia distrutto. 



Clicca sull'immagine per ingrandire

Come qualcuno di noi ha già scritto nei propri commenti agli ultimi post di Blog Penna Calamaio, riteniamo che Digiland avrebbe dovuto per primo ed in prima persona prendere pubblicamente le difese del blog da questo attacco massiccio ed ingiurioso, così come avrebbe dovuto assumere iniziative legali nei confronti di chi è qui solo per gettare discredito non solo su Blog Penna Calamaio ma evidentemente anche su Digiland.

Tutto questo non c'è stato! Perchè??? Nessun intervento ufficiale di forumadmin, che per questioni più futili e meno gravi è comparso, anche recentemente, con vari commenti in altri blog. Nessuna smentita ufficiale sulle riviste online gestite dal portale come i   forum o il Blog Magazine!

Vogliamo con questo nostro blog esprimere un segnale chiaro e forte di solidarietà verso Blog Penna Calamaio! Per questo apriremo decine di Blog tutti con  Blog Penna Calamaio tra i propri blog amici e ne apriremo di nuovi ogni qualvolta  ci accorgeremo che questo blog avrà perso un blog amico a causa della diffamazione che lo sta colpendo. "
 continua qui

Quanto scritto da questi miei blogger amici, credo sia di estrema importanza non solo per Blog Penna Calamaio ma per l'intera Community, poichè ciò che è accaduto a noi in questi giorni, domani potrebbe colpire anche voi.
Il tutta coscienza non posso dire però che lo staff di Digiland sia stato del tutto passivo rispetto a questa squallida vicenda, hanno bannato immediatamente i vari nick del diffamatore, ogni volta che inviavo la prova di ciò che stava facendo.
Ma è altrettanto vero che anche io auspico un intervento ufficiale ed ho notato degli aspetti per noi rischiosi nelle forme di controllo della community.
Sono stata io, di volta in volta e grazie al contributo di voi tutti a dover individuare il nick e segnalarlo allo Staff di Digiland, dopo che tuttavia aveva già fatto il suo danno.
I messaggi diffamatori sono stati inviati a centinaia. Chi lo ha fatto ha probabilmente utilizzato un sistema automatico.
Chi lo ha fatto è una persona con delle basi informatiche, noto infatti che nel suo messaggio diffamatorio e farneticante, ha l'accortezza di inserire l'indirizzo di Blog Penna Calamaio tra parentesi, ciò per evitare che attraverso l'invio esso si alteri con l'inserimento di spazi vuoti tra i caratteri.
Noto altre cose, come ad es. lo scrivere al plurale, ma non mi soffermo oltre su questo.
Mi preme invece evidenziare le carenze che sono emerse nella Community che ci ospita rispetto ad episodi come questi e spero che Digiland ne tenga conto per apportarvi dei correttivi.
Lamento ad es. che sia data scarsa pubblicità ai mezzi di contatto con lo staff di Digiland e che quindi gli utenti più sprovveduti, siano disinformati delle regole, dei motivi reali di cancellazione dei blog (che sono sempre gravissimi) e di chi ha realmente il potere di cancellare un blog, non certo una semplice utente come me, nè gli stessi moderatori.
Ecco perchè in tanti ci sono cascati ed hanno creduto al messaggio della fantomatica Alessandra. Sono davvero tanti i blogger che hanno cancellato Blog Penna Calamaio dai propri blog amici  mostrando di aver creduto a quel messaggio menzognero e diffamatorio. Questo danno deve essere  risanato. Tutti coloro che hanno ricevuto quel messaggio devono essere informati dallo Staff di Digiland con una smentita ufficiale, di come stanno realmente le cose. Se poi reinseriranno o meno Blog Penna Calamaio tra i loro blog amici è poco importante, ciò che è importante è che si vada a risanare la credibilità, reputazione ed immagine mia, del Blog Penna Calamaio, di chi vi scrive, e della stessa Digiland che è stata screditata. Questo è ciò che io auspico.
Lamento inoltre che durante i giorni festivi non si disponga di un numero per le emergenze, di riferimenti certi a cui rivolgersi. Nella notte tra venerdì e sabato ho dovuto scrivere a diversi moderatori ed alcuni di loro non disponevano neanche della mail attiva.
Vi ringrazio ancora tutti di cuore per l'aiuto che ci avete dato. Un ringraziamento particolare va anche al gruppo capeggiato da percalamaio che, oltre ad aver avuto la brillante idea di creare i blog di supporto, ha avuto la sensibilità di dichiarare che da oggi, quei blog, rimarranno a disposizione per petizioni, campagne di solidarietà, tutela di altri malcapitati della community ed in sostanza per la diffusione di messaggi importanti.

Vi chiedo un'ultima cosa, facciamo in modo che questa assurda vicenda serva a migliorare la community che ci ospita, sensibilizziamo i responsabili del portale e ringraziamoli se ci daranno il loro appoggio, ma sensibilizziamo anche i nostri amici blogger, insegnamo loro come agire in caso di emergenza, a chi rivolgerci, dove attingere informazioni sulla gestione della community, a cosa credere ed a cosa non credere....

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Radici0
Data di creazione: 28/01/2007
 

PER FAVORE FATE GIRARE QUESTO VIDEO. GRAZIE!

 
 


Carla Racconta!

 
 
immagine 

Numero Pubblico Antiviolenza

Per chi sa, per chi vede....

per chi vuole aiutare.

 

immagine

Il tuo cuore è fra le mie mani