Community
 
raniero9
   
Creato da raniero9 il 21/09/2008

BLOG DI CRONACA

La segnalazione alle autorità è un atto tramite il quale porre all’attenzione comportamenti ed eventi di natura presumibilmente illegale, al fine di permettere di verificare la reale illiceità dei fatti rappresentati. Segnala un reato

 

Orchi, l'identikit

Post n°1515 pubblicato il 08 Luglio 2014 da raniero9
 

È una guerra di super tecnologie: da una parte la rete mondiale sempre più abile nel produrre mostri informatici al servizio degli appetiti pedofili, dall’altra la Polizia postale e delle Comunicazioni, che insegue i criminali sul web, oscurando migliaia di siti che ogni giorno proliferano in tutto il pianeta. «Da un paio d’anni sappiamo che le più cospicue comunità di pedofili operano in una "Rete oscura" chiamata "deep web", o come diciamo nel gergo delle polizie mondiali "darknet". Si tratta di reti anonimizzate, il cui "vantaggio" è lo stesso di un’auto che giri per le autostrade senza targa. E il materiale più terrificante viaggia proprio sul darknet».

Maxiretata della Polizia postale in varie case di tutta Italia. Reazione di uno degli indagati, quando gli agenti hanno bussato alla sua porta: «Finalmente mi avete scoperto, vediamo se la cosa finisce!». Ma chi è allora il pedofilo, una sorta di "drogato", stanco della sua dipendenza ma incapace di smettere? «Una persona con gravissime fragilità, non in grado di condurre una vita affettiva normale e nemmeno di rapportarsi con i bambini. Talvolta è preda di un turbine di emozioni che lo trascinano in un crescendo: prima ha solo un interesse mirato per foto di ragazzini e ragazzine, poi non si accontenta più delle foto e cerca un contatto, infine cade in comportamenti perseguibili».

Come tutelare i nostri bambini?
Dobbiamo parlare di più con loro, farci raccontare sempre tutto: la pedofilia è una dimensione affettiva prima che sessuale, si sentono legati al loro aguzzino da un segreto che non vogliono tradire, ancora di più se magari lo hanno stretto con il padre o con l’insegnante. Sono le vittime e alla fine si sentono colpevoli,il tempo con i vostri figli deve essere qualificativo,non quantificativo.

 

 
 
 

VOI COSA VEDETE?

Post n°1514 pubblicato il 30 Giugno 2014 da raniero9

La mente è così tanto programmata, che il 97% non nota nulla di strano in questa immagine,voi cosa vedete?

Image and video hosting by TinyPic

 
 
 

spot anti-bullismo della Polizia di Stato

Post n°1513 pubblicato il 19 Giugno 2014 da raniero9
 

 TI POTREBBE INTERESSARE- MAGARI FARTI RIFLETTERE

 
 
 

Per diritto di cronaca

Post n°1512 pubblicato il 16 Giugno 2014 da raniero9
 

Pedofilia.Arrestato un ispettore della polizia,centinaia di foto e filmati riguardanti minori,salvate sul personal computer

Le indagini avviate dalla Postale: sotto controllo l’utenza per connetersi in internet. Ad arrestarlo i suoi colleghi.
Foto e filmati con minorenni coinvolti in atti sessuali. Materiale pedopornografico sconvolgente che ha incastrato un ispettore di Polizia. E’ stato arrestato per pedofilia un uomo di 48 anni a seguito di un’indagine della polizia postale. Sono stati gli agenti  a notificargli due giorni fa il provvedimento restrittivo presso la sua abitazione. Nessun collega avrebbe mai immaginato che proprio uno di loro, uomo al di sopra di ogni sospetto, fosse coinvolto in questa storia. L’ispettore è stato individuato attraverso delle chatline. Sono state effettuate delle lunghe indagini per smascherarlo. Sembra che poi si è giunti a lui attraverso una scheda telefonica di sua utenza che gli permetteva il collegamento in internet. Erano diversi mesi che i poliziotti lo tenevano sotto osservazione. Sono arrivati poi i riscontri che lo hanno portato all’arresto. L’ispettore non aveva destato nessun sospetto neppure tra i familiari. Sul suo computer gli investigatori hanno trovato file con centinaia di foto, ma soprattutto filmati digitali con minori coinvolti in atti sessuali tra loro e con adulti. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro. Per il 48enne, invece, è scattato l’arresto: si trova ora ai domiciliari.

 
 
 

Polizia postale e Fbi smantellano rete hacker

Post n°1511 pubblicato il 07 Giugno 2014 da raniero9
 
Foto di raniero9

Un'operazione congiunta di Polizia postale e Fbi ha portato allo smantellamento di una Botnet, ossia una rete di pc 'zombie', in grado di infettare ben 500mila,1 milione di computer nel mondo, 10mila in Italia. Si stima un danno economico nell'ordine di 100 milioni di euro.
Il nome dato all'operazione è 'GameOver Zeus', dal virus informatico utilizzato per infettare i computer delle vittime.
Questo malware, che rientra nella categoria dei cosiddetti trojan bancari, permetteva il totale controllo da remoto della macchina infetta consentendo all'attaccante di carpire informazioni sensibili quali ad esempio le credenziali per l'autenticazione a servizi di banking online o per lanciare attacchi di tipo DDoS (Distributed Denial of Service). Zeus era anche utilizzato per installare un programma malevolo in grado di criptare i dati presenti sui pc delle vittime alle quali veniva poi richiesto il pagamento di un riscatto per la decrittazione.
In Italia sono stati individuati oltre 160 nodi trust della rete, mentre il numero di pc infettati si stima intorno alle 10.000 unità. Oltre a Italia e Stati Uniti, l'operazione - coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma - ha visto coinvolte le polizie di Ucraina, Regno Unito, Germania, Giappone, Francia, Olanda e Canada.

 
 
 
Successivi »
 

ATTENZIONE OCCHI SEMPRE APERTI NEL WEB


Polizia di Stato

IL NOSTRO CONSIGLIO

 Commissariato di P.S. online

Navigare su Internet può essere utile e divertente, ma nella rete possono nascondersi molti pericoli.  Quindi è importante conoscere alcune regole fondamentali

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: raniero9
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 104
Prov: EE
 

CHIAMACI ALLO 06.37.51.82.82

Il volontariato contro la violenza CLICCA

Telefono Rosa

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

monchery10metamorfosi.animaalexpix1975perla03_neracuoredirondine53sergioborgo.09Voce.Inquietala_punkimargo29andromedinadeastrega.aladyrosy1963psicologiaforenseQuaaaluderaniero9
 

 AVVERTENZA:

 Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.non può per tanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 Visto gli argomenti trattati ed il linguaggio utilizzato, il blog è riservato ad un pubblico adulto l’autore non risponde dei Commenti inseriti dagli utenti.

Le immagini, i testi sono reperiti nel Web dalle testate giornalistiche, quindi valutati di pubblico dominio (salvo diversa indicazione nei TAG del blog). Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all'autore del blog che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

 

AREA PERSONALE