Creato da: red5706 il 02/08/2008
nel profondo la quiete
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

 

 

          

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
..............DONATO DA UNA STELLA MERAVIGLIOSA COME CINDERELLA700...GRAZIE DI CUORE
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

Ultime visite al Blog

massimocoppaITALIANOinATTESAmoretto.gmraffaellasvergolamarina.baciocchicaballerodormienteunicomiticolealidiachilleeric65vmemmo1968red5706francopietro58lidia.conacegalluccioafugittempus
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
...............................CHE SIA LUCE LA VITA DONATA...CHE SIA FARO NELLA VASTITA' DI QUESTA IMMENSITA'.....CHE SIANO PETALI DI ROSE A PRECEDERE I TUOI PASSI...CHE SIA PROFUMO D'AMORE IL TUO CUORE
 
 

vita

E il giorno è notte  e la notte è mattino colorato di viola,e la vita è un castello di sabbia bianca sciolta al vento,e il nulla è tutto..colmato da sogni finiti troppo in fretta:                                                                                         

 
 

faro

COME NEL MARE IL FARO E' LA SALVEZZA PER I NAVIGANTI...COSI' NOI SIAMO FARI PER LA SALVEZZA DELL'INNOCENZA DEI BAMBINI
 

sogno

................ nei miei sogni il mio domani...un raggio di sole che illumina il cammino tra impervie discese..e sconnesse risalite
 
PREMIO da aconcagua.dreaming
 
 un dono del cuore da kiko...grazie
 

 

 

auguri

Post n°409 pubblicato il 25 Dicembre 2013 da red5706

non importa essere soli o accanto a chi amiamo...
non importa avere la tavola imbandita o poche cose..
importa avere una speranza per il domani..
avere nel cuore la luce dell'amore..
sentirsi parte di qualcosa di più grande che ci accoglie come un figlio tra le braccia della madre..
auguro a ognuno di voi...
di trovare dentro di se la luce e la forza per vivere questa vita come merita..
auguro a ognuno di voi..ogni bene
auguriiiiiiiiii!!!!!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

speranza

Post n°408 pubblicato il 10 Giugno 2013 da red5706

Poesia di Pablo Neruda
Ode alla speranza


Crepuscolo marino,
in mezzo
alla mia vita,
le onde come uve,
la solitudine del cielo,
mi colmi
e mi trabocchi,
tutto il mare,
tutto il cielo,
movimento
e spazio,
i battaglioni bianchi
della schiuma,
la terra color arancia ,
la cintura
incendiata
del sole in agonia,
tanti
doni e doni,
uccelli
che vanno verso i loro sogni,
e il mare, il mare,
aroma
sospeso,
coro di sale sonoro,
e nel frattempo,
noi,
gli uomini,
vicino all'acqua,
che lottiamo
e speriamo
vicino al mare,
speriamo.

Le onde dicono alla costa salda:
Tutto sarà compiuto



la speranza non è chimerica ne folle ma frutto di uno stato d'animo rivolto al futuro e la passato quando gli eventi ancora non hanno denunciato i loro contorni decisi..

non c'è futuro senza speranza..ne amore..ne fede...ne coraggio..

è convincersi che  l'uomo non sia stato abbandonato da un amore più grande di quello che piccoli cuori riuscirebbero mai a generare..

ma anche l'oppio dei popoli..

spinge a sopportare .e accettare...e subire ..

come un veleno annebbia la ragione  ma la rende eterna..

ogni istante della nostra vita si colora dei suoi frammenti donando la forza di reagire..combattere...amare

sognare è vivere e nel sogno c è sempre la speranza ..

Speranza ...tendere verso qualcosa  non ancora avvenuta, una sorta di astratto e di molto vago di cui però si sa “la meta” e dove si vuole arrivare. La speranza non e’ altro che uno stato psicologico ma se vogliamo dare il corretto significato etimologico di speranza significa “abbracciarsi” .

Questa parola sta a significare che quando una persona usciva dalla propria sicurezza  e tutto veniva a crollare nella sua vita,  doveva avere speranza, cioè doveva abbracciarsi,cioè doveva tornare dentro di sé.

Quindi abbracciarsi  per aver fiducia in sé..

 Si dice quindi che la speranza sia la qualità a noi più forte  o e’ solo una conseguenza di  una debolezza che ci allontanata dal  centro dell'io dominio?

Serve un atto forte di speranza nel mettere al mondo un figlio così come nella formazione del proprio carattere.

Serve speranza nel saper reggere al dolore, far fronte alle difficoltà quotidiane e attualizzare la potenza che noi stessi siamo

Quindi la speranza è legata fortemente ad una situazione di aporia (ἀπορία= dubbio), di difficoltà, di indigenza contrariamente a quanto accade nei momenti di pienezza, nei quali v’è una completa adesione al presente. Non c’è motivo di sperare: si è felici

la caratteristica della speranza naturale e umana è caratterizzata da una spinta verso un futuro migliore, ma segnata inesorabilmente dall’incertezza

la fiducia in sé nasce fondamentalmente dalla fiducia negli altri. E allora, da questo punto di vista, la speranza è incerta letizia, ma è sensata se è breve. E se nel cammino della vita, che di volta in volta presenta ostacoli e contraccolpi, non c’è mai nulla di definitivo, gli uomini, in ogni momento, possono sapere che insieme ce la possono fare.

Suoi elementi essenziali sono il desiderio e la fiducia. È la tensione di chi non è ancora tutto quello che deve essere, ma ha coscienza insieme della sua imperfezione e della sua perfettibilità.

esiste qualcosa invece del nulla, dunque - al di là dei fenomeni contingenti e accidentali - esiste l'Essere che ha originato questo qualcosa.

 Noi siamo parte di questo qualcosa; e questo qualcosa è pieno di imperfezioni che ci fanno soffrire, che mettono a dura prova la nostra fede nella bontà del mondo. Tuttavia, non possiamo dubitare che qualcosa esista: perfino se il mondo intero non fosse che un sogno - e forse lo è, dice l'Induismo: un sogno cosmico di Dio -, perfino allora qualcosa esisterebbe: il sogno stesso, di cui siamo parte; il nostro sognare (e sia pure il nostro credere di sognare).

soffriamo per l'imperfezione delle cose e di noi stessi; ci sentiamo divisi e lacerati nella nostra essenza profonda, aspiriamo al bene e, tuttavia, compiamo continuamente il male

 la speranza non può mai morire, perché costituisce la primizia dell'Essere

Nulla di quanto accade, per quanto cupo e drammatico ci possa apparire, giustifica la perdita del principio di speranza, che rischiara il nostro cammino anche nelle notti più buie e tormentose.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

mafia e stato

Post n°407 pubblicato il 24 Maggio 2013 da red5706

 nel 60/70 si inizia a prendere sul serio il fenomeno mafia

magistrati..prefetti e chiunque cercasse di contrastarla veniva tolto di mezzo..

dopo la strage di via Carini in cui perse la vita il generale Dalla Chiesa..prefetto di palermo...la molglie e la scorta ..venne approvata dal parlamento la legge che Pio dalla torre aveva proposto prima di essere assassinato ..una legge speciale anti mafia

 La legge Rognoni-La Torre introdusse nel codice penale il fondamentale articolo 416 bis, che definisce il reato di associazione mafiosa.  

 la lotta alla mafia fino al 90 da parte dello stato fu d'emergenza non condivisa dai giudici Borsellino e Falcone che chiedevano che le leggi fossero sorrette da una forte e precisa volontà politica concretizzata attraverso strutture adeguate e con uomini altamente qualificati protesi al sostegno e alla sicurezza degli uomini impegnati nella lotta contro la mafia perdenti se il lavoro non è di squadra

  

La lotta contro la mafia sembra segnare il passo da quando nel 1997 il Parlamento ha varato la riforma dell'art. 513 del codice di procedura penale che rende quasi impossibile l'accertamento giudiziale dei fatti di reato e delle relative responsabilità. 

attraverso i pentiti come Tommaso Buscetta, si evince il meccanismo . 

Grazie a queste testimonianze sono state smascherate alleanze clamorose tra mafia e politica e molti uomini di potere furono duramente accusati. 

 

Il caso per eccellenza sicuramente quello di Giulio Andreotti, accusato nel 1994 di associazione mafiosa e poi scagionato per insufficienza di prove dopo un lungo e articolato processo. 

 

nel'92 uccidono Salvo Lima, il potentissimo proconsole di Giulio Andreotti in Sicilia. Muore perché in Cassazione tutti i mafiosi incastrati dal giudice Giovanni Falcone vengono condannati all'ergastolo. È la rottura di un patto che resiste da almeno quattro decenni. Cosa Nostra si ritrova improvvisamente c'è una lista di uomini che i boss intendono colpire. Il primo è Mannino. Poi c'è Carlo Vizzini, ministro delle Poste. C'è il ministro della Giustizia Claudio Martelli. C'è anche il ministro della Difesa Salvo Andò. E Giulio Andreotti.

Secondo la ricostruzione dei pm, nel timore di essere ucciso Mannino incontra il capo dei reparti speciali dei carabinieri Antonino Subranni e il capo della polizia Vincenzo Parisi per "aprire" un contatto con i boss e arrivare a un patto. Ma la mafia siciliana non scende a pattidi non fare patti. Il 23 maggio del 1992 fa saltare in aria Falcone a Capaci

Falcone è morto da 15 giorni e i carabinieri del Ros  -  il colonnello Mario Mori e il capitano Giuseppe De Donno  -  contattano l'ex sindaco Vito Ciancimino per cercare di arrivare a Totò Riina, il capo dei capi di Cosa Nostra. E fermare le stragi. Trattano con lui. 

 Dicono loro: "Di nostra iniziativa".

chi ne era al corrrente per 17 anni tace...  Martelli, la Ferraro e Violante  -  ma quando il figlio di Vito Ciacimino, Massimo, racconta nel 2010 ai magistrati di Palermo di quegli incontri fra suo padre e i carabinieri, questi   ammettono di sapere.

 Totò Riina scrive  le richieste di Cosa Nostra per far cessare la strategia stragista in cambio di benefici di legge, nuove norme sul pentitismo, la revisione del maxi processo.

C'è un nuovo governo, il premier è Giuliano Amato. Il vecchio ministro degli Interni Vincenzo Scotti, considerato un "duro", salta. E al suo posto viene improvvisamente nominato Nicola Mancino.

Il 1°del '93 i carabinieri  -  quegli stessi che stavano trattando con Ciancimino  -  arrestano dopo 24 anni e 7 mesi di latitanza Totò Riina. E' una cattura "strana". Non perquisiscono il suo covo, non inseguono i suoi complici. Il ministro Mancino annuncia  -  a sorpresa - l'arresto di Riina qualche giorno prima. Il sospetto è che Riina sia stato "venduto" da Bernardo Provenzano, l'altro capo mafia di Corleone già in contatto con il senatore Marcello Dell'Utri, il braccio destro di Berlusconi che con l'aristocrazia mafiosa di Palermo ha rapporti da più di un quarto di secolo.

Si tratta ancora fra Stato e mafia. Provenzano è libero e  -  secondo le indagini dei pm di Palermo  -  protetto dai carabinieri che avevano incontrato Vito Ciancimino

« Le transazioni a favore di mio padre passavano tutte tramite i conti e le cassette dello IOR »( Massimo Ciancimino)

IOR...o meglio..la banca vaticana dove non c'è accesso ne controllo...dove circola denaro e oro sporco..

I conti correnti e le due cassette di sicurezza, allo IOR erano e sono coperti da immunità diplomatica e in caso di perquisizione impossibile esercitare una rogatoria con lo Stato del Vaticano

con  Scalfaro vengono improvvisamente sostituiti tutti i vertici del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, il Presidente della Repubblica in quelle settimane riceve una lettera di minacce dai familiari dei boss in carcere. Nel 1993, dopo le bombe, 441 mafiosi rinchiusi al 41 bis vengono trasferiti in regime di "normalità" carceraria. Il ministro della Giustizia Giovanni Conso dice che ha deciso tutto "in solitudine", il sospetto è che abbia ubbidito a una "ragion di Stato".

 . La mafia si placa. Ha trovato nuovi "referenti". Sarà una coincidenza  -  sicuramente una coincidenza  -  ma per vent'anni la mafia non spara più un colpo. E' l'Italia di Berlusconi. Governo dopo governo, è sempre trattativa.

 novembre 2010 la moglie  di Vito Ciancimino rivela al pm di Palermo Antonio Ingroia che suo marito si sarebbe incontrato tre volte a Milano con Silvio Berlusconi tra il 1972 e il 1975. I due avrebbero parlato dello svolgimento del progetto di realizzazione di Milano2

Il direttore generale della Banca Popolare di Palermo Giovanni Scilabra, ormai in pensione, ha raccontato ai pm di Palermo di aver avuto un incontro nel 1986 con Ciancimino e Marcello Dell'Utri per un prestito di 20 miliardi da destinare alla Fininvest (di proprietà i Berlusconi).   A fare da tramite tra Berlusconi, i costruttori palermitani e l'ex sindaco potrebbe essere stato Marcello Dell'Utri, poi senatore del Pdl, indagato nel 1994, per concorso esterno in associazione mafiosa

davanti al cadavere di Lima, Falcone dice....d'ora in poi può accadere di tutto

 

ci si adopera anche per rendere le intercettazioni inutili.  e senza seguito chiarificante come l'intercettazione tra l'ex ministro Mancino e il capo dello Stato.

Sulle telefonate si è aperto uno scontro istituzionale tra il Colle e la Procura di Palermo culminato in un conflitto di attribuzione davanti alla Consulta che ha dato ragione al Quirinale sulla distruzione delle intercettazioni

La legge introduce due forme di patteggiamento: una prevede l'applicazione della pena detentiva massima di due anni (sola o con pena pecuniaria) con riduzione fino a un terzo, l'altra prevede l'applicazione della pena detentiva da due a cinque anni (sola o con pena pecuniaria). Questo significa che il magistrato si troverà presto ad avere a che fare ancora con le stesse persone mafiose che pochi anni prima era riuscito a far condannare.
Un altro metodo importante ed efficace per combattere la mafia è l'intercettazione telefonica. Per questo motivo il nostro Parlamento sta cercando di limitarla o impedirla. Per nascondere il vero motivo, le autorità ci inducono a credere che il loro intento è quello di proteggere la privacy dei cittadini. In realtà, se l'oligarchia dominante lo decide, ognuno di noi può essere controllato, e se anche i cittadini controllati riuscissero a provare i comportamenti illegali, sarebbero costretti a constatare che nessun responsabile sarà trovato, come purtroppo è già accaduto. Ciò prova che alle nostre autorità non interessa nulla della nostra privacy, esse vogliono limitare l'azione dei magistrati, che attraverso le intercettazioni potrebbero ricostruire i rapporti fra mafiosi e politici.

 da poco la notizia di arresti per un indagine su traffico di oro..ma anche di armi e valuta...Tutti devono rispondere di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di ingenti quantitativi di denaro in divisa estera,..nomi come L'ex assessore del comune di Tagliacozzo, Nino Zangari e Gianni Lapis..tributarista condannato su vicende per ricchezze illecite provenienti dall'ex sindaco Ciancimino

 il nostro Parlamento è pieno di persone che hanno avuto condanne penali.. Altri sono stati assolti per "prescrizione", come Giulio Andreotti e Silvio Berlusconi.

Quando ritornò al potere, nel 2001, Berlusconi disse che una sua priorità era quella di "riscrivere i codici". Si trattava di far passare leggi che diminuissero il più possibile il potere dei magistrati, in modo tale che anche i giudici più onesti e capaci non potessero in alcun modo contrastare né la mafia né la corruzione politica.

 I progetti di legge furono diversi come  quello per sottrarre al controllo dei magistrati la polizia giudiziaria (legge Mormino) o quello che avrebbe consentito di revisionare i processi (anche quelli con sentenza definitiva) celebrati prima dell'approvazione del "giusto processo" (legge Pepe-Saponara). Questa legge avrebbe permesso ai mafiosi condannati all'ergastolo di rifare i loro processi.
All'allora ministro della Giustizia Roberto Castelli premeva che il carcere per i mafiosi non fosse duro: "41 bis, nessuno sarà condannato al carcere duro a vita". (7) "(Occorre) evitare forme di carattere vessatorio (il 41 bis sarà applicato) solo nei casi in cui è strettamente necessario".(8)

 si può continuare a nascondere che l'Italia è ormai piegata al potere mafioso massonico ?

 pochissime persone lottano per porre una priorità al problema mafia nel Parlamento, ma  alla stragrande maggioranza dei parlamentari va bene così. Le elezioni, dunque, non cambiano nulla finché si è all'interno dell'attuale sistema partitico, in cui tutti i grandi partiti sono controllati dall'oligarchia dominante, che non ha alcun interesse ad eliminare la mafia, ma ne ha moltissimo a mantenerla forte e potente

Quasi tutte le persone che eleggiamo non saranno mai a servizio della collettività, appartenendo ad un sistema politico che ha il fulcro nell'appoggio al gruppo che detiene il potere finanziario ed economico. Eleggendo queste persone diventiamo loro complici, e le autorizziamo, seppur indirettamente e illudendoci di fare il contrario, ad approvare leggi che provengono dal sistema stesso, il cui unico scopo è quello di autoperpetuarsi.
Si può scegliere fra la mafia o la lotta antimafia.

ma solo cambiando totalmente gli elementi al potere senza cadere nel ricatti o cedere alla paura o farsi travolgere dall'avidità si potrà cambiare...se no alla fine nessuna vita offerta per la giustizia sarà valsa a qualcosa e mai nulla cambierà...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Uomo..Dio...Animale

Post n°405 pubblicato il 04 Maggio 2013 da red5706

L’uomo per sua natura ha sempre cercato e trovato una giustificazione di sé o del mondo; perché l’uomo non può o non è in grado di accettare la possibilità d’essere frutto dell’insensatezza, del caso, e quindi derivare dall’incontro casuale di qualche particella organica e della sua successiva (e ancor di più casuale) evoluzione. Il timore che la vita possa non avere un senso è uno spettro che aleggia nella mente : è questa l’angoscia che spinge l’uomo a creare nel divino il senso stesso della propria esistenza.

“La maggior parte degli uomini di oggi non sono tanto atei o non credenti, quanto increduli. Ma colui che è incredulo non è fuori dalla sfera della religione. [...] Lo stato d'animo di chi non appartiene più alla sfera del religioso non è l'incredulità, ma l'indifferenza, in non saper che farsene di queste domande. Ma l'indifferenza è veramente la morte dell'uomo.”

si giunge alla conclusione che non esista uomo più libero di colui che forgia da sé le proprie catene.

 Il tempo ha senso se può essere riempito di significato. Un senso della vita  può essere trovato dentro o fuori di noi ...cioè può esserci trasmesso da altre persone. Ma nessuno può dirci quanto grande debba essere questo "significato" al fine di permettere allo scorrere del tempo di non pesarci.

credere che il tempo della nostra vita sia solo un modo di essere, o meglio, uno dei modi dell'essere, e non l'unico possibile. La nostra vita è un'esistenza per la quale esiste un tempo relativo. Ma né questa vita è l'unica forma possibile, né il suo tempo è l'unica dimensione possibile.

 un qualunque confine restringe le possibilità e le potenzialità dell'essere

Gli unici confini possibili devono essere quelli interiori, cioè quelli che ognuno pone a se stesso. La coscienza deve diventare il luogo principale in cui la libertà si esprime al suo massimo livello... 

Il tempo ci trasforma continuamente. ci muta fuori e  dentro  . Non c'è nulla di statico

Abbiamo forse bisogno di pentirci di tutti gli errori compiuti o abbiamo invece bisogno di trovare delle conferme, per sentirci la coscienza a posto?

Le capacità intellettuali e materiali della società contemporanea sono smisuratamente più grandi di quanto siano mai state, e ciò significa che la portata del dominio della società sull’individuo è smisuratamente più grande di quanto sia mai stata

" Una confortevole, levigata, ragionevole, democratica non libertà prevale nella civiltà industriale avanzata, segno di progresso tecnico". Con questa frase significativa inizia la lucida analisi di Herbert Marcuse della società nella quale viviamo

Il '68 fu l'anno della contestazione in tutto il mondo e al riguardo un importante ruolo fu svolto dagli studenti.

 La ribellione giovanile che ebbe origine negli USA per poi dilagare nell'Europa occidentale e in alcuni paesi dell'est europeo fu l'effetto di una crisi che si era andata preparando negli anni precedenti il 1968. L'intervento dell'URSS in Cecoslovacchia con il crollo del mito dell'Unione Sovietica, guida del socialismo reale, l'aspro conflitto tra l'URSS e Cina, la guerra USA nel Vietnam, le dubbie prospettive di uno sviluppo indefinito anche delle economie più ricche, i movimenti di liberazione dell'Africa nera, le lotte contro i regimi dittatoriali dell'America latina furono altrettanti detonatori della protesta giovanile, e nella particolare situazione italiana, la disoccupazione giovanile, la burocratizzazione del sistema universitario, l'affermazione di un potere studentesco.

In Italia e all'estero l'irrequietezza degli studenti, il rigetto dell'ordine costituito, lo smarrimento intellettuale assunsero una carica che può essere definita di carattere rivoluzionario e la loro contestazione, attraverso vari stadi, diventò globale.La prima bandiera della contestazione fu la denuncia dell'autoritarismo

Passi tratti da L’uomo a una dimensione

"La borghesia e il proletariato, nel mondo capitalista, sono ancora le classi fondamentali, tuttavia lo sviluppo capitalista ha alterato la struttura e la funzione di queste due classi rendendole inefficaci come agenti di trasformazione storica. Un interesse prepotente per la conservazione ed il miglioramento dello status quo istituzionale unisce gli antagonisti d’un tempo nelle aree più avanzate della società contemporanea"…..

"Al di sotto della base popolare conservatrice vi è il sostrato dei reietti e degli stranieri. Essi permangono al di fuori del processo democratico. Le loro condizioni e situazioni sono intollerabili. La loro opposizione colpisce il sistema dal di fuori; è una forza elementare che viola le regole del gioco, così facendo mostra che è un gioco truccato. La loro forza si avverte dietro ogni dimostrazione politica per le vittime della legge e dell’ordine. Il fatto che essi incomincino a rifiutare di prendere parte al gioco può essere il fatto che segna l’inizio della fine di un periodo "….Alla negazione della libertà, e perfino della possibilità della libertà, corrisponde la concessione di libertà atte a rafforzare la repressione. È spaventoso il modo in cui si permette alla popolazione di distruggere la pace ovunque vi sia ancora pace e silenzio, di essere laidi e rendere laide le cose, di lordare l’intimità, di offendere la buona creanza. È spaventoso perché rivela lo sforzo legittimo e persino organizzato di conculcare l’Altro nel suo proprio diritto, di prevenire l’autonomia anche in una piccola, riservata sfera dell’esistenza. Nei paesi super sviluppati, una parte sempre piú larga della popolazione diventa un immenso uditorio di prigionieri, catturati non da un regime totalitario ma dalle libertà dei concittadini i cui media di divertimento e di elevazione costringono l’Altro a condividere ciò che essi sentono, vedono e odorano. la gente può sopportare la produzione continua di armi nucleari, di pioggia radioattiva, e di alimenti discutibili, essa non può (proprio per questa ragione!) tollerare di essere privata del trattenimento e dell’educazione che la rende capace di riprodurre i meccanismi predisposti per la sua difesa o per la sua distruzione.

 L’arresto della televisione e degli altri media che l’affiancano potrebbe quindi contribuire a provocare ciò che le contraddizioni inerenti del capitalismo non provocarono – la disintegrazione del sistema

l'essere umano desidera essere libero ma poi ha paura di questa libertà poiché implica l'essere capace di camminare da solo..

fare scelte e prendersi le proprie responsabilità

di norma si è protesi a scegliere ciò che gli altri scelgono perché rende l'idea di convenienza ne consegue che le persone libere (molto poche )sono sole

coltivare la propria forza interiore e il senso di appartenenza a un insieme e non a un cerchio specifico rende capaci di sottrarsi alle imposizioni della maggioranza

raramente l'uomo vuole condividere la sua conoscenza e accettare quella degli altri perdendo così il modo di crescere e accrescerne la dimensione

l'essere umano ha profondamente radicato il senso della gerarchia

all'apice c'è un uomo ricco e potente contornato da suoi simili..ricchezza e potere danno il senso dell'autorità affiancati da denominazioni onorifiche li rendono degni di rispetto e considerazione anche se ne sono privi di valore

da qui..il sovraccaricarsi di lavori..la rincorsa ai beni da possedere..

un imitazione di un modello che porta solo stress lasciando coperta l'incapacità decisionale autonoma e responsabile

il giorno inaridirebbe la terra senza la notte e la notte senza giorno la farebbe marcire...

per tanto...la prima cosa da fare è lavorare su se stessi nella consapevolezza delle positività e negatività che ci appartengono e nella loro gestione in un equilibrio armonioso in cui alle personali necessità si affianca il rispetto per la vita di tutte le creature che ci circondano

solo allora....ci potrà essere quel passo avanti verso quel significato dell'esistenza che spesso ci smarrisce nella vita e terrorizza nella morte

abbiamo frustrazioni e sentimenti negativi, ma il riconoscerli come normali permette di far fronte alla sofferenza che provocano, fino a trovare un modo di usarne l’energia per cercare e trovare sbocchi positivi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

abbandonare

Post n°404 pubblicato il 11 Novembre 2012 da red5706

La sclerosi laterale amiotrofica, chiamata SLA o è una malattia degenerativa e progressiva del sistema nervoso, che colpisce selettivamente i cosiddetti neuroni di moto (motoneuroni), sia centrali , sia periferici ....

File:ALS Coronal.jpg

attualmente le sue cause sono ancora ignote

Le conseguenze di questa malattia sono la perdita progressiva e irreversibile della normale capacità di deglutizione, dell'articolazione della parola  e del controllo dei muscoli scheletrici con una paralisi che può avere un'estensione variabile, fino alla compromissione dei muscoli respiratori, alla necessità di ventilazione assistita e quindi alla morte, in genere entro pochi anni. L'unico modo per prolungare la sopravvivenza del malato è la tracheotomia con la respirazione artificiale: pur in condizione di disabilità estrema, il paziente, se tenuto al riparo da infezioni e malattie respiratorie, può vivere anche 20 anni o più. La SLA non altera le funzioni cognitive, sensoriali, sessuali e sfinteriali del malato.

Finora non è stato scoperta alcuna cura definitiva per la SLA.I ricercatori stanno studiando varie soluzioni per ritardare l'avanzamentoEsperimenti svolti sui topi hanno confermato che le cellule staminali si spostano nella zona in cui si trovano i neuroni danneggiati e che quindi potrebbero essere utilizzate a scopi terapeutici.

Mentre la SLA progredisce, i logoterapisti possono suggerire l'uso di modi di comunicare adattabili o alternativi, quali gli amplificatori di voce, i dispositivi generatori di dialoghi  e le tecniche base di comunicazione, quali tabelle alfabetiche o segnali di si/no. Questi metodi e dispositivi aiutano i pazienti a comunicare quando essi non possono più parlare o produrre suoni vocali. Con l'aiuto dei terapisti occupazionali, i comunicatori possono essere attivati mediante interruttori o tecniche d'emulazione del mouse, controllati da piccoli movimenti fisici, per esempio, della testa, della dita o degli occhi.

. I pazienti possono cominciare per mezzo di dispositivi d'aspirazione a rimuovere i liquidi o la saliva in eccesso e per evitare il soffocamento. Quando i pazienti non sono più in grado di alimentarsi autonomamente, i medici possono raccomandare il posizionamento di una gastrostomia percutanea , la quale riduce il rischio di soffocamento e di polmonite, che può derivare dall'inalazione di liquidi nei polmoni

Nelle fasi più avanzate della malattia possono essere necessarie forme di ventilazione meccanica con supporto maggiore erogato per mezzo di un tubo inserito in trachea attraverso il naso o la bocca; per impiego di lunga durata...

Gli operatori sociali, gli assistenti e gli infermieri d'ospizio aiutano i pazienti, le famiglie

 Le infermiere domiciliari sono a disposizione non solo per fornire le cure mediche, ma anche per istruire i famigliari circa operazioni quali la manutenzione dei respiratori, la somministrazione degli alimenti,e la mobilizzazione dei pazienti evitando dolorosi problemi cutanei e contratture..

ma il resto è lasciato alle famiglie ..la maggior parte delle problematiche sia sanitarie che igieniche che di sopravvivenza..alcuni..chi riesce ..riceve una somma di denaro che viene impiegata per un assistenza costante privata...

Per quanto riguarda i fondi a disposizione per la ricerca, “in questo momento in Italia il numero di progetti finanziati è limitato

Il governo Berlusconi aveva azzerato i fondi destinati ai disabili gravi, tra cui i malati di sla. L’attuale governo sta facendo lo stesso

Uno stato che non fa nulla per i malati che vogliono vivere e punta il dito per quelli che decidono di morire..come è stato per Piergiorgio Welby

un Paese, che ha fondi per i partiti, per la casta, per i deputati, per le loro vacanze, case, i privilegi, vizi, e che riesce a tagliare sulla disperazione e dolore delle persone malate.

5 mila i malati di SLA

ll Governo ha tagliato 400 milioni di euro ... di cui 300 per la non autosufficienza e altri 100 per la formazione di personale qualificato che costerebbe meno degli infermieri professionali.

allora...stato assente nella ricerca e nel supporto..

quando i poveri e i disabili saranno tutti morti la ricchezza dei ricchi inizierà a crescere..e ce la stanno mettendo tutta perchè questo accada nell'inerzia di un popolo che non sa aggregarsi e pretendere che i suoi soldi siano divisi tra le primarie necessità sociali..salute..casa..lavoro...istruzione...

se il problema non ci tocca da vicino non ci interessa?..siamo tanto diversi da questo manipolo di politici rappresentativi di una società in decadenza?..

lo so...sempre cose brutte..sempre problemi...vorrei parlare d'amore e speranza anche se nel cuore vive e sopravvive sempre...ma quello che vedo mi addolora

non si può vivere nell'indifferenza...non si può fuggire sempre...

nascondersi nel proprio guscio..raccimolare qualche semente e sorridere al giorno che nasce dimenticando....gli altri anche se gli altri sembrano non pensare a te..ma tu sei forte..sei fortunata...e mentre nasce un sorriso con esso nasce una lacrima....

difendiamo i deboli..i meno fortunati..difendiamo la vita senza il velo dell'ipocrisia...

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

il male

Post n°403 pubblicato il 20 Agosto 2012 da red5706

come non poter pensare che un pensiero rivolto a qualcosa che vada oltre la materia nelle più recondite paure di una morte inevitabile che possa porre la fine di ogni azione sia usata ..abusata e violentata dall'uomo nella sua profonda e immensa ignoranza e disumanità proprio per coprire la sua pochezza e i suoi biechi vizzi e sete di potere in quell'avvicinarsi a chi..può tutto...

e più vengono schiacciati e schiavizzati e più diventano prede pronti a dilaniare come fiere affamate...

ognuno nella sua cultura cerca di togliere ogni brandello di libertà e espressione dell'essere come singolo individuo pensante degno di rispetto e attenzione.....

ora mi riferisco all'episodio accaduto in Pakistan dove una bambina di 11 anni affetta da down è stata arrestata per essere sottoposta a visite mediche con il supporto di religiosi per stabilire se il gesto di bruciare alcune pagine del corano sia stato deliberato in tal caso verrà uccisa....ma poco prima era stata la gente del posto che dopo aver bastonato i genitori..il fratello..volevano bruciarla viva...tanto più che avevano abbracciato un altra religione..il cristianesimo....

mi torna in mente quando tempo addietro era la chiesa in nome di una verità che bruciava vive le persone...l'inquisizione ha eliminato tantissime persone considerate sospette dopo averle torturate portando blasflemamente un crocefisso davanti alle vittime...

dov'è la differenza tra chi torturò ..umiliò e crocefisse l'uomo chiamato Gesù..

il terrore...le minacce fisiche e psicologiche che continuano a perpetrarsi nell'uso...dell'uomo

non posso certo dire dell'umano...troppo offensivo per il significato di questa parola....

mi viene spontaneo pensare che le religioni siano un arma così potente che non ha uguali con nessuna dittatura...il credo dovrebbe rimanere nell'animo umano basato solo sul rispetto per la vita e le diversità comunque si voglia chiamare..nessuno è portatore di verità assoluta poichè questa non esiste..

dovrebbero essere abolite come basi di vita comunitaria e sociale....

anche loro si sono arricchiti sulla pelle di chi li segue ..

anche per loro c'è un Dio minore i cui figli devono essere sterminati..

per me non c'è religione che abbracci l'umanità intera così com'è stata concepita..

se mai qualcuno è venuto per portare un messaggio..è stato per quelle persone che si erano perse non per chi si crede o si pensa sia nel giusto...

non condanna ma comprensione in una visione nuova del rispetto prima fra tutti di se stessi..

ma l'uomo nella sua malvagità ha manipolato ogni cosa perchè in esso..alberga  il male...

a volte non vedo via d'uscita....provo solo sconforto e rabbia...

e penso...

se un popolo..tanti popoli pensano che sia giusto uccidere chi non la pensa come loro anche se questi è un bambino...quale futuro si presenta?

resistete voi che siete perle rare...insegnate ai figli a amare...a non cedere...a combattere per ciò che si crede...

malgrado tutto..a credere nell'uomo...

ma com'è difficile........

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GIUDIZIO

Post n°402 pubblicato il 19 Agosto 2012 da red5706

si giudica su un metro di misura..noi stessi

spesso il giudizio serve a far sentire confortati del proprio essere

rassicurare della propria rettitudine

riconoscersi in una identificazione

nasce dalla paura di inadeguatezza ?

si creano appartenenze...si accettano modelli...religioni pur di giustificare un giudizio

pronti a condannare chi non si avvicina a schemi predefiniti provando gratificazione nell'essere dalla parte di una pseudo verità....

ma il giudizio è anche positivo

insido nella ragione come strumento serve a comprendere verso cosa tendiamo e capire altre realtà oltre quella fino all'ora conosciuta allargando i bordi del confine creato rassicurante e gratificante o frustrante

allora..è positivo se viene per migliorarci e godere delle differenze che questa vita offre

un giudizio soggettivo dovrebbe essere sostituito da un osservazione oggettiva

Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati.
Date e vi sarà dato; vi sarà versata in seno una buona misura, pigiata, scossa e traboccante; Poiché sarà usata verso di voi la stessa misura di cui vi siete serviti"


Disse loro ancora una parabola: "Un cieco può forse fare da guida ad un altro cieco? Non andranno a cadere ambedue in una fossa?"

anche chi ha lasciato delle guide è stato usato a proprio comodo

l'umanità non ha fatto altro che dividere socialmente e culturalmente

non c'è nessuno di quelli che vorrebbero cingere le masse che non abbia creato dei paletti di sordita violenza

la propria incapacità versata sugli altri

sarebbe ora di osservare..comprendere e evolvere

non perdendo di vista la labilità umana

vivere per capire...senza condannare se stessi poichè ogni giudizio è un confronto dell'io

ed è per preservare questo che si condanna l'altro

allora...apriamo la mente..

si cresce sul dolore del non perdono che sia crescita e non condanna per essere migliori

forse--

non ci sarebbero più stermini...e violenze

si voglia per etnia..per diversità....per religione...per pensiero...

ma si vivrebbe in libertà..e amore...

in quella libertà che non è sopraffazione dell'altro

chissà..forse un giorno..molto lontano l'uomo avrà la fortuna di capire e andare oltre l'apparenza ..l'appartenenza e la visione di se stesso

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

auguri

Post n°401 pubblicato il 14 Agosto 2012 da red5706

un caro augurio di stacco dalla routine e dalle preoccupazioni per ricominciare con la carica di un raggio di sole che spero illumini un domani più' sereno per tutti..

e come questo bambino cerchiamo di goderci quel poco che c'è ...il fresco di un anguria..il fresco di un albero...

a volte il poco può essere tanto senza pensare oltre..

da quì...la serenità..la spensieratezza..l'incoscenza...

ecco...lasciamo per un giorno i pensieri d'adulti e torniamo bambini..

capaci di giocare anche da soli e inventarsi amici immaginari..

auguri a tutti quelli che pensano che un pensiero abbia un valore...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

uniti contro la pedofilia

Post n°400 pubblicato il 12 Aprile 2012 da red5706

Insieme possiamo tutto...Possiamo creare una grandissima rete di blog capaci di pubblicare all'unisono lo stesso post-report abuse, in modo da creare un "muro" di messaggi in grado di raggiungere e sensibilizzare il maggiore numero di persone possibile.

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail. Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia. PS: Sono felice dei vostri commenti, ma ai commenti preferirei la condivisione di questo post nei vostri spazi.

Per favore, copia e incolla questo post ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

prigionieri

Post n°399 pubblicato il 20 Gennaio 2012 da red5706

 quante catene abbiamo?

condizionamenti tali da diventare schiavi di ogni idea..pregiudizio...religione..affetto...

schiavi del conformismo...

anche il povero è schiavo del suo vissuto..

dalle regole del vivere insieme si è passati all'imposizione di status da raggiungere..

non più crescita ma raggiungimento..

in palestra non per salute ma per apparire..

alta professione non per mettere a disposizione le proprie doti e avere un riconoscimento morale personale ma per avere potere..

matrimoni e comunioni nello sfavillio di uno sfarzo spesso indebitato quanto..inutile..

marchi come riconoscimenti....

schiavi...chi lunghe catene chi corte...

appartenenza e possesso..

invidia e gelosia..

in uno stato dove l'occupazione è necessaria per la sopravvivenza della comunità si dovrebbe trovare un occupazione a ogni individuo donando dignità e rispetto ..di fatto...chi rimane senza sbatte la testa al muro alimentando lavoro nero..sfruttamento...spaccio e delinquenza...

i filamenti hanno stretto così tanto le vite umane da rendere impossibile la libertà di scelta...

ti devi indebitare per avere un tetto sopra la testa..non ci sono più case in affitto equiparate allo stipendio percepito...

il sudore del tuo lavoro evapora sotto le tasse e i pseudo servizi concessi...e sei sei in difficoltà...ti tolgono quello che hai..magari poche cose..fosse anche una macchina vecchia..o un quadro...o nei casi peggiori..la casa...

in uno stato di diritto i primi lavori spetterebbero a chi è in una condizione familiare precaria...alle famiglie meno abbienti...e invece..sono spartiti tra conoscenze e clientalismo di una loggi specifica...

non vedo nulla per aiutare chi è veramente in difficoltà....

come sempre chi ha se ne frega..chi ha il potere ancora di più...

e noi poveri illusi continuiamo a trascinare le nostre catene senza vederle...

magari attaccati a vecchie credenze che donano la speranza di un nulla colorito di rosa..

gli ultimi saranno i primi.la sofferenza porta in paradiso...porgi l'altra guancia..ama il tuo nemico..

non ne posso più di questo atteggiamento ipocrita e vile..

non essere mai da una parte porta dalla parte del boia..

complici di sopprusi..violenze...umiliazioni..

bisogna avere il coraggio di vivere..ma come esseri umani liberi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

festa

Post n°398 pubblicato il 28 Dicembre 2011 da red5706

pensavo a cosa ha sempre rappresentato il natale e l'ultimo dell'anno in tutti questi anni...o almeno fino a qualche anno fa..

ho avuto la fortuna di avere avuto una famiglia che ha aspettato e organizzato questi giorni nell'entusiasmo di avere accanto a se persone care ma anche qualcuno che era da solo...cercando di creare quell'abbraccio di calore che unisce e scalda l'anima..

e quando le situazioni sono venute a cambiare ho percepito un vuoto in cui rimanevano le grandi abbuffate...i giochi a carte non più familiari...i regali..

e questi giorni hanno perso di significato...

c'è una chiusura nei rapporti umani tale da far sentire ancora più solo chi lo è..

così come per tutto ciò che non ci sfiora da vicino rimane l'indifferenza dell'altrui condizione..l'importante è avere la parvenza di stare bene..esiste un io sovrano

si unisce una povertà di fatto a una povertà ancora più grande..quella dell'anima

ho sentito tante..troppe persone ...rimaste da sole mentre intorno a loro vedevano riunirsi gli altri o magari anche la propria famiglia ma senza di loro..

nei miei ricordi ci sono i vicini di casa invitati anche se pesanti...una donna che lavorava con mio padre anche se beveva troppo...un cugino alla lontana che non invitava nessuno perchè un pò fuori di testa...

una madre..la mia..che pur stando malissimo..sarebbe morta dopo poco... preparò una cena di fine anno in ogni piccolo dettaglio...dal sotto piatto rosso alla tartina in onore della famiglia della nuora che aveva problemi con la famiglia stessa..

nei miei ricordi c'è il piacere di stare insieme non quella frase così brutta..e triste..se non hai niente di meglio da fare...

arriva il freddo...e penso a chi non ha una casa..

e penso a tutti quelli che stanno con il fiato corto per il posto di lavoro..

e a chi lo ha già perso ormai da tempo e non trova più nulla..

a chi non ha i soldi per un regalino al figlio..

a chi non ha i soldi per mangiare..

e sale la mia rabbia..

quì non c'è da elemosinare..quì c'è da cambiare..

abbiamo una nuova razza di parassiti che vivono sulla pelle delle persone..

che hanno inculcato l'arrivismo..il consumismo...l'indifferenza...l'arroganza..

gente che vive rubando i beni delle masse e ostenta le ricchezze come valore personale..una chiesa che prende le elemosine e è lo stato più ricco del mondo

beni che potrebbero essere suddivisi equamente tra i meno fortunati e dare quello di dovuto a chi ne ha bisogno..servizi..scuole..assistenza..ricoveri..dignità..

allora..si..iniziamo a pensare a chi abbiamo accanto anche se è senza ritorno..ma anche a chi non conosciamo sul piano dei diritti di essere vivo..e respirare..

da soli possiamo fare qualcosa..io nel mio piccolo cerco di tramandare e fare qualcosa..ma per il resto si ha bisogno di tutti voi..e voi di altri e altri ancora di altri se veramente vogliamo dare un significato all'evento religioso ..per chi crede... o all'inizio di un nuovo anno..

siamo schiavi ..non permettiamo che continui così..e più povertà si crea e più siamo incatenati e pronti a scagliarci contro chi ci mettono davanti senza più capire..

povertà..deriva..emarginazione..

abbiamo la capacità di porgere la mano verso chi è solo..abbiamo la capacità di aiutare chi è in difficoltà..abbiamo la capacità di poter cambiare radicalmente questa società..volere è potere..ma lo vogliamo veramente o siamo così chiusi da pensare sempre e solo a noi stessi?..

la troppa sensibilità è presa come intolleranza..

la sincerità come arroganza..

ma c'è tanto amore invece..

a ognuno di voi auguro di trovare la serenità del cuore e la forza per amare veramente mettendosi in gioco in ogni occasione della vita...

coraggio...tenacia..e immenso amore

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ricchezza e povertà

Post n°397 pubblicato il 05 Novembre 2011 da red5706

COSA SI INTENDE PER RICCHEZZA E POVERTA'?

COME MAI CHI PIU' HA PIU' VUOLE AVERE?

CI SI PULISCE LA COSCIENZA CON UN AIUTO INDIFFERENTE?

 

SE CI SI ACCOSTA NELLE CASE MODESTE....NEI LUOGHI DIMENTICATI DALL'UOMO "CIVILE"...CI SI RENDE CONTO DI QUANTO CALORE CI SIA NELLA CONDIVISIONE DI QUEI POCHI BENI POSSEDUTI.....

SE SI FREQUENTANO LE ASSOCIAZIONI VOLONTARIE CI SI PUO' ACCORGERE CON QUANTO AMORE SI OFFRE IL PROPRIO IMPEGNO PER RENDERE PIU' FACILE LA VITA QUOTIDIANA DI UN ALTRO ESSERE..

CHI VIVE SOLO PER SE STESSO CERCA COSTANTEMENTE DI COLMARE OGNI ATTIMO DELLA SUA VITA CON ARTEFICI ...METE DA RAGGIUNGERE FATTE DI AGIO ..POTERE...POSSEDIMENTI...

TUTTO SI PUO' COMPRARE E AVERE FACILMENTE..MA NON L'AMORE..NON LA COMPRENSIONE..NON LA STIMA..QUEL CALORE UMANO CHE COLMA E RIEMPIE DANDO UN SIGNIFICATO ALLA VITA...

CI SI ARRICCHISCE SU QUALCUN'ALTRO...SI DICE..VITA MIA MORTE TUA...MA CHI E'MORTO?..

UNA VITA PERCORSA SENZA ESSERE MAI STATI PARTE DELL'INSIEME...PRONTO A PROFANARE..DERUBARE...UMILIARE...CORROMPERE E ESSERE CORROTTO..

METTERE A DISPOSIZIONE DEGLI ALTRI LE PROPRIE CAPACITA'..IL PROPRIO TEMPO..IL PROPRIO AMORE DOVREBBE ESSERE UN DOVERE PER CHI HA AVUTO IL DONO DELLA CAPACITA'...DELLA POSSIBILITA'..DEL BENESSERE...

IL COMPITO PRIMARIO DELL'UOMO DOVREBBE ESSERE QUELLO DI AMARE...

EPPURE CIO'CHE HA INVENTATO L'UOMO..RENDE CIECHI E SORDI..MISERI E ARRIDI...SPIETATI E CINICI...RENDE SOLI..

IL DIO DENARO CON LA SUA POTENZA DEVASTA OGNI BENE E ANNULLA L'EVOLUZIONE STESSA DELL'ESSERE UMANO REGREDENDOLO...

NELLA CONSAPEVOLEZZA DEI DIRITTI NASCE LA CONSAPEVOLEZZA DELL'ABUSO..

SE LA MANO CHE DONA UN EURO DONASSE ANCHE UNA CAREZZA...

SE IL PIATTO SU CUI SI MANGIA FOSSE DIVISIO PER DUE..O PER TRE..O MILLE...

SE SI RICONOSCESSE CHE I BENI DELLA TERRA SONO DI OGNI CREATURA E NON DI CHI HA AVUTO LA FORTUNA DI NASCERCI SOPRA..

L'UMANITA' AVREBBE PARI PASSO..PARI DIGNITA'..

MILIONI DI BAMBINI NON MORIREBBERO DI FAME....

MILIONI DI PERSONE NON MORIREBBERO DI MALATTIE...

MILIONI DI PERSONE NON DORMIREBBERO PER STRADA...

OGGI C'E' UN DIVARIO ANCOR PIU' GRANDE TRA CHI HA LE RICCHEZZE E CHI VERSA IN POVERTA' O NE E' SUL LIMITARE...

ABBIAMO CREATO UNA SOCIETA' DOVE IL DENARO DETTA LE REGOLE...E LE CONDANNE...

DOVE CHI NON NE HA E' EMARGINATO E EVITATO..

ABBIAMO CREATO E PERMESSO UNA SOCIETA' POVERA DI VALORI...

POVERA D'AMORE E CONDIVISIONE.

MA CI SONO PERSONE CHE ANCORA HANNO CONSERVATO IN SE LA LORO ESSENZA..

RISPLENDONO E RIABILITANO LA RAZZA UMANA..

DAL MEDICO CHE OFFRE IL SUO OPERATO..ALL'EDUCATORE...ALLA SEMPLICE PERSONA CHE OFFRE IL SUO BRACCIO..MA TUTTI SOPRATTUTTO..L'AMORE..

QUEL CALORE..QUEL CONFORTO CHE NELLA DIFFICOLTA' E' ESSENZIALE..CHE NEL RESPIRO DEL TEMPO DONA LA FELICITA'...CHE DA IL SENSO DELLA VITA...

SE TUTTI CAPISSERO CHE NULLA E' VERAMENTE LORO E SPARTISSERO IL PARTI EQUE CON OGNI INDIVIDUO VIVENTE NON ESISTEREBBE LA POVERTA'..

POVERO E' COLUI CHE E' STATO PRIVATO DELLA SUA PARTE..

IN LORO VEDO LA CAPACITA' DI MERAVIGLIARSI E ESSERE FELICI CON POCO..

IN LORO VEDO LA NOSTRA SCONFITTA

IN LORO MI RITROVO...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INFORMAZIONE

Post n°396 pubblicato il 04 Novembre 2011 da red5706

ATTRAVERSO GLI OCCHI E LA MENTE DI ALCUNE PERSONE VENIAMO A CONOSCENZA DEGLI EVENTI CHE ACCADONO NEL MONDO E NEL NOSTRO PAESE..

UN INFORMAZIONE LIBERA E' DATA DALLA MESSA A CONOSCENZA DELLA REALTA'..

UNA REALTA' INTERPRETABILE PER OGNUNO DI NOI..

PER TANTO RELATIVA..

CONDIZIONAMENTI CULTURALI..POLITICI...MAFIOSI FANNO DA PADRONI..

PER TANTO..OMISSIONI..MISTIFICAZIONI..INDUZIONI..

METTERE LE MANI SULL'INFORMAZIONE E' AVERE IN MANO LE MASSE...

IL POTERE OCCULTO DI ISTRADARLE NELLE SCELTE..INDURLE AL PANICO...ALL'OTTIMISMO...ALLA VIOLENZA...

DARE IN PASTO SOLO ALCUNE INFORMAZIONI PILOTATE ..

NASCONDERE PARTE DELLA REALTA'..

QUESTA E' OGGI L'INFORMAZIONE..

LA CAPACITA' DI SAPER LEGGERE E CERCARE DI APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DI PER SE LIMITATA PORTA LA LIBERTA' DELL'INDIVIDUO..

TRAMITE IL WEB SI HA LA POSSIBILITA' DI ARGINARE QUESTO STRUMENTO DI MANIPOLAZIONE DELLE MENTI..

LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI...PERMETTE DI APRIRE UNA FINESTRA SUL MONDO PIU' REALE..

CHI NON E' CONFORME ALLE REGOLE SI CERCA DI METTERGLI IL BAVAGLIO..

MA NON SI PUO' FERMARE LA VOGLIA E IL CORAGGIO DI DENUNCIARE..DI METTERE A NUDO LA VERA IDENTITA' DI INDIVIDUI E STRUTTURE CHE OPERANO AI DANNI DELL'UMANITA' PER INTERESSI DI DOMINIO POLITICO O RELIGIOSO..

AVERE IL CONTROLLO MONDIALE CON IL CONSENSO MONDIALE PASSA ATTRAVERSO LA MISTIFICAZIONE DELLA PROPRIA IDENTITA'..

CHIUNQUE VOGLIA PRIMEGGIARE CON LO SCETTRO IN MANO E LE TASCHE PIENE DI RICCHEZZE TENDE A SOPPRIMERE E SOTTOMETTERE I POPOLI..

RENDERLI SCHIAVI DI SE STESSI...RICATTABILI...VINCOLATI A SCHEMI E DEBITI....FACENDOGLI CREDERE CHE QUESTA E'..L'UNICA SOLUZIONE POSSIBILE..

NASCONO PAGINE DI INFORMAZIONE ALTERNATIVA FUORI DAI GIOCHI DI UN POTERE CHE HA MESSO MANO A TUTTE LE TESTATE GIORNALISTICHE E ALLE RETI TELEVISIVE..

CONTROINFORMAZIONE....INFORMAZIONE ALTERNATIVA...DON CHISCIOTTE...INFORMAZIONE INDIPENDENTE...IL FATTO QUOTIDIANO...INFORMAZIONE LIBERA TRAVAGLIO..BLOG BEPPE GRILLO...LIBERA INFORMAZIONE E COSI' VIA

ORA IL NASCENTE..".SERVIZIO PUBBLICO "CON SANTORO SUL Web, Sky, emittenti locali, radio ..che si accendono all'unisono per trasmettere il segnale della nuova avventura televisiva "senza editori e senza padroni"....la multipiattaforma già sperimentata per 'Raiperunanotte' e 'Tuttinpiedi'...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

cocaina

Post n°395 pubblicato il 20 Agosto 2011 da red5706

ed ecco che un giorno...tra amici..o sul posto di lavoro....passa qualcuno che ci invita a provare....

inizialmente senza una vera ragione..come abbiamo provato tante cose ci gettiamo nell'esperienza..e senza saperlo ne diventiamo dipedenti..

motivi diversi che vanno dalla noia all'incapacità di relazionarsi alla semplice se pur sciocca curiosità..

 

la dipendenza da cocaina è causata e mantenuta dall’assunzione continuata e poi  eccessiva di questo stupefacente, un alcaloide con principio attivo che viene estratto dalla Pianta di Coca, originaria degli Altipiani delle Ande, una delle più importanti catene montuose dell’America Latina.

La Cocaina è tra le droghe più potenti al mondo, è uno stimolante pericoloso per il sistema nervoso

La cocaina è una sostanza stimolante del sistema nervoso centrale, che nella fase iniziale delle assunzioni dà l'illusione di aumentare le capacità di lavoro, le performance sessuali e la lucidità mentale; rende apparentemente loquaci ed espansivi.

Durante l’impiego cronico la cocaina induce aggressività, malumore, perdita del controllo, disturbi psichici. Uno dei soprannomi della cocaina, infatti, è motore bianco perché lavora all’interno delle persone, modificandole. Proprio come Dr. Jekyll e Mr. Hyde le persone cocainomani compiono azioni che non avrebbero potuto nemmeno pensare. I primi segnali sono cambiamenti improvvisi di umore, scoppi d’ira, paure infondate e si è sessualmente apatici. Si diventa mostri sociali egocentrici, insensibili e aggressivi. I sensi di colpa per i propri comportamenti ne incoraggiano di nuovo l’uso.


 si và sempre riducendo il margine di maneggevolezza che il consumatore credeva di poter gestire; insieme con gli effetti attesi compaiono in modo preponderante i disturbi della sfera psichica.

 Il cocainomane si sente ossessionato, è convinto di essere spiato, perseguitato, il tono dell'umore è depressivo, in certi casi allucinazioni

 

 forti sensazioni che causano poi: ansia, paranoia, agitazione, allucinazioni, insonnia, depressione, confusione mentale, riduzione della percezione della realtà e del rischio, tutte sensazioni surreali di potenza e capacità, con comportamento aggressivo, ecc

Diversi studi hanno messo in risalto come esista un’interazione che possa esporre a ulteriori rischi e pericoli qualora questa venga assunta contemporanea all’alcol.

Se queste sostanze si assumono insieme si crea il cosiddetto “Cocaetilene”, i cui effetti patologici sia sul fisico, che psicologici possono essere devastanti.

L’uso e la dipendenza dalla cocaina si basano su caratteristiche chimiche della sostanza, attivanti a livello neurologico e psico-emotivo, tutti fattori soggettivi, che poi nascono dal desiderio di sentirsi più forti, capaci, reattivi, prestanti, disinibiti, ecc.

 l’astinenza da cocaina, ha alti e bassi sull’umore, che possono durare anche mesi, e in forme più gravi possono spingere la persona al suicidio.

Ciò che rende subdola questa dipendenza, è che superata la prima fase acuta da astinenza da cocaina, la persona pensa di poterla controllare, sottovaluta perciò il problema, causando ricadute anche dopo settimane e mesi.

Per poter guarire da questa dipendenza, le persone che fanno uso di droghe, devono sottoporsi ad un trattamento di recupero, presso centri specializzati di disintossicazione, l’unico rimedio per uscirne.

 produce soprattutto danni a livello psichico, il consumo prolungato, infatti, porta ad una progressiva modificazione dei tratti della personalità in senso PARANOIDE: prevale il sospetto, l'irritabilità, la sensazione di trovarsi in un ambiente ostile, fino, talvolta, al delirio paranoide.

 La cocaina, infatti, blocca il riassorbimento di noradrenalina e dopamina, causando un eccesso della disponibilità di queste sostanze eccitanti, che possono alterare il funzionamento del cervello facendo comparire disturbi spesso non distinguibili da quelli causati da una psicosi.

 La dipendenza da cocaina, erroneamente ritenuta solo di tipo psicologico, ha anche un importante substrato fisico legato al neuroadattamento del sistema nervoso centrale ai suoi effetti. Gli studi sull'animale mostrano inoltre che le somministrazioni ripetute di cocaina distruggono selettivamente una parte del cervello

 

 Il cocaetilene ha effetti simili a quelli della cocaina. Gli effetti si manifestano più velocemente e persistono per più tempo, e la tossicità a carico del SNC, del cuore e del fegato è più elevata. L'alcool rende più difficile controllare i risvolti prettamente psicotropi della sostanza (come ansia, fobia ed aggressività

Effetti psicotropi a lungo termine
  • Induzione di stati psicotici
  • Modificazione della libido
  • Depressione, ansia, insonnia, irritabilità, paranoia e altre psicosi
Effetti fisiologici a lungo termine
  • Accelerazione del processo arteriosclerotico
  • Trombosi
  • Infarto miocardico
  • Ipertensione
  • Disfunzione erettile
  • Perdita di peso
  • Collasso del sistema immunitario
  • Danneggiamento o perforazione delle mucose del setto nasale in caso di assunzione per lunghi periodi per inalazione
  • Eiaculazione ritardata, impotenza
    Effetti psicologici
    • Distorsione cognitiva e delle capacità recettive, sensazione di aumento delle percezioni
    • Accentuazione della reattività fisica e mentale
    • Riduzione dello stimolo ad addormentarsi e della fame e sete
    • Euforia (da cui l'uso passato come antidepressivo e come trattamento dalla tossicodipendenza da oppiacei)
    • Maggiore socievolezza e facilità di relazione
    • Infaticabilità
    • Incremento della libido
    • Foto della campagna choc contro l'uso di droghe

    il cocainomane non ammette di avere un GRAVE problema convinto di poterla gestire e di poter smettere quando vuole in realtà poi non è così..il desiderio ossessivo di assunzione e la depressione generata e i sensi di colpa per la vita condotta con la realtiva perdita di affetti e valori lo trascina in una serie di alti e bassi depressivi

  • LE SOLUZIONI SEMBRANO POCHE PER CHI NON AMMETTE CI SIA UN PROBLEMA...PER LE FAMIGLIE O I CARI VICINI A QUESTE PERSONE DIVENTA DIFFICILE PORTARE AVANTI UN QUALSIASI RAPPORTO PUR NELLA COMPRENSIONE DELL'EVENTO.
  • UNA VOLTA ENTRATI ..E' DIFFICILE USCIRNE.
  • UNA VOLTA PERSI..NON CI SI INCONTRA PIU'.

MI  TOCCA MOLTO DA VICINO E NON SO..NON SO CHE FARE...

MA POSSO DIRE A CHI ANCORA NON HA PROVATO..DI PENSARCI BENE..

SI PERDE MOLTO PIU' DI QUELLO CHE LONTANAMENTE SI POSSA PENSARE DILANIANDO CHI TI E' VICINO..

E SE MAI VI SPECCHIATE ANCHE LONTANAMENTE IN TUTTO QUESTO CHIEDETE AIUTO..

PARLATENE CON LE PERSONE PIU' CARE ANCHE SE CREDETE DI AVERLE FERITE O ALLONTANATE..CHI VI AMA NON CESSERA' MAI DI FARLO SOPRATTUTTO ORA...

CHIEDETE UN appuntamento al SERT più vicino (quello della ASL di zona) oppure chiedendo alla Regione (esiste un Ufficio che si occupa di tossicodipendenze presso l'Assessorato alla Sanità o ai Servizi Sociali)

MA SALVATE VOI STESSI..CREATURE PIU' MERAVIGLIOSE NON POTREBBERO ESSERCI.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALL'IMPROVVISO

Post n°394 pubblicato il 11 Agosto 2011 da red5706

tu credi che nella tua vita esista qualcosa di certo e cammini sicura di avere un punto fermo in cui ritrovare il calore di una sintonia cresciuta nel tempo..

dall'infanzia accresci l'unione che si rafforza nel dividere esperienze..piccole complicità che diventano grandi nel bene..e ne male..

sei sicura che qualsiasi cosa succeda..qualsiasi cosa verrà detta nulla cambierà nel cuore..

ma all'improvviso tutto si stravolge..nelle fragilità umane..nella pochezza umana fuoriesce una densa pece che bruciando cancella ogni scenario...

antichi riflessi del passato vengono gettati addosso per esorcizzare le difficoltà presenti e si dilania chi ci è più vicino perchè è lui..l'unico riferimento possibile....

tu rimani inerme a guardare riversa per terra senza più nemmeno il fiato per respirare..

spalanchi il cuore cercando di capire lasciando che il dolore fluisca senza lasciare traccia...

nel silenzio ascolti il vento portare via il tuo lamento affidando alla notte lo sgomento di non avere più nemmeno questo di certo...

e io sono quì ad aspettare nella speranza che...mio fratello ritorni da me

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

possiamo

Post n°393 pubblicato il 08 Agosto 2011 da red5706

iniziamo a cambiare modo di pensare iniziando a non delegare..a non aspettare che qualcuno prenda decisioni o soluzioni nuove..forse staremmo in attesa eterna..

esempio e scambio di idee ad ampio raggio possono generare soluzioni impreviste..

ma per dare forza occorre la coesione...l'unione crescente di chi vuole costruire e ricostruire un domani..

parole grosse...forse..ma a volte basta anche poco ...costanza e impegno sostenendo ciò che realmente può essere un alternativa vera..

come quella di ricaricare i detersivi riutilizzando gli stessi contenitori..

 

 

  • 1242 punti vendita di detersivi sfusi alla spina
  • 107 province fornite
  • http://www.washmaps.com/
  • basta poco per informarsi dove sono e dare vita a qualcosa che si potrebbe allargare ulteriormente....

    dalla pasta ai biscotti...dal vino all'olio....senza contenitori e nella giusta quantità con un risparimio iniziale e successivo di smaltimento rifiuti oltre che di minor emissione inquinante...

    mi chiedo come mai pochi ne parlino viste le gravi condizioni di stoccaggio dei rifiuti...

    per molti l'unica via è l'aumento della tassa dei rifiuti..inceneritori...differenziata...

    di certo non avrebbero modo di specularci così tanto sopra e dare modo alla mafia di gestire le crisi...

    allora diamoci da fare noi..abbracciamo questa via a costo zero..se tutti facessimo così avremmo in parte affrontato risolvendolo lo smaltimento delle plastiche e del vetro oltre che in parte della carta.....

    basta lamentarsi solo..occorre come per tutte le cose ...agire di persona...

    e in verità...siamo tanti...e allora..

     
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     

    sentimento o desiderio..

    Post n°392 pubblicato il 16 Luglio 2011 da red5706

    nasce un sentimento nell'istante in cui si percepisce un evoluzione oltre la piatta realtà che ci rende unici e meno soli...

    capire se nasce da una spiritualità o da un pensiero è di per se impossibile..ognuno ne da una spiegazione a seconda delle proprie esigenze....

     

    si tende a separare la materia dal sentimento come conduttrice...invece potrebbe esserne figlio

    la percezione di unicità..simbiosi o appartenenza a seconda che sia rivolta a una religione .. a una persona o un ogetto ci rende vulnerabili..fragili e nello stesso tempo forti e fieri...

    l'uomo è capace di vivere senza punti di riferimento?...

     

    se mai si potesse entrare nell'intimo umano si potrebbe affermare che sono rarissimi i casi di persone che si staccano da tutto ciò in cui credono di appartenere...

    dipendiamo l'uno dall'altro nel bene e nel male...

    ma per lo più..usiamo

    spinti da necessità inconsapevoli e condizionate dal vissuto..

    troviamo una giustificazione per ogni azione opposta...

    nel profondo il desiderio di sentirsi utili..importanti...indispensabili....o semplicemente..di sentirsi parte di qualcosa...

    pur di tenere o raggiungere uno stato ci si lascia trascinare dall'emotività irrazionale...

    il parto diretto è la sofferenza...

    quanto più meraviglioso sarebbe amare senza possedere..

    sentirsi un uno con il mondo intero nell'attesa che quell'evoluzione abbia il suo apice nel ricongiungimento di ogni particella di luce ora scomposta..

    e allora si potrebbe vivere quell'amicizia che abbiamo sempre sognato di trovare...e quella vibrazione speciale con chi più si avvicina alla tua senza rinunciare a te stesso....le guerre cesserebbero di esistere come la sete di potere perchè saremmo tutti un unico e grande cuore pulsante....

    ora il sentimento è solo l'idea..un idea..

    mi auguro che un domani sia il nostro respiro...

     
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     

    DI NUOVO

    Post n°391 pubblicato il 16 Luglio 2011 da red5706

    sacrificare per ottenere una vittoria...ma quale?..

    la vita di qualcuno..o il domani di molti....per arricchire una casta..

    i politici...

    ed ecco che i conti arrivano al collasso dopo anni passati a far finta di ridimensionare gli sprechi e investire su percorsi alternativi ci ritroviamo alle strette...

    nella realtà hanno tenuto in vita il sistema garantendo alle caste ogni privilegio e agio mettendo le mani ovunque potessero..

    nell'impoverimento culturale ed economico di un popolo privo di spina dorsale e dignità...

    non poteva che essere così..

    niente riduzioni di spesa pubblica ma solo prelievo nelle tasche di chi non arriva più alla fine del mese..

    su cosa si specula più di tutto?...

    ovvio..sulla salute e sulle detrazioni che le famiglie operano per la loro vita quotidiana

    spinti da fatiscenti strutture con tempi di attesa estenunanti mentre il comparto sfrutta le stesse strutture per interessi privati...verso il privato....ora si infligge a chi non può permetterselo un ulteriore aggravio....tichet sulle ricette...10 euro a ricetta..niente male direi..se si considera che servono solo per continuare ad arricchire le casse dei pirati ...senza nulla di cambiato....

     

    si aboliscono molte detrazioni....per spese di ristrutturazione..per le scuole...per i familiari a carico...per la cura sanitaria...e ancora tante altre..circa 485 voci

    si aumentano gli anni per la pensione lasciando dei minimali che sono sotto la soglia di povertà contrapposte alle pensioni d'oro...

    si praticano tagli agli enti locali togliendo soldi per asili..assistenza...strade...scuole senza cambiare nulla...

    se qualcosa deve cambiare perchè i soldi non sono più sufficienti occorre togliere il superfluo...la zavorra..i parassiti...

    gente che fa finta di produrre o dare un servizio ..strutture che non sanno nemmeno perchè esistono..ruoli sovrapposti giusitficati da termini lievementi diversi....enti...provincie..ministeri che con una burocrazia meno contorta e più evoluta protebbero sparire senza danni...

    i troppi politici impegnati a girovagare nelle aule del parlamento ..quando ci vanno....senza mai arrivare a proposte di reale beneficio sociale....interessati solo a vivere nel lusso..ad avere macchine private...cene..viaggi....un badget elevato per ogni capriccio senza tenere conto delle vere difficoltà del paese..

    scuole..carceri...assistenza..previdenza..impiego...realtà abitative....salvaguardia ambientale....immigrazione....ripresa...TAGLI E PRIVATIZZAZIONI...

    ognuno approfitta del sistema ...

    l'impresa dei finanziamenti..della cassa integrazione....i dirigenti delle mazzette....dei premi produzione...l'operaio...l'impegato....l'artigiano....può solo sperare di non essere licenziato..di non dover chiudere

    il giovane di rimediare un lavoro a tempo....il precario di vedersi rinnovare l'incarico....

    se qualcuno ha creduto che questo sistema politico pensasse solo lontanamente di alleggerire le tasse..o dare più opportunità lavorativa..o potere d'acquisto non si è reso ben conto che chiunque salirà a quelle poltrone non vorrà rinunciare a NESSUNO dei privilegi che trova perchè a chiunque farebbe gola così tanto donato senza chiedere nulla in cambio..

    e allora...se solo si riuscisse a capire che non è distinzione di bandiera...si chiederebbe non solo le dimissioni di questo governo ma anche il cambiamento totale dei riconoscimenti economici e dei parametri di affidamento con responsabilità diretta dell'operato svolto dietro lauti pagamenti..

    servono controlli rigidi...serve combattere il clientelismo..l'abuso di potere....serve far funzionare a pieno ritmo le strutture pubbliche...serve una vera politica diretta a gestire al meglio quei pochi soldi rimasti...

    solo allora si potranno chiedere ulteriori sacrifici e rinuncie..

    mi chiedo con quale coraggio si prospetta al paese un ruolo decisionale e resposabile di salvataggio gettando sulle spalle di ognuno di noi il peso dell'incapacità di una classe dirigente corrotta e avida...

    mi chiedo quando il paese troverà il coraggio e il senso del diritto smettendola di vivere alla giornata e solo per se....

     
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     

    VENTO

    Post n°390 pubblicato il 03 Giugno 2011 da red5706

     

    SE NON ORA QUANDO?..

    NESSUN VENTO PUO' SPAZZARE VIA LA DIGNITA'..IL SENSO DELLA MISURA....IL RISPETTO VERSO SE STESSI E GLI ALTRI QUANDO HA SPIRATO GIA' VERSO DI NOI..

    ED ECCO CHE  COME UN ONDA PROCEDE SEMPRE PIU' GONFIO VERSO UN CAMBIAMENTO....

    E COME A SUO TEMPO IL VENTO SPIRA SULL'EUROPA SOLLEVANDO GLI SGUARDI VERSO LA VOGLIA DI LOTTARE PER UN DOMANI MIGLIORE..

    DONNE CHE SCENDONO IN PIAZZA PER RIVENDICARE IL LORO RUOLO..

    RAGAZZI CHE SCENDONO IN PIAZZA PER RIVENDICARE IL LORO FUTURO...

    GENTE COMUNE CHE SCENDE IN PIAZZA PER RIVENDICARE I LORO DIRITTI...

    NEL DECLASSAMENTO DEL LAVORO..NELL'ABUSO EDILIZIO....NELL'ABBANDONO SOCIALE...

    PRECARIATO....DISOCCUPAZIONE....ANNICHILIMENTO..IMMORALITA'....

    NELL'ILLECITO TUTTO E' LECITO SE USATO DAL POTERE...

    L'UOMO PUO' SCEGLIERE SE RIMANERE SCHIAVO O AVVIARSI VERSO LA LIBERTA'..

    MA LA LIBERTA' SI CONQUISTA A PICCOLI PASSI PRIMA DENTRO SE STESSI NELLA PRESA DI COSCIENZA...NELL'IMPEGNO....NELLA COERENZA...

    PER POI PROCEDERE SEMPRE PIU' FORTE E MAESTOSA VERSO QUEL DOMANI IN CUI CI SIA POSTO PER OGNUNO NELLA TUTELA DI OGNUNO..

    LA RIVA E' LONTANA MA IL VENTO SOFFIA FINALMENTE ANCORA SPERIAMO CHE NON CESSI DI NUOVO RIPORTANDOCI NELLE NEBBIE DI UN SISTEMA CHE ATTENAGLIA E DISTRUGGE PUR DI SOPRAVVIVERE...

    OGNUNO HA UN RUOLO..OGNUNO IL SUO PESO.....

    DAL REFERENDUM ALLA MANIFESTAZIONE DI PIAZZA..DALLA SOLIDARIETA' ALLA CONDIVISIONE....

    SIAMO PRESENTI...SIAMO VIVI....SIAMO ATTIVI...

    PER OGNI UOMO ANCHE IL PIU' LONTANO E INSIGNIFICANTE PERCHE' ESSO E' ..PARTE DELL'UMANITA' PER TANTO..PARTE DI NOI...

    VOTIAMO PER I REFERENDUM...

    PRETENDIAMO LE DIMISSIONI DI QUESTO GOVERNO LADRO E PERVERSO...

    ABBATTIAMO QUESTO SISTEMA DI POTERE...

    VIA TUTTI I PSEUDO POLITICI CORROTTI....

    PRETENDIAMO CHE I NOSTRI BENI SIANO INVESTITI PER IL BENE COMUNE...

    UNA LEGGE UGUALE PER TUTTI..

    ACQUA PER TUTTI...

    UN DOMANI SENZA NUCLEARE....

    UNA SCUOLA PUBBLICA ALL'AVANGUARDIA E GRATUTITA IN TODO...

    ASSISTENZA SANITARIA GRATUITA E CELERE...

    PENSIONI DIGNITOSE...

     CASE EQUIPARATE AGLI STIPENDI...

    DIAMO LA META' DEL SUDORE DELLA NOSTRA FRONTE PER NON AVERE NULLA IN CAMBIO...

    DIAMO LA META' DEI NOSTRI SOLDI PER MANTERE NEL LUSSO PIU' SFRENATO DELLE PERSONE MENTRE MOLTI ALTRI VERSANO IN POVERTA'...

    OCCORRE RESPIRARE E POTER VIVERE...

    SOPPRIMERE L'INDIFFERENZA E IL TORNACONTO..

    DARE LUCE AL NUOVO GIORNO CHE SIA SERENO PER TUTTI..

    SVEGLIAMOCI...E' ORA DI DIRE BASTA....

     
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     

    si alla vita e per la vita

    Post n°389 pubblicato il 01 Maggio 2011 da red5706

    procediamo senza renderci conto di quello che avviene attorno a noi..

    l'evoluzione dell'uomo si è fermata e stà regredendo..

    abbiamo raggiunto limiti di vita alti ma ora....siamo destinati a soccombere..

    l'uomo stà distruggendo la natura..

    inquina le acque..

    inquina l'aria...

    inquina la terra....

    uno spettro invisibile che ci avvelena lentamente

    modifica le strutture e le rende vulnerabili...

    aumento di intolleranze..deficit immunitari...leucemie..tumori..

    oggi sono all'ordine del giorno...

    bambini che nascono malformati e già segnati..

    danni genetici terrificanti causati da esperimenti..guerre...metalli pesanti..

    negli anni le continue perdite di radioattività ci sottopongono  sempre più ad assorbire radiazioni i cui effetti non visibili subito si fanno vedere nel tempo...

    ed ecco che le generazioni successive partoriscono angeli deformati o malati di cancro..

    ed ecco che i casi di leucemia e tumori sono esponenziali rispetto agli anni passati...

    vicino alle centrali..vicino ad alcuni centri militari nascono animali malformati e i pastori si ammalano..

    polveri sottili....pesticidi....solventi...amianto....scorie ...armi pesanti....

    nei luoghi dove è stato bombardato oggi le donne piangono i loro figli nati senza organi o con il volto sfigurato..

     

    non crediamo che saremo sempre lontani da queste realtà..

    sono esseri umani come noi...soffrono come noi..hanno diritto di vita come noi...

    ho guardato un video su un bambino appena nato operato al cervello di tumore..un altro a cui devono tagliare una gamba..un altro ancora senza volto....

    intorno a me tante ..troppe persone si ammalano e muoiono in atroci sofferenze...

    ci stanno uccidendo...

    e senza che noi facciamo nulla..

    pensiamo alla bella macchina...al viaggio..alla casa....

    dovremmo invece pensare alla qualità di vita...

    a garantire un domani ai nostri figli fatto di speranza e ..futuro...

    possiamo ancora fare qualcosa....

    dobbiamo fare qualcosa se ancora ci riteniamo...

    esseri umani pensanti ..coscienti....vivi...

    basta armi e industrie  chimiche..basta armi pesanti..basta guerre..

    basta nucleare..basta amianto..basta inquinamento..

    risparmiare..riciclare...rinunciare....

    tornare a una vita a misura d'uomo vicina alla natura...

    con il rispetto della natura stessa..

    siamo diventati dei mostri insensibili..

    siamo diventati ciechi...

    nel benessere consumistico abbiamo perso di vista..la vita...

     

     
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     
    « Precedenti Successivi »