Creato da Red1dgl il 28/03/2006

DUE DI DUE

"...la prima volta che ho visto Guido Laremi eravamo tutti e due cosi' magri e perplessi ,cosi' provvisori nelle nostre vite da stare a guardare come spettatori mentre quello che ci succedeva intorno entrava a far parte del passato. Il ricordo che ho del nostro primo incontro e' in realta' una ricostruzione ,fatta di dettagli cancellati e poi modificati . In questo ricordo io sono in piedi al lato della strada ho le mani in tasca e il bavero del cappotto alzato e cerco di assumere disperatamente un senso di non appartenenza al mondo . Ma ho 14 anni ed odio i vestiti che indosso , odio il mio aspetto in generale , e l'idea di essere qui in questo momento..."

THINGS BEHIND THE SUN

 

 

CONTATTO MESSENGER

Il mio contatto messenger è:

red.77@hotmail.it

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

ULTIME VISITE AL BLOG

brees1elviprimobazarofelia3894d.renna84Giulianovisvignoli.claudiomilone.martinaa.vincenza8AntiRuggine2stefanodalmassomariarita.alessicesare.cherubiniaurorapolare4annavalle1603francescomacchi0
 

ULTIMI COMMENTI

La tua poesia mi fa scaldare il cuore ed E dolcissima
Inviato da: clara
il 19/11/2012 alle 18:34
 
ce la stai facendo! :)
Inviato da: Red1dgl
il 19/01/2012 alle 19:48
 
potrei farcela!!!
Inviato da: ranocchia820
il 19/01/2012 alle 19:47
 
Grazie a...
Inviato da: clandestinamentement
il 29/05/2011 alle 11:46
 
grazie... :) "Tutto dipende da te, da quello che sai...
Inviato da: Red1dgl
il 29/05/2011 alle 10:09
 
 
 

 

« Messaggio #388QUESTO PICCOLO GRANDE AM... »

La teoria delle anime belle e delle persone complesse

Post n°389 pubblicato il 03 Marzo 2007 da Red1dgl
 
Tag: Libri

(teorema sull’amore)

immagine

“Definiamo i presupposti del teorema” dice Lucas seriosamente.

“Diamo quindi una definizione di anima bella. Tu, Chris, sei un’anima bella…”

“E tu?”

“Io non lo sono”, ammicca Lucas.

“L’anima bella ama al cento per cento. L’anima bella elegge un soggetto su cui investire tutte le sue energie emotive. L’anima bella non seduce: viene sedotta. E accetta su di sé il rischio di venire lasciata dalla persona che ama…” “L’anima bella sfrutta per istinto la paura di essere lasciata. Ne fa la benzina del suo amore. Trasforma la paura dell’abbandono in un presupposto essenziale. Ovvero la capacità di ricevere. Non si tira indietro di fronte al rischio di amare, di venire scacciata. Le anime belle non capiscono l’esistenza delle persone incapaci di amare. Per loro la dimensione affettiva dell’esistenza è normale. Stanno bene anche quando soffrono, nel senso che la loro sofferenza è reattiva.”

“E le persone complesse?” domando subito a Lucas.

“L’opposto delle anime belle”, risponde il mio amico. Impenetrabili, emotivamente fragili, spaventate all’idea di concedersi. Spesso le persone complesse sembrano fredde e anaffettive. Sono le persone che fuggono, che scappano per prime, che abbandonano. Le persone complesse non sono mai felici di nulla troppo a lungo. Devono cambiare, mutare, fare qualcosa che li tenga in uno stato perenne di eccitazione nervosa. Che li aiuti a non pensare, a guardare fuori invece che dentro. E questo fa di loro i più forti, in apparenza. Ma la loro non è forza. Non ce la fanno ad accettare il ciclo biologico dell’amore. Non possono concepire il fatto di vederlo morire. E di vedersi quindi morire…”

….. partiamo dalla prima combinazione: la coppia anima bella – persona complessa. “L’anima bella, anche se spesso non se ne rende conto, tende a orientarsi verso le personalità complesse che completano la sua capacità di amare. La persona complessa crea l’assenza, l’anima bella la colma, e così via. Uno fugge, uno insegue in perfetto equilibrio. Ricezione, dispersione, nuova ricezione e così via. In apparenza, la coppia ideale.”

“Perché in apparenza?” chiedo.

 “Perché la sicurezza, la tranquillità e la forza che l’anima bella offre alla persona complessa sono anche il suo limite. Molto spesso questo tipo di coppia non resiste e si autodistrugge.”

 “Non capisco.”

“Quando un’anima bella si concede, tende a farlo al cento per cento”, spiega Lucas. “Ma è un errore. La persona complessa ha bisogno di avere un’anima bella accanto a sé, ma non dimentichiamo che le persone complesse si stancano presto di quello che hanno. Sono affamate di stimoli, di novità. Non sanno gestirsi dal punto di vista affettivo e hanno delle serie difficoltà a ricevere. Per cui, quando arriva qualcuno che dice – ehi, ti offro il mio amore - , la persona complessa si comporta come se facesse indigestione dopo una dieta. Indigestione, nausea, paura. E quindi fuga.”

“Stai dicendo che in amore vince chi fugge, insomma.”

“Non esattamente.” …”Sto dicendo che vince chi controlla la fuga dell’altro. Vince l’anima bella che invece di immolarsi sull’altare dell’amore usa la strategia e neutralizza volta per volta i tentativi di fuga del suo avversario.”… ………..

 “Passiamo adesso alla seconda combinazione del teorema: persona complessa con persona complessa.”

“Non funziona, giusto?”

 “Non funziona. Due anime complesse hanno una relazione nevrotica con i sentimenti. Nessuno si fida dell’altro. Ciascuno fiuta nel partner le trappole che conosce e che caratterizzano anche i suoi comportamenti. Una persona complessa accetta di avere vicino solo figure capaci di anestetizzarla.” ……..

“Mentre nel terzo caso – la relazione tra due anime belle – il rapporto offre buone garanzie di stabilità, ma spesso a discapito della passione…”

DITE LA VOSTRA: VOI VI DEFINITE UN'ANIMA BELLA O UNA PERSONA COMPLESSA?

(dal libro “Molto prima dell’amore” di Andrea Mancinelli)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ON LINE

hit counters

 

LIBRI CONSIGLIATI

 

POESIA

"Il tempo perso" di Jacques Prévert
 
 
 
Sulla porta dell'officina
 
d'improvviso si ferma l'operaio
 
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
 
e non appena volta lo sguardo
 
per osservare il sole
 
tutto rosso tutto tondo
 
sorridente nel suo cielo di piombo
 
fa l'occhiolino
 
familiarmente
 
Dimmi dunque compagno sole
 
davvero non ti sembra
 
che sia un po' da coglione
 
regalare una giornata come questa
 
ad un padrone?