Creato da Red1dgl il 28/03/2006

DUE DI DUE

"...la prima volta che ho visto Guido Laremi eravamo tutti e due cosi' magri e perplessi ,cosi' provvisori nelle nostre vite da stare a guardare come spettatori mentre quello che ci succedeva intorno entrava a far parte del passato. Il ricordo che ho del nostro primo incontro e' in realta' una ricostruzione ,fatta di dettagli cancellati e poi modificati . In questo ricordo io sono in piedi al lato della strada ho le mani in tasca e il bavero del cappotto alzato e cerco di assumere disperatamente un senso di non appartenenza al mondo . Ma ho 14 anni ed odio i vestiti che indosso , odio il mio aspetto in generale , e l'idea di essere qui in questo momento..."

THINGS BEHIND THE SUN

 

 

CONTATTO MESSENGER

Il mio contatto messenger è:

red.77@hotmail.it

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

ULTIME VISITE AL BLOG

brees1elviprimobazarofelia3894d.renna84Giulianovisvignoli.claudiomilone.martinaa.vincenza8AntiRuggine2stefanodalmassomariarita.alessicesare.cherubiniaurorapolare4annavalle1603francescomacchi0
 

ULTIMI COMMENTI

La tua poesia mi fa scaldare il cuore ed E dolcissima
Inviato da: clara
il 19/11/2012 alle 18:34
 
ce la stai facendo! :)
Inviato da: Red1dgl
il 19/01/2012 alle 19:48
 
potrei farcela!!!
Inviato da: ranocchia820
il 19/01/2012 alle 19:47
 
Grazie a...
Inviato da: clandestinamentement
il 29/05/2011 alle 11:46
 
grazie... :) "Tutto dipende da te, da quello che sai...
Inviato da: Red1dgl
il 29/05/2011 alle 10:09
 
 
 

 

Knocking On Heaven's Door

Post n°642 pubblicato il 01 Febbraio 2011 da Red1dgl

 
 
 

LA VITA TALVOLTA OFFRE UN'OPPORTUNITA'

Post n°641 pubblicato il 01 Febbraio 2011 da Red1dgl

"La vita talvolta vi offre un'opportunità, ma quando si è troppo vigliacchi o troppo indecisi per coglierla, essa si riprende le sue carte; c'è un momento per fare le cose e per entrare in una felicità possibile, tale momento dura qualche giorno, talvolta qualche settimana o persino qualche mese ma si verifica solo una volta, soltanto una, e se in seguito si vuole tornare sui propri passi è semplicemente impossibile... non c'è più posto per l'entusiasmo, la convinzione e la fiducia, rimangono una rassegnazione dolce, una pietà reciproca e rattristata, la sensazione inutile e giusta che qualcosa avrebbe potuto esserci, che ci si è semplicemente mostrati indegni del dono che ci era stato fatto." (La carta e il territorio - Michel Houellebecq)

 
 
 

CONTRO I SENTIMENTI SIAMO DISARMATI

Post n°640 pubblicato il 01 Febbraio 2011 da Red1dgl

"Contro i sentimenti siamo disarmati, poichè esistono e basta - e sfuggono a qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere."

(Milan Kundera)

 
 
 

LEIELUI - Andrea De Carlo

Post n°639 pubblicato il 29 Gennaio 2011 da Red1dgl
 

"Non gli sembra che ci sia una relazione inversa tra la gravità dei suoi errori e il tempo di riflessione prima di compierli: le conseguenze delle sue scelte impulsive sono state altrettanto disastrose delle scelte meditate a lungo. Nè è vero che i suoi sbagli siano dovuti a vuoti di ragioni; al contrario, a esaminarli da vicino rivelano motivi altrettanto solidi di quelli dietro alle sue decisioni migliori. Più che altro gli pare che sia la vita a essere altamente difettosa nel suo insieme."

 
 
 

NON LO SAPEVI

Post n°638 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da Red1dgl

Tu eri speciale, anche se non lo sapevi,
e ti affacciavi alla finestra,
guardando lontano,
rincorrendo i sogni,
oltre l'orizzonte,
tu vedevi oltre,
e non ti Aspettavi che mentre tu sognavi,
qualcosa stava già cambiando,
avevi un giardino dentro il cuore,
lo stavi annaffiando,
avevi le rose,
diventavano sempre più rosse,
mentre tu sognavi, e non lo sapevi.

 
 
 

LE PICCOLE COSE CHE AMO DI TE - Stefano Benni

Post n°637 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da Red1dgl

 

Le piccole cose che amo di te

quel tuo sorriso un po' lontano

il gesto lento della mano

con cui mi carezzi i capelli

e dici: vorrei averli anch'io così belli

e io dico: caro sei un po'matto

e a letto

svegliarsi col tuo respiro vicino

e sul comodino

il giornale della sera

la tua caffettiera

che canta, in cucina

l'odore di pipa che fumi la mattina

il tuo profumo un po' blasé

il tuo buffo gilet

le piccole cose che amo di te

 

Quel tuo sorriso strano

il gesto continuo della mano

con cui mi tocchi i capelli

e ripeti: vorrei averli anch'io così belli

e io dico: caro me l'hai già detto

e a letto

stare sveglia sentendo il tuo respiro

un po' affannato

e sul comodino il bicarbonato

la tua caffettiera che sibila in cucina

l'odore di pipa anche la mattina

il tuo profumo un po' demodé

le piccole cose che amo di te

 

Quel tuo sorriso beota

la mania idiota

di tirarmi i capelli

e dici: vorrei averli anchío così belli

e ti dico: cretino,

comprati un parrucchino!

e a letto stare sveglia a sentirti russare

e sul comodino

un tuo calzino

e la tua caffettiera che è esplosa finalmente, in cucina!

la pipa che impesta fin dalla mattina

il tuo profumo di scimpanzé

quell'orrendo gilet

le piccole cose che amo di te

 
 
 

RITORNO AL FUTURO...

Post n°636 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da Red1dgl

"Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro. Prendete con le vostre vele i venti. Esplorate. Sognate. Scoprite." (Mark Twain)

 
 
 

Continua così, muori, spegniti, diventa come loro.

Post n°635 pubblicato il 26 Giugno 2010 da Red1dgl

Mi dicevano: continua così, muori, spegniti,
diventa come loro, accettalo.
Ma qualcosa dentro mi diceva: no, salva un pezzetto
minuscolo.
Non importa che sia molto, basta solo una scintilla.
Una scintilla può incendiare un’intera
foresta.
Solo una scintilla.
salvala.

(Charles Bukowski)

 
 
 

LA STATISTICA - TRILUSSA

Post n°634 pubblicato il 26 Giugno 2010 da Red1dgl
 
Tag: Poesie

Sai ched'è la statistica?
È na' cosa
che serve pe fà un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che spósa.
Ma pè me la statistica curiosa
è dove c'entra la percentuale,
pè via che, lì, la media è sempre eguale
puro co' la persona bisognosa.
Me spiego: da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che te tocca un pollo all'anno:
e, se nun entra nelle spese tue,
t'entra ne la statistica lo stesso
perch'è c'è un antro che ne magna due.

 
 
 

UN CUORE SENZA ALCUN DIFETTO

Post n°633 pubblicato il 26 Giugno 2010 da Red1dgl

C’era una volta un giovane in mezzo a una piazza gremita di persone: diceva di avere il cuore più bello del mondo, o quantomeno del suo paese. Tutti quanti gliel’ammiravano: era davvero perfetto, senza alcun minimo difetto.
Erano tutti concordi nell’ammettere che quello era proprio il cuore più bello che avessero mai visto in vita loro, e più lo dicevano, più il giovane s’insuperbiva e si vantava di quel suo cuore meraviglioso.
All’improvviso spuntò fuori dal nulla un vecchio, che emergendo dalla folla disse: "Beh, a dire il vero.. il tuo cuore è molto meno bello del mio."
Quando lo mostrò, aveva puntàti addosso gli occhi di tutti: della folla, e del ragazzo. Certo, quel cuore batteva forte, ma era ricoperto di cicatrici. C’erano zone dove dalle quali erano stati asportàti dei pezzi e rimpiazzàti con altri, ma non combaciavano bene - così il cuore risultava tutto rattoppato. Per giunta, era pieno di grossi buchidove mancavano interi pezzi. Così tutti quanti osservavano il vecchio, colmi di perplessità, domandandosi come potesse affermare che il suo cuore fosse bello.

Il giovane guardò com’era ridotto quel vecchio e scoppiò a ridere: "Starai scherzando!", disse. "Confronta il tuo cuore col mio: il mio è perfetto, mentre il tuo è un rattoppo di ferite e lacrime."
"Vero", ammise il vecchio. "Il tuo ha un aspetto assolutamente perfetto, ma non farei mai a cambio col mio. Vedi, ciascuna ferita rappresenta una persona alla quale ho donato il mio amore: ho staccato un pezzo del mio cuore e gliel’ho dato, e spesso ne ho ricevuto in cambio un pezzo del loro cuore, a colmare il vuoto lasciato nel mio cuore. Ma, certo, ciò che dai non è mai esattamente uguale a ciò che ricevi - e così ho qualche rattoppo, a cui sono affezionato, però: ciascuno mi ricorda l’amore che ho condiviso. Altre volte invece ho dato via pezzi del mio cuore a persone che non mi hanno corrisposto: questo ti spiega le voragini.
Amare è rischioso, certo, ma per quanto dolorose siano queste voragini che rimangono aperte nel mio cuore, mi ricordano sempre l’amore che provo anche per queste persone.. e chissà? Forse un giorno ritorneranno, e magari colmeranno lo spazio che ho riservato per loro. Comprendi, adesso, che cosa sia la VERA bellezza?"

Il giovane era rimasto senza parole, e lacrime copiose gli rigavano il volto. Prese un pezzo del proprio cuore, andò incontro al vecchio, e gliel’offrì con le mani che tremavano. Il vecchio lo accettò, lo mise nel suo cuore, poi prese un pezzo del suo vecchio cuore rattoppato e con esso colmò la ferita rimasta aperta nel cuore del giovane. Ci entrava, ma non combaciava perfettamente.
Il giovane guardò il suo cuore, che non era più "il cuore più bello del mondo", eppure lo trovava più meraviglioso che mai: perché l’amore del vecchio ora scorreva dentro di lui.

 
 
 

.

Post n°632 pubblicato il 26 Giugno 2010 da Red1dgl
 

"Prendi la direzione opposta all'abitudine e quasi sempre farai bene." (Jean Jacques Rousseau)

 
 
 

Due di Due

Post n°631 pubblicato il 09 Settembre 2009 da Red1dgl
 

Non possiamo continuare a immaginarci cose e accontentarci di tutt'altro solo perchè ce lo abbiamo già davanti.

[Due di Due - Andrea De Carlo]

 
 
 

Ridere...

Post n°630 pubblicato il 06 Settembre 2009 da Red1dgl
 

"Ridere... quale modo migliore per cominciare una giornata che finisce dentro un ufficio ad aria condizionata?"
(Tiziano Terzani)

 
 
 

Le Pillole di Salute di Tiziano Terzani

Post n°629 pubblicato il 06 Settembre 2009 da Red1dgl

 
 
 

CONTERO' POCO

Post n°628 pubblicato il 29 Aprile 2009 da Red1dgl
 
Tag: Poesie

Conterò poco, è vero,
diceva l'Uno ar Zero.
Ma tu che vali? Gnente: proprio gnente.
Sia nell'azzione come ner pensiero
rimani un coso voto e inconcrudente.
Io, invece, se me metto a capofila
de cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
E' questione de nummeri. A un dipresso
è quello che succede ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so' li zeri che je vanno appresso.

(Trilussa - Poeta dialettale romano)

 
 
 

VENCEREMOS

Post n°627 pubblicato il 28 Aprile 2009 da Red1dgl
 

"VENCEREMOS ADELANTE O VITTORIA O MUERTE"

...e camminare su una nube per poter vedere meglio se siamo noi oppure loro a sbagliare ogni cosa...

 
 
 

.

Post n°626 pubblicato il 22 Aprile 2009 da Red1dgl
 

"Rimane la consapevolezza di come nessuno possa farci male quanto riusciamo a farcene da soli"

(Chiara Gamberale)

 
 
 

DI NOI TRE

Post n°625 pubblicato il 21 Aprile 2009 da Red1dgl
 

Cerca di vivere in modo interessante perché guarda che questo viaggio finisce a una velocità prodigiosa.
(Andrea De Carlo dal libro DI NOI TRE)

 
 
 

SETTE GIORNI

Post n°624 pubblicato il 20 Aprile 2009 da Red1dgl
 
Tag: Libri

"Con lui, le ragazze duravano in media sette giorni. Il primo gli serviva per ammaliare e conquistare, il secondo per amarle, il terzo per abituarsi, il quarto per sbadigliare, il quinto per stancarsi, il sesto per litigare e il settimo per togliere la freccia dal cuore e chiudere la storia."

(dal libro ATTENTI ALLE ROSE di Pino Roveredo)

 
 
 

UN MOTIVO

Post n°623 pubblicato il 14 Aprile 2009 da Red1dgl
 

"Anche quando non hai un motivo per andare avanti c'è sempre un motivo: trovare un motivo..."

 
 
 

ON LINE

hit counters

 

LIBRI CONSIGLIATI

 

POESIA

"Il tempo perso" di Jacques Prévert
 
 
 
Sulla porta dell'officina
 
d'improvviso si ferma l'operaio
 
la bella giornata l'ha tirato per la giacca
 
e non appena volta lo sguardo
 
per osservare il sole
 
tutto rosso tutto tondo
 
sorridente nel suo cielo di piombo
 
fa l'occhiolino
 
familiarmente
 
Dimmi dunque compagno sole
 
davvero non ti sembra
 
che sia un po' da coglione
 
regalare una giornata come questa
 
ad un padrone?