Creato da guinn il 18/08/2008
ROCKING YOUR SOUL ... free spirit ------ "C'è chi pensa siamo in viaggio verso la felicità. Per me i viaggi conducono alla consapevolezza di quel che vogliamo. Qualsiasi cosa decidi di essere sii il prodotto del tuo amore. Il diritto ad essere davvero noi stessi è la meta che ci guadagniamo attraverso quel viaggio. Tutta la vita è un viaggio verso e dentro noi stessi. E la felicità sta tutta nelle gambe del nostro coraggio"_ Massimo Bisotti (La luna blu)
 

 

Herman Hesse

Si chiama AMORE ogni superiorità,

ogni capacità di comprensione,

ogni capacità di sorridere nel dolore.

Amore per noi stessi e per il nostro destino,

affettuosa adesione a ciò che l'imperscrutabile

vuole fare di noi anche quando non siamo ancora

in grado di vederlo e di comprenderlo.

grazie a dolcezza1802...

 

yellowflower

 

Ultime visite al Blog

guinnMavelllubopoLolieMiuvololowfliyerdreamStolen_wordslab79IrrequietaDadagio.14antonina.angelotticile54christie_malryfugadallanima
 

 
 

2

 
Sii soltanto,
non cercare di diventare.
Essere è illuminazione. 
Buddha
 

Ultimi commenti

esatto. :-) grazie del commento!
Inviato da: guinn
il 25/06/2017 alle 17:43
 
La rinascita di se stessi parte proprio...
Inviato da: Mavell
il 08/05/2017 alle 15:56
 
già è vero...l'importante è essere pronti ad...
Inviato da: guinn
il 04/12/2015 alle 11:52
 
Riuscire ad acquisire la serenità già è una fortuna...
Inviato da: albachiara.b
il 29/11/2015 alle 22:10
 
si è vero!! il portoghese del Portogallo è molto più chiuso...
Inviato da: guinn
il 24/03/2014 alle 16:34
 
 
 

 

Perfetta imperfezione

Post n°228 pubblicato il 25 Giugno 2017 da guinn
 

Ho letto da qualche parte che l'affetto è rivoluzionario...è così!

Ma la cosa più rivoluzionaria di tutti è l'affetto verso se stessi; quella cosa per cui vedi chiaramente i tuoi pregi e i difetti senza giudizi e ti vuoi bene così come sei.
E non puoi che provare empatia e affetto verso gli altri, perché sai benissimo che non siamo altro che un insieme di caratteristiche che ci rendono unici, che la perfezione è noiosa e non è umanamente possibile.
Se fosse possibile sarebbe la perfezione dell'imperfezione.
E va bene così...

 
 
 

Farsi compagnia

Post n°227 pubblicato il 13 Febbraio 2017 da guinn
 

Farsi compagnia

a volte richiede uno sforzo troppo forte

è più facile fare altro, ascoltare qualcun altro, occupare ogni momento per non farlo.

C'è qualcosa da ascoltare che richiede tanta energia, tanta attenzione.

Eppure così abituati come siamo a fare altro, perseveriamo nell'errore.

E ti prende quella malinconia che non ti spieghi

Quella voce interiore vuole uscire, vuole farsi sentire urlando con tutta la voce.

Arriva il momento di smettere di opporre resistenza, tirare giù i muri e iniziare ad ascoltarci veramente

Il bello, il brutto, tutto

E aspettarsi una reazione

perché siamo umani, perché siamo vivi

Siamo al mondo proprio per questo

Per buttare giù il muro che non ci permette di SENTIRE, per paura di quello che troveremo.

Ora dico: semplicemente troverai te stesso

Fatti compagnia, ascolta, piangi, ridi, accetta il dolore.

Tutto il resto è in più.

E tu non vuoi riempire la vita di quello che non ti serve veramente

Hai bisogno di te e solo di te per sentirti a casa

 
 
 

Il salto

Post n°226 pubblicato il 17 Gennaio 2017 da guinn
 

Le novità a volte arrivano non richieste,

Si fanno strada invadendo lo spazio e scombinando le abitudini

Sembra che facciano a gomitate per passare, per dire: 'eccomi qui'.

Da una parte però le aspettavi,

consciamente e inconsciamente aspettavi il nuovo

e ora che è qui ti lasci solo trasportare dalla novità, dalla curiosità.

Da una parte sai che avrai da ricominciare, conoscere, ascoltare e valutare,

dall'altra hai come l'impressione di sapere nel dettaglio cosa accadrà.

La verità è che non puoi saperlo o non vorresti.

Vorresti solo riempirti dello stupore che solo una buona novità sa portare

e saper conservare quel desiderio forte di stupirti ancora,

che un po' le delusioni della vita ti hanno strappato via,

ma che per ora è sempre e comunque tornato... a tempo debito.

E da qui in poi vorresti tornare all'entusiasmo che fa parte di te,

però sai anche che è il momento di tirare su le maniche e lavorare,

per poter essere poi totalmente soddifattta del percorso.

E così, incroci le dita e...fai il salto

 
 
 

me

Post n°225 pubblicato il 13 Dicembre 2016 da guinn

Certe persone non hanno pace nel loro cuore, non sanno come stare bene, se la prendono con la persona del momento per dichiarare una cosa poco chiara e urlata, si attaccano al nulla per avere uno sfogo delle loro mancanze e frustrazioni.

Si sentiranno mai bene? Troveranno mai un attimo di sereno amore per sé stessi?

Io si. 

Io ho scelto e scelgo ogni giorno di ascoltarmi nel bene e nel male.

E male che vada non ci riesco, ma provo e riprovo ogni santo giorno. 

Mi faccio forza contro chi forza non ne ha; mi rifugio nel mio piccolo grande cuore e cerco me.

Vorrei che lo facessero tutti , ma succede l'opposto.

 E allora torno da me e ascolto.

Ascolto la parte di me che ha voglia di incazzarsi e urlare come oggi.

E mi amo così come sono. E tanto. Sempre di più. E non mi stanco mai.


 
 
 

La pausa

Post n°224 pubblicato il 30 Giugno 2016 da guinn
 

Le pause sono sottovalutate.
La noia è sottovalutata.
Il coraggio di dire di no pure.
Fanno nascere una forza che non pensavi nemmeno di avere.
Creano quel silenzio interiore che porta ossigeno al cuore.
E anche se all'inizio portano con se subbuglio e confusione, tanto che spaventa e sconvolge quel vuoto, basta aspettare e con un po' di fiducia e pazienza, tutto si trasforma in calma e chiarezza; la chiarezza che permette al proprio se di esprimersi, che lascia scorrere le proprie energie verso il nostro vero essere, che rigenera, che da equilibrio e direzione.
Niente come una pausa fatta per scelta e per rispetto di se, può fare del bene.
Come la pausa di Siddharta seduto ad ascoltare il fiume. Proprio li arriverà la sua illuminazione.
Non sottovalutiamo mai le pause, anche se ad un certo punto la frenesia della vita ci porta a vederle come una perdita di tempo, io dico: sono tutta vita, sono necessarie.
La vera perdita di tempo è continuare a correre senza consapevolezza.
Think about it.
Con affetto

 
 
 

Avanti il prossimo

Post n°223 pubblicato il 09 Dicembre 2015 da guinn
 

Emozioni, vicinanza, sguardi

silenzio, poi di nuovo sguardi, vicinanza.

E poi la danza si allontana, diventa fredda, diventa distante.

Sei distante.

Di tutte le persone sei la più distante ora.

E io che mi sto ad arrovellare sul perché, senza contare che magari il motivo non sono proprio io.

E non vorrei nemmeno che lo fossi tu, il problema.

Perché quel qualcosa che mi dai, che è una minima parte, è comunque importante e forte.

Ma non basta. Fa solo male.

Fa male e basta.

E non ha ragione di esistere questo male, per nessuno dei due.

Che fare ora?

Senza troppe domande, si va avanti verso la propria strada per la felicità.

Si cambia direzione, se questa fa male.

Si va verso lo sconosciuto, che può dare soddisfazioni mai conosciute.

E con lo spirito di amore, si va verso quello che verrà.

 
 
 

Braccia aperte

Post n°222 pubblicato il 27 Novembre 2015 da guinn
 

Guardare dritto negli occhi e capire che non c'è serenità

la bocca dice "tutto bene", ma lo sguardo no

il cuore si sente piccolo, indifeso

le mie mani vogliono dare sollievo

la mia anima è come al telefono in attesa

aspetta un cenno, un segno.

Intanto una sensazione di pace mi regala serenità

il mio essere torna ad essere libero, si gode la leggerezza del volo

e arriva la comprensione del tutto.

I motori si stanno scaldando per la festa che sta per arrivare.

E apro le braccia all'amore eterno...

 

 
 
 

VIVERE

Post n°221 pubblicato il 09 Novembre 2015 da guinn
 

Io sono fortunata.

Ma non fortunata perché le me va tute ben, ma perché ho visto e riconosciuto me stessa negli altri, e cerco di farlo ogni giorno, anche nelle cose che non mi piacciono...e in questo non sono qua a dire: arda che braa che son mì....no!

Sono qui a dire, amatevi, rispettatevi, chiedete e date rispetto in ugual modo. Nessun altro potrà chiederlo al posto vostro....agite, vivete ogni singola emozione senza nessun timore, perché quelle emozioni sono un dono del vostro vissuto, se non le vivete cosa state al mondo a fare? A fingere che tutto fila liscio e niente vi tocca? No, non è vita questa!

La vita è vivere la verità delle emozioni, positive o negative che siano, ci dicono che esistiamo, stiamo interagendo, stiamo imparando a vivere....perché mica si impara in un giorno, ma si impara giorno per giorno proprio ascoltandosi e avendo il coraggio di esprimerci.

E quel che mi rende fortunata, è che di gente meravigliosa c'è pieno il mondo...tipo oggi, un giorno a caso, iniziato con un magnifico buongiorno, continuato con una brioche appena sfornata, un abbraccio e un viaggio pieno di bellezza, tanto lavoro duro per me stessa, e poi una sorpresa speciale inaspettata da una persona speciale. 

Il tutto frutto del coraggio, della voglia di amarmi e seguire la mia voglia di vivere senza lasciarmi abbattere da chi non la pensa come me. Perché chi crede che una cosa non ti sia possibile, sta facilmente pensando con le sue paure e le barriere che si è costruito. Non parla per te, ma per se stesso.

Prendersi per mano e camminare sicuri del proprio istinto....è quello che voglio fare.

 
 
 

Respirare davvero

Post n°220 pubblicato il 05 Ottobre 2015 da guinn
 

Respirare a fondo e sentirsi un tutt'uno con la terra e il cielo

Questa sensazione che mi prende ora

Ora che ho compiuto un passo difficile, che mi ha chiesto un immenso sforzo

E che mi ha fatto passare dei momenti di sconforto e di paura.

Provare questo, adesso, mi da un segno di speranza che sia davvero la strada giusta

Sebbene sia una strada difficile, almeno all'inizio.

E mi sento come se finalmente avessi smesso di girare in tondo, facendo e rifacendo sempre la stessa strada dolorosa

Questo respirare e pieni polmoni mi da un segno importante

Perché era tempo che non riuscivo più a farlo, troppo presa a trovare una soluzione

Che solo il coraggio di chiedere aiuto mi ha dato.

Perché chiedere aiuto non è facile, non per una come me

E invece è risultato essere la cosa più saggia del mondo

Perché per quanto amore e quante conoscenze noi possiamo avere,

la condivisione con gli altri e l'umiltà di ammettere di non farcela da sola,

a volte insegnano più di qualsiasi altra cosa

e ripagano immensamente.

Il difficile è arrivarci, abbassare la guardia, ammettere le proprie debolezze, tirare giù i propri muri e affidarsi, lasciarsi aiutare.

Mi ci è voluta un'eternità, ma l'apertura che ne è risultata, mi sta dando una prospettiva nuova verso la vita, verso me stessa e verso gli altri.

E mi ha dato una grande lezione di umiltà.

Non solo.

Mi ha insegnato che non si smette davvero mai di lavorare su se stessi

e mentre si impara ad ascoltarsi, si sviluppa piano piano anche la capacità di comprensione e compassione, che sono i motori buoni di questo mondo, che fanno nascere cose meravigliose, dentro di se e dentro agli altri.

Per questo dico grazie alla vita ogni giorno.

Per la possibilità che mi è stata data di vivere così intensamente

E di poter imparare sempre da me stessa e dagli altri

Sempre con grande sincerità del cuore

 
 
 

Necessità umana

Post n°219 pubblicato il 16 Aprile 2015 da guinn
 

Guadagnarsi il pane, guadagnare l'affetto

Si può lavorare anche per ricevere amore?

L'amore dovrebbe essere gratis, nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a sacrificarsi per riceverlo.

L'amore dovrebbe essere in grado di uscire spontaneamente, senza richieste, perché è quell'energia che ci fa sentire vivi, che fa muovere tutto, vibrare gli animi, cantare, sorridere, tremare.

E qui arriva il punto. Il punto in cui nessun'uomo dovrebbe sentirsi di chiedere amore, perché si sente già amato abbastanza, perché sa amare e rispettare chi ha di fronte. E quello dovrebbe essere tutto ciò che è necessario. Non dovrebbe strafare per ricevere amore.

E qui nasce la mia domanda.

Vedere e vivere una tale richiesta di amore fa pensare.

Fa pensare che non stiamo vivendo nel modo giusto, con i giusti ritmi e con le giuste necessità.

E' come se ci riempissimo di cose, ma fossimo poveri di amore, relazioni umane. E come se la vita fosse un'affannata ricerca di quel qualcosa che ci riempia e ci faccia sentire completi, che alla fine non è nient'altro che la ricerca di sentirsi accettati e amati.

Questa è l'unica e vera necessità umana.

Tutto il resto è in più.

 


 


 
 
 

Riconoscersi

Post n°218 pubblicato il 18 Febbraio 2015 da guinn
 

Sono una delle persone più coraggiose che conosco, eppure non si direbbe.

Uno deve scavare a fondo prima di rendersene conto.

Perfino io fatico a riconoscermi questa cosa, perché succede di ritrovarsi in momenti in cui il no sembra essere la sola e unica risposta, momenti in cui proprio non ce la si fa a dire di sì.

Eppure se vado ad analizzare le cose, in effetti mi ritrovo ad ammettere che sì, il coraggio c'è sempre stato, nel bene e nel male non è mancato, insieme al rispetto verso me stessa.

Perché il coraggio non è altro che un'espressione della mia impulsività, che grazie a Dio esiste e parla forte e chiaro quando necessario.

E se c'è uno spiraglio di luce, piccolo o grande che sia, mi fa fare un salto li, senza preoccuparsi del rischio, come un salto nel vuoto.

Quella parte che pensavo persa invece era li... che aspettava quello spiraglio.

E ora che si è aperto, si iniziano a vedere i colori

la luce illumina dentro e fuori e l'aria porta nuovi e vecchi profumi

e porta la testa in un viaggio meraviglioso.

E' come una primavera.

E questo vedersi nuda e cruda crea sobbuglio e segna anche un nuovo inizio.

Un inizio fatto di me, e poi del resto.

Un nuovo modo di sentire.

Un mondo nuovo da vivere.

Pronti, attenti...via!

 

 
 
 

La vita Deve scorrere

Post n°217 pubblicato il 08 Gennaio 2015 da guinn
 

Una sconfitta di un amico, è un po’ anche una propria sconfitta.
Lo sai, lo senti che qualcosa si rompe dentro.
Perché non è solamente di una vita di cui stiamo parlando, parliamo di relazioni, di coraggio, di speranze, di amore che corre a fiumi e che non trova il suo mare.
Parliamo di vita che vuole vivere, che vuole esprimere la sua forza, la volontà, ma che trova un infinito numero di ostacoli di fronte a se.
E io dico: perché non si può semplicemente ESSERE ed essere apprezzati per questo, amare e essere amati per questo, sognare e fare sognare, capire e far capire, illuminarsi e fare illuminare chi si ha di fronte?
Sarebbe tutto più semplice, sarebbe anche più giusto ed equilibrato.
Invece ci si perde nei silenzi, nelle attese, non ci si parla, non ci si spiega, non si conosce l’altro abbastanza, per paura di cosa?
Come crescere senza conoscere vite, esperienze, condividere successi e sconfitte, amori e quant’altro?
Perché una persona da conoscere in più…è un regalo! Non è un ostacolo, una limitazione, può essere solo ed unicamente crescita e ricchezza!!
Perciò, per quanto possa essere complicato, tirate fuori gli attributi e la voglia di vivere… quando vivrete se non ADESSO??

 
 
 

E' pronto!

Post n°216 pubblicato il 27 Novembre 2014 da guinn
 

Come iniziare?

Col dire che a volte le persone si perdono in una goccia d'acqua.

Tutto è li ben apparecchiato, basta mettersi a tavola e mangiare.

Invece no, prima si mette a posto il fuoco, si perde tempo a guardar fuori dalla finestra, ci si pianta su facebook fino allo sfinimento, bisogna andare a mandar quel messaggio altrimenti cade il mondo.

Oppure che so, la tovaglia è sporca e va cambiata...ma come? è già tutto apparecchiato!!

No, c'è urgente bisogno di cambiarla...e il momento di mangiare si rimanda sempre di  più, fino a diventare quasi un bisogno secondario.

Invece no! Dobbiamo nutrirci!! ...di vita, di amore, di sorrisi, di attimi irripetibili che non si ripeteranno domani! Sono qui per noi ADESSO

La tovaglia la cambieremo decisamente un altro giorno...

 
 
 

Perché sei single?

Post n°215 pubblicato il 20 Ottobre 2014 da guinn
 
Tag: single

Perché sei single?

Domanda temuta e terribile, fatta con tutte le buone intenzioni da amici e conoscenti, e pure da persone appena conosciute.

E che cosa si può mai rispondere a una domanda del genere?

Fare la lista delle sfighe vissute, torti ricevuti, appuntamenti che non hanno avuto fortuna. Oppure raccontare delle proprie paure, dei traumi vissuti nell'infanzia grazie a un papà burbero, che vi ha portati ad essere cauti e malfidenti nei confronti dell'universo maschile...o che altro?

Una semplice domanda, tre semplici parole in cui l'interlocutore ci fissa con un'espressione triste e preoccupata, come se avesse davanti un povero appestato, una persona la cui vita non ha alcun senso, o che finirà i suoi giorni solo sul divano a fare zapping accanto al gatto.

Ma io dico...perché questa domanda? Che risposta si aspetta di ricevere chi la fa, se non una serie di parole imbarazzate dette sentendosi un vero sfigato!

Ora io vi chiedo, carissimi, dolcissimi e affettuosissimi amici e conoscenti, vorreste mai trovarvi nella situazione di rispondere a questa domanda, mentre qualcuno vi guarda con uno sguardo misto tra pietà e preoccupazione?

Dunque, io dico, impostate la frase in altri modi magari....ma tenete conto che davanti a voi ci sta una persona che non vorrebbe giustificarsi sempre per essere single, che sicuramente ha parecchie cose in testa, passioni, aspirazioni, voglia di fare, amore da dare. Insomma, far sentire chi si ha di fronte degli sfigati perché non sono sposati o non hanno ancora figli, non è molto carino, per quanto lo facciate con le migliori intenzioni.

Da quando ho 30 anni, mi capita di sentire questa domanda un po' troppo spesso, magari una domandina fatevela pure voi.

Perché chi è single dopo i 30, non ha necessariamente una strana malattia o passa il suo tempo come Bridget Jones cantando "All by myself" piangendo con la spazzola in mano.

Normalmente va avanti con la sua vita, ha tempo per lavorare su stesso, segue le sue passioni, studia, legge, viaggia, lavora, cerca di esprimersi e soprattutto di vivere, esattamente come voi.

Ovviamente con modalità diverse rispetto a chi ha famiglia e figli, ma lo fa non da irresponsabile e menefreghista come spesso i single sono visti. Di certo non è lo stato di single a determinare o meno il livello di responsabilità dell'individuo.

E anche voi carissimi, la prossima volta che vi scappa un "perché sei single?", fermatevi un secondo prima e chiedete che ne so...che cos'hai fatto oggi?

Scoprirete sicuramente una cosa nuova di chi vi sta di fronte e renderete felice una persona! :) 

E dite poco?


 

 
 
 

Gli altri non si possono cambiare

Post n°214 pubblicato il 09 Ottobre 2014 da guinn
 

Ci sono giorni in cui tutto sembra difficile, insormontabile

Anche il più semplice pensiero diventa un problema per certe persone

E rendono anche la vita degli altri più difficile

Specie chi li ama e spesso aspetta una parola gentile

con il risultato di distruggere ogni residuo di pazienza e speranza

Ci sono persone che si preoccupano fin troppo di non fare male agli altri

e purtroppo ce ne sono anche di quelle che parlano senza pensare col cuore

Di queste persone posso farne a meno normalmente

Più difficile quando ti accorgi che così sono le persone che ti han dato la vita

E perdi fede nell'umanità, in quei momenti ogni sforzo pare inutile

E ti auguri e vuoi profondamente essere una persona migliore di chi ti sta davanti

Pur sapendo che gli altri purtroppo non si possono cambiare

 
 
 

Dentro e fuori

Post n°213 pubblicato il 01 Luglio 2014 da guinn
 
Tag: tempo

A volte non riusciamo a vedere noi stessi

troppo presi da quel che ci gira intorno

osserviamo, assorbiamo, come in attesa di quel qualcosa che vorremmo trovare.

A volte siamo catapultati verso desideri e aspettative

e non siamo in grado di viverci nel presente

osservare noi stessi, ascoltare noi stessi

dare voce al nostro mondo interiore che è altrettanto importante del resto che invece riempie i nostri giorni

e che con insistenza ci chiede sempre di più.

Allora arriva il momento di fermarsi, staccare la spina

E nel nostro silenzio ritrovare noi stessi dal punto in cui ci eravamo lasciati.

E nel fare questo è importante ripetersi che è vitale dare voce e tempo al nostro mondo, forse di più del resto

Perché non vale la pena fare una vita rincorrendo il mondo.

Vale la pena solo trovando un equilibrio tra quello che c'è dentro e quel che c'è fuori.


Buona giornata...

Baci

 

 
 
 

Pioggia

Post n°212 pubblicato il 25 Giugno 2014 da guinn
 

BUONGIORNO

Giorno che inizia con il suono dell'acqua

Acqua che rigenera e pulisce e lava via ogni pensiero

E pure per una come me che non ama le giornate uggiose oggi sento il sole dentro

nonostante il cielo grigio

Sento che è un nuovo inizio, come ce ne sono tanti

ma forse questo più sentito e apprezzato

E' come se questa pioggia fosse un desiderio di tutti, uomini, animali, piante e terra

così la sento...

e sento anche il GRAZIE che esce dalla mia pelle

e da quel che ho intorno

Che bella sensazione!!

Grazie pioggia!

 
 
 

Come ero e come sono ora

Post n°211 pubblicato il 06 Giugno 2014 da guinn
 

Solo uno fra tanti ti guarderà come sei

 

 

 
 
 

back from Easter

Post n°210 pubblicato il 22 Aprile 2014 da guinn
 

Perfect feeling of gratitude and freedom

temporary gift of relaxing time

peaceful moment of lightness 

sunshining and slow good vibe of a reggae song

silence

smile

me

 
 
 

Saudade de minhos companheiros

Post n°209 pubblicato il 19 Febbraio 2014 da guinn
 

E così com'è iniziato...

veloce, fresco, divertente, vento di novità e spensieratezza

...ora finisce

Finisce e lascia dentro momenti pieni di vita, curiosità appagata, risate fino alle lacrime

Pura gioia di conoscere e mettersi alla prova

E così 4 persone sconosciute e completamente diverse nei modi, nell'accento, nelle esperienze e nell'affrontare la vita

sono entrate nel mio cuore

e li rimarranno...

GRAZIE AMICI!

Muito obrigada para tudo!!

 

 
 
 
Successivi »