Creato da ruttolibero il 18/04/2008

tre minuti per te

riflessioni

 

Martedì 30 maggio 2017

Post n°23117 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Vangelo

Ø Gv 17,1-11

1Così parlò Gesù. Quindi, alzati gli occhi al cielo, disse: "Padre, è giunta l'ora, glorifica il Figlio tuo, perché il Figlio glorifichi te. 2Poiché tu gli hai dato potere sopra ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato. 3Questa è la vita eterna: che conoscano te, l'unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. 4Io ti ho glorificato sopra la terra, compiendo l'opera che mi hai dato da fare. 5E ora, Padre, glorificami davanti a te, con quella gloria che avevo presso di te prima che il mondo fosse. 6Ho fatto conoscere il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me ed essi hanno osservato la tua parola. 7Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, 8perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro; essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato. 9Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che mi hai dato, perché sono tuoi. 10Tutte le cose mie sono tue e tutte le cose tue sono mie, e io sono glorificato in loro. 11Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te.

 
 
 

Medita

Post n°23116 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Medita

Nella dolorosa e serena preghiera che – secondo Giovanni – Gesù innalza al Padre dopo l'ultima Cena, esiste un particolare che colma il cuore di gioia profonda. Gesù sa di avere adempiuto alla sua missione, sa che – malgrado le difficoltà – l'uomo, se vuole, può cercare e trovare il vero volto di Dio, lasciarsi illuminare dalla sua presenza, acquistare la vita eterna che è conoscere il Padre. Ma gli ostacoli sono molti e la nostra fragilità infinita. Gesù allora prega per noi, per coloro che il Padre gli ha affidato. Sì, amici, eravamo presenti nella preghiera di Gesù, proprio lì, nel momento più drammatico della vita del Signore, in quell'orto dell'ultima scelta, dell'ultimo dono, io, tu, eravamo presenti. Amico, non temere, il Maestro ti conosce, ti ama ed ha pregato per te. Dimora nella serenità, il Signore ti conosce e ti ama. Tu hai pregato per ciascuno di noi e ci doni la vita in abbondanza: lode a te, Signore Gesù!

 
 
 

Prega

Post n°23115 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Prega

Signore Gesù, non solo ci fai conoscere il «volto», la gloria di un Dio che è Padre attento verso i suoi figli, ma ci chiami anche alla comunione con lui, alla condivisione di questo suo amore grande e fedele. Tu ami con un particolare affetto coloro che accolgono le tue parole che parlano del Padre, che ti riconoscono come dono prezioso del suo amore e che colgono nella tua vita la sua cura premurosa per ogni uomo. Ti prendi cura di loro, preghi il Padre per loro, li affidi al suo amore sorprendente. Ti sono grato, Signore, per avermi fatto conoscere il Padre, il suo amore per me, per il dono del suo amore fedele e forte. Ti sono grato perché tu non mi lasci solo. Aiutami a restare fedele ogni giorno al tuo dono, a non sciuparlo con le mie superficialità, distrazioni e paure.

 
 
 

Riflessione su Maria

Post n°23114 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Maria

Alla donna della folla che grida: “Beato il grembo che ti ha portato!”, Gesù risponde: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la Parola di Dio e la osservano”. In questo breve dialogo, la donna, invece di invidiare Maria, è chiamata ad imitarla: la vera realtà di Maria Madre di Dio è ascoltare, custodire e fare la Parola del Signore. Anche Elisabetta aveva esaltato Maria dicendo: “Beata te che hai creduto”. Elisabetta aveva compreso che la fede è la vera beatitudine di Maria. Ogni credente dovrebbe dedicare un tempo della sua giornata all’ascolto di Dio e lo può fare aprendo il Vangelo. In questo modo anche noi, come Maria, diamo corpo alla Parola di Dio nella nostra carne e nella nostra vita. Maria anticipa in sé ciò che Dio dona ad ogni credente: la beatitudine e la vera felicità che nasce dall’ascolto della sua Parola. Maria ascoltò, conservò e fece crescere la Parola in Lei. Solo un cuore bello e buono come il suo custodisce la Parola e produce frutto con perseveranza. Custodita nel ricordo costante, la Parola cresce, fino a trasformare in sé tutto l’uomo.

 
 
 

Preghiera a Maria

Post n°23113 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Maria

E’ mezzogiorno. Vedo la chiesa aperta. Bisogna entrare. Madre di Gesù Cristo, non vengo a pregare. Non ho niente da offrire e nulla da chiedere. Vengo soltanto, o Madre, per poterti guardare. Guardarti, piangere di gioia, sapere questo: io sono tuo figlio e tu sei qui. Solo per un istante mentre tutto si ferma. Mezzogiorno! Essere con te, Maria, in questo luogo dove sei tu. Non dire niente, guardare il tuo volto, lasciare che il cuore canti il suo linguaggio. Non dire niente, ma solo cantare, perché il cuore è troppo pieno, come il merlo segue una sua logica in certi suoi versetti improvvisi. Perché sei bella, Immacolata, la donna finalmente restituita alla Grazia, la creatura com’è uscita da Dio nell’attimo del suo originario splendore, ineffabilmente intatta, perché sei la madre di Gesù Cristo, che è la verità tra le tue braccia, la sola speranza e l’unico frutto. Perché sei la donna, l’Eden dell’antica tenerezza dimenticata, il cui sguardo trova subito il cuore e fa sgorgare le lacrime accumulate. Perché mi hai salvato. Nel momento in cui tutto crollava sei intervenuta. Perché è mezzogiorno, perché siamo in questo giorno, perché sei qui per sempre, semplicemente perché tu sei, Maria, semplicemente perché tu esisti, Madre di Gesù Cristo, sii ringraziata. Amen (Paul Claudel)

 
 
 

I santi del giorno

Post n°23112 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 

Santa Giovanna d'Arco Vergine
Domrémy, Francia, 1412 circa - Rouen, Francia, 30 maggio 1431
Patronato: Francia, Radiofonisti, Telegrafisti
Etimologia: Giovanna = il Signore è benefico, dono del Signore, dall'ebraico

Figlia di contadini, analfabeta, lasciò giovanissima la casa paterna per seguire il volere di Dio, rivelatole da voci misteriose, secondo il quale avrebbe dovuto liberare la Francia dagli Inglesi. Presentatasi alla corte di Carlo VII, ottenne dal re di poter cavalcare alla testa di un'armata e, incoraggiando le truppe con la sua ispirata presenza, riuscì a liberare Orleans e a riportare la vittoria di Patay. Lasciata sola per la diffidenza della corte e del re, Giovanna non potè condurre a termine, secondo il suo progetto, la lotta contro gli Anglo-Borgognoni; fu dapprima ferita alle porte di Parigi e nel 1430, mentre marciava verso Compiegne, fatta prigioniera dai Borgognoni, che la cedettero agli Inglesi. Tradotta a Rouen davanti a un tribunale di ecclesiastici, dopo estenuanti interrogatori fu condannata per eresia ed arsa viva. Fu riabilitata nel 1456. Nel 1920 Benedetto XV la proclamava santa.

 

San Ferdinando III Re di Leon e di Castiglia
1198 - 30 maggio 1252
Patronato: Ingegneri

Figlio di Alfonso IX re di León e Berenguela di Castiglia, fu governatore modello dai solidi principi cristiani. Nel 1217, all'età di 18 anni, ereditò la Castiglia, la terra di sua madre e nel 1230 il León, quella di suo padre. In questo modo unificò i due regni. Re prudente, si circondò sempre di persone fidate, con cui si consultava per le questioni più problematiche e urgenti. Di Ferdinando erano note anche la profonda devozione alla Madonna e la grande umiltà. Si sposò in prime nozze con Beatrice di Svezia e poi con Maria de Ponthieu. Dalle due unioni nacquero complessivamente tredici figli. Ma la storia ricorda Ferdinando anche per le guerre contro i saraceni che gli permisero di riconquistare i regni di Cordova, Siviglia, Jaén e Murcia. Nel 1221 il sovrano fondò la cattedrale di Burgos, si deve a lui anche l'ampliamento dell'università di Salamanca. Morì il 30 maggio 1252 e fu sepolto nella cattedrale di Santa Maria a Siviglia. È stato canonizzato da Papa Clemente X il 4 febbraio 1671.

 
 
 

Studiamo il Nuovo Testamento

Post n°23111 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ruttolibero
 

LETTERA AGLI EBREI
CAPITOLO VI

I danni dell’apostasia
(continuazione)

[3] Questo noi intendiamo fare, se Dio lo permette.
L’Autore è intenzionato a parlare solo di Cristo per dire di Lui ciò che è più completo.

Questo è il suo intendimento. La realizzazione di ogni cosa non è però nelle sole mani dell’uomo, è anche nella volontà di Dio, nella sua permissione, nel suo aiuto, nella sua grazia.

Se Dio lo permette può avere pertanto una molteplicità di significati:

-  Se Dio mi aiuta, mi sostiene, mi dà la forza.

-  Se Dio vuole che questo sia fatto. Se vuole altro, farò di certo altro.

-  Se Dio mi illumina e mi dona l’intelligenza per capire il mistero di Cristo Gesù secondo completezza e pienezza di verità.

-  Se Dio ha pietà di noi tutti e ci concede questa ulteriore grazia di conversione e di santificazione mediante la conoscenza più completa di Cristo Gesù e del suo altissimo e unico mistero di redenzione.

Tanti possono essere i significati della frase dell’Autore. Ognuno può cogliere altre sfumature, una cosa però deve essere chiara ad ogni mente: chi scrive vive di vera, autentica, mentalità di fede. Costui sa che nulla un uomo può fare senza l’aiuto, il sostegno, la grazia di Dio.

Tutto è da Dio, ma anche tutto è per il Signore ed è per il Signore se è secondo la Sua santissima volontà.

La fede si trasforma in preghiera per chiedere al Signore tutti quegli aiuti di grazia e di verità perché possa trasformare la sua intenzione in un concreto aiuto perché i suoi fratelli di fede non solo rimangano nella verità, ma producano anche frutti di grazia e di verità.

(continua)

 
 
 

Lunedì 29 maggio 2017

Post n°23110 pubblicato il 29 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Vangelo

Ø Gv 16,29-33

29Gli dicono i suoi discepoli: "Ecco, adesso parli chiaramente e non fai più uso di similitudini. 30Ora conosciamo che sai tutto e non hai bisogno che alcuno t'interroghi. Per questo crediamo che sei uscito da Dio". 31Rispose loro Gesù: "Adesso credete? 32Ecco, verrà l'ora, anzi è già venuta, in cui vi disperderete ciascuno per conto proprio e mi lascerete solo; ma io non sono solo, perché il Padre è con me. 33Vi ho detto queste cose perché abbiate pace in me. Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo!".

 
 
 

Medita

Post n°23109 pubblicato il 29 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Medita

"Adesso credete?" Gesù ironizza con i suoi. No, il tempo di credere è passato, hanno perso il treno, non erano presenti al momento giusto, hanno perso l'appuntamento. Idiozia degli apostoli e nostra, presunzione di tenere tutto, anche il tempo di Dio, nelle nostre mani! Adesso crediamo? Dopo avere tutto valutato, dopo avere dedicato, bontà nostra, tempo a Dio? Adesso? Povero Dio, continuamente esaminato, sempre messo alla sbarra dei nostri pregiudizi e delle nostre manie. Gesù si sente solo, ora, il percorso che gli apostoli dovevano fare è fallito, poco importa che loro – adesso – si siano convinti. Tutto intorno è tenebra e astio, la croce resta l'ultima soluzione. Ma esiste un appello, gli apostoli saranno chiamati ad un'ultima prova, la definitiva: saranno chiamati ad accettare umilmente il proprio fallimento, a mettere da parte la propria sicumera. Falliti, masticati dalla sofferenza, umiliati dalla constatazione del proprio limite, potranno finalmente diventare discepoli, allora, non adesso, allora, come vuole Dio. Salvaci dalla presunzione di tenere in mano la nostra vita interiore, Signore, concedici di sperimentare il tuo aiuto nella nostra fragilità!

 
 
 

Prega

Post n°23108 pubblicato il 29 Maggio 2017 da ruttolibero
 
Tag: Prega

Signore Gesù, tu non vuoi illudere i tuoi amici, presentando una fede in te al riparo da difficoltà e dalla prova, ma vuoi che sappiano che nel mondo in cui vivono incontreranno difficoltà che metteranno alla prova la loro fede in te, la loro amicizia con te. Tu, però, non li lasci soli ad affrontare questa situazione, ma garantisci loro la tua presenza portatrice di una pace che nessuno può rapire dal loro cuore; ricordi che quel mondo che ti è ostile non può nulla contro di te e che non può allontanarci da te. Conserva nel mio cuore la tua pace quando la mia fede sarà messa alla prova; aiutami a non dimenticare che «tu hai vinto il mondo» quando, di fronte a un mondo spavaldo nel suo rifiuto di te, nell'ostentare una gioia e una sicurezza che prescindono da te, sarò tentato di pensare che forse la verità sta dalla sua parte e di prendere le distanze da te.

 
 
 
Successivi »
 
PREMIO DOLCEZZA..AMICI DEL BLOG!
un cuore per te...
con affetto Chucchi !!
.......
Grazie chucc!!! (meglio tardi che mai)
28/10/2008
 

PER UN AMICO

Pinkkkkkk grazie!!! Alla fine dovevi
solo aggiungere... "...Ho detto tutto!"

 

UN RICORDO..UN VENTO...A...COME AMICIZIA..

Certe cose arrivano direttamente
al cuore. Grazie Viola!!!

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ruttoliberolacky.procinoCyrano_de_BciciawebPICCOLAVIOLETTA6donatonatolaeasysuellenAngelaUrgese2012cardiavincenzovirgola_dfI.do.not.trustlevoglioperverse0PAOLAICS6sinaico
 

GRAZIE AVITERBO35 PER QUESTO "AMBITO" PREMIO!

 

UN GRAZIE A PINKSY PER QUESTO PREMIO ESAGERATO!

 

Premio blog brillante

 

Questo premio lo dono ad una persona

che davvero se lo merita.

Proprio perche' il suo cuore la sua

Anima e tutta la sua persona,

sono molto di piu' di questo oggetto.

Io dono questo premio a

RUTTOLIBERO.

 
 

GRAZIE VIOLADELPENSIER_1965

HO RICEVUTO TANTI PREMI DA VOI

PER UNA VOLTA VOGLIO ESSERE IO

A DARVI UN PREMIO...

PER VOI MIEI CARI BLOG AMICI

CON TUTTO IL MIO AFFETTO

img296/8201/pergamenacp6.jpg

 
 

Grazie Avi per questo bellissimo premio che hai voluto generosamente dedicare a questo blog! Grazie di cuore!

Premio Creatività donato da AVITERBO35 il 5/10/08

PremioCreativitàOriginalità

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.