Pensieri&riflessioni

Satira

Creato da caiodentato il 28/12/2008

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 46
 

 

Serial killer cats

Post n°454 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da caiodentato
Foto di caiodentato

Anche questa volta mi tocca fare un post sugli maltrattamenti agli animali, ma questa volta è ancora peggio. A Londra c'è un serial killer dei gatti, roba da non credere. In tre anni ha ucciso oltre 400 gatti, per poi mutilarli orribilmente.  Scotland  Yard ha addirittura schierato 15 investigatori per scoprire chi è l'autore di questi orrendi crimini, scoprendo che le povere bestiole sono state uccise tutte allo stesso modo: un colpo brutale contro il muro, seguito dalla mutilazione della testa, zampe e coda con un coltello ben affilato. Altro che Jack lo Squartatore, questo è anche peggio, magari sarà un suo lontano parente chissà. Per limitare i danni le autorità inglesi hanno avvisato i proprietari dei felini di non lasciarli mai soli. Naturalmente sul caso si sono precipitati esperti psicologi e criminologi di ogni genere dicendo ognuno la sua. Una nota psicologa ha detto che in futuro il serial killer potrebbe rivolgere la sua attenzione agli umani dopo essersi stancato degli animali, perchè non si è di fronte al comune abuso di animali, è la mutilazione dopo la morte che rende il caso interessante, e ha aggiunto  che in passato gli assassini di animali hanno rivelato fantasie sessuali deviate spostando poi la loro attenzione sugli essere umani. Ora non ci resta che sperare in un intervento di Catwoman, speriamo che lo catturi e gli faccia fare la fine che merita.

 
 
 

Abbandonare gli animali è come una bestemmia

Post n°453 pubblicato il 09 Febbraio 2018 da caiodentato
Foto di caiodentato

La civiltà di un popolo si vede anche da come tratta la splendida natura che ci circonda e la fauna che la adorna. Per esempio avete mai visto un cane che abbandona il suo padrone?  No. Ma un padrone che abbandona il suo cane esiste. C'è ne sono tanti. Li lasciano sulle autostrade, nelle metropoli, nelle campagne tra le erbacce. Non tollero certe crudeltà. Dico a questi scellerati "Ma come potete aprire lo sportello dell'auto e sbarazzarvi di chi vi è stato vicino per mesi e per anni con tale violenza? " Ho sempre avuto cani e gatti a casa, il primo era un meticcio trovato  in campagna che adorava il mare, la domenica  ci andavamo alle sei di mattina,  e lì impazziva di gioia, andava in acqua e mi chiamava, voleva che facessi il bagno con lui, mi tuffavo e nuotavamo insieme,  la gente si incantava a vederlo nuotare, poteva fare le Olimpiadi, ora nuoterà in cielo. E che dire dello splendido Nino, un gatto di Angora Turco che raccolsi malato e tutto spelacchiato, piccolo e indifeso. Lo raccolsi e lo portai a casa, in meno di due mesi si rimise in forma che sembrava una nuvola bianca, mi visse poco, un brutto male se lo portò via a solo 5 anni, lasciandoci un grande vuoto. Ora ho uno splendido Cavalier King Spaniel, lo regalai a mia moglie per colmare il vuoto della casa,  senza un animale non ci sappiamo stare. Inutile dire che Artù ha preso il posto degli altri anche nel nostro letto, la nostra è una sana convivenza, d'inverno si appallottola  sotto le nostre natiche, ma d'estate se ne va sul pianerottolo dove gira aria fresca, a volte lo si sente russare, o lo senti fare la bicicletta, chissà cosa sogna, ma non ci facciamo caso. La mattina ci sveglia sempre, con le sue leccatine, ci lecca fino a che non ci alziamo, perchè il signorino vuole la colazione, e la sera quando torniamo ci aspetta  a tutti dietro al portone, ormai sa tutti gli orari, e percepisce anche quando facciamo straordinari. Nei lunghi pomeriggi d'inverno, mi tiene compagnia sul divano e ci vediamo la tv. Gli animali hanno cambiato la nostra vita arricchendola. Ora è quì  vicino a me che sto facendo questo post, non mi lascia mai solo. E' lui  il vero padrone di casa.

 
 
 

Addio belle ombrelline

Post n°452 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da caiodentato
Foto di caiodentato

Avete presente le gare di Formula 1  o le gare di moto dove prima delle partenze ci sono quelle belle ragazzotte con gonne millimetriche con bocche carnose ripiene di rossetto e occhi ammiccanti, e tutte le loro migliori curve bene in mostra che reggono gli ombrelli sulla testa dei piloti facendo loro ombra? Beh..a quando pare non le vedremo più. I padroni dei motori hanno deciso di toglierle con la seguente motivazione :Questa  pratica è in disaccordo con le regole base della società moderna. Una volta si diceva, donne e motori gioie e dolori. A quando pare non sarà più così, i tempi cambiano. Alla notizia  gli appassionati di motori hanno reagito male, ne hanno detto di tutti i colori sul web: Puritani al soldo degli emiri, americani dell'altra sponda,ombrelline licenziate vergogna, così aumenta la disoccupazione, ora metteteci gli ombrelloni, era l'unica cosa che mi teneva sveglio prima della partenza...ecc..ecc..Per la prima volta si afferma per principio che la donna non ha il compito prioritario di eccitare lo spettatore. Forse la vicenda Weinstein ha prodotto uno squarcio enorme che va oltre le molestie. Dopo decenni di inconsapevolezza lo sfruttamento del corpo femminile viene improvvisamente notato provocando un certo imbarazzo o forse anche fastidio.  La scomparsa delle ombrelline sarà un piccola vittoria per la donna, e forse un grosso passo per l'umanità. Ora nelle prossime gare  da quel che si dice, sulla griglia di partenza ci saranno saltibanchi, giocolieri,  mangiafuoco e signore mature  castamente vestite con prodotti pubblicitari  da bere o mangiare. Sinceramente quelle ombrelline mancheranno anche a me, quelle si che erano curve  da affrontare.

 
 
 

Lavorare fa male specie di mattina

Post n°451 pubblicato il 18 Gennaio 2018 da caiodentato
Foto di caiodentato

Lavorare di mattina presto fa male. Ho letto questa terribile notizia da un allarme che viene da un ricercatore della  nota università di Oxford. Secondo una sua ricerca andare a lavorare prima delle 10 di mattina fa male. Per esempio, provoca aumento di peso, calo di difese immunitarie, e udite , perdita di memoria. I suoi test hanno provato che i ragazzi di 10 anni sono poco concentrati a scuola, e che i sedicenni danno il meglio dopo le 11. Per esempio, i dipendenti di aziende e uffici che iniziano  il lavoro prima delle 10 sono già stanchi e demotivati. Nella nostra società spiega il ricercatore ci sono persone che hanno carenza di sonno, e in questo modo si danneggia la salute. A questo punto l'ideale sarebbe andare a lavorare di pomeriggio. Ma anche in questo caso si sa, il pranzo italiano induce sonnolenza, e come tutti   facciamo, nessuno rinuncia alla pennichella pomeridiana. Però il cervellone inglese non spiega se ha fatto ricerche su quelli che fanno il turno di notte, o lavorano di domenica e giorni festivi, chissà se si stancheranno,  o  altro.  In quando a me che scienziato non sono non ho dubbi: lavorare stanca a qualsiasi ora. 

 
 
 

Gli abitanti del virtuale

Post n°450 pubblicato il 02 Gennaio 2018 da caiodentato
Foto di caiodentato

Nelle lunghe giornate d'inverno, quando fuori piove e il vento freddo sferza le cime degli alberi buttando giù le ultime foglie rimaste, passo il mio tempo o leggendo o girovagando sui blog di  Libero, o sui profili, dove si incontra di tutto, strani personaggi o strani esseri fate voi, che  a volte mi sembra di vivere nel mondo di  Alice nel  paese delle meraviglie. Sono così strani che starebbero benissimo nel libro di Carrol. Per esempio c'è Messer Panzerotto cavaliere errante della  Val Vibrata che ha perso il suo "io" vagando da un profilo all'altro con mille volti da far invidia al Nobel  Pirandello nel suo libro Uno, nessuno, centomila. Ma come il Don Chisciotte, combatte con i mulini a vento scambiandoli per i suoi nemici, dandomi anche l'impressione che i mulini li ha nella testa. Si incontrano anche lupi famelici, collezionisti  di indifese Cappuccette rosse, ma i tempi cambiamo e le moderne donzelle sfuggono sempre, così i poveri lupi devono accontentarsi delle loro foto da usare come figurine della Panini da attaccare al loro album. Per non parlare poi di disperate che hanno perso la testa per me (e chissà di quanti ancora) e che mi mandano la loro  e_mail per un'incontro galante. Rispondo col sorriso dicendo che sono pieno di debiti e non mi posso mai  permettere certi lussi, chissà perchè spariscono. Un anno fa, ricevetti sulla mia posta un messaggio accorato da una ragazza dell'est, mi diceva che in Russia faceva molto freddo, e che aveva sua sorella e la madre che stavano morendo di freddo e se volevo dar loro un contributo di 300 euro per acquistare per loro una stufa. Risposi che ne ero felice di aiutarle e se mi dava l'indirizzo dei suoi mandavo loro una vecchia stufa ben funzionante che avevo in cantina, non mi ha mai risposto,  mi ha offeso. Ci tenevo tanto al mio contributo, e svuotare la cantina. Poi ci sono i "Panzer" non mi riferisco ai carrarmati,ma a quelli che mostrano addominali e pettorali da far invidia a un carrarmato davvero, chissà come faranno a venire così, confesso che li invidio davvero. Ora però mi fermo quì o Carrol si ingelosisce perchè potrei farci davvero un bel libro che verrebbe meglio del suo, di personaggi c'e ne sono tanti in questo mondo virtuale, come trovarli?..in alto a destra c'è il tasto esplora..buona fortuna.

 
 
 
Successivi »
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

the_oracle73LSDtripNoRiKo564avogadrosechannelfymassimocoppadusolinacaiodentatodolcesettembre.1soltanto_unsognoTerzo_Blog.GiusDelicato.fascinofiordistella3arw3n63
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom