Creato da laura561 il 04/02/2009
“Fino a quando il sangue dei figli degli altri varra’ meno del sangue dei nostri figli, fino a quando il dolore degli altri per la sorte dei propri figli, varra’ meno del nostro dolore per la sorte dei nostri figli, ci sara’ sempre qualcuno pronto ad organizzare stragi in piazze, stazioni, o nei cieli, avendo la speranza se non la certezza della impunita’. Dobbiamo divenire familiari di ogni vittima, come lo fossimo realmente e per sangue, per conservare intatta nel tempo la loro stessa capacita’ di memoria, la loro stessa determinazione nella ricerca di Verita’ e Giustizia, e per essere pronti a pagare i prezzi che potremmo essere chiamati ad onorare per questa familiarita’. E noi, che pretendiamo di essere creduti e stimati quando esprimiamo la retorica del sacrificio della vita sui campi di battaglia per la familiarita’ acquisita nel giuramento con ogni nostro concittadino, come potremo essere ancora credibili quando e se non siamo disponibili a pagare, nella ordinarieta’ della nostra vita e della nostra attivita’ professionale, non con la vita, ma neppure con una promozione negata, un trasferimento, una valutazione negativa, o qualche fastidio familiare o timore di ritorsione violenta la fedelta’ a quei valori per i quali abbiamo giurato e per i quali siamo divenuti Ufficiali?” Sandro Marcucci
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

introduzione caso sandro marcucci

Tutto quanto qui pubblicato è scritto da Laura Picchi che ne ha l'esclusiva responsabilità.

 


Tutta la vicenda sul caso Marcucci  è nel Manoscritto Impossibile Pentirsi di Mario Ciancarella

al link:

http://www.scribd.com/doc/39054852/Manoscritto-Ciancarella-Impossibile-Pentirsi-Anche-Su-Strage-Ustica.

 

Ultimi commenti

Ennesima opera distruttiva ed inutile . E lo Stato difende...
Inviato da: RavvedutiIn2
il 06/07/2014 alle 20:42
 
Salve complimentissimi per il blog tantissimi saluti da una...
Inviato da: Anna.maria90
il 24/02/2014 alle 22:46
 
Complimenti per il blog colgo l'occasione di augurarti...
Inviato da: spazio.b
il 09/12/2013 alle 17:48
 
Sei sempre un emozione tesoro un abbraccio ^_^
Inviato da: hengel0
il 06/07/2013 alle 11:09
 
tenete duro!!!
Inviato da: ninograg1
il 27/04/2013 alle 07:48
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

laura561scorpione19586angeligianmoseserussidinobarilisifabriGraphic_Usermultiplicoloriautumninrom0marta.lauralarosanigracarmelina59_2009fatamatta_2008tamy.1977antropoetico
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Marcucci Ciancarella Ust...Palermo, elezioni: manca... »

Conferenza stampa 1993 per far riaprire il caso Marcucci con l'avv. Galasso: relazione Sisde Livorno ancora riservata‏

Post n°710 pubblicato il 17 Maggio 2012 da laura561

Alla Conferenza stampa del 1993 dove l'attuale avvocato dei familiari delle vittime di Ustica Galasso con Ciancarella chiese la riapertura del caso Marcucci e Lorenzini c'era anche il Sisde, il servizio segreto civile e la relazione del centro Sisde di Livorno è ancora riservata:



727 LETTERA * RISERVATO EVENTUALE NR. ATTO:

ENTE ORIG.: * CENTRO SISDE LIVORNO PROT.: 732/9049.3 DATA: 25.05.93

DESTINATARI: * DIREZIONE SISDE PROT. SERV.: 93TER.6298 DEL 31.05.93

 

CONTENUTO

 

ATTO: RELATIVO ALLA CONFERENZA STAMPA DI MARIO CIANCARELLA, DI "LA RETE"

SULLA MORTE DEL TEN. COL. SANDRO MARCUCCI, AVVENUTA IN UN

INCIDENTE AEREO SULLE ALPI APUANE, LE CUI CAUSE SAREBBERO DA

RICOLLEGARE ALLE INDAGINI SVOLTE DA QUEST'ULTIMO SU USTICA.

 

Questa è l'agenzia Ansa già inviata che parla della conferenza stampa:

 

PISA, 24 MAGGIO 1993 – USTICA: EX CAPITANO AERONAUTICA SU “ABBATTIMENTO DC9″


Ad abbattere il Dc9 dell’ Itavia la sera del 27 giugno 1980 sarebbe stato un missile partito da un caccia dell’ aeronautica militare italiana: lo ha detto l’ ex capitano dell’ aeronautica, Mario Ciancarella, nel corso di una conferenza stampa, alla quale ha partecipato anche l’ onorevole Galasso, deputato della Rete. Questa “verità”, secondo l’ ex ufficiale, anche lui esponente della Rete, sarebbe stata scoperta dal tenente colonnello Sandro Marcucci “ucciso – ha detto Ciancarella – perché sapeva troppo su Ustica”. Marcucci perse la vita in un volo di esercitazione con un Piper antincendio sulle Alpi Apuane il 2 febbraio del ’92, ma secondo Ciancarella non sarebbe caduto per un incidente, come risulta dall’ inchiesta della magistratura di Massa, ma “qualcuno gli avrebbe tappato la bocca per sempre, forse con una bomba al fosforo”. Marcucci avrebbe quindi avuto le prove che il Dc9 era stato abbattuto da un nostro caccia “secondo un piano stabilito dagli Usa e da settori dei servizi segreti italiani”. La responsabilità dell’ incidente doveva essere attribuita alla Libia, secondo Ciancarella (“Marcucci aveva scoperto che il Mig era partito da Pratica di Mare e non da Tripoli”), per mettere in moto una ritorsione nei confronti di Gheddafi e favorire l’installazione dei missili a Comiso. “Vogliamo – ha detto Galasso – che il caso Marcucci, frettolosamente liquidato, sia riaperto”. (ANSA)

Orlando ha chiesto al Copasir se i servizi hanno mai indagato sulle indagini eventuali del Marcucci sulla strage di Ustica e sulle cause della morte di Marcucci e Lorenzini:
http://www.scribd.com/doc/63672678/Caso-Marcucci-e-Lorenzini-Nella-Relazione-Annuale-Copasir-2011

Il dis di De Gennaro ha risposto al Copasir che gli ha inoltrato la lettera di Orlando e il tutto è stato secretato.

Orlando ha lasciato la Commissione errori sanitari per candidarsi a sindaco di Palermo ed è duramente attaccato dal Presidente D'Alema del Copasir che sostiene Ferrandelli,
De Gennaro ha lasciato il Dis, ora è sottosegretario del governo Monti, noi continuiamo a chiedere la riapertura del caso Marcucci e Lorenzini a chi di dovere ed a interrogarci
del perchè il segreto sull'attività del Sisde su una conferenza stampa e sulla risposta del Dis a Orlando su quello che per la verità ufficiale è un incidente aereo che si dice avvenuto per colpa del Marcucci e del vento, che per il giudice Priore non è connesso alla strage di Ustica.

Laura Picchi associazione antimafie Rita Atria


 
 
 
Vai alla Home Page del blog