Creato da laura561 il 04/02/2009
“Fino a quando il sangue dei figli degli altri varra’ meno del sangue dei nostri figli, fino a quando il dolore degli altri per la sorte dei propri figli, varra’ meno del nostro dolore per la sorte dei nostri figli, ci sara’ sempre qualcuno pronto ad organizzare stragi in piazze, stazioni, o nei cieli, avendo la speranza se non la certezza della impunita’. Dobbiamo divenire familiari di ogni vittima, come lo fossimo realmente e per sangue, per conservare intatta nel tempo la loro stessa capacita’ di memoria, la loro stessa determinazione nella ricerca di Verita’ e Giustizia, e per essere pronti a pagare i prezzi che potremmo essere chiamati ad onorare per questa familiarita’. E noi, che pretendiamo di essere creduti e stimati quando esprimiamo la retorica del sacrificio della vita sui campi di battaglia per la familiarita’ acquisita nel giuramento con ogni nostro concittadino, come potremo essere ancora credibili quando e se non siamo disponibili a pagare, nella ordinarieta’ della nostra vita e della nostra attivita’ professionale, non con la vita, ma neppure con una promozione negata, un trasferimento, una valutazione negativa, o qualche fastidio familiare o timore di ritorsione violenta la fedelta’ a quei valori per i quali abbiamo giurato e per i quali siamo divenuti Ufficiali?” Sandro Marcucci
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

introduzione caso sandro marcucci

Tutto quanto qui pubblicato è scritto da Laura Picchi che ne ha l'esclusiva responsabilità.

 


Tutta la vicenda sul caso Marcucci  è nel Manoscritto Impossibile Pentirsi di Mario Ciancarella

al link:

http://www.scribd.com/doc/39054852/Manoscritto-Ciancarella-Impossibile-Pentirsi-Anche-Su-Strage-Ustica.

 

Ultimi commenti

Ennesima opera distruttiva ed inutile . E lo Stato difende...
Inviato da: RavvedutiIn2
il 06/07/2014 alle 20:42
 
Salve complimentissimi per il blog tantissimi saluti da una...
Inviato da: Anna.maria90
il 24/02/2014 alle 22:46
 
Complimenti per il blog colgo l'occasione di augurarti...
Inviato da: spazio.b
il 09/12/2013 alle 17:48
 
Sei sempre un emozione tesoro un abbraccio ^_^
Inviato da: hengel0
il 06/07/2013 alle 11:09
 
tenete duro!!!
Inviato da: ninograg1
il 27/04/2013 alle 07:48
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

laura561amorino11psicologiaforenseenrico505marilenadgl5strong_passionbelladigiorno_mstreet.hasslelinovenapomodadamo2005sifabriladymaria45gioiaamoreAlberi_Nuovicarloreomeo0
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Cronaca in diretta Terre...Cronaca Udienza Processo... »

La relazione dell’Aeronautica sull’incidente di Ramstein (stragi80.it)

Post n°777 pubblicato il 30 Maggio 2012 da laura561

ESCLUSIVO: La relazione dell’Aeronautica sull’incidente di Ramstein
Pubblicato il 29 maggio 2012 da stragi80.it

Il 31 gennaio scorso l’avvocato Daniele Osnato, legale di un folto gruppo di familiari delle vittime della Strage di Ustica, annunciò l’avvio di attività investigative, private, relative all’incidente occorso alla Pattuglia acrobatica nazionale nella base tedesca di Ramstein, in cui persero la vita, oltre 67 spettatori che assistevano alle evoluzioni della Pan, anche tre piloti delle Frecce tricolori:  Giorgio AlessioIvo Nutarelli e Mario Naldini. I nomi di quest’ultimi due militari (Naldini e Nutarelli) sono legati da tempo all’affaire Ustica, in quanto proprio la notte del 27 giugno 1980, dopo essere decollati dalla base di Grosseto, per molti minuti volarono su un TF-104 di conserva al DC9 dell’Itavia, tra l’altro squockando un codice di emergenza prima di atterrare. Circostanza che li rese, probabilmente, testimoni oculari di quanto potrebbe essersi verificato attorno all’aerovia percorsa dal volo Itavia. L’avvocato Osnato, riaprendo il caso Ramstein, parlò anche dell’esistenza di una relazione tecnica redatta dall’Aeronautica e mai resa nota. Ebbene oggi Stragi80.it è in grado di pubblicare integralmente quella relazione. Si tratta di un documento di 154 pagine che porta la firma del generale Guido Oliviero e di altri sei alti ufficiali della nostra Aeronautica. Il documento è datato 14 ottobre 1988, ed è stato redatto secondo le regole e le procedure dettate dalla Nato in materia di indagini su incidenti aerei che vedono coinvolti velivoli militari. L’indagine, occorre ricordarlo, proprio ai sensi di quanto stabilito dalla Nato, fu affidata a una commissione mista (Usa, Germania e Italia). Gli Americani si occuparono dell’aspetto sicurezza, cioè di verificare se erano state rispettate tutte le norme previste per gli air show, i tedeschi dei soccorsi e gli italiani delle cause tecniche che portarono al disastro. Il risultato di queste indagini è tutto nelle 154 pagine che Stragi80.it pubblica oggi integralmente.

 

> Scarica la relazione in pdf

 
 
 
Vai alla Home Page del blog