Community
 
miriam1mt
   
 
Creato da miriam1mt il 28/11/2011

LA VITA COS'E'???

Una felicità che finora l'uomo non ha mai conosciuto: la felicità di un dio colmo di potenza e d'amore, di lacrime e di riso, una felicità che, come il sole alla sera, non si stanca di effondere doni della sua ricchezza inestinguibile e li sparge nel mare, e come il sole, soltanto allora si sente assolutamente ricca, quando anche il più povero pescatore rema con un remo d'oro! Questo sentimento divino si chiamerebbe, allora -umanità!

Messaggi del 17/07/2012

Grande successo per la sagra della vongola lupino

Post n°2266 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Martedì, 17 luglio 2012 - 12:52:00

Le novità: un quintale di alici andate via nei primi due giorni. Tre e mezzo di frittura sfornati nel week-end. Patatine e vino a go-go. E la storia: 12 quintali di vongole, 6 di cozze. Pasta, pane e pomodori a volontà. Parlare di successone sembra quasi riduttivo. La sagra della vongola lupino di Fiumicino cala il sipario con una convinzione: essere entrata di diritto negli eventi clou del comune e aver conquistato tutti. I numeri parlano da soli. Più di diecimila presenze nei cinque giorni di festa. Parco Bezzi pieno come non mai. E un chiodo fisso, raddoppiare la sagra: non solo vongole lupino ma anche le alici pescate nei mari del Comune.

“Non ci aspettavamo così tanta gente - ammette Salvatore Moscato il presidente dell’associazione Nuovi Orizzonti, ideatrice dell’evento, -. È stata davvero dura non scontentare nessuno. Abbiamo dato il massimo. Devo ringraziare tutti i ragazzi che si sono messi a disposizione gratuitamente per fare in modo che questa festa potesse realizzarsi”. Cristina è una di queste, cinque giorni di ferie passati con la bandana in testa a sgobbare, cucina, servire ai tavoli, lavare, pulire. “Vogliamo che Fiumicino cominci ad apprezzare le proprie tradizioni, riscoprire i propri valori. La festa nasce proprio da qui”. Non è mancato il supporto del consigliere comunale del Pdl, Giuseppe Paolino Giuffrida, vero mentore di questa iniziativa: “L’idea è valorizzare il pescato locale - dice -. Fiumicino è famosa per il suo pesce ed eventi come questi aiutano a esportare anche oltre i confini comunali questi valori. Le alici? Ci stiamo pensando. Il nostro obiettivo è fare due sagre, una a Fiumicino e una nell’hinterland. Chissà che l’anno prossimo non ci si riesca, magari realizzando una sagra della vongola lupino e una delle alici”.

Entusiasti i commenti dei tantissimi cittadini di Fiumicino e non solo che hanno affollato la manifestazione. Così come migliaia sono stati gli spettatori degli spettacoli organizzati nei cinque giorni. La serata dell'11 luglio animata da Santino Strano con il liscio e i balli di gruppo. Il 12 luglio con le scuole di danza "Thru Ballet" e "Sostare Danzando". Il 13 luglio ancora Santino Strano con balli di gruppo e liscio. Il 14 con la serata dedicata alla canzone romana e a Claudio Villa, con la partecipazione straordinaria di Salvatore Strano. E il grande finale del 15 luglio con la sfilata di moda scenografica diretta e presentata da Caterina De Marca, seguita poi dai balli di gruppo, salsa e bachata con il maestro cubano David Hernandez. A completare, tutte le sere, mercatini delle curiosità e per i più piccoli giostre, pony e altri divertimenti.

 
 
 

Aids, ecco il primo farmaco per sconfiggere l'Hiv

Post n°2265 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

aids

Cnr e Telethon, insieme per combattere le malattie genetiche

Disco verde delle autorità regolatorie statunitense al primo farmaco per prevenire l'infezione da Hiv. Si chiama Truvada e può rappresentare una rivoluzione nel mondo della medicina. Una pillola, da assumere una volta al giorno, riduce del 73% il rischio di contrarre il virus

Ma scoppia la polemica tra alcuni operatori sanitari. Il timore è che il via libera susciti un falso senso di sicurezza nella popolazione. LA SCOPERTA
 
 
 

Gli scienziati: le donne sono più intelligenti degli uomini. "Grazie, Darwin". "Meglio così"BELLA NOTIZIA

Post n°2264 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Le donne sono più intelligenti degli uomini. A "certificarlo" è uno dei più grandi esperti di QI, il neozelandese James Flynn. Un sorpasso avvenuto negli ultimi decenni, grazie alla modernità che ha costretto il gentil sesso a diventare "multitasking"

Si impone un quesito: che cosa ne pensano l'Uomo e la Donna? La risposta nella rubrica "Affari di sessi". Visto da lui e visto da lei: due cronisti, un uomo e una donna, di Affaritaliani.it dicono la loro sulla guerra dei sessi
Martedì, 17 luglio 2012 - 11:06:00

LA RICERCA: Le donne sono piu' intelligenti degli uomini. Non da sempre, ma solo negli ultimi decenni, grazie alla modernita' che le ha costrette a diventare "multitasking", ossia assolvere contemporaneamente piu' compiti. Le donne da anni non sono piu' solo mamme e donne di casa ma anche professioniste impegnate - duramente - nel mondo del lavoro. Questo risultato emerge in base all'analisi dei test sul quoziente intellettivo (QI) molto in voga nei paesi anglosassoni. Test nei quali le donne, per la prima volta, hanno superato gli uomini. Lo studio e' opera di uno dei piu' grandi esperti di QI, il neozelandese James Flynn, secondo quanto riporta il Sunday Times. Un secolo fa le donne hanno sempre fatto registrare punteggi piu' bassi di almeno cinque punti rispetto agli uomini, tanto da convincere gli psicologi che vi fossero delle differenze genetiche alla base di un tale 'gap'. La differenza, negli ultimi anni, si e' andata sempre piu' assottigliando, fino ad oggi, quando c'e' stato il sorpasso "Negli anni e' cresciuto il quoziente intellettivo di entrambi i sessi, come conseguenza della modernita': la vita piu' complessa sfida il nostro cervello che si adatta e aumenta le nostre capacita'. Ma il QI delle donne e' cresciuto piu' in fretta", ha spiegato Flynn, secondo il quale "l'effetto della modernita' sulle donne sta appena cominciando a farsi sentire.

FORUM/ La scienza: donne più intelligenti degli uomini. Di' la tua

 

VISTO DA LEI

di Maria Carla Rota

C'è voluto un bel pezzo, dobbiamo ammetterlo. Decenni, secoli, millenni. Ma la pazienza e la tenacia alla lunga pagano. Finalmente le donne sono riuscite a dimostrare la loro superiorità. Certificata nero su bianco dal maggior esperto di Quoziente Intellettivo al mondo. C'è una sola cosa da dire, a questo punto: grazie, Darwin. Lui l'aveva detto e noi abbiamo sempre saputo che aveva ragione: "Gli organismi di una stessa specie si evolvono gradualmente nel tempo attraverso il processo di selezione naturale", recita la sua teoria. Insomma, in parole povere: sopravvive  il più forte, fisicamente o, in questo caso, psicologicamente. Più il gioco si è fatto duro, più siamo diventate vincenti. La modernità ci ha chiesto di essere multitasking e noi ci siamo adeguate all'evoluzione dei tempi. Lavoro d'ufficio, mansioni casalinghe, cura del marito, gestione dei pargoli: nulla ci ferma, nulla ci preoccupa. Anzi, quello che non uccide fortifica, per usare un verso pop di Tiziano Ferro.

VISTO DA LUI

di Lorenzo Lamperti

E chi l'ha detto che è meglio essere intelligenti? Soprattutto ai giorni nostri. Basta guardarsi intorno, spesso anche allo specchio. E non è che si vedano queste gran cime, specialmente nei posti di responsabilità. Diciamo che non sempre, per usare un eufemismo, fanno strada i più intelligenti. Anzi, quasi mai. Specialmente in Italia, meglio essere un pelino meno svegli e brillanti. Furbi, ecco quello sì. E allora chi se ne importa se è stato dimostrato che le donne sono più intelligenti degli uomini. Bene, è la prova della loro subordinarietà. Sì, perché la società del XXI secolo si poggia sull'idiozia. Le donne, in quanto intelligenti, non potranno che occupare un ruolo marginale e sottoposto a quello degli uomini. Ovviamente di quelli più stupidi. Senza contare che il fatto che gli uomini sono meno intelligenti è una prova della loro integrità morale. D'altra parte, come diceva qualcuno, "chi è intelligente può sempre fingere di essere un deficiente. Il contrario è praticamente impossibile". E allora avanti così, donne intelligenti governate da uomini stupidi. Tutti gli uomini, pardon tutte le donne, del deficiente.

 
 
 

""NON ABBANDONATE GLI ANIMALETTI ""Alla Prossima Ciao Maria Buona Giornata

Post n°2263 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Tu,

esci fuori da casa tua

quella che noi umani chiamiamo lettiera

salti sul tavolo

e mi rovesci la teiera

Tu,

Nel buco della porta la testa ficchi

guardi attentamente cosa succede

senti le mia urla

tra te e te senza dirlo dici che tanto sei un gatto

dunque me ne sbatto

Tu,

Il divano di casa sempre graffi

e quando nelle giornate di sole corri dietro al cane

che ti abbaia

se continui a fare queste cose

sarò costretto a comprare una mannaia

Tu,

giri per casa

non ti fai mai trovare

dici di essere si un gatto

ragioni come un uomo

tu mi farai diventare matto 

Tu

mi coccoli quando ti coccolo

come farò senza la tua presenza in questa porta chiusa

come quando ad un dio

manca una musa 

Tu

che giri per la cucina

e io mi sento un pò male

toccandomi il petto

e tu che butti la pasta a terra perchè manca del sale 

Tu

che sei sempre allegro

anche se mi manca un rene

io non ci sarò ma per quel che mi resta

io ti vorrò bene. 

Tu

che ora non ci sono più ti manca qualcosa

giri da solo senza una felina legione

e a darti da mangiare nessuno osa

se non si tratta del tuo padrone

 
 
 

Sparatoria al barbecue, un morto a Toronto QUI LA TEMPESTA SOLARE TOCCA LA TESTA!! VERGOGNA

Post n°2262 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

foto archivio

ROMA - Almeno una persona e' rimasta uccisa e 19 ferite, tra cui una ragazzina di 12 anni, in una sparatoria a Toronto. Secondo i media locali, che citano fonti della polizia, la sparatoria e' avvenuta in seguito ad una rissa scoppiata durante un barbecue nella parte orientale della citta'. 

Diciannove persone sono rimaste ferite

17 luglio, 09:45

 

 
 
 

Rubava pc, denunciato studente Bocconi

Post n°2261 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 
Tag: CRONACA

(ANSA) - MILANO, 17 LUG - Uno studente di 22 anni dell'Universita' Bocconi e' stato denunciato a piede libero dagli agenti della Questura di Milano per aver rubato alcuni computer a suoi compagni nella sala studi dell'ateneo milanese.

Il giovane approfittava della pausa pranzo per sottrarre i pc in sala studio. A incastrarlo esistono anche immagini che lo ritraggono mentre ruba i computer.

Giovane approfittava della pausa pranzo, incastrato da immagini

17 luglio, 11:06

 

 
 
 

Digitale, speranza e primarie: “Zinga” pensa già da sindaco PENSA??? NO CREDO CHE LO SAPPIA GIA'!!!

Post n°2260 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

VERSO LE ELEZIONI. Prima un bilancio di quattro anni di governo, poi l'atteso annuncio della sulla sua candidatura. Alla festa a Trastevere per i quattro anni di Amministrazione, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ufficializza la sua corsa per strappare il Campidoglio a Gianni Alemanno: "Vi verrò a cercare casa per casa per ascoltarvi e diventare protagonisti insieme". LA GALLERY
Martedì, 17 luglio 2012 - 09:06:00


"Siamo qua perché è giusto raccontare un'esperienza, una bella storia. In tempi di cattiva politica raccontare l'esperienza può sembrare stravagante, ma per me stravagante è non farlo". E ancora: “In maniera ostinata siamo tornati perché quattro anni fa, incoraggiati da tutti voi, abbiamo incominciato un'avventura anche se avevamo tutti contro ma abbiamo provato ad essere degni. E' giusto raccontarlo non per noi ma per i romani,  per rendere chiaro che in questi quattro anni era possibile governare la cosa pubblica, fare la raccolta porta a porta e non umiliare la città”.

Rotti gli indugi, tratto il dado. Nicola Zingaretti, è finalmente candidato. Sfiderà Alemanno alle prossime comunali del 2013. L'annuncio è arrivato alla festa organizzata per i 4 anni di “buona amministrazione” della Provincia di Roma, durante la quale ha detto a chiare lettere che “è tempo di cominciare a costruire una speranza, di costruire un'alternativa, è tempo di costruire un nuovo progetto anche a Roma".

E poi la sfida: “Fino alla fine condurrò questo lavoro in Provincia, poi vi verro' a cercare, casa per casa, quartiere per quartiere, strada per strada, per ascoltarvi e diventare protagonisti di una nuova e straordinaria vittoria e insieme a voi mi candiderò' a sindaco di Roma".

C'è spazio anche per i punti salienti del programma: “Il primo punto del cambiamento e' una svolta di cultura politica e affermare la cultura della legalità' in questa città”, ha detto e poi rivolto alla collega di Giunta Patrizia Prestipino e al presidente del X Municipio Sandro Medici, ha chiarito: “Io sarò alle primarie con le forze politiche che si stanno organizzando e ci voglio arrivare con voi, con un programma discusso nelle strade e nella Rete. A settembre - ha aggiunto Zingaretti - daremo il via ad una grande esperienza di programma attraverso il sito Romapartecipa.it, tramite il quale raccoglieremo le idee migliori. Raccoglieremo i comitati e - ha concluso - ai partiti io dico di accettare questa sfida di profonda innovazione, che servirà anche loro per rigenerarsi”.

L'ultimo messaggio è per i movimenti, in particolare il Cinque Stelle: Non cederò mai all'anti-politica perché so che la politica serve ai più deboli contro i più forti ma dobbiamo anche dirci che l'anti-politica spesso nasce perché la politica mostra il suo lato peggiore. Dico e dirò basta alla cattiva politica delle spartizioni, basta con la politica che non conosce il bene comune.I programmi li sanno scrivere tutti ma bisogna essere credibili. E' un dovere essere rispettati - ha continuato Zingaretti - ma anche rispettare partendo dal colore della pelle e arrivando all'orientamento sessuale. Occorreranno idee e un nuovo modo di selezionare una nuova classe dirigente per Roma. Non vogliamo mettere più i fedeli per servire il principe nel posto dei potenti ma i migliori al posto giusto perché solo così si ridà fiducia alla politica".

 
 
 

Meglio le curve in tempi di crisi La donna grassa torna di moda E LE SECCHE CHE FINE FANNO??

Post n°2259 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Lunedì, 16 luglio 2012 - 11:11:00

Una volta, si sa, le donne formose erano considerate belle. Tutti lo abbiamo letto, studiato o osservato con i nostri occhi nei quadri rinascimentali, ma il fianco largo, la pancia tonda e il petto abbondante che oggi danno tanti problemi fino ad arrivare ad assillare le donne rispecchiavano un preciso canone estetico. Le donne in carne erano belle in tutti i sensi: perfette muse ispiratrici per gli artisti, ma anche favolose amanti. Ebbene sì. Quell'abbondanza e quella carnalità che oggi sembrano essere il miglior modo per allontanare un uomo erano invece considerati amore per la bella vita, per il cibo, per tutti i tipi di passione e, insieme a tutte le caratteristiche che concorrevano, una volta, alla formazione del concetto di bellezza nell'immaginario collettivo, vi era proprprio la prosperità portata quasi al limite. Qualche psicologo ha definito "naturale" l'attrazione erotica verso le donne grasse in quanto "compatibile con la tendenza antropologica alla soddisfazione del desiderio".

 

Ma poi la società si è imposta. I simboli sono cambiati. Lo scheletro è diventato sinonimo di bello. Forse, entrando in contrasto con la natura umana o, quantomeno, con quello che di essa conosce la psicologia. Ma siamo sicuri che il genere maschile sia d'accordo? Siamo sicuri che dietro al sedimentato bisogno sociale di non distaccarsi, sentendosi esclusi, dal comune sentire e percepire, non ci sia invece un forte istinto sessuale (magari incoscio) pro (e non contro) i chili in eccesso? A sostegno di questa teoria ci sarebbe l'indiscusso successo di tutto un filone della pornografia dedicato alle oversize. Senza contare le migliaia di forum dedicati al sesso e ai rapporti di coppia in cui tra le discussioni preferite dagli utenti ci sono quelle sull'eccitazione provocata dalle donne in carne (definite "arrapanti", "dominatrici"). Tutto questo spiegherebbe l'amore maschile per donne dello spettacolo caratterizzate da curve e cosce possenti, che hanno fatto dei loro chili in più l'arma vincente. A partire da Tara Lynn, finita anche sulla copertina di Elle. Ma non è tutto. Sempre gli psicologi hanno sostenuto che "il grasso è una filosofia in tempi di crisi" perché "rassicura e riporta l'uomo vicino alle sue origini carnali". Così è possibile che la cultura di oggi si appelli all'antropologia e sfati un tabù: Vogue e altre riviste si rifiutano di dedicare pagine alle top model troppo magre, le case di moda (come H&M) puntano sull'oversize, Tara Lynn (in foto) è tra le modelle più richieste, decolla il business delle attrici hard fuori-taglia e anche letteratura e tv puntano sulla verve della donna piena, come la protagonista di una delle serie più apprezzate della ABC Dead Dropo Diva.

LA MODELLA GRASSA SI DENUDA ONLINE, MIGLIAIA DI FANS - La sua idea era quella di trovare ragazze in carne disposte a posare e mettersi in mostra, ma, visto che la ricerca si è fatta disperata, lei ha deciso di farlo per prima sul suo blog. Si mostra come mammma l'ha fatta e il sito è stato preso d'assalto da migliaia e migliaia di utenti...

TRAMONTA IL MITO DELLA LONGILINEA, LA MODA BRASILIANA PUNTA AL BIG - Ragazze magrissime, abbronzate e con un costume quasi invisibile. Una cartolina dal Brasile consolidatissima, che potrebbe però lasciar spazio a nuove icone. Sarà per la crescita del Paese o per l'arrivo del cibo spazzatura anche nelle affollate città della costa, sta di fatto che la richiesta di costumi di taglia extralarge sta letteralmente sommergendo le aziende brasiliane produttrici di intimo, che quindi sono state "costrette" a lanciare delle linee studiate per chi, fino a qualche tempo fa, in spiaggia proprio non andava. Le nuove "padrone" di Copacabana evitano il famoso 'filo interdentale', ma non per questo vogliono "apparire come vecchie signore": "Sembra che finalmente le persone stanno cominciando a rendersi conto che non siamo tutti Gisele,' ha detto una bagnante 38 anni ad una giornalista brasiliana, riferendosi alla slanciata Gisele Bundchen.

HM SI LANCIA NELL'OVERSIZE - Nel mondo della moda, si sa, si parla sempre più spesso di battaglia contro l’eccessiva magrezza delle modelle. I buoni propositi non vengono sempre rispettati, ma è vero che da qualche tempo hanno iniziato ad apparire in passerella anche donne più “formose”, che con grande disinvoltura mostrano le loro curve super femminili. Sono numerose griffe adeguatesi a questa tendenza. Quest’anno H&M ha deciso di puntare molto sulla sua linea curvy, dato che - diciamoci la verità – non tutte le donne al mondo indossano la 42 ma questo non significa che non possano essere alla moda. H&M Plus è una collezione interamente pensata per le donne che vestono taglie dalla 50 alla 60, caratterizzata da abbigliamento e accessori decisamente distanti da quella moda XXL fatta di capi larghi volti a nascondere le forme.

Tutta la linea è composta da capi iper glamour che evidenziano le curve, ricchi di nuance vivaci per look curati e soprattutto femminili, destinati a donne briose che vogliono un’estate ricca di vitalità. Negli store troveremo abiti e accessori casual-chic pensati per esser indossati sia di giorno che di sera, ma anche modelli più importanti che possono essere tranquillamente sfoggiati in grandi occasioni. Ovviamente, data la bella stagione, non mancherà la collezione mare. Il colosso della moda svedese ha scelto come testimonial la splendida Tara Lynn, la top model più richiesta di questo settore, che evidenzia con bellezza ed estrema femminilità le novità proposte dal brand.

IL CASO/ Dopo tante accuse e critiche per il suo peso eccessivo e per il fisico appesantito dalla gravidanza appena terminata la splendida neomamma Hilary Duff ha deciso di rispondere a quelli che non fanno altro che puntare il dito sulla sua linea: “Non sono perfetta, ma mi sento fantastica”. “Succede così alla maggior parte delle donne: il peso accumulato non sparisce nel giro di una notte” dice la bella Hilary “Non mi interessa quello che dice la gente. Non sono come ero una volta, ma non ne faccio una tragedia”.

 

Hilary Duff è sposata con l’ex campione di hockey Mike Comriee questo è il loro primo figlio. A chi si chiede cosa ne pensi il suo neomarito riguardo il suo peso lievitato la Duff risponde “A lui non interessa. Anche quando ero incinta, per lui ero bellissima”.

 
 
 

Scommesse: la Lazio sotto accusa Combine col Siena, Lotito sapeva IL DISCORSO E SEMPRE UNO LADRI!

Post n°2258 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Scommesse: la Lazio sotto accusa Combine col Siena, Lotito sapeva

Il presidente della Lazio Claudio Lotito avrebbe saputo della combine di Siena-Lazio della stagione 2006/2007 e di quella di Coppa Italia tra i biancocelesti e l'AlbinoLeffe del 25 novembre 2010.

La notizia trapela dall'interrogatorio di oggi di Massimo Erodiani, indicato dagli inquirenti come uno dei cervelli nella manipolazione di partite, colui che teneva i contatti con i componenti dell'organizzazione degli Zingari e con i gruppi che finanziavano la corruzione. La partita Siena-Lazio, vinta dai toscani per 2-1, era già finita sotto la lente delle Procure di Cremona e Napoli per una denuncia di estorsione fatta da Paolo Negro e il successivo lavoro di indagine dello Sco che in un'intercettazione tra due pregiudicati carpì la frase: "Guarda che Negro c'entra eccome, a questo togliamo un sacco di soldi". I due pregiudicati sarebbero venuti a conoscenza della presunta combine del match vinto dai toscani proprio grazie a una rete del difensore ex Lazio negli ultimi minuti di gioco che salvò il Siena e condannò il Chievo alla retrocessione. Secondo le indagini, Negro fece un cenno ad alcuni suoi ex compagni della Lazio per far notare, sul tabellone, il gol del vantaggio del Catania sui veronesi: risultato che con la concomitante vittoria del Siena avrebbe garantito al club di restare in Serie A. Erodiani avrebbe dichiarato 'de relato' che il patron della Lazio, venuto a conoscenza della cosa, avrebbe voluto cacciare i due giocatori laziali 'traditorì. Mentre, sempre secondo Erodiani, Lotito sarebbe stato a conoscenza della combine del match di Coppa Italia Lazio-Albinoleffe del 25 novembre 2010, vinto dai biancocelesti. Una partita di cui aveva già parlato il pentito Carlo Gervasoni ai pm di Cremona il 12 marzo scorso. "Gegic mi riferì che Lazio-Albinoleffe di Coppa Italia, terminata 3-0, credo del 25 novembre 2010 - si legge nel verbale - era stata combinata dai giocatori dell'Albinoleffe con over e sconfitta. Non mi disse chi è che aveva organizzato la combine". Ma Erodiani non è stato l'unico a fare dichiarazioni importanti ai federali. Per una sera, Matteo Gianello anziché in porta ha giocato all'attacco confermando la tentata combine di Sampdoria-Napoli, disputata il 16 maggio 2010 e vinta dai doriani per 1-0. L'ex terzo portiere del Napoli ha ribadito quanto detto ai pm partenopei il 15 giugno dello scorso anno: tentò di pilotare il risultato del match, provando a coinvolgere nell'illecito anche gli ex compagni Paolo Cannavaro e Gianluca Grava che ora rischiano il deferimento per omessa denuncia, mentre il Napoli quello per responsabilità oggettiva. "E' stata un'audizione normale, Gianello ha confermato quanto detto alla Procura della Repubblica di Napoli, senza aggiungere nulla di nuovo", ha spiegato al termine del confronto, l'avvocato Eduardo Chiacchio. Nessuno stravolgimento di ruolo, invece, per il difensore juventino Leonardo Bonucci che davanti al pool del Procuratore Stefano Palazzi ha giocato in difesa, appunto. "Non ho niente da dire", ha sibilato al termine di un interrogatorio durato due ore. Di fronte le dichiarazioni dell'ex compagno Andrea Masiello che tirano in ballo il calciatore viterbese per la presunta combine del match Udinese-Bari (3-3, il risultato) disputato il 9 maggio 2010, quando il difensore vestiva la maglia dei biancorossi pugliesi. Bonucci però si è sempre dichiarato innocente. A smentire Masiello, c'ha pensato oggi anche l'ex leccese Giuseppe Vives che ha negato di essere stato il referente giallorosso nella combine del derby Bari-Lecce (0-2, il risultato) del 15 maggio 2011. Il giocatore del Torino ha negato, in particolare, l'episodio della pacca sulla spalla da parte di Masiello prima del fischio di inizio, segnale per dire che la combine si poteva fare. A tal proposito è slittata a giovedì l'audizione dell'ex presidente leccese Pierandrea Semeraro accusato di aver comprato il risultato favorevole di quel derby per 230mila euro. Tra i volti noti oggi in Procura è stata la volta di altri due difensori che orbitano nel giro della Nazionale: l'ex geoano Domenico Criscito, che ha perso l'Europeo, con tanto di perquisizione a Coverciano, in merito al suo coinvolgimento nella presunta combine di Lazio-Genoa del 14 maggio 2011; e l'interista Andrea Ranocchia, chiamato a fornire informazioni sull'ambiente Bari, squadra in cui militò nella stagione 2009/2010. "Criscito ha chiarito la sua posizione e speriamo, in tempi abbastanza veloci, di definire la sua posizione in maniera positiva", ha commentato l'avvocato Rosso uscendo dagli uffici di via Po dopo un'ora e mezza di confronto. Tutto a posto", ha dichiarato Ranocchia che dai federali è restato appena 50 minuti. Sono stati sentiti anche i calciatori Espinal, Curiale, Aniello Cutolo e il preparatore dei portieri David Dei in merito a Portogruaro-Crotone e il consulente di mercato del Parma Antonino Imborgia, sul Grosseto del presidente Camilli.

Martedì 17 luglio 2012 07:4

 
 
 

Ecco gli ultimi istanti del Raìs Così è morto Gheddafi. Il video QUESTA NON L'HO CAPITA!!!

Post n°2257 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

video gheddafi morto

Un nuovo video sugli istanti immediatamente successivi all'uccisione di Muammar Gheddafi in Libia è stato caricato su internet. Le immagini mostrano il cadavere dell'ex leader libico su un furgone: numerose persone intorno, tutte ben visibili, sorridono davanti al colonnello e scattano fotografie. Uno dei presenti muove il capo di Gheddafi, un altro si avvicina come per sentire i suoi bisbigli. Ben visibili, sul corpo dell'ex leader, sono le ferite alla testa e al corpo. IL VIDEO

 
 
 

Il sedere più bello del 2012 ATTENZIONE DOMENICA TEMPESTA SOLARE TI BRUCIA IL CULETTO !

Post n°2256 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

 

 
Galleria Fotografica
Di chi è il lato b più desiderato dagli italiani?
 
Video
In arrivo interessanti new entry nel cast di 'Game of thrones': la pluripremiata serie HBO aggiunge un'altra gemma alla sua collezione di belle donne, e stavolta si tratta di un Premio Oscar.

Non pensate però agli Oscar del Kodak theatre: l'Oscar vinto da Nathalie Emmanuel si chiama 'Anatomy Awards' e l'attrice, già vista in 'Misfits', lo ha vinto per il miglior sedere del 2012. Nathalie è in buona compagnia: l'originale (e virtuale) statuetta è andata anche a Jennifer Aniston (miglior scena con banana in 'Horrible bosses'), Natalie Portman, (miglior scena in perizoma in 'You Higness') e addirittura Susan Sarandon, a cui è stata assegnata una statuetta alla carriera.

Nathalie Emmanuel entrerà nel cast di 'Game of thrones' nei panni di Missandei, la nuova ancella della khaleesi Daenerys Targaryen.

GUARDA il VIDEO del SEXY LATO B di RAFFAELLA FICO

Oltre a lei, saranno ben 14 le new entry della stagione: tra le più importanti Mackenzie Crook ('Pirati dei Caraibi'), ipnotizzatore di animali, Clive Russell ('Sherlock Holmes'), che vestirà i panni dello zio di Catelyn Stark e Diana Rigg ('007 - Al servizio di suo Maestà'), nel ruolo della 'Regina di Spine'.

SCOPRI DI CHI è il LATO B più DESIDERATO DAGLI ITALIANI

Non resta che attendere l'inizio della seconda serie di 'Game of thrones': siamo certi che tra scene di sesso e nudo integrale la bella Nathalie, forte del suo Oscar, si troverà perfettamente a suo agio.

E a proposito di Oscar per il lato B: secondo voi chi potrebbe
vincere una ipotetica edizione italiana di questo premio? Noi qualche candidata ce l'abbiamo: che ne dite della futura mamma Raffaella Fico?

 
 
 

Addio a Jon Lord, fondò i Deep Purple

Post n°2255 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Il tastierista stroncato a 71 anni da un cancro al pancreas
foto Ap/Lapresse
07:56 - E' morto a 71 anni, dopo una lunga battaglia con un cancro al pancreas, Jon Lord, co-fondatore e tastierista dei Deep Purple e ideatore di numerosi brani storici della band, tra i quali "Smoke On The Water". Lo ha riferito la Bbc, spiegando che il musicista è morto alla London Clinic, dove era ricoverato, circondato dalla famiglia.
Nato a Leicester il 9 giugno 1941, Lord ha fondato i Deep Purple nel 1968, con il batterista Ian Pace. Con la band fino al 2002, ha lavorato anche con i Whitesnake, Paice, Ashton and Lord, The Artwoods e Flower Pot Men.

 
 
 

Medici (corrotti) per i boss finti pazzi FORSE SONO PIU' BOSS I MEDICI A QUESTO PUNTO !PER SOLDI

Post n°2254 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Così in più di un'occasione hanno lasciato il regime duro
per arresti domiciliari in cliniche private

(Eidon)(Eidon)
COSENZA - Bastavano poche migliaia di euro di mazzetta a psichiatri e psicologi corrotti e i boss della 'ndrangheta diventavano improvvisamente pazzi. Una patologia che in più di un’occasione ha permesso a capi clan e anche a semplici affiliati ad organizzazioni criminali di lasciare il carcere duro per gli arresti domiciliari in clinica privata, gestita da medici compiacenti. Per aumentare la gravità delle patologie ai loro assistiti, i medici corrotti erano pronti anche a sostenere metodi «classici» come il dimagrimento pilotato, per aggravare appunto la loro condizione fisica e riscuotere davanti ai giudici la certezza di sottrarsi al regime carcerario. Pochi mesi e voilà, il miracolo era fatto.

 

LE CERTIFICAZIONI - Qualche volta con le certificazioni fasulle i boss riuscivano anche ad ottenere gli arresti domiciliari. Nell’inchiesta condotta dai carabinieri del Ros di Catanzaro guidato dal maggiore Antonio Sozzo e denominata Villa Verde (dal nome della casa di cura che ha ospitato i boss), gli inquirenti hanno accertato che in più occasioni i medici corrotti erano in doppia veste. Da una parte erano loro a certificare la falsa malattia dei boss, dall’altra toccava sempre a loro attestare la veridicità di quella patologia in qualità di periti nominati dal tribunale di Catanzaro. Nessuno mai sembra se ne sia accorto del doppio incarico, e soprattutto i medici indicati dai giudici se sono guardati bene dal rifiutare l’incarico.

GLI ARRESTI - E così martedì mattina sono finiti in carcere il professor Gabriele Quattrone, 63 anni, clinico molto affermato a Reggio Calabria, il dottor Franco Antonio Ruffolo, 58 anni, di Rogliano, il dottor Massimiliano Cardamone, 37 anni di Catanzaro e il dottor Arturo Luigi Ambrosio, 75 anni, di Castrolibero. Quest’ultimo ha ottenuto gli arresti domiciliari. Il provvedimento del gip di Catanzaro che ha accolto la tesi del procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, ha raggiunto anche due donne Caterina Rizzo, 43 anni, moglie di Antonio Forastefano, oggi pentito, ma sino a qualche mese fa a capo della famiglia degli «Zingari» che controllano la Sibaritide e Patrizia Sibarelli, 30 anni, moglie di Pasquale Forastefano, fratello di Antonio. Le accuse per i professionisti variano dalla corruzione, alla frode, alle false perizie. Un contributo alle indagini l’hanno dato oltre che le intercettazioni telefoniche e ambientali anche le dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia legati al clan Forastefano, Lucia Bariova, Salvatore Lione e Samuele Lo Vato.

I CONTATTI - Proprio per tirare fuori dalla galera Antonio Forastefano ristretto a Parma in regime di 41 bis, la moglie Caterina Rizzo si rivolse al medico Arturo Ambrosio, direttore sanitario di Villa Verde a Cosenza, che a sua volta contattò un suo amico il professor Gabriele Quattrone, noto psichiatra reggino. Quattrone però era stato nel frattempo nominato dalla Corte d’Appello di Catanzaro perito d’ufficio proprio per valutare le reali condizioni cliniche del capo degli «Zingari». La prima perizia di Quattrone non fu «soddisfacente» per Forastefano perché il professionista non accertò «l’assoluta incompatibilità col regime carcerario». Nello stesso tempo però Quattrone avvicinato dal dottor Ambrosio manifestò la sua «disponibilità» a favorire Forastefano. Servivano però 12 mila euro. Questa la richiesta che il dottor Ambrosio - che intanto si era fatto nominare perito di Forastefano insieme al dottor Ruffolo – chiese alla moglie del boss. Soldi che Caterina Rizzo puntualmente versò in due rate ad Ambrosio e a Quattrone. Il professor Quattrone non è nuovo nel panorama delle inchieste sui falsi certificati. Di lui si occupò recentemente anche la procura di Milano in merito ai rapporti con la famiglia Lampada-Valle. In particolare Quattrone firmò la perizia che fu allegata all’istanza di scarcerazione per Maria Valle. Scrive il gip Giuseppe Gennari: «La perizia del dottor Quattrone dietro toni apparentemente ineluttabili, appariva del fatto inconsistente dal punto di vista scientifico».

Carlo Macrì17 luglio 2012 | 11:24

 
 
 

Edward Norton: «No al mondo senza morale»

Post n°2253 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Anhe l’asettico colonnello Ric Byer, che ordina spietatamente l’eliminazione di spie e medici perché il programma governativo segreto cui è a capo deve essere cancellato, non è un personaggio lineare e prevedibile. Per questo Edward Norton è saltato dentro la serie di Bourne senza pensarci un attimo: «Questa storia di spie poteva continuare a essere narrata perché ha evitato fin dal principio di arrotolarsi su se stessa. Il regista Tony Gilroy aveva anche un forte interesse ad espanderla verso nuove direzioni. Mi è piaciuto il modo in cui è riuscito ha utilizzare la sceneggiatura per tuffarsi nelle zone grigie della morale, dove si moltiplicano i compromessi. Non avrei mai accettato di entrare nella saga se non vi avessi trovato una dimensione emotiva e morale profonda».

Lei ha sempre dimostrato d’essere attirato da personaggi complessi.
Tutti i ruoli che ho interpretato si muovevano tra paradossi, senza mai poter essere inseriti in una categoria definita. Di Ric Byer mi è piaciuta la contraddizione: si scatena quando si debbono prendere delle decisioni immorali che si basano, però, su ideali a servizio di un obiettivo patriottico. Non è che Ric Byer sia soltanto esplicitamente il cattivo, il suo carattere è molto più complesso e sfumato, c’è molta ambivalenza in lui. Ogni personaggio del film è come se parlasse a se stesso cercando di convincersi che quello che fa è giusto, anche se non lo è, perché a servizio di un bene più ampio e superiore. Significa razionalizzare il presente: succede ogni giorno nel nostro mondo.

Copiose schegge di paura, vivendo in questa realtà.
Le tante paure che viviamo io e il mio Paese non nascono certo dalla storia di Bourne, che non le ha aumentate. Però, non le ha nemmeno diminuite: sono perfettamente consapevole di come vanno le cose. I droni americani continuano ad ammazzare gente innocente.

Il successo della saga risiede in questo collegamento alla realtà?
I film della serie di Bourne attraggono il pubblico perché contengono il ritratto di un mondo che esiste davvero, non è artificiosamente creato come quello di Bond o di Mission: Impossible. C’è un forte dibattito in corso su questi temi ed è il motivo per cui trovo il film ben radicato nel momento che viviamo.

Il suo momento professionale, invece, è più sereno: fa quello che gli è sempre piaciuto fare.
Fare l’attore è una meraviglia, un apprendimento costante, mi sento un privilegiato. Recitare per me è cercare, è guardare gli altri per vestire i loro panni nel modo migliore. Quando studio una sceneggiatura, la prima cosa che faccio è “sentire” se mi porta in luoghi difficili da comprendere. Mi fermo qui: sono sempre riluttante nel dire che cosa porto nel mio lavoro e cosa apprendo dai miei personaggi.

Una cosa l’ha appresa: dedicare parte della sua vita anche a cose buone per il nostro pianeta.
Sono ambasciatore delle Nazioni Unite per il programma della biodiversità, un concetto estremamente difficile. Da dieci anni lavoro per un progetto umanitario collegato al Masai Wilderness Conservation Trust nel Kenya meridionale, una fondazione no-profit finalizzata alla protezione e alla salvaguardia della natura, in cui sono coinvolti due italiani, Luca Belpietro e Antonella Bonomi.


Luca Pellegrini

 
 
 

Spagna: ok asta titoli, crollano tassi

Post n°2252 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Spread in calo dopo la fiammata di ieri

(ANSA) - ROMA, 17 LUG - Deciso calo dei rendimenti in un'asta di titoli spagnoli a 12 e 18 mesi. Il Tesoro iberico ha venduto 3,56 miliardi di titoli, contro i 3,5 prefissati, e sulla scadenza a 12 mesi il rendimento medio e' sceso al 3,918% dal 5,074% dell'asta di giugno, mentre su quella a 18 mesi il tasso e' calato al 4,242% dal 5,107% del mese scorso.

Venduti 3,56 mld di bond contro i 3,5 prefissati

17 luglio, 11:06

 

 
 
 

Terremoto tra Modena, Mantova e Rovigo

Post n°2251 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 
Tag: CRONACA

Martedì, 17 luglio 2012 - 08:24:00
sismografo nuova

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione tra le province di Mantova, Modena e Rovigo. Le località prossime all'epicentro sono Felonica (Mantova), Finale Emilia (Modena) e Ficarolo (Rovigo).

Secondo i rilievi registrati dall'Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) l'evento sismico è stato registrato alle ore 19.39 di lunedì con magnitudo 2.9.

 
 
 

Usa pronti alla guerra contro l'Iran: useremo la forza militare ECCO FATTO FATTO!! ECCO LA CRISI ECDONOMICA

Post n°2250 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Martedì, 17 luglio 2012 - 08:13:00
clinton obama

Il segretario di Stato Hillary Clinton ha ribadito ieri a Gerusalemme che gli Stati Uniti mobiliteranno tutti i mezzi a loro disposizione per impedire all'Iran l'accesso alle armi nucleari. "Utilizzeremo tutti gli elementi della potenza americana per impedire all'Iran l'accesso alle armi nucleari", ha detto in conferenza stampa, dopo un incontro con il primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu.

"Come il presidente (Barack) Obama ha detto, il mondo ha interesse a impedire all'Iran di ottenere armi nucleari. A causa del nostro impegno nell'ambito della comunità internazionale, l'Iran è sotto pressione, la più forte mai esercitata. E questa pressione continuerà ad aumentare fino a quando l'Iran non avrà ottemperato ai suoi obblighi internazionali", ha aggiunto il capo della diplomazia di Washington.

"Noi preferiamo una soluzione diplomatica e i leader iraniani hanno ancora la possibilità di prendere la decisione giusta. Ma la scelta deve essere definitiva", ha avvertito Hillary Clinton. "Ho detto molto chiaramente che le proposte fatte fino ad oggi dall'Iran nel quadro dei negoziati con il Gruppo 5+1 non erano accettabili. Nonostante tre sessioni di colloqui, sembra che l'Iran non abbia ancora preso la decisione strategica di rispondere alle preoccupazioni della comunità internazionale e di adempiere ai propri obblighi", ha concluso Clinton.

CARI  AMICI  QUESTA  ERA  LA CRISI ECONOMICA MONDIALE  !  SERVONO  SOLDI PER  NUOVI  ARMI  E UNA  NUOVA  GUERRA . SOLO QUESTO  SA  FARE  L'AMERICA  ""GUERRE"""  E POTERE   BRAVI  TUTTI  UN  10  E LODE  PER  ESSERE  GUERRAFONDAI  .LA PACE  NON SI  IOTTIENE  CON LE  ARMI  , MA CON I DIALOGHI .MA  QUI GLI SCOPI  SOLO  SONO  UNO  """"L'ORO  NERO"" PETROLIO PER  CHI  NON AVESSE  INTESO!!  CHE DIO  CE LA MANDI  BUONA  QUESTO  E PIU' PAZZO  DI OBAMA .

 
 
 

'Ndrangheta: sei arresti nel Reggino SPERO CHE RIMANGONO IN CARCERE A VITA

Post n°2249 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

(ANSA) - REGGIO CALABRIA - Sei presunti affiliati alla cosca Nasone-Gaietti di Scilla sono finite in manette in seguito ad un'operazione dei carabinieri. Dalle indagini coordinate dalla Dda reggina e' emersa la capillare pressione estorsiva esercitata dalla cosca su imprenditori impegnati nei lavori di ammodernamento dell'autostrada A3. ''Particolarmente preziosa'', per gli arresti, la collaborazione degli stessi imprenditori che hanno deciso di non sottostare al giogo mafioso e di denunciare le estorsioni.

 
 
 

Torna il caldo africano al Sud. Da sabato al Nord sarà autunno

Post n°2248 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Lunedì, 16 luglio 2012 - 09:36:00


 

meteo lun gio

Nei prossimi giorni, almeno fino a giovedì, l'Anticiclone delle Azzorre avrà due meriti: il primo, sarà quello di porre fine alla terza ondata di caldo al Sud grazie ad un sensibile calo delle temperature che si avvertirà proprio nella giornata di oggi e che, sulla Puglia, farà scendere il termometro anche di 6-8 gradi; mentre il secondo merito sarà quello di mantenere condizioni di bel tempo, ma con caldo nella norma e temperature che uguaglieranno, quasi ovunque, i valori tipici del mese di luglio.

Per qualche giorno, quindi, il caldo intenso concederà una tregua sulle regioni centro-meridionali grazie all'espansione verso il Mediterraneo centro-occidentale dell'Anticiclone Atlantico che, facendo affluire aria più fresca, riuscirà a tenere a bada la caliente alta pressione subtropicale che staziona normalmente sul Nord Africa.

Sull'Italia, fino a giovedì (fig. 1), il cielo sereno o al più poco nuvoloso sarà quindi accompagnato da temperature massime per lo più comprese tra 27 e 33 gradi un po' su tutte le regioni, ma con qualche isolata punta di 34-35 gradi nelle zone interne del Centro che potrebbe essere raggiunta tra mercoledì e giovedì.

Ma alle porte del prossimo fine settimana, ci sarà un nuovo cambiamento. Secondo i modelli in uso presso il centro
www.meteogiuliacci.it, infatti, il braccio dell'Anticiclone atlantico esteso fino a questo momento sul Mediterraneo occidentale ruoterà verso le Isole Britanniche, facendo così affluire verso le nostre latitudini aria più fresca proveniente dal Nord Europa. Una parte di questa aria fresca interesserà il Nord, generando instabilità con rovesci e temporali che, da venerdì, interesseranno in particolare le regioni alpine per poi scivolare verso le pianure del Nord-Est e l'Alto Adriatico entro la giornata di domenica. Un'altra parte dell'aria fresca, invece, giungerà sulla Spagna, dove darà luogo alla formazione di una debole figura di bassa pressione.

 

meteo ven dom

Sarà proprio questa figura che sarà indirettamente la responsabile del tempo al Centro-Sud perché attiverà, a sua volta, correnti calde che, ancora una volta, si muoveranno dall'entroterra sahariano alla volta delle nostre regioni centro-meridionali, grazie ad una nuova espansione dell'Anticiclone Nord Africano. Questa volta, però, si ritiene credibile che questa nuova espansione dell'alta pressione subtropicale possa essere di breve durata e, soprattutto, non particolarmente intensa.

Tra sabato e domenica prossimi (fig. 2), infatti, le temperature massime non dovrebbero superare picchi di 35-36 gradi sulla Puglia, sulla Basilicata e sulla Sicilia orientale. Sarà veramente un fuoco di paglia perché l'aria fresca nord atlantica, che sempre nel week-end interesserà le Venezie con qualche rovescio o temporale, raggiungerà probabilmente il Centro-Sud entro il 22-24 luglio, determinando su queste regioni un nuovo calo termico.

 

 
 
 

Tempesta solare verso la Terra. "Ed è solo l'inizio"E QUINDI E' FINITO INTERNET E TELEFONI? O DIO NO!

Post n°2247 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Lunedì, 16 luglio 2012 - 17:35:00
MILESTONE ED 1208191 pr

Un flare solare estremo ha causato un'eruzione solare di particelle cariche, una tempesta solare che sta viaggiando verso la Terra e dovrebbe investirla entro domenica. Giovedi' scorso ha avuto luogo l'eruzione solare, e i dati raccolti finora dal Goddard Space Flight Center del Maryland dicono che si e' generata una cosiddetta 'spulsione di massa coronale' di gas e campi magnetici. "Sembra essere diretto verso la Terra", ha dichiarato Alex Young. Secondo gli scienziati, dai veicoli spaziali attualmente in orbita avremo piu' dati che ci faranno individuare velocita' e intensita' della tempesta.

Le particelle cariche stanno viaggiando a una velocita' compresa fra un milione e mezzo e 8 milioni di chilometri all'ora. Il flusso di radiazioni elettromagnetiche puo' causare black-out radiofonici e, in casi estremi, interrompere la distribuzione di energia e interferire con le comunicazioni via satellite. "In futuro saremo interessati da sempre piu' eventi di questo genere, dato che il Sole si sta avvicinando al suo picco di attivita' che e' di undici anni - ha spiegato Young - e che e' previsto per il 2013 o il 2014".

 
 
 

NAPOLI - Agenti della Dia e del Noe dei carabinieri stanno eseguendo provvedimenti del gip di Napoli emessi su richiesta della Dda nei confronti del gruppo caseario Mandara, noto marchio nazionale e internazionale della commercializzazione della mozzarella Dop.

Il titolare, Giuseppe Mandara, è stato arrestato insieme a dei collaboratori e il patrimonio, stimato in oltre 100 milioni di euro sequestrato. Le accuse sono associazione per delinquere di stampo camorristico e reati in tema di tutela della salute pubblica.

Il sequestro di beni eseguito dagli agenti della Dia e dai carabinieri del Noe di Napoli riguardano l'intero patrimonio aziendale del gruppo caseario «Mandara». Secondo quanto rende noto la Dia, gli esponenti di vertice del gruppo imprenditoriale sarebbero legati al clan dei Casalesi.

Emerge anche una truffa su prodotti caseari non dop ma distribuiti e venduti come tali. Normali provoloni venduti come «provoloni del Monaco», un formaggio dop particolarmente pregiato realizzato in qualità limitata nel periodo primaverile ed estivo, con latte di alta qualità e attraverso un particolare disciplinare.

Questo filone di indagini è stato condotto, in particolare, dai militari del Noe. La Dia, invece, si è occupata della collusione con ambienti delle criminalità organizzata casertana. Sequestrato il punto vendita di Mandara adiacente allo stabilimento di Mondragone dell'azienda.

I provvedimenti non riguardano i punti vendita in franchising sparsi su tutto il territorio nazionale. Giuseppe Mandara è ritenuto dagli investigatori vicino alla cosca dei «La Torre», contigua al clan dei Casalesi.

Di lui hanno riferito agli inquirenti numerosi collaboratori di giustizia. Il gruppo «Mandara» esporta in Italia e all'estero circa duecento quintali di mozzarella di bufala al giorno, mozzarella che giunge anche negli Usa, Giappone, Russia e Nuova Zelanda.

 

Martedì 17 Luglio 2012 - 09:50    Ultimo aggiornamento: 10:04
Gruppo caseario Mandara: arrestato
il patron, sequestro da cento milioni
La Dda: «Contigui ai casalesi»

 

arrestato il patron, sequestro da cento milioni La Dda: «Contigui ai casalesi»

Post n°2246 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

 

  
 
 

Spende 94mila euro per un filtro d'amore. Ma resta single e denuncia la maga MA PERCHE' CREDETE NEI MAGHI???

Post n°2245 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

Lunedì, 16 luglio 2012 - 15:29:00
coppia

Le pene del cuore possono costare care. E non stiamo parlando di regali all'amata, ma di una presunta pozione che avrebbe dovuto far scattare l'amore tra lui e lei. Almeno così aveva promesso una presunta maga a un trevigiano di 37 anni, innamorato non corrisposto, che ha sborsato ben 94mila euro per una pozione rivelatasi inutile. Come racconta il Gazzettino.it, dopo due anni di attesa ed illusione l'uomo si è reso conto che il sogno di conquistare la donna piemontese cui ambiva non si stava realizzando e ha denunciato per truffa la creatrice della pozione.

Tutto nasce su Facebook nell'agosto 2010, quando il trevigiano racconta la sua travagliata storia ad una siciliana residente in Lombardia. La donna - messi i panni della maga - gli suggerisce di prendere una pozione che lei stessa avrebbe preparato: lui la paga a rate. Totale: in poco meno di 24 mesi e su tre diversi conti correnti postali, "piovono" quasi centomila euro.
 
I due si incontrano in Liguria: la donna insiste che quella pozione magica funziona e spiega che l'altro costo è dovuto ai medicinali utilizzati. Ma al cuor non si comanda, si potrebbe dire: l'uomo, sempre single e ora anche più povero, ha  deciso di denunciare tutto ai carabinieri.

 
 
 

Arrestato il "re della mozzarella" "E' legato al clan dei Casalesi"E ORRIBILE DOVE STIAMO ARRIVANDO!

Post n°2244 pubblicato il 17 Luglio 2012 da miriam1mt
 

mandara mozzarella

Decine di misure cautelari nei confronti del gruppo caseario Mandara, marchio notissimo in ambito nazionale e internazionale per la produzione e la commercializzazione della mozzarella Dop. Arrestato il titolare, Giuseppe Mandara

E' ritenuto vicino al clan dei Casalesi ed è imputato di associazione per delinquere di stampo mafioso e reati in tema di tutela della salute pubblica. Sequestrati beni per 100 milioni di euro. L'OPERAZIONE
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 83
 

Non abbandonate gli animali

 

NO STALKING

Anche  le  donne  possono  commettere

questo  reato  penale

con la  scusa di  essere  sincere

e  di  essere  veritiere

perseguitano  insultano

giudicano e condannano

denuncia  subito  alla  Polizia 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

 

 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: miriam1mt
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: EE
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

DuncanMcolatitantemarisa.samarobj53marchioni.panton74adrianoschievanoarchiviocmanthos13heidiwcondordgl15KingAttilanamber1Fenice_A_ngelalara.gregorinisavinobolognese