Creato da sblog il 21/08/2013
Percorsi discontinui

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

sblogFanny_Wilmotarw3n63Stolen_wordsesmeralda.cariniamorino11sbloggedchiarasanyhomoradixScorpioncina71VgNarcysseolgy120stefyy60tekilal
 

Ultimi commenti

:)
Inviato da: sblog
il 17/12/2017 alle 17:43
 
Tu sei Crudelia de Mon quanto io sono un fine latinista. :)
Inviato da: sblog
il 17/12/2017 alle 17:42
 
Se si ritrova in ristrettezze economiche, questo è un altro...
Inviato da: Fanny_Wilmot
il 17/12/2017 alle 15:18
 
No, non sei affatto pesante perché spesso e volentieri...
Inviato da: Fanny_Wilmot
il 17/12/2017 alle 15:16
 
No, non è quello che hai pensato. Molto meno famoso di lui...
Inviato da: sblog
il 17/12/2017 alle 07:02
 
 

 

« Di nuovo in giroSolstizio d'estate »

In galleria di notte

Post n°237 pubblicato il 17 Giugno 2017 da sblog

Viaggiare in piena notte è un'esperienza che ciascuno dovrebbe fare almeno una volta all'anno. La velocità media scelta per lo spostamento è una garanzia per via del numero modesto di veicoli in movimento, la concentrazione è massima anche grazie al fatto che nessuno ti chiama al telefono (tra le 2 e le 4 del mattino anche i messaggi dei più ostinati bontemponi svaniscono), nelle aree di sosta si entra in contatto con un mondo di nottambuli davvero particolare.

Ma la cosa più singolare su cui riflettevo stamattina è che di notte le gallerie sono l'unica parte di strada illuminata a giorno e che quindi si finisce col correre anche un po' di più rispetto alla media quando si percorrono tratti con numerose (e lunghe) gallerie. Mi veniva in mente che è come quando ci sentiamo in un periodo di scarsa chiarezza esistenziale (assimilabile al buio di una strada che percorriamo di notte) e cerchiamo rifugio in ciò che di più "sotterraneo" abbiamo dentro di noi, nelle nostre "gallerie" interiori, dove spesso troviamo quella luce che ci consente di affrontare un altro tratto caratterizzato da incertezze di vario genere. Forse il blog, per me, è stato una bella galleria illuminata a giorno nelle mie notti più buie. Penso spesso a chi, incontrato qui per caso, mi ha aiutato ad arrivare dove sono adesso: sempre in viaggio, ma in pieno giorno, ormai.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog