Community
 
dolcepeso
Sito
Foto
   
 
Creato da dolcepeso il 27/06/2011
il secondo tempo della vita

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

giovane55enneSeeker59bal_zacmike53_7strong_passiondolce_pesoto_revivealmenounpaiodoredolcepesoPenelope_982Duoadgattomaciogaglioffodacircopinomarikadoro_il_kenya
 

Ultimi commenti

Chi pu˛ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

il magone

Post n°5 pubblicato il 27 Luglio 2011 da dolcepeso

I "valensà d'nà vota" dicono che San Giacomo e Sant'Anna prendono qualcuno ogni anno.

Una volta li "prendevano" a Po, spiaggia storica di Valenza quando non c'era ancora il mito della vacanza fuori città e tutti, giovani, vecchi e bambini villeggiavano in riva al fiume ancora balneabile. Non esistevano piscine, palestre,corsi di nuoto e pochissimi sapevano nuotare, così ogni anno a fine luglio ci "scappava il morto"(ad avere voglia di ridere, quanto di ridicolo si trova, in questo modo di dire!).

Da qualche anno a questa parte è tangibile, dolorosamente, questa "ricorrenza"...cambia il modo, non annegano più (anche perché da tempo nessuno va più "a Po", men che meno pensa a farcisi il bagno)...NO...perdono la vita sulla strada.

Gian Luca, in motorino rientrava dalla Lomellina dov'era stato dalla "ragazza", il sorpasso incosciente di un automobilista sul Ponte di ferro e i suoi sedici anni si spegnevano così, in una sera di fine luglio.

Alessandro, un porche che non poteva rispettare i limiti di velocità e di prudenza...una dimenticanza, l'inversione di marcia e la corsa verso Valenza per poi, finalmente!, raggiungere Milano, sua méta iniziale....non arriverà neppure e Valenza, fuori dall' abitato di Bassignana l' auto sfugge al controllo e i suoi trentaquattro anni si fermano lì, fra i rottami dell'auto potente e lo sbigottimento di passeggeri e autista del pullman urtato nella tragedia.

Massimo e Davide, sconosciuti uno all'altro, diretti a Castelnuovo per motivi differenti un unico beffardo, cinico e crudele destino...un'auto che invade la corsia opposta e le loro vite si fermano lì, una settimana fà.

Non importa conoscere perché, la dinamica, cosa e come è accaduto; E' accaduto, è finito tutto; per loro e per i genitori, per la moglie e i figli (di Massimo), per la fidanzata (di Davide).

Oggi li abbiamo salutati, un addio straziante tanto è incomprensibile e difficile da accettare.

Ciao, ragazzi...ci dicono di pregare per voi, perché riposiate in pace ma adesso è solo il momento del dolore, dell'incredulità, della vostra mancanza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

casa dolce casa

Post n°4 pubblicato il 30 Giugno 2011 da dolcepeso

Vent'anni fa, più o meno, acquistavamo una cascina da ristrutturare in un paese in collina, vicino al luogo di lavoro di entrambi. Un investimento importante, sotto ogni aspetto; la prima trance di ristrutturazione subito, per rendere abitabile almeno la parte centrale consapevoli che avendone possibilità la  casa offriva svariate occasioni di sviluppo di se stessa.

Prima che scadesse la concessione edilizia occorsa per i lavori iniziali abbiamo "improntato" un eventuale alloggio dove far venire a vivere i miei genitori (che avevano ben contribuito, aiutandoci, ad acquistarla, la casa); mio papà cinque anni e mezzo fa decise che la sua vita era conclusa e quelle mura abbozzate rimasero tali, ad ospitare solo il ping pong.

Tredici anni fa nasceva il secondogenito, quindi ancora la priorità era altra che la casa...

Tre anni fa decidemmo che crescendo anche il "piccolo" di casa un secondo bagno diveniva assolutamente necessario, quindi altra mini ristrutturazione, che ci diede lavanderia, ripostiglio e secondo bagno (finalmente con vasca, non solo doccia!) (ah....giusto per farvi indiare un poco, entrambi i nostri bagni misurano più o meno tre metro per tre) e un incantevole giardino interno, nascosto dalle mura cui si accede solo dalla lavanderia...con tavolo, sedie e dondolo in ferro e mattoni....

Mia figlia intanto decideva di voler essere indipendente ma conveniva che pagare un affitto non fosse proprio una "furbata", inoltre comunque avrebbe dovuto viaggiare per lavoro...perché non sistemare quella famosa parte di casa e ricavarne un alloggio per lei anziché per i nonni?

Ora siamo sommersi da polvere, ponteggi, rumori e muratori che vanno e vengono...ma, io e mia figlia, anzichè disordine e calcinacci, vediamo dove mettere il televisore o il divano (lei) dove fare l'albero di natale a dicembre (io).

E già pregusto il salone con camino che finalmente avremo con uscita, anche dalla sala, sul giardino interno....decisamente non avremmo pensato, vent'anni fa, di vederla "finita", la nostra casa.

Quando e se imparerò mai...metterò pure le foto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

pensieri sparsi

Post n°3 pubblicato il 29 Giugno 2011 da dolcepeso

In questa estate afosa (tanto, ogni anno, ci ripetiamo "che caldo, non si può con questo caldo"....è estate, dobbiamo aspettarci che nevichi?!) la sera mi diverto un po' con Paperissima Sprint (sebbene difficilmente comprenda com'è che "Striscia" va in ferie a giugno...quasi le notizie "serie" esistessero solo da settembre a giugno, notizie da calendario scolastico...boh!?!).

Adoro gli animali, che farebbero ridere anche senza essere doppiati; ma quello lo facciamo un po' tutti, chi ha animali non da dà forse voce ai loro pensieri?...ma chi riprende i bambini, che spesso cadono e si fanno pure male....non uno che molli la cinepresa e corra a soccorrere il piccolo!

E' vero che la prima reazione a una caduta è la risata, ma caspita....se mio figlio piccolo si ribalta da un tavolo o spegne le candeline sulla torta con la faccia, penso a non fargli fare male, non a far ridere i posteri!

Si vede che stiamo provando la resistenza...solo che sopravvive non si estingue, come i dinosauri.

Mio figlio ha finito gli esami, il simpatico virus intestinale che in questi giorni è stato così assiduo e presente sembra essersi stancato di me, il caldo finalmente ci conferma che è estate (e sabato, per restare in tema, siamo andati ad acquistare il camino che avremo nella sala che esisterà al termine della ristrutturazione di casa che stiamo affrontando, giacché mia figlia ha deciso che andrà a vivere da sola - nella porta a fianco-)....ma sì...che bella giornata!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

oggi...

Post n°2 pubblicato il 28 Giugno 2011 da dolcepeso

Oggi mia figlia compie ventotto anni e suo fratello (di tredici compiuti a febbraio) ha l'ultima prova di esame di terza media, l'orale.

Io sono a casa, apprensiva per gli esami e incavolata nera con la figlia, ritardataria cronica (io detesto i ritardatari, ladri di tempo altrui, menefreghisti ed egoisti), che mi ha fatto rischiare, inutilmente poiché il tempo c'era in abbondanza, di non essere a casa se veniva la visita fiscale....sono in balia di un fastidiosissimo virus intestinale e grazie al "caro, e spero prestissimo ex, ministro" Brunetta soggetta a controllo sanitario anche se in malattia per un solo giorno.

Pare sia andata bene, rientravo alle 15,03 quindi se anche il medico fiscale fosse venuto l'avrei sicuramente intercettato....però il nervoso rimane, per principio.

Rimane l'inquietudine per l'esito degli esami del ragazzo...e il gran caldo che è scoppiato di colpo in questi giorni!


Invidio molto coloro che riescono a scrivere ogni giorno qualcosa....io me lo riprometto sempre ma poi non riesco ad essere puntuale e regolare.


Prima di pranzo i due ragazzi si sono esibiti in balli esilaranti...con la WI...sì, erano davvero divertenti!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

le grandi pulizie

Post n°1 pubblicato il 27 Giugno 2011 da dolcepeso

C'è chi fà le grandi pulizie (quelle in cui si rovescia casa, si spostano mobili e si riassetta per benino, magari dando pure il bianco!) a primavera...io le faccio in questo inizio estate.

 Anch' io ho lustrato e riassettato per bene, apportato migliorie e potato rami secchi e rintuzzato fiori nuovi.

..."Comincia così il secondo tempo della vita mia"... come dicono i Pooh; la fantomatica terza età...(qualcuno ricorda Marcello Marchesi, il signore di terza età della televisione?io ero piccola e mi sembrava così vecchio!) adesso che ci sono anch'io (avendo superato i cinquanta) ci sto comoda comoda.

Quindi vi invito, accomodatevi anche voi....posso offrivi qualcosa?


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso