Community
 
dolcepeso
Sito
Foto
   
 
Creato da dolcepeso il 27/06/2011
il secondo tempo della vita

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

giovane55enneSeeker59bal_zacmike53_7strong_passiondolce_pesoto_revivealmenounpaiodoredolcepesoPenelope_982Duoadgattomaciogaglioffodacircopinomarikadoro_il_kenya
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« pensieri sparsiil magone »

casa dolce casa

Post n°4 pubblicato il 30 Giugno 2011 da dolcepeso

Vent'anni fa, più o meno, acquistavamo una cascina da ristrutturare in un paese in collina, vicino al luogo di lavoro di entrambi. Un investimento importante, sotto ogni aspetto; la prima trance di ristrutturazione subito, per rendere abitabile almeno la parte centrale consapevoli che avendone possibilità la  casa offriva svariate occasioni di sviluppo di se stessa.

Prima che scadesse la concessione edilizia occorsa per i lavori iniziali abbiamo "improntato" un eventuale alloggio dove far venire a vivere i miei genitori (che avevano ben contribuito, aiutandoci, ad acquistarla, la casa); mio papà cinque anni e mezzo fa decise che la sua vita era conclusa e quelle mura abbozzate rimasero tali, ad ospitare solo il ping pong.

Tredici anni fa nasceva il secondogenito, quindi ancora la priorità era altra che la casa...

Tre anni fa decidemmo che crescendo anche il "piccolo" di casa un secondo bagno diveniva assolutamente necessario, quindi altra mini ristrutturazione, che ci diede lavanderia, ripostiglio e secondo bagno (finalmente con vasca, non solo doccia!) (ah....giusto per farvi indiare un poco, entrambi i nostri bagni misurano più o meno tre metro per tre) e un incantevole giardino interno, nascosto dalle mura cui si accede solo dalla lavanderia...con tavolo, sedie e dondolo in ferro e mattoni....

Mia figlia intanto decideva di voler essere indipendente ma conveniva che pagare un affitto non fosse proprio una "furbata", inoltre comunque avrebbe dovuto viaggiare per lavoro...perché non sistemare quella famosa parte di casa e ricavarne un alloggio per lei anziché per i nonni?

Ora siamo sommersi da polvere, ponteggi, rumori e muratori che vanno e vengono...ma, io e mia figlia, anzichè disordine e calcinacci, vediamo dove mettere il televisore o il divano (lei) dove fare l'albero di natale a dicembre (io).

E già pregusto il salone con camino che finalmente avremo con uscita, anche dalla sala, sul giardino interno....decisamente non avremmo pensato, vent'anni fa, di vederla "finita", la nostra casa.

Quando e se imparerò mai...metterò pure le foto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog