Creato da shockportatile il 05/11/2006

In Esistente

il caos è una festa ben riuscita

 

« Io e forse un po' anche teLe nove di Firenze »

Come stelle

Post n°163 pubblicato il 26 Novembre 2009 da shockportatile

 

Nascere di dicembre e restare aggrovigliata su lame di acciaio come un gatto.

Scomparire nei graffi inferti inconsciamente all'intelligenze di massa.

Poi cadere giù come eroi sotto bombe, per essere derisa nei lunedi' d'amore.

L'ubriachezza attorciglia e non distende nessun tessuto, neanche quelli naturalmente lisci.

Sto sgridando un tre piedi di legno come fosse un nipote, un figlio, un allievo.

E niente è bello come il tuo viso sotto un piccolo lume,

nessuna pendice d'alpe riflessa nel garda

e nemmeno quella mano rossa all'entrata della stanza del monco.

Buonanotte. Buonanotte a te il cui nome muore nel sogno.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lieon7strangeskinspagetinottealta78elviprimobazarbartelioDivina_azioneanmicupramarittimaAnanke300venere_privata.xpantaleoefrancasols.kjaerDAF.DeS4desamu711Seria_le_Lady