Creato da batellirinaldo il 28/11/2006
Educazione stradale e consigli pratici di guida sicura su due ruote

Tag

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

BUONE VACANZE!

Post n°680 pubblicato il 22 Luglio 2014 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

"Se fai le vacanze in motocicletta le cose assumono un aspetto completamente diverso.
In macchina sei sempre in un abitacolo; ci sei abituato e non ti rendi conto che tutto quello che vedi da quel finestrino non è che una dose supplementare di TV.
Sei un osservatore passivo e il paesaggio ti scorre accanto noiosissimo dentro una cornice.
In moto la cornice non c'è più. Hai un contatto completo con ogni cosa.
Non sei uno spettatore, sei nella scena, e la sensazione di presenza è travolgente.
È incredibile quel cemento che sibila a dieci centimetri dal tuo piede, lo stesso su cui cammini, ed è proprio lì, così sfuocato eppure così vicino che col piede puoi toccarlo quando vuoi – un'esperienza che non si allontana mai dalla coscienza immediata. Robert M. Pirsig "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" (p. 14-15)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ON THE ROCKS

Post n°679 pubblicato il 28 Giugno 2014 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

L'estate si avvicina e il desiderio di fresco si arricchisce di espressioni à la page spesso straniere.

30 anni fa, le strade erano assolate, spesso bianche, polverose, piene di incroci a raso e tutte curve.

A metà gita, sulla cima del valico la comitiva si impossessava dell'unico tavolino all’ombra, delle quattro sedie del bar di paese con la seduta col filo di plastica intrecciato rigorosamente a bordo asfalto per rinfrescarsi con una birretta, una coca cola, due gazzose e companatico!

A causa delle maggiori occasioni di scambio, della TV e dei media, delle vacanze all’estero, nella nostra cultura sono state introdotte recentemente nuove mode che hanno cambiato le nostre abitudini.

La gazzosa e la birretta sono state sostituite dai coctails esotici (non sempre del grado alcolico adatto alla guida) rigorosamente on the rocks, col ghiaccio a cubetti.

Con investimenti a volte rilevanti le strade si sono evolute,  ridisegnate nel percorso, le curve eliminate, gli incroci a raso o semaforici quasi completamente sostituiti dalle rotonde per ridurre le velocità, rendere scorrevole il traffico, tentare di diminuire l’incidentalità e soprattutto la lesività delle eventuali collisioni.

Dopo breve utilizzo da parte degli utenti, alcune scelte risultano talvolta discutibili pur se proposte da emeriti progettisti e comunque lo stato delle infrastrutture dovrebbe essere continuamente monitorato assicurando una tempestiva manutenzione.

La strada è un ambiente vivo che muta e cambia velocemente, in modo così easy che non è raro trovare un cubetto di roccia di porfido staccatosi dal bordo del pavè in traiettoria mentre in piega si affronta una scorrevole rotonda.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Audi

Post n°678 pubblicato il 07 Febbraio 2014 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Non seguire la strada, creala!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUGURI!

Post n°677 pubblicato il 31 Dicembre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Questa sera solo un brindisi per km infiniti!
Felice 2014 in sella!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INSIEME SIAMO LA SICUREZZA STRADALE!

Post n°676 pubblicato il 01 Novembre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

La European Road Safety Charter è la più grande piattaforma della società civile per la sicurezza stradale.

La nuova edizione 2013-2016 riconferma il metodo della responsabilità condivisa come migliore strateguia per migliorare la sicurezza stradale.

Il nuovo motto interpreta con forza il rinnovato impegno: "INSIEME SIAMO LA SICUREZZA STRADALE! "
Nei prossimi mesi, nel nuovo ERSCharter sarà possibile trovare:
- Una migliore serie di opportunità di formazione, conferenze e workshops
- Ulteriori possibilità di avere iniziative riconosciute come buone pratiche
- Maggiore visibilità per le azioni dei firmatari
- Maggiori opportunità di dialogo e di scambio attraverso i social media e una identità visiva

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Post n°675 pubblicato il 23 Ottobre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

A chi mi domanda ragione dei miei viaggi, solitamente rispondo che so bene quel che fuggo, ma non quello che cerco.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CON LA PRIMA NEVE CI VUOL LA COPERTINA MA...

Post n°674 pubblicato il 21 Ottobre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

...è fondamentale accertarsi che il telo coprigambe:

sia il modello adatto al veicolo

non interferisca col funzionamento della moto

non interferisca con la guida

lasci liberi i movimenti

non sventoli e non si gonfi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PARE-BRISE

Post n°673 pubblicato il 19 Ottobre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

In genere in plastica acrilica, può essere un componente integrante della carrozzeria e fornire una struttura aerodinamica al veicolo.

Nella stagione invernale ha la funzione di proteggere il conducente dall'impatto dell'aria durante la marcia (dal francese para-brezza) dalle temperature estreme e da polvere, insetti e sassi

Per prima cosa è necessario assicurarsi che sia montato correttamente

E’ comunque raccomandabile guidare con cautela specialmente nelle giornate di vento quando potebbero incontrare difficoltà a gestirre il motoveicolo contrastando l’effetto vela

E’ necessario mantenere una consistente distanza di sicurezza da  veicoli di grosse dimensioni (bus, autoarticolati, TIR, etc.) per prevenire l’effetto turbolenze  quando si è in scia

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Robert L. Stevenson

Post n°672 pubblicato il 07 Ottobre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Un uomo saggio non cerca di far fretta alla storia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FOGLIE GIALLE

Post n°671 pubblicato il 01 Ottobre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

La stagione motociclistica per eccellenza declina.

E’ arrivata la prima pioggia, la temperatura è più fresca, vento, le foglie volano e si ritrovano a terra umide umide tra mille castagne matte.

Evitali, rallenta perché possono compromettere l'aderenza delle gomme sull'asfalto e la stabilità del mezzo.

 

Ma dove ve ne andate,

povere foglie gialle

come farfalle

spensierate?

Venite da lontano o da vicino

da un bosco o da un giardino?

E non sentite la malinconia

del vento stesso che vi porta via?

(Trilussa)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

'O SOLE MIO STA NFRONTE A TE!

Post n°670 pubblicato il 26 Settembre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Il requisito fondamentale perché una gita in moto riesca perfettamente è quell’aria serena, magari dopo una tempesta, quell’aria fresca che pare già una festa riscaldata dal sole, quella cosa che più bella non c’è!
E’ bene riflettere perché il sole però può giocarci infidi scherzi.
Per ovviare a questo problema è necessario sapere che se si trova “nfronte a te” è facile essere accecati, non avere padronanza delle situazioni, non riuscire vedere gli altri veicoli e il colore dei semafori.
La situazione è particolarmente pericolosa in corrispondenza di incroci, incroci semaforici e rotonde.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

'O SOLE MIO STA ARRIET A TE!

Post n°669 pubblicato il 26 Settembre 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

L’indizio che suggerisce la presenza del sole alle spalle del motociclista è l’ombra proiettata avanti.

Quando il sole sta dietro è necessario regolare accuratamente gli specchietti per evitare di essere accecati.

E’ necessario moderare la velocità e  ricordare che gli utenti della strada che vengono in senso contrario o coloro che devono guardare nella nostra direzione per darci la precedenza (es. automobilisti fermi allo stop) saranno accecati dal sole e non ci vedranno.

E’ bene rallentare in corrispondenza degli incroci semaforici perché quando il sole ci insegue i colori non sono chiari e spesso non è facile distinguere qual è illuminato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il Moto Club Asso firma la Carta Europea della Sicurezza Stradale

Post n°668 pubblicato il 11 Giugno 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

dal sito della Federazione Motociclistica Italiana

Sabato 18 maggio, presso il teatro sociale di Canzo (CO), è stato ufficializzato il riconoscimento della Commissione Europea della Sicurezza Stradale al Moto Club Asso, come firmatario della Carta Europea della Sicurezza Stradale per il pluriennale impegno nel campo della sicurezza stradale per i motociclisti.

Quest’importante momento è stato condiviso, durante la serata musicale "Musica & Storia", con i Sindaci dei Comuni di Canzo, Asso e Lasnigo, le autorità locali, i soci e i Moto Club FMI della provincia di Como.

 

Presenti alla serata il Presidente del Comitato Regionale Lombardia della Federazione Motociclistica Italiana, Ivan Bidorini, e il Delegato provinciale e Formatore di Educazione Stradale Giovanni Corrao i quali, ribadendo l’impegno federale in questo importante settore, hanno consegnato la targa ricevuta dalla Commissione Europea complimentandosi per il prestigioso risultato conseguito.

 

L’attività nel campo dell’educazione stradale è sempre stata basilare per il Moto Club comasco, come dimostrano le numerose collaborazioni con le Pubbliche Amministrazioni e le Forze dell’Ordine per l'organizzazione di manifestazioni e campagne di sensibilizzazione rivolte all'educazione dei giovani utenti della strada.

 

La firma della Carta Europea sugella questo lavoro e rinnova l’impegno a contribuire, così come prevede la Carta Europea stessa, al miglioramento dei comportamenti dei motociclisti e dei giovani bikers, per sviluppare una cultura della sicurezza finalizzata alla riduzione del numero di vittime della strada.

 

Durante la serata Rinaldo Batelli, Formatore di Educazione stradale della Federazione Motociclistica Italiana e coordinatore dell’attività di sicurezza stradale del MC Asso, ha illustrato, tra le varie iniziative in programma, il progetto "Ragazzi in Moto - young riders flash mob", ovvero brevi giri per giovani centauri sulle strade del triangolo lariano in compagnia dei soci del Moto Club Asso.

video

image

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 
 

Moto Club Asso: Sicurezza stradale, Musica & Storia

Post n°665 pubblicato il 25 Maggio 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

 

La Commissione europea della sicurezza stradale ha conferito al Moto Club Asso il riconoscimento di FIRMATARIO della CARTA EUROPEA DELLA SICUREZZA STRADALE per il pluriennale impegno nel campo della sicurezza stradale per motociclisti.

Sabato 18.05.2013 alle ore 21,00 presso il Teatro sociale di Canzo, è stato ufficializzato e condiviso il riconoscimento europeo con i Soci, le Autorità federali e locali, i Moto Club FMI della provincia di Como e i simpatizzanti all'interno della serata musicale "MUSICA & STORIA" .
Sono intervenuti i Sindaci dei Comuni di Canzo, Asso e Lasnigo, il Presidente del Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Motociclistica Italiana Sig. Ivan Bidorini e il Delegato provinciale Sig. Giovanni Corrao che hanno ratificato l'impegno e consegnato la targa ricevuta dalla Commissione europea complimentandosi col Moto Club di Asso per il prestigioso risultato conseguito.
La Carta europea della sicurezza stradale è un documento politico che stabilisce che tutti i cittadini europei hanno il diritto di vivere in condizione di sicurezza e si pone l'obbiettivo fondamentale di ridurre al minimo il rischio di riportare ferite o essere coinvolti in incidenti stradali alla guida di qualsiasi mezzo.
La Carta europea propone di aumentare il livello di sicurezza stradale e di salvare 25.000 vite ogni anno.
Per raggiungere questo risultato chiede l'impegno condiviso di tutti i membri della società.
Individua, infatti, "la responsabilità condivisa" come miglior metodo per ridurre l'incidentalità e per questo motivo invita Aziende, Amministrazioni pubbliche, Istituti di ricerca, Scuole e Associazioni ad impegnarsi in prima persona.
In particolare invita ciascuno di noi ad essere attori, intraprendere azioni concrete e condividere le buone pratiche per risolvere i quotidiani problemi legati alla sicurezza stradale e contribuire a rendere le nostre strade più sicure promuovendo comportamenti di guida corretti, incrementando la ricerca e gli investimenti per realizzare veicoli e infrastrutture migliori
Sono previste tre fondamentali aree di intervento per ridurre l'incidentalità: miglioramento tecnologico dei veicoli, delle infrastrutture e del comportamento degli utenti della strada.
Per il Moto Club Asso essere Firmatario significa assumersi l'impegno di contribuire intervenendo sul miglioramento dei comportamenti dei motociclisti e dei giovani bikers per sviluppare una cultura della sicurezza intesa come cultura di rispetto delle regole del Codice della strada, della vita propria e altrui.
Il Club organizza la propria attività all'insegna della sicurezza stradale: durante le manifestazioni motociclistiche assesi è sempre presente lo stand attrezzato dedicato alla sensibilizzazione degli intervenuti ed apprezzato tanto che è stato chiamato a parteciapre ad eventi di altri moto club.
Il Moto Club Asso entra nelle scuole secondarie con interventi didattici sull'Educazione stradale ed ha collaborato con le Amministrazioni (Provveditorato agli Studi di Como, Forze dell'Ordine, Amministrazioni locali etc) per l'organizzazione di numerose manifestazioni e campagne rivolte all'educazione dei giovani alla guida.
Il coordinamento dell'attività è affidato al Socio Rinaldo Batelli, Formatore di Ed. stradale della Federazione Motociclistica Italiana e autore del Blog "SICURO IN SELLA" che suggerisce Consigli pratici di guida su due ruote e comportamenti corretti da tenere in strada ispirati al vissuto quotidiano del motociclista maturo ed esperto.
Esistono circa 2.000 firmatari in tutta Europa, il sodalizio assese è il primo Moto Club comasco ad essere insignito del titolo, secondo in Lombardia e quinto in tutta Italia.
Da Bruxelles il Moto Club Asso ha ricevuto una pergamena, documentazione, materiali didattici e da oggi può fregiarsi del logo della carta europea della sicurezza stradale.
Sul Portale della Carta europea della sicurezza stradale ha una propria pagina tradotta nelle principali lingue europee completa di galleria video e di immagini per documentare la propria attività e condividerla con gli altri firmatari.
Per il futuro, oltre alla consueta attività promossa sul proprio sito e su facebook, il sodalizio motociclistico si propone di attivare incontri rivolti a motociclisti esperti e principianti su svariati temi inerenti la sicurezza stradale e "RAGAZZI IN MOTO - young riders flash mob", brevi giri per giovani centauri sulle strade del triangolo lariano in compagnia dei soci del Moto Club Asso.
Nella serata organizzata in collaborazione con l'Associazione culturale "Non solo Turismo" e presentata dal Presidente Oscar Masciadri si è esibito il gruppo "Teatro di noi" di Rosanna Pirovano con canzoni e testi a tema motociclistico, Gianmarco Maspes ha presentato il libro "Cuori a pistone" sull'epopea del Circuito del Lario e il progetto del monumento ad esso intitolato con gli storici ed esperti di motociclismo Augusto Farneti e Nunzia Manicardi.
Finale con fuochi d'artificio col rombo del motore della Moto Guzzi 8 cilindri, gioiello della tecnica e della meccanica motociclistica italiana che, a sorpresa, ha chiuso la serata e salutato gli intervenuti con un giro nella piazza antistante il Teatro.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Confucio

Post n°664 pubblicato il 25 Aprile 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Una minuscola impazienza può rovinare un grande progetto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sulla strada non esistono piccole infrazioni

Foto di batellirinaldo

Qualsiasi azione può causare un grosso errore se si sottovalutano le conseguenze.
Il 95% degli incidenti stradali è causato dal fattore umano cioè da un comportamento scorretto o errato del conducente

Statisticamente i motivi più ricorrenti sono:
19% guida distratta
16% mancanza di rispetto del diritto di precedenza
15% mancanza di rispetto della distanza di sicurezza
12% eccesso di velocità

Il 75% degli incidenti avviene su strade urbane e un terzo coinvolgono motociclisti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Rispettare le regole per rispettare la vita

Post n°662 pubblicato il 21 Aprile 2013 da batellirinaldo
 
Foto di batellirinaldo

Rispettare le regole del Codice della strada significa rispettare la vita propria e quella altrui.
Le regole non scritte ma fondamentali per un motociclista sono prudenza e consapevolezza.
Prudenza in ogni situazione senza mai sottovalutare qualsiasi eventualità.
Consapevolezza
• dei rischi della guida su due ruote
• dei propri limiti
• dei limiti del proprio mezzo
• degli eventuali pericoli

L'obiettivo di ciascun viaggio pur breve è rientrare a casa SANI e SALVI
Ogni decisione o azione deve tendere a minimizzare i rischi e a tutelare la propria incolumità

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Auguri!

Post n°661 pubblicato il 30 Marzo 2013 da batellirinaldo
 
Tag: 01 News
Foto di batellirinaldo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

 

Contatta l'autore

 

Download Utility

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom