Creato da swala_simba il 20/09/2008

nel tempo...

E sarà sempre un nuovo gioco per tenere acceso il fuoco nel lungo tempo da venire, piccole pietre da trasportare e da seguire per ritornare.. (finardi)

 

 

la danza degli dei

Post n°1059 pubblicato il 27 Febbraio 2015 da swala_simba
 

 

così gli Islandesi chiamano le aurore boreali.

 

Fridtjof Nansen,  Aurora borealis (University of Illinois Archives Esposizioni)

 

La notte è fredda.

Il cielo è nero e limpido.

Le aurore brillano debolmente sotto la volta celeste.

Tremolano, diventano sempre più luminose riflettendosi sulle acque dell’Oceano.

Infiammano il ghiaccio e i ghiacciai.

Fluorescenti drappeggi accendono l’ oscurità del cielo.

Veli colorati coprono la luna.

Forme danzanti, figure alate

- un uccello, un drago, un angelo, un mostro -

...

Frans Widerberg

 

 

ed è qui che andrò

a veder danzare gli dei

a cercare capriole

di aurora in aurora

a riempire gli occhi di luce

la bocca di neve

il cuore di quiete

 

Arrivederci, a tra un po’

 
 
 
Successivi »