Creato da swala_simba il 20/09/2008

nel tempo...

E sarà sempre un nuovo gioco per tenere acceso il fuoco nel lungo tempo da venire, piccole pietre da trasportare e da seguire per ritornare.. (finardi)

 

 

c'era una volta...

Post n°1040 pubblicato il 29 Gennaio 2015 da swala_simba
 

 

 

in un luogo vicino e lontano il re aveva finalmente abdicato, senza lasciare eredi, visto che il

suo pupillo era ancora troppo giovane - non a caso il re gli aveva messo accanto un

consigliori -

si racconta che i tre  per conservare il potere  molti proclami avevano emanato, molte

parole avevano usato spargendo serenità tra i sudditi.

ma ora era giunto il momento: bisognava trovare un altro re.

si riunì il Gran Consiglio. pochi fidati ciambellani: il resto di loro aspettava nei saloni le

indicazioni che sarebbero state date.

il popolo riunito sotto il Palazzo aspettava…

e intanto passavano i giorni…

la gente si chiedeva: - ma cosa aspettano? di che parlano? -

e tutti speranzosi alzavano gli occhi alla finestra della sala del trono sperando che si aprisse.

ma tutto restava chiuso, nonostante il via vai di carrozze e cavalli che si susseguivano.

il popolo cominciava ad innervosirsi.

qualcuno diceva: - proviamo a bussare -

qualche altro: - ma che bussare. entriamo e basta -

un altro ancora: - aspettiamo, ora arrivano gli araldi e ci diranno qualcosa -

e infatti, armati di fogli arrotolati, arrivarono gli araldi.

la folla si riunì e ognuno fece  capannello attorno al suo preferito.

e gli araldi parlarono parlarono, fecero elenchi di nomi, disquisirono su ciascuno dei candidati e

bla bla bla…

e il popolo ascoltava in silenzio e lentamente gli occhi si chiudevano e il respiro si faceva più

grave…

finchè uno disse: - ma quante chiacchiere, mi sa che loro lo sanno già chi sarà il re, cercano

solo il modo di farcelo digerire -

il popolo pensò che era inutile sia stare sotto al palazzo che ascoltare gli araldi e se ne tornò a

casa alle solite faccende: tanto tutto sarebbe stato deciso, approvato, proclamato anche

senza di loro…

sarebbero tornati a giochi finiti per osannare il nuove re, sperando che si allestisse il banchetto

dei festeggiamenti per poter assaggiare qualche briciola elargita o per caso caduta….

 
 
 
Successivi »
 

 

E’ uscito in libreria La parola contraria,  il pamphlet  di Erri De Luca  sul suo processo per istigazione a delinquere al fianco dei No Tav.

Le parole non si processano...