Creato da koala_1971 il 17/04/2008

smemorina

dimmi la tua

 

 

perchč

Post n°556 pubblicato il 31 Marzo 2011 da koala_1971

Un bambino chiede alla mamma: "Perché piangi?" "Perché sono una donna" gli risponde.
"Non capisco" dice il bambino. La mamma lo stringe a sé e gli dice: "non potrai mai capire..."
Più tardi il bambino chiede al papà: "Perché la mamma piange?"
"Tutte le donne piangono senza ragione", fu tutto quello che il papà seppe dirgli.
Diventato adulto, il bambino chiese a Dio: "Signore, perché le donne piangono così facilmente?"
E Dio rispose: "Quando l'ho creata, la donna doveva essere speciale. Le ho dato spalle abbastanza forti per portare i pesi del mondo... e abbastanza morbide per renderle confortevoli. Le ho dato la forza di donare la vita, quella di accettare il rifiuto che spesso le viene dai suoi figli. Le ho dato la forza per permetterle di continuare quando tutti gli altri la abbandonano. Quella di farsi carico della sua famiglia senza pensare alla malattia e alla fatica. Le ho dato la forza di amare i suoi beni di un amore incondizionato. Anche quando essi la feriscono duramente. Le ho dato la forza di sopportare gli amici nelle loro debolezze. E di stare al loro fianco senza cedere. Le ho dato lacrime da versare quando ne sente il bisogno. Vedi figlio mio, la bellezza di una donna non è sempre nei vestiti che indossa, nel suo viso, o nella sua capigliatura. La bellezza di una donna risiede nei suoi occhi. È la porta d'entrata del suo cuore; la porta dove risiede l'amore. Ed è spesso con le lacrime che vedi passare il suo cuore".

 
 
 

Il jet lag dell'ora legale

Post n°555 pubblicato il 25 Marzo 2011 da koala_1971

Torna nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo l'ora legale: gli italiani sposteranno in avanti di un'ora le lancette dell'orologio e, in cambio di un'ora di sonno "rubata" ci verrà regalata un'ora di luce in più. Un cambiamento, simile a un piccolo jet-lag, al quale il nostro organismo reagirà con insonnia, stanchezza e irritabilità prima di tornare al suo normale ritmo sonno-veglia.

 
 
 

150 anni

Post n°554 pubblicato il 17 Marzo 2011 da koala_1971

 
 
 

lettera a gad lerner

Post n°553 pubblicato il 11 Marzo 2011 da koala_1971

Caro signor Lerner, le scrivo in merito alla puntata dell’Infedele sull’ Unita’ d”Italia. Ho letto alcuni dei commenti (centinaia) sulla puntata da parte di persone ferite per la “mancata partecipazione” del sig. Aprile alle discussioni ed ho anche ...letto la sua risposta risentita, giustamente, a pesanti accuse. Ho grande rispetto per lei e sono sicuro non fosse sua intenzione lasciare poco spazio a P.Aprile, lei , d’altronde, e’ l’unico che ha avuto il coraggio di invitarlo e di questo La ringrazio. Devo dire pero’ che anche io non sono stato soddisfatto del come l’episodio sia andato e ne sono rimasto profondamente deluso. Le scrivo convinto che questa lettera , troppo lunga, Lei che ha tanti impegni non riuscira’ probabilmente a leggere, ma la scrivo comunque perche’ sento il BISOGNO di raccontare la mia storia, storia di emigrante Napoletano, la mia storia come centinaia di migliaia di altre, la mia storia di uomo nel Sud. Ho 38 anni , da 8 vivo negli USA. Io, persona legata profondamente alla mia famiglia, alla mia terra, ho sentito che l’unico modo per vivere una vita dignitosa fosse andar via, “alternativa” senza alternative. Facevo l’animatore di villaggio, mi arrangiavo. ho sempre lavorato ma non uno di quei lavori che avrebbero potuto sostenere una famigla ma un lavoro che mi ha permesso di non dire mai le parole ‘sono disoccupato” che mi ha insegnato , grazie ai miei numerosi viaggi all’Estero, che ‘normale” e’ un concetto relativo e conoscere “gli altri” e’ il piu’ grande dono che puoi fare a te stesso. Oggio dopo otto anni in USA, anni, mi creda, a volte difficilissimi, di solitudine, di sacrificio, di lavoro senza sosta (io MERIDIONALE), oggi sono piccolo imprenditore, sposato ad una donna Americana, padre di un bimbo di 11 mesi che si chama come mio Nonno ma non lo ha mai incontrato, che si addormenta ascoltando ninna nanna in Napoletano ma non ha mai visto Napoli. Oggi sono proprietario di casa, datore di lavoro. Io che per vivere questa vita ho dovuto negare a mio figlio quello che ho considerato per me il bene piu’ preziose, la mia famiglia, le mie radici, le commedie di Eduardo, una domenica trascorsa passeggiando al Borgo Marinaro guardando il Castel dell’Ovo, un caffe’ guardando Capri da Posillipo in una giornata piena di sole, una visita a Cappella S. Severo. Mio figlio cresce ad un oceano di distanza dai suoi nonni, da mia sorella, dalla mia Napoli , la Napoli di cui oramai in TV non si parla piu’, quella Napoli che mi ha dato la forza di sopravvivere quegli anni bui , la consapevolezza di far parte di un popolo che ha sempre saputo anche con pochissimo andare avanti senza abbassare la testa. In me c’e’ anche la grande amarezza di una ‘cultura” Italiana che diventa sempre piu’razzista, chiusa ed ignorante. Siamo ogni giorno piu’ Bossi e meno Leonardo Da Vinci signor Lerner. Lo spazio dato alle televisione per massacrare l’immagine di Napoli senza MAI raccontarne le verita’ ,i perche’ e’ sempre piu’ preponderante, quelle verita’ sostituite dalla demente convinzione che a Napoli , al Sud, siamo tutti dei poco di buono che suonano il mandolino e mangiano la pizza seduti su cumuli di munnezza o ladri, delinquenti… e’ veramente inaccettabile e non potrebbe essere piu’ distante dalla realta’. La disinformazione che la TV crea sembra mirata a fare imbestialire tutti, a renderci tutti nemici , a nascondere il VERO nemico, quella politica disonesta ed arruffona che porta l’Italia ad essere un po’ meno Europa ogni giorno che passa. Nord contro Sud, Sud contro Nord, Sud contro Sud tutti a cercare colpevoli ovunque meno che nell’unico posto dove bisognerebbe veramente guardare., al Parlamento, al Governo e non solo in questa era “Berlusconi” in cui si sta toccando veramente il fondo ma oramai da 50-60 anni perche’ e’ negli anni della Democrazia Cristiana, di Andreotti e Craxi che si e’ seminato il qualunquismo, la sfiducia nella politica che oggi viviamo in maniuera cosi’ drammatica con questo governo disastroso. Siamo ignoranti e ci vogliono cosi’ perche’ in un paese piu’ colto lo vedi subito chi sono I ladri, chi sono I responsabili. In questo paese in crisi che deve rinunciare a cose vitali come ricerca ed istruzione LORO non hanno MAI rinunciato a nessuno dei loro privilegi, i soldi per I loro esosi stipendi e “contributi spese” sono sempre disponiibili, intoccabili. La politica Italiana e’ un mostro con tante teste ed uno stomaco solo. C’e’ bisogno di far scoprire a TUTTI la vera storia d’Italia, c’e’ bisogno di far nascere VERAMENTE l’Unita’ .Questa Unione oggi e proprio come un matrimonio basato su una menzogna…semplicemente non funziona. Le chiedo perdono per le parole dure a Lei rivolte, capisca, la prego, che scaturiscono da questo stesso sentimento d’impotenza,dalla rabbia delle falsita’ che come Meridionali siamo costretti ad accettare ogni giorno. Il Sud ha bisogno di verita’, l’Italia ha bisogno di verita’ ed e’ per questo che per noi le parole di P. Aprile rivestono tanta importanza, Grazie per la Sua professionalita’ . capisco che anche essere giornalista in Italia in questo momento Storico non e’per nulla facile.

Lettera firmata

 
 
 

M A M M A

Post n°552 pubblicato il 07 Marzo 2011 da koala_1971

 
 
 

SOLO PER OGGI

Post n°551 pubblicato il 03 Febbraio 2011 da koala_1971

Solo per oggi cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi
della mia vita tutti in una volta.
Solo per oggi avrò la massima cura del mio aspetto: vestirò con sobrietà, non alzerò la voce, sarò cortese nei modi, non criticherò nessuno, non cercherò di migliorare o disciplinare nessuno tranne me stesso.
Solo per oggi sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell'altro mondo, ma anche in questo.
Solo per oggi mi adatterò alle circostanze, senza pretendere che le circostanze si adattino ai miei desideri.
Solo per oggi dedicherò dieci minuti del mio tempo a sedere in silenzio ascoltando Dio, ricordando che come il cibo è necessario alla vita del corpo, così il silenzio e l'ascolto sono necessari alla vita dell'anima.
Solo per oggi, compirò una buona azione e non lo dirò a nessuno.
Solo per oggi mi farò un programma: forse non lo seguirò perfettamente, ma lo farò. E mi guarderò dai due malanni: la fretta e l'indecisione.
Solo per oggi saprò dal profondo del cuore, nonostante le apparenze, che l'esistenza si prende cura di me come nessun altro al mondo.
Solo per oggi non avrò timori. In modo particolare non avrò paura di godere di ciò che è bello e di credere nell'Amore.
Posso ben fare per 12 ore ciò che mi sgomenterebbe se pensassi di doverlo fare tutta la vita.

Papa Giovanni XXIII

 
 
 

Tu si 'na cosa grande Anna Tatangelo

Post n°550 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da koala_1971

 
 
 

sei tu

Post n°549 pubblicato il 19 Gennaio 2011 da koala_1971

Lα miα migliore αmicα è:
unicα
mα è prαticαmente inutile che te lα descrivα!
Non lα vedresti come la vedo io.
Quindi non lα giudicαre perchè lei è PERFETTA...
Perfettα per me!
Perchè è lα migliore αmicα che tutti vorrebbero αvere,
quellα che c'è sempre quαndo il resto del mondo se ne vα,
quellα sullα quαle puoi sempre contαre.
Per me sei tu
...

                                           

 
 
 

BUONE FESTE

Post n°548 pubblicato il 28 Dicembre 2010 da koala_1971

BUONE FESTE DA CUPIDO ... IO LO IMMAGGINO COSI'

 
 
 

E' NATALE

Post n°547 pubblicato il 12 Dicembre 2010 da koala_1971

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: koala_1971
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etā: 43
Prov: NA
 

PAOLA CORTELLESI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

artistraliberamarisa84bal_zacdonatella.gagliardi2kappa_errelivia.federicotatopatato.imgginevra1154soniaegaiapsicologiaforenseantaresblustrong_passionelio.blessentnuova.edenzamperonivsl
 

BALLA

 

FAVOLA

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
 

VĀ DOVE TI PORTA IL CUORE

"E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.

Respira con la profonditā fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora.

Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.

Quando poi ti parla, alzati e va' dove lui ti porta."

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŌ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom