Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Ultime visite al Blog

lascrivanasagredo58giorgio662015uomoinvisibile4mpt2003monellaccio19arw3n63lab79la.ylatestipaolo40liberafatimaPerturbabilePerturbabiIecaiodentato
 

Ultimi commenti

Non si passano parola, sono in competizione tra loro.
Inviato da: sagredo58
il 31/08/2016 alle 19:53
 
ottima strategia....se poi si passassero parola il discorso...
Inviato da: mpt2003
il 31/08/2016 alle 19:50
 
Effettivamente la cucinerei solo per chi ci mette gli...
Inviato da: sagredo58
il 31/08/2016 alle 18:42
 
Fortissimo!!!
Inviato da: sagredo58
il 31/08/2016 alle 18:19
 
Prova quest'altra soluzione: <iframe...
Inviato da: monellaccio19
il 31/08/2016 alle 18:10
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 85
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 

Dialogo - Marketing Telefonico - 2

Post n°6847 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

OPERATORE

Al massimo risponde:

Da un tabulato (o dal terminale).

Se nicchia, gli ricordo che:

E’ un mio preciso diritto saperlo subito , per questo le chiedo di parlare con un responsabile.

Vorrei chiarirle che in difetto del rispetto dei miei diritti segnalerò la cosa al garante che, in casi simili, ha spesso stabilito l’interruzione del trattamento dei dati, che nel vostro caso vuol dire interruzione delle vendite, per cui mi passi subito il responsabile …

 

SAGREDO

A quel punto finalmente parlo con il responsabile:

Non avendo dato il consenso all’uso dei miei dati, le chiedo, dove ha ottenuto i miei dati?

 

RESPONSABILE

Il poveretto, in genere non avendo informazioni, cercherà di prendere tempo dicendo:

La richiamo.


SAGREDO

M’oppongo, in virtu’ della norma che dice che ho diritto di saperlo contestualmente, le chiedo gentilmente il suo nome, cognome e sede di lavoro.

Le chiedo di parlare con il suo capo, me lo passi al telefono.

 

RESPONSABILE

Anche il responsabile sarà nelle peste, tipicamente non potrà passarmi il suo capo.

 

SAGREDO

Per questo gli dico:

Quindi non siete in grado di ottemperare ai vostri obblighi, non ho altro rimedio che segnalare la cosa all’ufficio del garante.

Intanto cancellatemi immediatamente.

 

Mi cancellano perché non vogliono un rompiballe, ma alla fine lo strazio ricomincia con un’altra società.

 

Se il mio approccio non vi convince provate quest'altro divertentissimo che mi suggerisce Monellaccio (Grazie!):

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Dialogo - Marketing Telefonico - 1

Post n°6846 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

Telefonano sempre!

Sempre più spesso.

Tutti i provider di servizi telefonici e di connettività.

 

Una norma del garante sulla privacy prescrive che si possa, mentre si parla con un qualsiasi operatore:

 

  • chiedere da dove ha avuto i dati,
  • quando e in che modo si è prestato il consenso,
  • richiedere contestualmente la cancellazione, senza dover scrivere.

 

 

Per questo quando mi chiamano adotto la seguente tattica …

 

OPERATORE

Buongiorno sono tizio di <provider di servizi telefonici e di connettività>  …

 

SAGREDO

Un attimo.

Do un paio di colpetti sulla cornetta del telefono e aggiungo:

Mi può ripetere per piacere?

Non aspetto che finisca di ripetere, lo interrompo e gli chiedo:

Mi chiama per una proposta commerciale?

 

OPERATORE

Si, vede …

 

SAGREDO

Lo interrompo e gli dico:

La informo che sto registrando questa telefonata,

al fine di documentare eventuali violazioni delle norme sulla privacy,

se lei riaggancia sarà la dimostrazione che non intende garantire i miei diritti,

cosa per cui dovrò inoltrare la registrazione al garante.

 

Ora mi dica, dove ha ottenuto i miei dati ?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pillola - Arte di Vivere

Post n°6845 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

Tragica verità, la maggior parte degli individui fallisce nell'arte di vivere.

A peggiorare le cose aggiungerei che,

la parte più grande di questa maggioranza,

non ne è nemmeno cosciente.

 

Mi ritengo cosciente, se non di aver fallito,

almeno di non aver espresso l'arte di vivere ai massimi livelli.

 

Lentamente mi avvicino al concetto di sopravvivenza.

Rimango certo che non ne varrà sempre la pena,

sperando vivamente di morire in modo perfetto!

Mi eviterebbe di agonizzare poco dignitosamente.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pillola - Troll in Casseruola

Post n°6844 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

 E' ora di pranzo, ci sta bene una ricetta!

 

INGREDIENTI

  • un pizzico di "così fan tutti",
  • insulti a vanvera, quanti se ne riceve,
  • tre cucchiaini di accuse depistanti,
  • ignoranza a iosa,
  • essenza di maleducazione, quanto basta,
  • insulto piccante,
  • farina d'altro sacco.

 

PREPARAZIONE

Cuocere il tutto in sbrodo di lodi fasulle,

su criptica fiamma alta,

nell'oscuro bidone dei Rifiuti Solidi Urbani (RSU).

 

DEGUSTAZIONE

Servire su tovagliato angusto,

con contorno di criptica misticanza di mucillagine,

accompagnare co un bicchiere di carta ricolmo di Tavernello andato a male.

Buon appetito, indigestione assicurata.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pillola - Quante volte mi devi consigliare il tuo blog?

Post n°6843 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

Carissima,

ma quante volte mi devi consigliare il tuo blog?

Sei nella mia lista preferiti, ti ho memorizzato, rilassati.

 

Potresti astenerti dal generare spam che m'intasa la posta.

Tieni presente che te lo chiedo gentilmente,

solo dopo aver ricevuto una dozzina di messaggi tutti uguali.

 

Sono sicuro che vorrai

accoglierere la mia gentile richiesta.

Un sorriso.

 

Inutile ...

Poi l'ho messa in lista nera,

produceva spam.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

pillola - Credere

Post n°6842 pubblicato il 31 Agosto 2016 da sagredo58
 

Avrei preferito credere in Dio,

ma proprio non mi riesce,

va in conflitto con quello che amo di più:

 

l'Uomo;

l'approccio razionale al mondo, la logica,

il desiderio di risposte vere, la fisica.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sesso 2.0 – Trasgressione, Solitudine, Gentilezza

Post n°6841 pubblicato il 30 Agosto 2016 da sagredo58
 

 

Dalla mappa degli organi mediatori di piacere, nel Virtuale sembra prevalere una sessualità meno genitale e più "trasgressiva":

  • "bocca/lingua" e "culo/sedere" hanno più occorrenze di cazzo e di fica;
  • le parole dell'oralità (leccare, succhiare, pompini, ingoiare, orale) hanno una frequenza più significativa delle parole della penetrazione (scopare, sbattere, infilare/sfilare, penetrare, trombare).

 

L'unione con un simulacro virtuale veicola i piaceri e i giochi dell'innamoramento ma con una vena sempre presente di malinconia, generata dalla percezione di una distanza irriducibile.

La complessità e le ambivalenze dell'autorappresentazione erotica del chatter/blogger generano un vissuto emotivo contrastato e non lineare: le parole dell'area semantica Sentimenti ed Emozioni che comunicano disagio o solitudine hanno una frequenza maggiore di quelle che descrivono gioia e divertimento.

 

Le ambivalenze delle fantasie sessuali non comportano però ambivalenze della relazione, non generano maggiore aggressività verso l'altro.

Nell'autodescrizione del proprio profilo di personalità prevalgono gli attributi di gentilezza e dolcezza, rispetto a quelli che evocano cattiveria o sadismo.

 

Oggetto di un tabù sociale ancora molto diffuso, il Sesso 2.0 vive in realtà di dimensioni molto diverse che possono andare dalla scoperta di aspetti significativi del proprio IO a pratiche che si collocano sul confine del consumo pornografico. 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sesso 2.0 – Virtuale che allarga il Reale

Post n°6840 pubblicato il 30 Agosto 2016 da sagredo58
 

 

La centralità della parola dilata l'aspetto fantastico della relazione sessuale.

La sessualità umana non è possibile senza immaginario, il desiderio e il piacere vivono e si alimentano di fantasie e di narrazioni:

  • che nel Reale spesso restano rappresentazioni mentali, totalmente private;
  • nel Virtuale è tutto immaginario e le fantasie diventano pubbliche, diventano parole che devono produrre l'unione con l'altro.

Nello stesso tempo sono fantasie che:

  • non trovano un confine nel corpo dell'altro,
  • non sono vincolate al rispetto di ciò che è lecito o normale.

 

Il Virtuale non riproduce il Reale, lo allarga, fa emergere:

  • non solo ciò che già esiste e si pratica di sé e della propria sessualità,
  • anche tutto ciò che altrimenti non potrebbe esistere.

Nel Virtuale è possibile proiettare fantasie che non si oserebbe pensare in un rapporto diretto.

Il Virtuale rende esplicite le ambivalenze che caratterizzano il vissuto sessuale e i percorsi dell'eccitazione e dell'orgasmo, facendo emergere spesso componenti della propria sessualità che si ignoravano o che si preferiva ignorare.

 

Un ragazzo parecchio più giovane di me, credendomi una donna si confessa:

Spesso esco con ragazze con la scusa dell'amicizia, in realtà voglio solo scoparle e invece capita che mi affeziono e ci divento amico, sono dolcissimo e generoso.

Mentre in chat è diverso, le perversioni prendono il sopravvento, mi scappa di dire alla ragazza con cui chatto che vorrei legarla e sborrarla in faccia fino a ricoprirla col mio sperma, dopo che mi stacco da questo mondo virtuale ritorno in me.

Nelle fantasie noi uomini siamo dei pervertiti assurdi, facciamo veramente schifo, ma i nostri sentimenti, nella realtà, sono tutt'altro.

Sono rari gli uomini che fanno davvero quello che la loro perversione li spinge a fare. 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sesso 2.0 – Sesso come narrazione

Post n°6839 pubblicato il 30 Agosto 2016 da sagredo58
 

 

La relazione sessuale nel Virtuale:

  • è mediata dalla scrittura,
  • è una sessualità che vive di narrazione.

Foto o webcam sono un supporto alla parola, non la sostituiscono mai, è attraverso la scrittura di sé che si costruisce il rapporto.

 

Nel vissuto del chatter/blogger, l'orgasmo in chat non equivale a masturbarsi:

  • non deriva dalla fruizione passiva di immagini,
  • deriva dalla parola/desiderio dell'altro.

 

Le parole in chat sono tutte significative:

  • non esprimono,
  • agiscono.

Sono narrazioni che hanno una connessione fisica con il soggetto che le emette: il chatter/blogger descrive qualcosa che è e che sta facendo.

Con le parole si bacia, si lecca, si tocca, si scopa, si fa godere il corpo dell'altro.

 

Le parole che mimano l'atto sessuale rappresentano il 17,54% del lessico dell'interazione virtuale.

Sono verbi performativi, il cui dire è già un agire.

Le parole costruiscono il simulacro dell'atto sessuale, lo rendono presente e vivo.

Occhi e mano hanno frequenze molto significative nel nostro lessico, sono infatti gli organi che più di altri esprimono il contatto, agiscono il vedersi e il toccarsi virtuali. 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sesso 2.0 – Testimonianze

Post n°6838 pubblicato il 30 Agosto 2016 da sagredo58
 

Mi racconta un uomo che preferisce il Sesso Virtuale:

Non incontro mai quelle con cui ho fatto Sesso Virtuale, non vogliono e anch’io non voglio perché dopo tutto quello che ti sei detto e hai fatto, non puoi vederti in faccia.

Mi è capitato di fare sesso con ragazze conosciute nel Virtuale, solo quelle però con cui non avevo fatto porcate in chat.

 

Mi riferisce una donna interessata agli incontri nel Reale:

Chatto un paio di volte alla settimana. Mi piace la gente che s’incontra, un sacco di persone intelligenti e interessanti.

Cerco amici o avventure sessuali. Conosco una persona in chat, ci chiacchiero un po’, poi ci incontriamo.

Spesso mi bastano 10 minuti per capire se vale la pena, ho intuito ormai, lo capisco subito da come mi approccia se è un tipo giusto.

Se hanno un modo di attaccare conversazione banale, lascio subito perdere.

Se no ci parlo. E poi fissiamo l’incontro per vederci.

Non sono mai stata delusa.

Non ho mai avuto relazioni durature.

Del sesso virtuale ho un pessima opinione.

E’ da sfigati e poi ci sono persone che si fingono chi non sono.

 

Mi espone un uomo dedito agli incontri nel Reale:

Chatto molto, ho trovato quello che funziona con le donne.

Non gli devi parlare di sesso se le vuoi incontrare, devi essere romantico, interessarti a loro, non ti devi descrivere troppo diverso da come sei.

Con questo metodo ormai sono diventato velocissimo.

Il più delle volte mi bastano due, tre chattate per arrivare all’incontro, quasi sempre è una scopata, credimi.

Sono relazioni che non durano ...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »