Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cadute di stile e cazzeggi

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Ultime visite al Blog

sagredo58fran6319tesorobgancherani900woodenshippa.ro.lelascrivanapsicologiaforensedipendenza.webIo_Me_Stessa_E_Mestudiodebertiunaladrapaolo_origgiANGELOANONIMO
 

Ultimi commenti

Io la chiamo casualità :-)
Inviato da: sagredo58
il 01/08/2015 alle 20:17
 
5 case diverse , sempre all interno 5?...ma questa è...
Inviato da: fran6319
il 01/08/2015 alle 20:15
 
Per ora sull'arcobaleno basta, ci tornerò per...
Inviato da: sagredo58
il 01/08/2015 alle 20:09
 
Comincio a sentirmi poco bene......:))
Inviato da: fran6319
il 01/08/2015 alle 20:09
 
Tutto chiaro ...
Inviato da: sagredo58
il 31/07/2015 alle 19:48
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 77
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 

Arcobaleno - Abstract grafico

Post n°5519 pubblicato il 01 Agosto 2015 da sagredo58
 

Dalle due dimensioni per cui l'arcobaleno è ponte:

  • il verticale delle Teorizzazioni/Suggestioni,
  • l'orizzontale della Bellezza/Conoscenza,
  • tra loro moltiplicate (X) per generare la Matrice d'Ispirazione,

traggo una sorta di iconizzazione di questo giocoso divertimento sull'arcobaleno, un logo, un marchio, un "Abstract" grafico, che rappresenti:

  • i numerosi simbolismi dell'arcobaleno richiamati, rappresentati, inventati;
  • le analogie inseguite e gli accostamenti immaginati;
  • le ricerche effettuate per gli argomenti che ancora devo presentare;
  • le emozioni inseguite, intercettate, irreggimentate e costrette nelle parole ancora da scrivere;
  • le simmetrie utilizzate per costruire un percorso di lettura;

in un sola parola la mia personale memoria di quello che l'arcobaleno m'evoca.

In questo dipanarsi di simboli, dei concetti che cerco di abbracciare, più che nell'approfondimento dei singoli argomenti trattati, sta la creatività di questo mio scrivere d'arcobaleno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Mappa concettuale

Post n°5518 pubblicato il 01 Agosto 2015 da sagredo58
 

Dalla "matrice d'ispirazione" traggo la mappa concettuale dei miei arcobalenanti vaneggiamenti.

 

Nei successivi post prima esamino le diverse teorizzazioni inerenti l'insieme di tutti i colori, per questo nella mappa concettuale rappresentate da ovali a sfondo bianco, la somma di tutti i colori, che s'irraggiano, dall'arcobaleno centrale, nella parte superiore della mappa.

 

Parto dalla fisica della luce e dello spettro elettromagnetico, in alto a destra, ripercorrendo le teorizzazioni da Newton a Maxwell.

Dopo, muovendomi in senso antiorario:

  • dalla fisica, che studia le proprietà intrinseche dei colori;
  • passo velocemente per la fisiologia, che s'interessa della loro percezione;
  • così da proseguire, abbandonata la misura dei colori, verso la filosofia, che s'interroga sulle emozioni da questi indotte;
  • per arrivare infine all'arte, che da queste emozione trae spunto per definire le regole di composizione di forme e colori.

 

Completato l'esame delle teorizzazioni, procedo alla presentazione di una selezione di suggestioni concernenti i 5 colori originariamente definiti da Newton, rappresentate da ovali a sfondo colorato, nella parte inferiore della mappa, per costruire un messaggio ... che insegni a vivere, nella pace, nel rispetto della diversità.

 

Parto dal Rosso, in basso a sinistra, passando ai colori successivi rispettando l'ordine dei colori dell'arcobaleno, sempre muovendomi nel medesimo senso antiorario, diminuendo la lunghezza d'onda (o aumentando la frequenza che è la stessa cosa):

 

Per vedere meglio la mappa concettuale clicca qui.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno – Come riempire la matrice d’ispirazione?

Post n°5517 pubblicato il 01 Agosto 2015 da sagredo58
 

Ho finalmente tutti gli ingredienti necessari per riempire la "matrice d'ispirazione":

  • il prodotto Teorizzazioni/Suggestioni X Bellezza/Conoscenza,

 

4 discipline, tra cui razzolare per cercare Teorizzazioni della luce, dei colori e dell'arcobaleno, per costruire un percorso di conoscenza:

  • fisica,
  • fisiologia,
  • filosofia,
  • arte.

 

5 colori primari, a cui associare una Suggestione per ciascuno, per comporre un messaggio ... che suggerisca come vivere già citato in apertura dei post di questa serie:

  • Rosso delle camicie indossate dai volontari di Garibaldi per la chiarezza della propria identità.
  • Giallo dell'esplosiva vitalità nelle poesia di Montale per un rapporto armonico con la natura.
  • Verde del tragitto verso la morte di "The Green Mile" che è un inno alla vita.
  • Blu degli occhi dei barbari celebrati da Tacito per l'accoglienza della diversità.
  • Viola che illumina i frammenti di DNA per riconoscere ed accettare il nuovo che avanza.

 

Nelle caselle della "matrice d'ispirazione" ordino le idee felici che l'arcobaleno m'ispira nel suo significato più alto di pace e tolleranza, i contenuti di questo gioco associativo.

Ancora gioco sulle simmetrie.

Il mio numero elettivo è il 5:

  • sono nato il 5/5,
  • sono andato a scuola a 5 anni,
  • ho vissuto, in tante case diverse, sempre all'interno 5,
  • 5 sono i colori adottati per l'Arcobaleno da Newton come in questo gioco

 

Sempre 5 saranno le "ispirazioni", per le Teorizzazioni, per le Suggestioni, per la Bellezza, per la Conoscenza.

Con un piccolo trucco, quello di considerare le teorizzazioni filosofiche espressione sia di bellezza che di conoscenza.

Arcobaleno

Bellezza

Conoscenza

Teorizzazioni

Fisiche

 

Colori dell’arcobaleno

Teoria corpuscolare di Newton

Teoria ondulatoria di Huygens

Teoria elettromagnetica di Maxwell

Fisologiche

 

Colori della percezione

Teoria dei tre colori primari di Young

Filosofiche

Colori dell’emozione

Teoria dei colori di Goethe

Teoria sulla vista di Schopenhauer

Colori dell’emozione

Teoria dei colori di Goethe

Teoria sulla vista di Schopenhauer

Artistiche

Colori per la risonanza spirituale

Teoria neoplastica di Mondrian

Teoria della spiritualità di Kandinskij

 

Suggestioni

Rosso

 

Chiarezza della propria identità

Storia del rosso delle camicie di Garibaldi

Giallo

Rapporto armonico con la natura

Il giallo di “Ossi di seppia” di Montale

 “Portami il girasole ch'io lo trapianti”

“I limoni”

 

Verde

Inno alla vita

Synopsis of the novel “The Green Mile” by King

 

Blu

Accoglienza della diversità

“De origine et situ Germanorum” di Tacito

Occhi blu d'intensa fierezza dei Germani

 

Viola

 

Riconoscere il nuovo che avanza

Oltre il viola, il limite del visibile, per scrutare il DNA con l’elettroforesi su gel

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno – Suggestioni per un messaggio che suggerisca come vivere

Post n°5516 pubblicato il 31 Luglio 2015 da sagredo58
 

Infinite sono le suggestioni associabili agli originali 5 colori primari identificati da Newton con il suo esperimento con il prisma: rosso, giallo, verde, blu, viola.

 

Per questo rimango conforme al significato universale che oggi l’arcobaleno esprime nella cultura di massa trasformato in bandiera della pace o bandiera dell'orgoglio gay e lesbico.

Ecco allora dipanarsi naturalmente, partendo da quest'arcobaleno fattosi ponte tra bellezza e conoscenza, una successione di argomenti utili a trasferire un messaggio ... che insegni a vivere, nella pace, nel rispetto della diversità.


Messaggio che parte dall'individuo, aprendosi agli altri: la chiarezza della propria identità, è il presupposto irrinunciabile per l'accoglienza della diversità.

Messaggio che ci colloca come moltitudine, umanità, nel mondo, alla ricerca di un equilibrio: tra il rapporto armonico con la natura e la capacità di riconoscere ed accettare il nuovo che avanza, ovvero la tecnologia, che questo mondo e la nostra interazione con lui trasforma, per tentare di eliminare fame e malattia, per provare a liberarci dall'affanno della sopravvivenza e svilupparci culturalmente.

Messaggio che induce a vivere e non a vegetare, rimanendo curiosi ed attivi, attenti e impegnati, aperti ed accoglienti, l'unico vero modo di costruire un inno alla vita, piuttosto che limitarsi a glorificare presupposti creatori.

 

Messaggio che si può esprimere in un diverso ordine, seguendo la successione dei colori dell'arcobaleno, arrivando così ad individuare le suggestioni cercate:

  • la chiarezza della propria identità, a cominciare da quella nazionale, che lego alla storia del rosso delle camicie indossate dai volontari di Garibaldi, proprio per costruire detta identità;
  • il rapporto armonico con la natura, che la società tecnologica non deve far dimenticare, che affido alle poesie di Montale che celebrano nel giallo del limone e dei girasoli l'esplosiva vitalità;
  • l'inno alla vita, che ho trovato nel libro di King intitolato "The Green Mile", il miglio verde, che simboleggia quel tragitto verso la morte che il protagonista John percorre esaltando la vita;
  • l'accoglienza della diversità, oggi così importante, che volutamente evoco, per discostarsi dalle tragiche cronache dell'attualità nel blu del mare nostrum, con le antiche parole di Tacito che narra dei sorprendenti occhi blu dei Germani, quei barbari da intendersi come proto extracomunitari, che nella sua epoca premono al confine dell'impero romano;
  • il riconoscere ed accettare il nuovo che avanza, che simboleggio con le biotecnologie legate alla sequenziazione del DNA per ricostruire la mappa del genoma umano, che prevedono, nell'ambito dei processi di elettroforesi su gel, l'utilizzo della luce viola, più esattamente della radiazione ultravioletta appena oltre il limite del visibile, per la visualizzazione dei frammenti di DNA.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Teorizzazioni per un percorso di conoscenza

Post n°5514 pubblicato il 31 Luglio 2015 da sagredo58
 

Razzolo tra 4 discipline, fisica, fisiologia, filosofia ed arte, per cercare Teorizzazioni della luce, dei colori e dell'arcobaleno per costruire un percorso di conoscenza.

 

Parto proprio dalla fisica (l'avreste mai immaginato visto che di formazione son un fisico) per ricostruire lo sviluppo delle teorie della luce, del colore e dello spettro elettromagnetico:

  • cominciando dalla teoria corpuscolare di Newton,
  • passando per le onde meccaniche propagantesi nell'etere di Huygens e Young,
  • arrivando alle onde elettromagnetiche di Maxwell, che non necessitano di un mezzo elastico per la loro propagazione.

 

Accenno brevemente alla fisiologia dei colori, per introdurre le teorizzazioni filosofiche che, prescindendo dalle proprietà intrinseche della luce, pongono l'accento sulla differenza emotiva dei diversi colori,:

  • la teoria dei tre colori primari formulata dallo stesso Young, che spiega la visione dei colori come conseguenza del funzionamento dell'occhio e non delle proprietà fisiche intrinseche della luce.

 

Passo poi alla filosofia cominciando dalla critica a Newton:

  • di Goethe e di Schopenauer che sono convinti che i colori non siano un puro fenomeno fisico misurabile e che quindi debbano trovare spiegazione anche nell'estetica, nella psicologia, nella fisiologia e nel simbolismo.

 

Concludo con l'arte passando in rassegna le teorie, in qualche modo tra loro contrapposte:

  • di Kandinskij, che per alcuni versi si ispira alla teoria dei colori di Goethe;
  • di Mondrian che invece si attesta sui colori primari introdotti da Young.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Quanti sono i colori cui legare suggestioni?

Post n°5513 pubblicato il 31 Luglio 2015 da sagredo58

L'arcobaleno si mostra come un arco multicolore, rosso sull'esterno e viola sulla parte interna.

Si è abituati a pensare all'arcobaleno in termini di bande colorate distinte, di fatto operando una sorta d'istintiva "quantizzazione" dei colori.

Si tratta, come ha scoperto la fisiologia, di un effetto dovuto ai meccanismi della visione dell'occhio umano  (fotorecettori) e di come ad essi reagisce il cervello.

Questa risposta è una caratteristica soggettiva, che varia da persona a persona: individui diversi vedranno colori leggermente diversi.

 

Nella seconda metà del XVII secolo, Newton distingue solo 5 colori primari:

  • rosso,
  • giallo,
  • verde,
  • blu,
  • viola.

Soltanto in seguito, allo scopo di creare un'analogia tra colori primari e note musicali, ancora una contrapposizione Bellezza/Conoscenza, introduce l'arancione e l'indaco, così da arrivare ai 7 colori, quanti già erano i colori di Aristotele, che oggi comunemente contraddistinguono l'arcobaleno.

 

Solo successivamente, con Maxwell, alla fine del XIX secolo, il concetto di onda elettromagnetica e la piena comprensione del processo fisico di base alla formazione dell'arcobaleno (analogo alla rifrazione delle luce nel famoso esperimento del prisma di Newton), rende evidente che l'arcobaleno abbraccia tutto lo spettro continuo della luce visibile:

  • non ci sono limiti alle gradazioni cromatiche osservabili, nessuna transizione netta da un colore all'altro;
  • che detto nel linguaggio dei fisici significa che lunghezza d'onda e frequenza delle onde elettromagnetiche variano con continuità.

 

La risposta alla domanda "Quanti sono i colori dell'Arcobaleno cui legare le Suggestioni?" è: infiniti!

Tranquillizzo chi ha resistito a leggere sino a questo punto, nell'estrarre una suggestione per ciascun colore mi riferirò ai soli 5 colori primari inizialmente definiti da Newton, opzione che inevitabilmente limita il numero dei post, cosa di cui molti saranno contenti.

 

Rimane solo da comporre un messaggio ... che suggerisca come vivere, già citato in apertura dei post di questa serie, che leghi suggestioni, una per ciascuno dei 5 colori primari scelti, rosso, giallo, verde, blu, viola.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Quante sono le teorizzazioni dei colori della luce?

Post n°5512 pubblicato il 30 Luglio 2015 da sagredo58
 

Quante sono le teorizzazioni dei colori della luce?

Onestamente non so rispondere a questa domanda.

Lo studio del colore riguarda molte discipline, inevitabile l'estrema proliferazione delle teorizzazioni nel corso del tempo.

Più umilmente credo di riuscire a mala pena ad individuare questa molteplicità di discipline (se qualcuno trova qualche disciplina che mi sonos cordato me la segnali, gliene sarò grtato):

  • la matematica, per lo sviluppo di modelli rappresentativi della visione del colore;
  • la fisica, in particolare l'ottica, lo studio della luce e dell'interazione tra luce e materia, per tutto ciò che avviene all'esterno del sistema visivo;
  • la fisiologia, per quanto riguarda il funzionamento dell'occhio e la generazione, elaborazione, codifica e trasmissione dei segnali nervosi dalla retina al cervello;
  • la filosofia, che supera l'approccio metrico della fisica evidenziando come il soggetto, svolga un ruolo attivo nella formazione dei colori;
  • l'arte, che recuperando le visioni filosofiche più che sull'effetto sensoriale che il colore produce teorizza la risonanza spirituale che produce;
  • la chimica, per lo studio e la sintesi di sostanze colorate e coloranti;
  • la psicologia, per l'interpretazione dei segnali nervosi e la percezione del colore;
  • la colorimetria che studia la relazione tra stimolo e risposta del sistema visivo.

 

Non parlerò delle seguenti teorizzazioni:

  • della matematica, anche se mi piacerebbe, temo sarebbe la volta che qualcuno mi farebbe bannare! Però a chi fosse interessato, se me lo chiede, posso passare una ottantina di slide molto belle che rappresentano una sintesi completa di tutta la matematica dell'arcobaleno;
  • della chimica, che non ho mai sopportato studiare, soprattutto per le sue interminabili, molteplici e incoerenti nomenclature;
  • della psicologia, non ne so abbastanza;
  • della colorimetria, la conosco pochissimo e non m'intriga troppo.

Rimane da costruire un percorso di conoscenza che già pregusto tra 4 discipline, fisica, fisiologia, filosofia ed arte.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Matrice d’Ispirazione

Post n°5511 pubblicato il 30 Luglio 2015 da sagredo58

Da queste due dimensioni per cui l'arcobaleno è ponte:

  • il verticale delle Teorizzazioni/Suggestioni,
  • l'orizzontale della Bellezza/Conoscenza,

effettuando una sorta di "prodotto cartesiano", Verticale X Orizzontale, nasce una "matrice d'ispirazione" che permette di incasellare i successivi contenuti, le ispirazioni dunque, di questo gioco associativo in cui mi affido all'Arcobaleno nel suo significato più alto di pace e tolleranza.

 

 

Cercherò allora:

  • le teorizzazioni di tutti i colori della luce, dunque del bianco che s'ottiene sommando tutti i colori;
  • le suggestioni dei singoli colori che compongono la luce.

 

 

Cosa che pone come inevitabile chiedersi:

Quante sono le Teorizzazioni dei colori della luce?

Quanti sono i colori dell'Arcobaleno cui legare le Suggestioni?

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Ponte tra Bellezza e Conoscenza

Post n°5510 pubblicato il 30 Luglio 2015 da sagredo58
 

L'arcobaleno, in orizzontale, reinterpretato come ponte, unisce (fa dialogare) due entità complementari, le mitiche pentole d'oro ancora da interpretare.

Come simboleggiare le sue estremità?

Destra e Sinistra? No, è una simbologia inadeguata:

  • per la supremazia (nella maggioranza dei casi) della (mano) destra;
  • per i riflessi di una (vetusta) rappresentazione politica;
  • per l'inadempienza ad esprimere il senso di interscambiabilità di questi estremi collegati dal ponte, la loro complementarità ed interdipendenza.

 

Questi elementi dialoganti per il tramite dell'arcobaleno sono resi bene da un'altra celebre coppia, la simbologia orientale dello Yin e Yang:

  • opposti non assoluti ma comparativi, perché qualunque cosa ha un suo opposto, nessuna cosa può essere completamente Yin o completamente Yang, essa contiene il seme per il proprio opposto;
  • opposti interdipendenti, perché hanno origine reciproca, l'uno non può esistere senza l'altro.

 

Quindi:

  • Yin -> opposto di Yang,
  • Yang -> opposto di Yin.

 

Riprendendo l'arcobaleno come fonte d'ispirazione, queste stesse "ispirazioni", oltre che ripartirsi nella verticalità tra Teorie (Alto) e Suggestioni (Basso), possono riferirsi a due paritetiche e interscambiabili entità, le raddoppiate pentole d'oro segnalate dalle sue estremità:

  • Bellezza, qualità di ciò che appare o è ritenuto bello come percepito dai sensi, da cui nasce l'estetica, che rinvia alla concezione della bellezza nella filosofia greca in termini di ordine, armonia e proporzione delle parti come suggerito dalla radice etimologica latina ("bellus", diminutivo di una forma antica di "bonus", buono); l'associo all'yin (o allo yang non fa differenza è importante solo il reciproco rapporto).
  • Conoscenza, che, assumendo il punto di vista di Kant, può intendersi come complessa interazione di sensibilità e spontaneità, elementi a posteriori ed elementi a priori, per effettuare un'operazione di sintesi di una realtà fenomenica, da cui nasce la scienza; l'associo allo yang (o all'yin).

 

L'orizzontalità dell'arcobaleno fattosi ponte è quindi associabile:

  • Bellezza Yin -> opposto di Yang -> Bellezza,
  • Conoscenza Yang -> opposto di Yin -> Conoscenza.

 

Anche la dimensione orizzontale dell'arcobaleno è spiegata!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arcobaleno - Ponte tra Teorizzazioni e Suggestioni

Post n°5509 pubblicato il 29 Luglio 2015 da sagredo58
 

Per quanto appena detto, l'arcobaleno, in verticale, si sviluppa evidentemente tra

  • quello a cui tende Cielo -> Alto,
  • quello su cui poggia Terra -> Basso.

 

Riconoscendo l'arcobaleno come affascinante manifestazione della natura, è ovvio che divenga generosa fonte d'ispirazione nei più svariati ambiti della cultura.

Questa pluralità di "ispirazioni", impulsi o idee felici che scaturiscono dall'animo umano riguardo l'arcobaleno, le divido in due distinte categorie:

  • Teorizzazioni, intendendo elaborate costruzioni del pensiero, a base filosofica, matematica, fisica, scientifica, artistica, che, in un determinato contesto, tentino di spiegare la natura, o di indirizzare l'agire dell'uomo.
  • Suggestioni, emerse come istintivi collegamenti, ovvero associazioni analogiche, a fatti e sensazioni, immagini e simboli, ricordi e idee, veri e propri concatenamenti da un'idea ad un'altra.

 

Teorizzazioni e suggestioni su cosa, riguardo a cosa?

  • Le Teorie hanno l'ambizione di rivolgersi al "tutto", che, nel caso dell'arcobaleno, è rappresentato dall'intera gamma dei colori che esso regala che si fonde nel bianco;
  • Le Suggestioni nascono dal "particolare", che per l'arcobaleno sono i suoi singoli colori primari.

 

In questa giocosa disamina della verticalità dell'arcobaleno associo quindi:

  • le Teorizzazioni all'alto del cielo Cielo -> Alto -> Teorie
  • le Suggestioni al basso della terra Terra -> Basso -> Suggestioni.

 

La dimensione verticale dell'arcobaleno è servita!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »