Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

arw3n63sagredo58Sono44gattinfilax6.2estinetteefran6319my2ndLifeonieginaanastomosidisabbialialalailagaboo3merig2pa.ro.leaurgen0dinin53
 

Ultimi commenti

Il walkman! E chi non ne ha avuto uno? Io più di uno :-)
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 14:19
 
Evvaiiiiii, si parte! :-)))
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 14:15
 
Azzeccato!!! Così s i inizia ad inquadrare il viaggio nel...
Inviato da: sagredo58
il 21/10/2017 alle 13:04
 
A me viene in mente solo la segreteria telefonica, un...
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 11:21
 
Lavatura = la natura
Inviato da: sagredo58
il 20/10/2017 alle 20:01
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Ex Machina – 2015-2016 –...Ex Machina – 1980 - 1984... »

Ex Machina – 1980 - 1984 … al Robot Virtuale

Post n°7475 pubblicato il 17 Febbraio 2017 da sagredo58
 

 

Nella storia della robotica industriale c'è stato un periodo, l'inizio degli anni ottanta, in cui l'intelligenza artificiale è sembrata vicino alla realizzazione di robot industriali intelligenti.

Cosa l'ha impedito? Principalmente:

  • globalizzazione dell'economia;
  • drastica riduzione delle spese militari.

Gli obiettivi si sono ridimensionati, spostando l'attenzione:

  • dal robot copia dell'essere umano;
  • al robot copia di animali più semplici (scarafaggi, ragni, coleotteri).

 

Contemporaneamente è cambiato il paradigma tecnologico:

  • da quello dell'elettronica sposata con la meccanica, prevalente dopo la seconda guerra mondiale, su cui la robotica industriale si è fondata, che è andato via via evaporando;
  • a quello fondato sull'informatica, attualmente in auge, che ha prodotto la dematerializzazione del robot, rendendolo virtuale.

 

I nuovi Robot Virtuali:

  • non sono robot fisici, in grado di imitare il corpo degli esseri umani;
  • sono privi di fisicità, robot immateriali, in grado di "vivere" e "muoversi" solo nel ciberspazio.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog