Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESALutero_Paganosagredo58estinetteegattinizanakorbiarw3n63studiodgl16laura.rossi_sabam.novariniSono44gattinfilax6.2arvalia1lascrivanarepedrowcncompagen
 

Ultimi commenti

Al posto della cabrio? E già e poi dove ci mettevi sul...
Inviato da: arw3n63
il 21/11/2017 alle 08:40
 
Mutuo Tasso Fisso di 100.000 euro, durata 20 anni, 3%...
Inviato da: servizio.prestito10
il 20/11/2017 alle 21:44
 
Certo!
Inviato da: sagredo58
il 20/11/2017 alle 20:34
 
Che sfida che non sono venuto in moro al raduno :-)
Inviato da: sagredo58
il 20/11/2017 alle 20:34
 
Avrà trovato comunque chi le dava un passaggio insieme al...
Inviato da: arw3n63
il 20/11/2017 alle 19:37
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Miniera su un Palcosceni...Miniera su un Palcosceni... »

Miniera su un Palcoscenico – Osservare l’energia maschile

Post n°7946 pubblicato il 11 Luglio 2017 da sagredo58
 

La Linke è l’autrice della coreografia.

Soprattutto protagonista di quello sguardo che si posa sugli uomini al lavoro, mantenendosene separato e distante:

E' affascinante osservare l'energia maschile dall' esterno.

L'ho fatto senza esercitare nessuna ironia, ma con l' attenzione di uno scienziato: volevo mostrare ciò che vedevo.

Un universo maschile che non guarda che dritto davanti a sé, e non si cura mai della destra o della sinistra.

In un mondo che sta precipitando, l' attitudine maschile è cieca.

 

Non vi è nulla di eroico, di epico, nella fatica fragorosa a cui Ruhr-Ort costringe i suoi interpreti, né nelle pause popolate di cameratismo ruvido: scherzi, boxe, vanterie diverse, che in esso si aprono.

Né vi è una conclusione che possa essere inequivocabilmente interpretata quando, verso il finale, in alto sopra il boccascena iniziano a sfilare, appesi, abiti di lavoro e caschi di sicurezza, fantocci svuotati, spoglie della fatica.

Dice la Linke:

 

Non rimane che chiedersi se quella a cui si sta assistendo è l' ultima possibile marcia dei lavoratori o semplicemente la marcia funebre di tutti i lavoratori del mondo faccia a faccia con la morte.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog