Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

anastomosidisabbiaSono44gattinfilax6.2claudio.moretti1966alpambmlr777lascrivanaestinetteemariapompasagredo58gallosalvatore1idro.fmsurfinia60lab79fran6319
 

Ultimi commenti

:))
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 09:58
 
Ommmmmmmmmmmm
Inviato da: sagredo58
il 19/11/2017 alle 09:34
 
Il mio credo non m'impedisce di gustare le buone...
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 09:22
 
Essere bersaglio mi del tutto indifferente, se poi lo...
Inviato da: sagredo58
il 19/11/2017 alle 09:06
 
Se ne ritorna a casa dopo pranzo. Io penso che chi ti...
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 07:21
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« La Fleur - RegiaLa Fleur - Suggerimenti »

La Fleur - Afferma il Regista

Post n°8008 pubblicato il 09 Agosto 2017 da sagredo58
 

 

Afferma Riccardo Brunetti:

Quello che ci ha colpiti profondamente nella forma del Teatro Immersivo, pressoché sconosciuta in Italia, è stata la ricchezza delle possibilità narrative.

La complessità della costruzione drammaturgica scenica è certamente ipnotizzante per gli spettatori, ma prima ancora lo è per gli autori, il regista e i performer.

Siamo quindi partiti dai nostri desideri, creando un affresco di colori, materie, odori, sapori, testi, immagini, e presto altre ispirazioni si sono presentate spontaneamente.

 

Con lo spettatore al centro, nell'idea Immersiva di Teatro gli stimoli devono essere multipli e variegati, in modo che ognuno possa essere libero di costruire la propria storia, diventandone quindi co-autore.

Questi stimoli si articolano in una serie di eventi, una grande storia, composta a sua volta da tanti percorsi narrativi distinti e intrecciati.

Ognuno sta cercando la propria strada, strada che ci è piaciuto immaginare in verticale, come in una scalata verso l'istante in cui tutto è possibile.

 

Mi aspetto di divertire molte persone, facendogli fare esperienza di qualcosa che è praticamente impossibile da trovare nel nostro paese.

Poi spero di indignare qualcuno.

E infine spero di far riflettere qualcun altro.

 

Io per ora ho riflettuto, per divertirmi mi riprometto di rinnovare l'esperienza con il prossimo spettacolo che Brunetti tornerà a proporre.

Se finora ho cercato di raccontare quello che ho capito del Teatro Immersivo, sulla base di quello che ho letto e dell'unica esperienza che ne ho fatta con lo spettacolo La Fleur, ora vorrei concludere raccontando le mie sensazioni più dirette.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog