Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

anastomosidisabbiaSono44gattinfilax6.2claudio.moretti1966alpambmlr777lascrivanaestinetteemariapompasagredo58gallosalvatore1idro.fmsurfinia60lab79fran6319
 

Ultimi commenti

:))
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 09:58
 
Ommmmmmmmmmmm
Inviato da: sagredo58
il 19/11/2017 alle 09:34
 
Il mio credo non m'impedisce di gustare le buone...
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 09:22
 
Essere bersaglio mi del tutto indifferente, se poi lo...
Inviato da: sagredo58
il 19/11/2017 alle 09:06
 
Se ne ritorna a casa dopo pranzo. Io penso che chi ti...
Inviato da: lascrivana
il 19/11/2017 alle 07:21
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« La Fleur - Afferma il RegistaLa Fleur - Approccio »

La Fleur - Suggerimenti

Post n°8009 pubblicato il 09 Agosto 2017 da sagredo58

 

Una primo banale suggerimento da non trascurare assolutamente: indossare scarpe comode. Si sta quasi sempre in piedi, per tre ore, ci si stanca, si sale e si scende, su scalette strette, a chiocciola.

 

Molto utili due suggerimenti, che ho visto offrire a ogni spettatore, all'inizio della performance:

  • Non capisci cosa ti aspetta, fino a che non smetti di aspettare; l'imprescindibile atteggiamento da indossare per rimanere attratti dalle vicende narrate dal Teatro Immersivo.
  • Nella solitudine si affronta meglio anche la confusione; essenziale immergersi senza il condizionamento di chiunque funga da accompagnatore della serata, bisogna avere il coraggio di essere solo se stessi, più facile da soli, facilita l'immersione.

 

A valle della specifica esperienza di Teatro Immersivo fatta con lo spettacolo La Fleur, li condivido molto entrambi, bisogna sforzarsi di raggiungere questa condizione:

  • essere soli e non essere passivi, non aspettare;
  • piuttosto attivarsi, mentalmente per capire, fisicamente per esplorare, curiosare.

 

Aggiungo un suggerimento che, soprattutto all'inizio, aiuta a capire meglio la storia.

 

La terrazza è l'ambiente dove di dirigersi inizialmente, soprattutto se spettatore Standard.

Io non l'ho fatto, sbagliando, perdendo tempo utile a capire l'incipit nella discoteca, m'ha attenuato il problema della comprensione l'essere spettatore Premium.

Andare inizialmente sulla terrazza è :

  • per un brindisi ai nuovi successi commerciali della famiglia Andolini, con il quale si apre la serata nel club più bello di Roma; successi ai quali ciascun habitué del club La Fleur invitato sulla terrazza (spettatore) di fatto compartecipa;
  • per avere una sorta di presentazione della famiglia Andolini, per voce di Nick, l'avvocato del clan, figlio del Boss Vito;
  • per ascoltare la spiegazione accurata delle regole ...

 

Regole utili per:

  • ambiguamente "godere al meglio del club" e/o "partecipare al meglio all'azione";
  • allentare i freni inibitori, facendo si che rispetto e trasgressione, passione e dannazione, arte e cultura, si mischino in quel cocktail chiamato piacere.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog