Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

aqueaonatascia.ncalessandro_bremecsagredo58miki3390estinetteefran6319Lutero_Paganodipaola.vinUSAGA1Sono44gattinfilax6.2arw3n63lellodiodorolacey_munrolucyfer39
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Appalto - Infernale Rist...Appalto - Paradiasiaca C... »

Appalto - Infernale Dannazione

Post n°8090 pubblicato il 11 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Contemporaneamente all'infernale ristrutturazione avviata dal Diavolo, il Papa ha annunciato un decreto per la scomunica dei corrotti.

Un gruppo di esperti costituito presso la Santa Sede sta definendo la pena da applicare agli scomunicati, rigorosamente definita in base all'applicazione del principio del Contrappasso.

 

Come da tradizione, ricordando che la quinta bolgia è composta da un lago di pece bollente, i corrotti vi saranno immersi, sorvegliati da demoni alati armati di bastoni uncinati.

Avrà Dante immaginato la pece bollente come allegoria della vischiosità amministrativa?

Il diretto interessato non conferma.

 

Il Papa, come al solito buonista, considerato il nuovo Codice degli Appalti, interpretato come strumento anticorruzione, ha suggerito alla Commissione di prevedere per i corrotti scomunicati una forma di riscatto: essi potranno essere perdonati se reciteranno a voce alta, come preghiera, la "breve" procedura per l'acquisto di un PC portatile.

I corrotti speranzosi del perdono si sono messi a pregare.

Litanie si alzano ininterrottamente da ogni sede dell'amministrazione pubblica, sono stati messi in commercio anche appositi rosari di 26 grani, tanti quanti i passi della procedura, per supportare la preghiera.

 

I dannati ovviamente, nonostante l'impegno profuso in queste litanie, non riusciranno mai a redimersi, non potranno mai toccare con mano il Pc portatile che li ha dannati!

  • Non certo per colpa del Papa, che con la preghiera del Codice degli Appalti intendeva offrirgli un'occasione di riscatto ...
  • Né per loro responsabilità diretta ...
  • Piuttosto perché, prima del termine della cantilenata preghiera della diabolica procedura, il Codice degli Appalti lo stesso codice sarà aggiornato per l'ennesima volta, simultaneamente anche una nuova legge di bilancio introdurrà nuovi adempimenti, rendendoli il più possibile scoordinati e incomprensibili.

I dannati dovranno ricominciare da capo l'aggiornata orazione, così via, nei tempi dei tempi ...

Altrimenti ... che dannazione sarebbe?

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog