Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

estinetteesagredo58anastomosidisabbialialalailaarw3n63gaboo3fran6319merig2pa.ro.leaurgen0dinin53dav_golponypegasoBloggernick10
 

Ultimi commenti

Lavatura = la natura
Inviato da: sagredo58
il 20/10/2017 alle 20:01
 
Non intendo quelle grandi vhs, o quelle delle videocamere...
Inviato da: arw3n63
il 20/10/2017 alle 17:53
 
Io invece, sempre riguardo le video cassette, ricordo la...
Inviato da: fran6319
il 20/10/2017 alle 17:04
 
Ciao Lory..:)
Inviato da: fran6319
il 20/10/2017 alle 16:45
 
Ricordo con grande piacere alcuni dei tuoi post, quelli in...
Inviato da: fran6319
il 20/10/2017 alle 16:44
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Idolatria – Pensiero geometricoIdolatria – Dio Eterodosso »

Idolatria – Sostanza

Post n°8164 pubblicato il 09 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

L'eterodossia di Spinoza, il suo anti conformismo religioso, comincia dal concetto di Dio:

  • riassunto nella sua formula "Deus sive Natura",
  • tradotto letteralmente dal latino in "Dio o la Natura".

Vediamo che significa.

 

L'intero sistema di pensiero metafisico di Spinoza parte dal concetto di Sostanza: termine con il quale la filosofia, sin da Aristotele, intende:

  • ciò che è in sé, ovvero ciò che sussiste in sé
  • e quindi per sé si concepisce, ovvero che non ha bisogno di altro per esistere.

 

L'essere autosufficiente aveva spinto Cartesio a identificare come sostanza non solo Dio, ma anche:

  • la realtà psichica, che aggettiva inestesa, libera e consapevole (res cogitans);
  • la realtà fisica, invece estesa, limitata e inconsapevole (res extensa).

 

Spinoza diverge da Cartesio affermando che la sua sostanza è

"Ciò che è in sé ed è concepito per sé;

 cioè ciò il cui concetto non ha bisogno del concetto di un'altra cosa,

dal quale debba essere formato".

 

Se la Sostanza non ha bisogno di altro per esistere, allora lo stesso concetto di Sostanza non ha bisogno di un altro concetto (la res cogitans Cartesiana) per essere pensato. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog