Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Ultime visite al Blog

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Minidialogo - l'emozion...Pillola - Copia e Incolla »

Minidialogo - Caro Diario

Post n°7330 pubblicato il 08 Gennaio 2017 da sagredo58
 

LEI

Son d’accordo con te che c’è diario e diario,

fare la conta dei peli depilati stamattina lascia il tempo che trova, ovvio,

ma ribadisco che un diario “personale”, a mio avviso, 

reso pubblico in un blog,

può comunicare valenze universali,

antropologicamente parlando.

 

Il diario di Anna Frank, giusto per citare un esempio che tutti conoscono,

nato assolutamente privato, poi reso pubblico,

ha dipinto un pezzo di storia (nefasto),

con una profondità di dettagli, non solo di cronaca quotidiana,

ma anche sociali, psicologici, addirittura filosofici.

Diario che ha arricchito l’anima di più generazioni.

 

SAGREDO

Esempio perfetto quello di Anna Frank.

Anna mai avrebbe reso pubblico quel diario,

l'avrebbero presa prima.

Ovviamente il suo diario è stato pubblicato dopo,

quindi non da lei, da altri,

per una platea che lei non aveva mai avuto in mente.

 

La motivazione di Anna non era avere un pubblico,

solo un mezzo per riflettere,

per "evadere" da una situazione che la imprigionava.

I diari personali possono, come tu dici, comunicare, ma non nascono per quello,

tipicamente, la loro pubblicazione travalica l'autore,

solitamente già morto.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13490278

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 08/01/17 alle 12:11 via WEB
Infatti non avremmo mai avuto il grande privilegio di leggere un opera letteraria nata per altri scopi. Scrivere per se stessi non è come scrivere per altri, scrivere un diario personale, altro non è che depositare una somma di danaro su un c/c e sapere che è lì a disposizione personale da usare come e quando si voglia. Lo scrivere per se stessi è manifestazione unica e irripetibile: emozioni, passioni, sentimenti e sguardo scevro da ogni isitnto preventivo, sono elementi che in nessun modo possono essere messi in discussione. E' verità assoluta, depistata e garantita.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 08/01/17 alle 13:01 via WEB
Interpreto lo scrivere per se come tu dici, senza interessi se non per se stessi.
(Rispondi)
 
Recreation
Recreation il 11/02/18 alle 16:09 via WEB
Grazie per articolo È troppo bello. bakeca annunci qui
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.