Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Ultime visite al Blog

sagredo58clamidoselacioormonelladglsimon751trap62ub11estinetteerobertoiw1ginkayakmaniamsalvo2016arw3n63paiabaotticasergiopipolochannelfy
 

Ultimi commenti

Haug!
Inviato da: sagredo58
il 21/09/2017 alle 21:10
 
Ciao One!
Inviato da: channelfy
il 21/09/2017 alle 18:38
 
Onestamente ne dubito, almeno non ci spero nei prossimi 50...
Inviato da: sagredo58
il 21/09/2017 alle 15:19
 
Bella questa serie di Post sul tempo; So che in molti ci...
Inviato da: Web_London
il 21/09/2017 alle 14:51
 
...erano prrrrrr :@ :@ :@
Inviato da: magnumgm
il 21/09/2017 alle 01:28
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Mediatore culturale muse...Miniera su un Palcoscenico »

Mediatore culturale museale – Mia Figlia

Post n°7940 pubblicato il 10 Luglio 2017 da sagredo58
 

 

Concludo lasciando la parola a chi questo lavoro lo sta sperimentando, mia figlia, alle sue prime esperienze di mediatrice culturale

 

Mediare non è un gioco da ragazzi, bisogna conoscere molto bene ciò che si vuole mediare, un quadro, una scultura, un'installazione, una performance.

Ancora più difficile è conoscere dal vivo, in poco tempo chi fruisce della mediazione, questo per poter offrire un servizio che vada oltre le parole, oltre la visita guidata.

È necessario porsi domande, essere critici con ciò che ci circonda, opere e fruitori delle stesse.

 

A Venezia i mediatori hanno una t-shirt di riconoscimento rossa con sopra alcune parole chiave stampate a lettere cubitali:

  • camminare,
  • ascoltare,
  • dialogare,
  • conoscere,
  • osservare.

 

Verbi che se vanno da soli non valgono niente, ma insieme formano l'anima della mediazione culturale.

 

Mi auguro che con i nuovi musei e le nuove forme di fruizione aumentino le professioni nel settore dei beni culturali.

 

Mi auguro che mia figlia e tutti gli studenti delle Accademie delle Belle arti non debbano subire discrepanze tra le varie professioni dei beni culturali, disomogeneità di trattamenti e che le venga garantita l'apertura ai vari concorsi pubblici all'importante professione dei Mediatori culturali museali che per negligenza, da anni, non viene conosciuta e riconosciuta.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13541241

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
arw3n63
arw3n63 il 10/07/17 alle 15:35 via WEB
Ben venga allora questa figura professionale, utile mi par di capire, a tutti i visitatori che magari entrano non preparati su ciò che vanno a visitare e qualche domanda magari ce l'hanno pure, quindi una figura professionale più completa della semplice guida.
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 10/07/17 alle 15:36 via WEB
Penso molto utile per creare anche dei laboratori con gli studenti e le scolaresche in visita.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 10/07/17 alle 17:03 via WEB
A sentire mia figlia l'esperienza (uno stage di un paio di mesi su una mostra al Macro) le è stata interessante e piacevole.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.