Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

channelfyLutero_Paganosagredo58fran6319estinetteenoblesse.oblige0belladinotenicold0inforivieraarw3n63cstparesceaba30pa.ro.leserbert0
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Idolatria – Dottrina IslamicaIdolatria – Sagredo è un... »

Idolatria – Dottrina Cattolica

Post n°8154 pubblicato il 05 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Per la dottrina della Chiesa Cattolica, l'idolatria è:

  • la divinizzazione di un oggetto inanimato, o di un'immagine simbolica creata dall'uomo, che assume il posto del vero Dio, che non è creato dall'uomo, ma al contrario ne è il Creatore;
  • l'adorazione di oggetti ritenuti divinità, o abitacoli di essa, o partecipi delle caratteristiche (più precisamente dei poteri) di una divinità.

 

Conseguentemente per la Teologia Cattolica, l'idolatria:

  • comporta la divinizzazione di qualcosa privo di vita, di morto, in luogo del vero e unico Dio, che al contrario è vivo ed è anche, secondo la Bibbia, "Dio dei viventi";
  • mortifica la vita umana, perché la mette al servizio di ciò che è morto, privo di vita;
  • significa dare più valore alle realtà create che al Creatore stesso;
  • caratterizza le ideologie che negano l'esistenza di Dio e tendono a fornire spiegazioni della realtà che escludono Dio.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13565447

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
arw3n63
arw3n63 il 05/10/17 alle 18:28 via WEB
La chiesa Cattolica differenzia tra adorazione e venerazione.Qui si parla di adorazione esclusiva, attribuendo poteri divini ad una statua rappresentativa per esempio o la reliquia di un morto, ma secondo la dottrina cattolica non è idolatria rivolgere preghiere non esclusive ad un Santo o alla Madonna, cioè escludendo Dio.Da non dimenticare che il Santo a cui si rivolgono preghiere è vivo in cielo, la morte è solo del corpo non dello spirito e dell'anima, sempre secondo la dottrina.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 05/10/17 alle 18:57 via WEB
Ma la madonna di medjugore, per fare un esempio, o il già citato padre pio, sono ben altro che sole preghiere.
(Rispondi)
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 05/10/17 alle 20:16 via WEB
Adesso non ho presente il caso di Padre Pio ma infatti per le apparizioni mariane a Medjugorie mi sembra che la Chiesa si sia espressa con cautela il caso ancora aperto e sotto studio, il papa mi sembra s'era espresso dicendo che appunto non bisogna perdere di vista Dio, lasciando intendere un certo scetticismo, la Madonna che dà appuntamenti fissi da anni, visioni programmate e a comando. Personalmente io credo che sia un grande business.
(Rispondi)
 
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 05/10/17 alle 20:39 via WEB
Un business enorme, il sindaco di quella città dovremo farlo premier, risolleverebbe l'economia del paese! RIDO
(Rispondi) (Vedi gli altri 1 commenti )
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 15:57 via WEB
:-), anche i veggenti un futuro di carriera
(Rispondi)
 
RavvedutiIn2
RavvedutiIn2 il 05/10/17 alle 22:25 via WEB
Fra venerazione ed idolatria penso ci sia molta e sostanziale differenza . Non ho nessun problema nel dire che io , personalmente , abbia fatto più che bene nello smantellare , buttare , cestinare immagini , quelle si veramente mortificanti , come l' immagine di un certo Lenin , per mettere al suo posto , in casa mia , ad esempio un buon vecchio e sano crocifisso , e magari anche un paio di santini di Sant'Antonio . Cosa sarà la mia ? , vera fede , ricerca di essa , senso di colpa ... o invece vera ed effettiva ricerca di qualcosa di vero e buono ? So solo di essere cambiato dentro , e che ciò che un tempo mi faceva sorridere , ora mi fa pensare . Insomma , la nostra vita non si conclude con la morte organica , ma devo aggiungere che la stessa Bibbia , gli stessi Vangeli , non sono altro che un'indicazione , utile alla povera mente umana . Idolatria ? Beh , allora basta rivolgersi all'adorazione di una certa pietra nera , compiuta in un Paese che il nostro ... non è . O anche sorridendo dei mille volti proposti magari dall'induismo , questi ultimi due aspetti si veramente risibili Su Medjugorie però dico che secondo me si tratta solo di finzione , negli accadimenti di Lourdes invece ci credo Son solo opinioni le mie . Saluti .
(Rispondi)
 
 
anastomosidisabbia
anastomosidisabbia il 06/10/17 alle 00:20 via WEB
Pur pensandomi "abbastanza" cristiana, di immagini buddiste, induiste, mussulmane ho piena la casa, le ammiro come tentativo di dare un volto alla divinità e di renderla pensabile, altrimenti troppo lontana. La mia idea è che il crocifisso da solo non sarebbe sufficiente a rappresentare la divinità insita nell'Uomo, creato da Dio a sua immagine e somiglianza. Apprezzo tutto le opere di artigianato artistico del passato e del presente che cercano di dare un'espressione alla spiritualità insita nell'uomo superando i confini e gli steccati. Mentre mi hanno sempre dato i brividi e un senso di fastidio certe immagini di croci e madonnine in materiale fosforescente. Penso che tutto sommato i volti di tutte le "unità" che compongono l'umanità, concorrano anche a comporre il volto di Dio.
(Rispondi)
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 07:54 via WEB
L'unica immagine che ho in casa è il quadro di una madonna, appartenuto alla madre di mio nonno, mi testimonia soltanto chi mi ha preceduto. In qualsiasi forma di rappresentazione religiosa tradizionale manca la libertà, nemmeno la plastica fosforescente riesce a darne una pallida idea.
(Rispondi)
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 16:08 via WEB
Sabbia, a proposito di immagini di croci fosforescenti....ho fatto sparire una megacorona da rosario orribilmente pacchiana regalo di mia suocera all'epoca di quelle che si appendono alla parete in testa al letto, lì mia suocera ha superato il limite dei santini e immaginette ogni anno di rientro dalle vacanze al suo paese d'origine. Non ho avuto il coraggio di rifiutare il regalo ma è finito sul fondo di qualche scatolone da qualche parte in cantina. Alla fine per farle capire che non gradivo più i regali di santini (avrei dovuto aprire una cappella votiva con altarino se continuava così) ho iniziato a regalarle io ricordi di santi, crocefissi e pacchianate che non sapeva più dove mettere, alla fine ha smesso di regalarne.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 07:56 via WEB
Non sarà mica ricerca di sicurezza?
(Rispondi)
 
Pitagora_Stonato
Pitagora_Stonato il 06/10/17 alle 09:29 via WEB
Non ho immagini "sacre" di alcun tipo. Quelle che occasionalmente ci sono le mettono gli altri, poi ... chissà come, passando lo straccio della polvere, spariscono in qualche cassetto. La religiosità, per me, è una faccenda intima e privata e da non ostentare.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 10:41 via WEB
Molto condivisibile, aggiungerei che la vera fede non ha bisogno di punti d'appoggio materiali.
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 16:16 via WEB
Io invece ne ho la classica croce all'ingresso in alto, poco visibile di ottone e il classico quadro della Madonna in camera da letto, ma non sono ostentate, invece la mensola altarino in cucina carica di Madonnine ricordi di luoghi sacri come Lourdes lo sto smantellando poco per volta, soprattutyo col cambio di cucina, molti oggettini e immaginette dentro al cassetto si sono perse:-))Purtroppo in casa c'è chi ha una fede sentita e per rispetto non me la sento di far sparire tutto, però ogni tanto....qualcosa può andar persa :-)Quello che resta un giorno sperando che i figli prima o poi abbandonino il nido, restituirò alla legittima donatrice.
(Rispondi)
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 16:21 via WEB
ma la fede sentita non è un fatto interiore? L'esibizionismo della fede a che serve?
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 16:38 via WEB
Non è esibizionismo della fede,non sono esposte nel centro della casa visibili a chiunque entri,il crocefisso ha forse più lo scopo di proteggere la casa, tipo talismano che mostrare la fede di chi vi abita, idem le statuine sulla mensola delka cucina, ma quelle io le eliminerei volentieri, le vedrei più come idolatria, Madonnina di Lourdes contenente acqua benedetta, potente talismano, raffigurazione di Madonnina nera di Loreto, non molto diverso dai magneti ricordo che invece mi regala mio figlio da attaccare al frigo di varie località. Se mi legge mia figlia...mi lincia! :-)) Almeno io le vedo così infatti il business gira anche intorno a tutti questi oggetti sacri-talismani-ricordi rappresentati immagini sacre.
(Rispondi) (Vedi gli altri 5 commenti )
 
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 17:00 via WEB
Il talismano porta inevitabilmente all'idolatria :-)
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 18:16 via WEB
I talismani sì, ma per un credente cristiano la croce è simbolo di fede,di salvezza, quindi avercela in casa o portarla appesa al collo la vedo dal punto di vista di un credente come manifestazione di fede e non ostentazione."Collezionare " madonnine invece no, per me:-)
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 18:19 via WEB
Credenti ed atei avranno sempre visioni diverse.
(Rispondi)
 
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 06/10/17 alle 18:44 via WEB
Certo ma quello che mi sorprende è che ci sono differenze estreme anche tra fedeli della stessa chiesa, come se ognuno i dogmi se li leggesse a modo suo
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 06/10/17 alle 18:53 via WEB
È vero, prendi mia madre prega e si sente una credente in Dio, devota alla Madonna, e i santi ma non crede nella confessione e ritiene inutile andare alla S.Messa ogni domenica. Perchè un conto è la fede nel Dio e un conto seguire una religione e tutti i suoi dogmi e regole. Per questo credo che ebrei e islamici siano molto più fedeli alla religione come insieme di regole dei cattolici.
(Rispondi)
 
Pitagora_Stonato
Pitagora_Stonato il 07/10/17 alle 08:35 via WEB
Vi invito a cercare la parola "ostensione". Trovato e letto il suo significato, vi invito a cercare l'etimologia della parola "ostentare". Se è vero che ostentare ha assunto un significato negativo è anche vero che "ostendere" viola il comandamento del dio dell'antico testamento. Le chiese su no un' offesa a quel dio.
(Rispondi)
 
 
Pitagora_Stonato
Pitagora_Stonato il 07/10/17 alle 08:36 via WEB
Ps. È stata fatta un' indagine, la precedenza nelle preghiere degli italiani ce &#318;ha Padre Pio
(Rispondi)
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 09:01 via WEB
Non ne dubitavo, se non è idolatria questo!
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 07/10/17 alle 10:00 via WEB
Ma infatti anche lo stesso Papa riconosce che anche tra gli stessi credenti è diffusa l'idolatria.
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 10:10 via WEB
Questo è un grande autogol della chiesa, fedeli idolatri come sagredo ateo? Un bel risultato
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 07/10/17 alle 10:24 via WEB
Ma pensa che siamo tutti idolatri di qualcosa l'idolatria non è solo religiosa pensa anche solo a tutte quelle fan ai concerti del loro idolo cantante preferito :-)
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 09:02 via WEB
Dal vocabolario Treccani: ostensióne s. f. [dal lat. tardo ostensio -onis, der. di ostend&#277;re «mostrare»], letter. – L’atto di mostrare, di esporre alla vista (soprattutto una reliquia, nelle chiese). Anche, dimostrazione, spiegazione, soprattutto in quanto sia fatta con chiarezza e in modo concreto; in partic., nelle antiche università, o. dei semplici (lat. ostensio simplicium in horto), l’insegnamento impartito dall’ostensore dei semplici (v. ostensore).
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 09:05 via WEB
dal latino: ostensio, derivato del verbo ostendere, composto da obs- davanti e tendere. Per ostensione si intende l'atto di mostrare, di esporre. Si tratta di una parola alta, e infatti si sente usare perlopiù in relazione a oggetti sacri: ad esempio, nella tradizione cattolica sono celebri l'ostensione dell'ostia durante l'eucarestia e quella delle reliquie. Ma quello religioso non è l'unico ambito in cui questa parola può essere impiegata, anzi: quello di ostensione è un concetto versatile, e si presta tanto agli usi concreti quanto a quelli figurati. La ragazza consapevole della propria bellezza, quando osservata, ostenderà il viso, il collo, la chioma; il professore che abbia compreso a fondo un concetto esoterico lo ostenderà in una lezione fascinosa, trasmettendolo; e la brava guida del museo manterrà vivi fino all'ostensione dell'ultima opera la curiosità e l'interesse attento di chi la segue. Notiamo infine la differenza fra "ostensione" e "ostentazione": etimologicamente derivano dallo stesso verbo latino, [ostendere], ma la seconda passa attraverso una variante intensiva: [ostentare]. L'ostentazione altro non è che l'ostensione esasperata, un'esposizione squilibrata che non ha più nulla di solenne o bello. Testo originale pubblicato su unaparolaalgiorno
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 09:05 via WEB
Ottimo suggerimento Pitagora
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 07/10/17 alle 09:52 via WEB
Fatto, ero andata anch'io alla ricerca.Hanno la stessa derivazione ma usati con un senso diverso, certo sembrerebbe un'incoerenza con quanto scritto nel vecchio testamento ma è una pratica antica. A proposito di culto delke reliquie riporto la citazione di un sacerdote sul significato del culto ibtesa come venerazione:"Venerare una reliquia è venerare la misericordia di Dio che s’è realizzata nel santo. Occorre, quindi, ricondurre la devozione alla giusta dottrina della Chiesa." L'ostensione quindi anche se significa "mostrare" per me va inteso come testimonianza della misericordia di Dio attraverso il santo o icone cone potrebbe essere la sacra Sindone, non è per vanto ma semmai esempio da seguire.Non si sostituisce al culto per il Dio.È chiaro che l'interpretazione del non credente sarà diversa da quella del credente quindi idolatria per il primo, fede e venerazione, testimonianza per il secondo e non se ne uscirà mai.
(Rispondi)
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 10:09 via WEB
È evidente che credere in Dio è così difficile che allora ci di facilità il compito usando i santi, più simili all'uomo comune, più accessibili.
(Rispondi)
 
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 07/10/17 alle 10:19 via WEB
Siamo umani quindi abbiamo bisogno di testimonianza ed esempi da seguire :-)
(Rispondi) (Vedi gli altri 1 commenti )
 
 
 
 
sagredo58
sagredo58 il 07/10/17 alle 10:40 via WEB
L'esempio di un grand'uomo è sempre d'aiuto, la sua venerazione no.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.