Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

Sono44gattinfilax6.2estinetteesagredo58Butturfly66arw3n63pie.berraLutero_Paganoolgy120ellenaellena73WIDE.REDcicali.andreadolcecarlarlcIIKEAanastomosidisabbia
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« 2007 - Compagni di Scuol...2008 - Compagni di Scuol... »

2008 - Compagni di Scuola – Un incubo

Post n°8248 pubblicato il 13 Novembre 2017 da sagredo58
 

Un incubo, sono precipitato in un incubo.

Per sperimentare Facebook un anno fa mi sono creato un account.

Quasi un anno dopo sono stato intercettato da una compagna di classe che non vedo dalla maturità acquisita nel lontano 1976.

Del resto Facebook come dice il nome serve proprio a questo.

Da allora sono passati 32 anni. Tanti. Troppi!

 

Se qualcuno non si vede per 32 anni un motivo dovrà pure esserci.

Il problema è che, dopo tutto questo tempo, nemmeno te lo ricordi questo motivo.

Inevitabile (non l'ho fatta io!) la proposta di rivederci tutti assieme.

La reunion servirà a farci tornare alla mente il motivo per cui non ci siamo più visti?

 

Ho immediatamente dichiarato di non voler organizzare io, che pure sono rimasto in contatto con una decina di compagni di classe, che vedo con continuità più o meno rarefatta.

 

La marea è iniziata a montare violenta, sotto forma di e-mail.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13583555

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
surfinia60
surfinia60 il 13/11/17 alle 14:51 via WEB
Condivido il tuo pensiero..Se ci si è persi di vista un motivo ci sarà.. Io stessa grazie a Facebook ho ripreso contatti con qualche ex compagno di scuola. Ma parecchi di essi sono spariti con la stessa velocità con la quale si erano riproposti. La vita va avanti e per quanto mi riguarda le rimpatriate le lascio ala fiction cinematografica.. Un saluto
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 13/11/17 alle 15:38 via WEB
Una rimpatriata alla fine me la sono concessa ben sapendo ancora prima che iniziasse che sarebbe stata la prima ed ultima, ma non volevo avere un preconcetto, volevo verificare sul campo.
(Rispondi)
 
arw3n63
arw3n63 il 13/11/17 alle 14:58 via WEB
Invece i miei primi inviti a partecipare ai raduni di coscritti a partire dal festeggiamento dei nostri primi 40 anni con classica gita, seguita da un silenzio di 5 anni, avvenivano ancora per via posta cartacea :-).Solo dopo anni sono diventati incontri annuali e contatti tramite social come FB, abbiamo avuto un'evoluzione lenta, ora FB è stato superato dai gruppi whatsapp :-) Come detto nell'altro commento con alcuni si era rimasti in contatto,e frequentazione, ovviamente non fattibile con tutti prima dell'era dei social. Il motivo per cui ci si perde di vista? Possono essere tanti, uno che non interessa mantenere il contatto, un altro semplicemente ci si allontana per una questione naturale di strade diverse che si separano, alla base comunque secondo me c'è la scarsa voglia o la pigrizia nell'impegnarsi a cercarsi ogni tanto, succede con tutti i gruppi non solo di compagni di scuola o coscritti, solo con pochi si mantengono i contatti e la frequentazione, poi dipende anche dal nostro carattere, c'è chi è più espansivo e chi più pigro o timido e solitario e preferisce evitare le grandi rimpatriate, le cene con tanti partecipanti e luoghi affollati, difficilmente si riesce a relazionarsi con tutti.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 13/11/17 alle 15:40 via WEB
Diciamo che già il punto di partenza è labile: essere in 36 in una classe, tanti eravamo, non ti abilita necessariamente ad essere amico di tutti, si seleziona e si sceglie, a scuola, come poi sul lavoro e in generale nel sociale.
(Rispondi)
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 13/11/17 alle 16:41 via WEB
Infatti, considerando che ai tempi nostri le classi erano numerose non la considero una rimpatriata di amici ma coscritti, oppure compagni di scuola, l'amicizia è qualcosa che si coltiva e mantiene nel tempo :-)
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.