Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Lista Nera

 

Artemide, nera, con coglioni al collo,

icona perfetta di uno svelato

mistero pagano

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Ultime visite al Blog

Sono44gattinfilax6.2arw3n63sagredo58antoniotriscino0Butturfly66bimbayokoarch.francorussopa.ro.ledonataelauroelettrobertoligiuseppefellyaros.rosamarcolookiartcamsipreda
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Storie di Viagra – RISUL...Storie di Viagra – DELUD... »

Storie di Viagra – INDURRE ASPETTATIVA

Post n°8411 pubblicato il 12 Gennaio 2018 da sagredo58
 

Veniamo all'interpretazione dei dati metrici.

 

Il numero di visite superiore alla media annua tra le 8 e le 6 volte è indice di interesse per l'argomento, o meglio di aspettativa.

 

Qual'è l'argomento?

Viagra, certo, ma non basta ...

 

Il titolo adottato, "Storie di Viagra", l'unico atto creativo di tutta la serie, induce l'idea:

  • non di una noiosa trattazione medico-farmaceutica avulsa da una connotazione sessuale;

  • piuttosto di qualche pruriginosa descrizione/confessione d'esperienza sessuale diretta, per inciso motivo per usare la parola cazzo invece che pene (cosa che soddisferà un'acuta lettrice che ha percepito la distonia nei post iniziali della serie);

  • o addirittura di qualche storia erotico/pornografica Viagra centrica.

 

In altre parole il titolo induce un'aspettativa di sesso:

  • l'aspettativa genera visite,

  • il contatore delle visite impenna fino ad 8 volte di più del solito nel secondo giorno!

 

Il fatto che le condizioni più estreme si siano verificate nel secondo giorno è consequenziale alla logica dell'esperimento che, non a caso, è stato condotto su tre giorni:

  • il primo giorno si diffonde l'aspettativa,

  • che poi cresce nel secondo giorno,

  • per infine deludersi, diminuendo, nel terzo giorno.

 

La logica dell'esperimento prevedeva anche un secondo effetto, puntualmente riscontrato ...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13597832

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
anastomosidisabbia
anastomosidisabbia il 12/01/18 alle 09:52 via WEB
Il secondo effetto riscontrato sarebbe l'assenza di commenti (a prescindere da quelli dei frequentatori abituali)?
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 12/01/18 alle 10:43 via WEB
Quello è un terzo conseguenza del secondo, poi ci sarebbe da parlare della ripartizione uomo/donna, se cambia rispetto alla media, ma quei dati li avrò solo tra una mesata.
(Rispondi)
 
lascrivana
lascrivana il 12/01/18 alle 10:41 via WEB
Già il porno resta ancora ai primi post, che sia un titolo o un immagine, incuriosisce e intriga più di qualsiasi altro argomento. Sicuramente aumenta il numero delle visite, ma non quello dei lettori hard, che dopo il primo approccio si rendono conto che l'argomento non è quello che si aspettavano. In ogni caso, è possibile che tra tutti questi, qualcuno abbia avuto la possibilità di conoscere il tuo blog e spulciare nei vecchi post trovando argomenti preferiti.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 12/01/18 alle 10:44 via WEB
Brava Laura, hai azzeccato il secondo effetto, la voluta delusione dell'aspettativa indotta. Ho trovato l'elaborazione dell'esperimento molto divertente.
(Rispondi)
 
arw3n63
arw3n63 il 12/01/18 alle 16:12 via WEB
Il titolo fuorviante rispetto alle aspettative del contenuto legato all'argomento contribuisce molto ad impennare e attrarre, strategia di marketing? Come per la pubblicità.Tieni presente che nel tuo caso conta molto la visibilità in home page, l'avesse pubblicato un blog non in vista probabilmente non avrebbe avuto lo stesso effetto.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 12/01/18 alle 16:56 via WEB
Ho scoperto che la maggior parte dei visitatori viene da fuori della piattaforma libero e ci è arrivata con le ricerche tramite google, l'home page contribuisce in maniera molto minore.
(Rispondi)
 
 
 
arw3n63
arw3n63 il 12/01/18 alle 18:09 via WEB
Avrei pensato il contrario, si vede allora che è un termine e un argomento parecchio ricercato :-)
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.