Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Lista Nera

 

Artemide, nera, con coglioni al collo,

icona perfetta di uno svelato

mistero pagano

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

Ultime visite al Blog

lab79sagredo58brunogiordano290donadam68Lutero_Paganopsycologiaforenseg1b9Sono44gattinfilax6.2franco.occhialiniviburnorossomarialuisasperanzinispl64margheritaortensearw3n63
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

 

 
« Cultura digitale - Arte,...Cultura digitale - Arte, Musica »

Cultura digitale - Arte, Cinema

Post n°8500 pubblicato il 10 Febbraio 2018 da sagredo58
 

 

Il cinema ben evidenzia come la contrapposizione tra opera allografica e autografica si sviluppa diversi gradi.

 

Il cinema è sicuramente allografico, come la letteratura:

  • non si pretende di vedere precisamente la pellicola originale che è uscita dalle mani del montatore,

  • ci si accontenta di una qualsiasi copia della pellicola.

 

Però l'identità fisica all'originale:

  • che può essere ignorata nella scrittura, si vuole che il testo sia completo e conforme all'originale linguisticamente, non fisicamente identico;

  • deve essere assolutamente  rispettata nel cinema, si vuole che la pellicola contenga suoni e immagini identici a quelli dell'originale.

 

Di conseguenza il cinema è meno allografico della scrittura.

 

Cosa che ben si evidenzia con Blade Runner:

  • di cui esistono sette diverse versioni,

  • meglio, sette diversi originali, di cui solo l'ultimo Final Cut, uscito al cinema nel 2007, è considerato la versione definitiva della pellicola, l'unica in cui all'artista (regista) è stata concessa totale libertà.

 

Per quanto attiene a ciò che è esterno all'opera, "soggetto", "modello", "tema", sono comuni a tutte e tre le arti, sebbene il cinema tenda all'allografico e la pittura e la scultura siano autografiche.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/sognidigitali/trackback.php?msg=13605466

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
lab79
lab79 il 11/02/18 alle 06:10 via WEB
Pensavo proprio di poter fare un parallelo tra l'opera d'arte (l'oggetto creato attraverso il gesto dell'artista) e il gesto artistico, come lo si può rappresentare nelle performance d'arte moderna. Ma il tuo esempio del cinema mi fa rendere conto che forse ero sulla strada sbagliata.
(Rispondi)
 
 
sagredo58
sagredo58 il 11/02/18 alle 09:15 via WEB
Pensa anche al teatro, il copione, soggetto, sceneggiatura, invarianti per un autore, la recitazione inevitabilmente ogni volta diversa, anche se gli attori sono sempre gli stessi, se poi cambiano ...
(Rispondi)
 
 
 
lab79
lab79 il 12/02/18 alle 03:02 via WEB
Vero...anche la musica, che cambia di concerto in concerto, da orchestra a orchestra e direttore.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.