Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Ultime visite al Blog

binael3sagredo58andreramarw3n63roberta581antonello.fuocosolelunaterra_2016PITO2008Web_Londonfl.degiovannig.b.olegnamisrldivi40anastomosidisabbiaoregon02
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 05/02/2017

 

Ex Machina – 1900 - Dall’Automa … al Robot

Post n°7433 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da sagredo58
 

 

All'inizio del novecento, accade qualcosa, una trasformazione, un passaggio:

  • dall'automa meccanico per l'intrattenimento;
  • al robot in grado di lavorare.

 

Nel passaggio dalla fantasia alla realtà, il concetto di automa assume nuove connotazioni:

  • il vecchio giocattolo meccanico viene collegato al mondo della produzione, diventando così robot;
  • valutazioni economiche e regole di mercato guidano la progettazione di robot dotati di specifiche funzionalità da immettere sul mercato del lavoro.

 I telai automatici, il tornio automatico, il robot, l'automa hanno in comune molto:

  • non solo l'attitudine al lavoro;
  • sono fatti con gli stessi materiali, con le stesse metodologie e tecniche meccaniche.

Esiste una continuità culturale tra il telaio meccanico e la struttura del corpo dell'automa e del robot.

Perché?

Quali motivi causano questa svolta?

 

Non voglio tracciare relazioni causa-effetto, solo evidenziare come l'ottocento ha posto le premesse per una sensibilizzazione sulle tematiche del lavoro:

  • con il susseguirsi spasmodico delle varie fasi della rivoluzione industriale;
  • con l'avvento delle grandi ideologie sociali e politiche, legate al capitalismo, al socialismo e al materialismo storico;
  • con il dibattito sulla schiavitù, al centro dell'attenzione non solo degli ambienti culturali più sofisticati, ma di ampi strati dell'opinione pubblica; non solo in conseguenza di un pensiero più etico nei confronti della schiavitù, ma anche perché dalla fine del settecento l'elevato prezzo raggiunto dagli schiavi comincia a sollevare i primi dubbi sull'economicità del loro impiego.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ex Machina – 1948-2016 - Dal Simbolismo … al Connessionismo

Post n°7432 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da sagredo58
 

 

Simbolismo o Connessionismo?

 

STRUTTURA, diversa o simile?

  • i simbolisti presuppongono modelli di simboli che non assomigliano per niente alla struttura del cervello;
  • i connessionisti esigono che i loro modelli assomiglino alle strutture neurologiche;

 

APPRENDIMENTO non considerato o considerato?

  • i simbolisti generalmente si interessano solo alla struttura dei simboli e delle regole sintattiche per la loro manipolazione;
  • i connessionisti guardano all'apprendimento da stimoli ambientali e alla memorizzazione di queste informazioni nei collegamenti fra neuroni.

 

MANIPOLAZIONE DI SIMBOLI sufficiente o insufficiente?

  • i simbolisti credono che l'attività mentale interna consista nella manipolazione dei simboli;
  • i connessionisti credono che la manipolazione di simboli sia un modello dell'attività mentale molto povero e semplificato.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ex Machina - 1940-2016 - Riapparizioni/Integrazioni

Post n°7431 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da sagredo58
 

 

In questi ottant'anni ... gli stessi termini robotica, cibernetica, bionica, reti neurali, sono puntualmente riapparsi, sotto forma integrata di un nuovo avvento:

  • quello del Connessionismo.

 

La psicologia cognitiva, branca della psicologia che studia i processi mentali mediante i quali le informazioni sono acquisite dal sistema cognitivo, elaborate, memorizzate e recuperate, contempla due correnti di pensiero contrapposte.

  • Simbolismo, che sostiene che l'attività mentale sia solo calcolo, cioè che la mente funziona essenzialmente come una macchina di Turing.
  • Connessionismo, che per spiegare il funzionamento della mente che s'ispira alla struttura del cervello come costituito da reti neurali; propone un nuovo modello per la costruzione e programmazione di hardware e software ispirati al cervello umano che elabora le informazioni dei vari sensi in maniera parallela superando il mero trattamento dei simboli.

 

Questo ribalta tutto rispetto a prima,

  • quando ancora il discrimine si riteneva fosse il test di Touring,
  • come se il connessionismo si ponga in opposizione al simbolismo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso