Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

fran6319sagredo58arw3n63aurgen0dinin53dav_golponypegasoBloggernick10pa.ro.lero.avvgiovanni.ciurcaJacopoferrariobelloccio5dglfaustonaster69
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 05/05/2017

 

Comunicazione persuasiva – Guru, il Punto di Partenza

Post n°7742 pubblicato il 05 Maggio 2017 da sagredo58
 

 

Né Di Bella, Né Vannoni, sono nati Guru, ci si sono progressivamente autopromossi!

 

Il punto di partenza di entrambi è dignitoso quanto anonimo.

 

Di Bella:

  • professore associato di fisiologia,
  • dignitoso docente universitario pienamente inserito nel mondo accademico:
  • nessuna carriera o carica particolarmente prestigiosa,
  • nessun riconoscimento mondiale particolare,
  • non raggiunge mai fama scientifica particolare,
  • la sua produzione bibliografica è irrilevante,
  • non pubblica mai uno studio di oncologia.

 

Vannoni:

  • si occupa di ricerche di mercato, coerentemente alla laurea in Scienze della Comunicazione,
  • poi diviene professore di psicologia (come avrà fatto partendo da una laurea con poca attinenza?)
  • non particolarmente noto.

 

Come trasformare l'anonimo professionista nel Guru trascinatore di folle? 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Comunicazione persuasiva – Guru, colui che persuade

Post n°7741 pubblicato il 05 Maggio 2017 da sagredo58
 

 

In ogni operazione di persuasione di massa è quindi necessaria la figura di un Guru (più raramente un ideale) che:

  • sia credibile;
  • permetta alla gente un'identificazione, un trasporto, la possibilità di riscatto e salvezza.

 

Il Guru deve:

  • costruire attorno a sé il mito, sulla sua persona devono circolare voci tra il reale ed il fantasioso,
  • trasformare qualsiasi fatto negativo in un fatto che sostiene le sue idee e chi lo critica o lo sottovaluta diventa automaticamente nemico di tutti, non solo suo.

 

Ad esempio:

  • Nella pubblicità, il Guru è rappresentato dal testimonial.
  • Nel caso delle grandi dittature, che della persuasione delle masse ne hanno fatto (e ne fanno) una regola, il Guru è il dittatore, il mito lo trasforma in una figura mistica, inavvicinabile ed imbattibile.
  • Nei casi di pseudo medicina che si analizzano, il Guru s'identifica con l' "inventore" della cura.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Comunicazione persuasiva – Fondamenti

Post n°7740 pubblicato il 05 Maggio 2017 da sagredo58
 

 

Secondo lo psicologo sociale americano, Carl Hovland (1912-62), pioniere della ricerca sulla comunicazione persuasoria, la comunicazione persuasiva si poggia su tre fondamenti (Hovland, Janis, Kelly, The Hovland-Yale model.  1953):

 

  • il Guru, colui che tenta di persuadere;

 

  • il Messaggio, il contenuto della comunicazione del Guru,

 

  • il Pubblico, la massa di chi riceve il Messaggio del guru.

 

Come si declinano questi fondamenti della comunicazione persuasiva nelle due vicende Di Bella e Vannoni?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso