Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Ultime visite al Blog

sagredo58arw3n63anastomosidisabbiamagid1acerbonigiov65oobozzimassimomartinflypilastr1enosnas3a3383237660eleonora312glodestsilvioapNIKONMAN
 

Ultimi commenti

Uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu
Inviato da: sagredo58
il 21/07/2017 alle 13:34
 
Ho scritto invece un programma che genera frasi compiute...
Inviato da: sagredo58
il 20/07/2017 alle 20:57
 
Una cosa simile la feci in Red Mutation, pubblicai un post...
Inviato da: WIDE.RED
il 20/07/2017 alle 20:36
 
ciauuu
Inviato da: paperinopa_1974
il 20/07/2017 alle 20:33
 
Ok ci proverò, grazie :-)
Inviato da: arw3n63
il 20/07/2017 alle 19:31
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 06/07/2017

 

Mediatore culturale museale – Riconoscimento della figura professionale

Post n°7931 pubblicato il 06 Luglio 2017 da sagredo58
 

 

Eppure sul Mediatore culturale museale ancora non si dice nulla:

  • l'Atto di indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei, di cui al Decreto Ministeriale del 10 maggio 2001, non ne parla;
  • il Codice dei beni culturali che definisce i professionisti competenti ad eseguire interventi sui beni cultural, la legge 110/2014, tace.

 

Come sempre, le nuove figure professionali fanno fatica a farsi riconoscere all'interno del sistema Italia, non solo in quello culturale.

 

Non essendoci una linea guida precisa, la figura del mediatore culturale (diversamente da altre figure saldamente affermate (direttore museale, curatore, restauratore):

  • non conosce obblighi legislativi nel senso di requisiti per l'incarico,
  • né esiste un preciso iter formativo.

 

La Carta delle Professioni Museali dell'ICOM, International Council Of Museums, nata nel 2005, poi aggiornata nel 2006 e 2008, ha l'obiettivo di ribadire la centralità del ruolo dei professionisti museali in seno ai musei

 

Così da sanare la storica assenza di definizione delle professionalità presenti nei musei e su cui i musei debbono poter contare per assolvere la loro missione e svolgere le funzioni loro proprie.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mediatore culturale museale – Prima esperienza italiana a Torino

Post n°7930 pubblicato il 06 Luglio 2017 da sagredo58
 

 

Il mediatore culturale museale nasce in Francia a metà degli Anni Settanta, per poi diffondersi in tutta Europa.

 

In Italia la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino è stata tra i primi a importare questa figura professionale, quand'era ancora sconosciuta,

La Fondazione ci tiene molto ai suoi mediatori culturali:

  • sono quatto,
  • tutti giovani laureati in arte,
  • che parlano almeno due lingue.

 

Sull'esempio della Fondazione, in Piemonte, ci sono altre realtà che hanno iniziato a utilizzare i mediatori culturali, ad esempio il Castello di Rivoli.

Il trend è in crescita anche in altre zone d'Italia.

 

La nebbia che avvolge questa figura professionale inizia a diradarsi, musei e amministrazioni si stanno muovendo a favore del riconoscimento della figura professionale del Mediatore culturale museale, ormai sono sempre più i musei in Italia che richiedono questa figura. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mediatore culturale museale – Non una Guida

Post n°7929 pubblicato il 06 Luglio 2017 da sagredo58
 

 

La visita guidata prevede che:

  • uno parli, la guida;
  • gli altri ascoltino, il pubblico.

 

La mediazione culturale museale:

  • vuole favorire il dialogo, l'approfondimento;
  • il mediatore culturale museale, spesso, è quello che ascolta invece che parlare.

 

Senza dimenticare una differenza fondamentale della mediazione culturale rispetto alla visita guidata:

  • è un servizio gratuito,
  • non abbisogna di prenotazione.

 

Il mediatore culturale museale ha il compito di:

  • far sorgere curiosità nel visitatore,
  • proporgli nuovi spunti di riflessione
  • invogliarlo, spronarlo, a mettersi a confronto con l'arte.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso