Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

estinetteesagredo58studio_albrizioSono44gattinfilax6.2anastomosidisabbiaFanny_Wilmotl.antonaciMerlogenerosomensi_valeriafran6319gigantel.lcostanzatorrelli46supergeo.50Web_London
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 10/09/2017

 

Appalto – Infernale Procedura

Post n°8088 pubblicato il 10 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Raccontandola all'incontrario ...

Il Codice degli Appalti:

  • definisce la procedura infernale per acquistare anche un solo Pc portatile (come tante altre opere, servizi e prodotti), CAUSA;
  • così precipitando all'Inferno chi deve applicare questa procedura, EFFETTO.

 

Cosa rende infernale questa procedura di acquisto?

Ce se ne rende facilmente conto anche solo riassumendola, si apprezzi a tal proposito l'immane sforzo di sintesi!

Come già fatto per l'acquisto del Pc portatile in Paradiso, elenco i passaggi previsti dalla procedura, utili anche ad imparare qualche sigla:

  • attivazione della procedura per acquisti sotto la soglia dei 40.000 € (un PC portatile costa meno), ai sensi dell'art.36 del nuovo codice appalti D.Lgs. 50/2016, così come modificato dal correttivo D.Lgs. 56/2017;
  • predisposizione della richiesta di acquisto;
  • redazione del capitolato tecnico, il documento che definisce le specifiche del Pc;
  • redazione del DUVRI, il Documento Unico per la Valutazione dei Rischi da Interferenze (ad esempio uso di sostanze pericolose, formazione di scintille in ambienti con rischio esplosione, presenza di rischio chimico, manomissione e intralcio delle via di fuga, ecc.), un obbligo in materia di sicurezza del lavoro (ma che cazzo c'entra con il Pc portatile? Anche se a pensarci bene, qualcuno lo potrebbe sempre tirare in testa ad un collega!);
  • acquisizione del CUP il Codice Unico di Progetto, codice alfanumerico univoco, che identifica e accompagna un progetto d'investimento pubblico, dalla sua nascita, in tutte le fasi del suo ciclo di vita;
  • acquisizione del CIG, il Codice Identificativo Gara, adottato per identificare un contratto pubblico stipulato in seguito ad una gara d'appalto o affidato con una delle altre modalità consentite dal codice dei contratti pubblici;
  • ricognizione delle convenzioni CONSIP, la centrale acquisti della pubblica amministrazione, per vedere se tra esse ce ne sono di adeguate a comprare il Pc portatile; CONSIP opera (dovrebbe) nell'esclusivo interesse dello Stato, è società di proprietà del Ministero dell'Economia e delle Finanze; le convenzioni sono contratti quadro stipulati da CONSIP, sempre secondo i dettami del Codice degli Appalti, nell'ambito dei quali i fornitori aggiudicatari si impegnano ad accettare ordini di fornitura da parte dalle singole Amministrazioni che hanno effettuato l'abilitazione al sistema Acquisti in Rete, che aggrega la domanda per ottenere economie di scala; in alternativa, volendo bypassare CONSIP, in deroga al comma 512 della legge di stabilità 2016, previa comunicazione ad AGID, l'Agenzia per l'Italia Digitale, e ANAC, l'Autorità Nazionale Anti Corruzione,in ottemperanza al comma 516, è necessario ottenere l'autorizzazione dalla stessa centrale acquisti.
  • ricognizione sulle Centrali di Committenza Regionali, sempre per verificare se hanno convenzioni adeguate a comprare il Pc portatile; sorta di piccole CONSIP su scala regionale, ovvero stazioni appaltanti che gestiscono gare per conto di più amministrazioni pubbliche che ricadono sul loro territorio (comuni, provincie, ASL, scuole, ecc.);
  • affidamento diretto, previa consultazione di almeno cinque operatori economici anche se non sarebbe richiesto dall'art.36, ma meglio-così-non-si-sa-mai;
  • dichiarazioni sostitutive per verifiche requisiti generali;
  • verifica requisiti CCIAA, Camera di Commercio;
  • verifica requisiti Agenzia delle Entrate e Equitalia che, anche se risulta abolita, vive e resiste impavida;
  • verifica del DURC, il documento unico di regolarità contributiva, è l'attestazione dell'assolvimento, da parte dell'impresa, degli obblighi legislativi e contrattuali nei confronti di INPS, INAIL e Cassa Edile;
  • verifica del casellario giudiziale;
  • decreto di affidamento, a firma del direttore di Dipartimento e del responsabile amministrativo;
  • repertorio;
  • pubblicazione su Albo online;
  • pubblicazione del Profilo del Committente;
  • pubblicazione sul Portale per la Trasparenza;
  • ordine contabile;
  • buono d'ordine da inviare al fornitore firmato dal direttore di Dipartimento;
  • fatturazione elettronica previa registrazione su portale IPA;
  • attestazione di regolare esecuzione;
  • nuova verifica del DURC aggiornato;
  • ordinativo di pagamento;
  • validazione del mandato.

 

Non perdete tempo a contare i pallini, ve lo dico io, sono 26 punti!

Inferno batte Paradiso 24 a 4!

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Appalto - Inferno

Post n°8087 pubblicato il 10 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Se invece foste all'Inferno ...

Sareste un solerte (sono molto rari ma esistono) dipendente pubblico, impiegato nell'ufficio acquisti di una grande Pubblica Amministrazione.

 

Si sa ... se un solerte dipendente deve comprare qualcosa deve applicare, obbligatoriamente, una legge, chiamata il Codice degli Appalti, legge italiana che recepisce (a tratti perversamente) regolamenti comunitari condivisi da tutti gli Stati aderenti all'Unione Europea.

 

Perché se non lo sapete un appalto pubblico, in Europa, ai sensi della direttiva 2004/18/CE del 31 marzo 2004, è:

Un contratto a titolo oneroso (tocca sempre pagare),

col quale una parte (l'appaltatore, la pubblica amministrazione) assume,

con organizzazione di mezzi necessari e con gestione a proprio rischio (della serie so cazzi dell'amministrazione),

da un'altra parte (il prestatore, il fornitore),

il compimento di un'opera,

o la prestazione di un servizio,

o la fornitura di un prodotto (quale ad esempio il PC portatile).

 

Quindi se siete all'Inferno, per acquistare un personal computer portatile dovete utilizzare la procedura definita in tutti i suoi dettagli dal Codice degli Appalti.

 

Forse è meglio raccontarla all'incontrario ...

Rispettando il nesso CAUSA -> EFFETTO.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso