Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

estinetteegattinizanakorbiarw3n63studiodgl16sagredo58laura.rossi_sabam.novariniSono44gattinfilax6.2arvalia1lascrivanarepedrowcncompagenolgy120Web_London
 

Ultimi commenti

Al posto della cabrio? E già e poi dove ci mettevi sul...
Inviato da: arw3n63
il 21/11/2017 alle 08:40
 
Mutuo Tasso Fisso di 100.000 euro, durata 20 anni, 3%...
Inviato da: servizio.prestito10
il 20/11/2017 alle 21:44
 
Certo!
Inviato da: sagredo58
il 20/11/2017 alle 20:34
 
Che sfida che non sono venuto in moro al raduno :-)
Inviato da: sagredo58
il 20/11/2017 alle 20:34
 
Avrà trovato comunque chi le dava un passaggio insieme al...
Inviato da: arw3n63
il 20/11/2017 alle 19:37
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 14/09/2017

 

Interazioni - Usare il Partner

Post n°8100 pubblicato il 14 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Quando si vive desiderando d'essere amati ancor prima d'amare, si è pronti a incontrare altre persone che vivono così.

Partner di cui certo non ci piacerà tutto, è sicuramente impossibile.

Se di un Partner ci piace tutto, lo troverei non sano, significherebbe che non si guarda una persona con l'adeguata obiettività.

 

Si è pronti ad accettare le differenze?

Si è capaci di raggiungere compromessi maturi?

Che non sono capitolazioni.

Così vive i compromessi il Superpartner, li trasforma in proprie capitolazioni, si costringe a riaffermare il suo predominio sul Partner!

 

Si è capaci di accoglienza della differenza?

Non vedere l'altro, significa non rispettarlo.

 

Significa usare il Partner perché, attraverso lui, ci si senta potenti.

 

Questa, credo, sia la prima dinamica da modificare:

  • iniziare da sé,
  • per arrivare all'altro. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Interazioni - Desiderio d’essere amati

Post n°8099 pubblicato il 14 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Il passo successivo al narcisismo è che relativamente a quell'essere che ne esce fuori, il Superpartner, si cominci:

  • a voler bene alla Superpartner (se stessi);
  • a dirsi che ha ragione il Superpartner, a scegliere quello che sceglie, perché le piace, quindi piace a se stessi;
  • a convincersi che ha ragione il Superpartner a vivere la vita che vive, perché è proprio quella che fa per lui, quindi che fa per te.

 

Non si è mai Superpartner, così se ne diventa tragicamente prigionieri.

In realtà non si crede che quello del Superpartner sia il modo di vivere giusto in assoluto:

  • è ovviamente solo uno dei modi possibili,
  • ma lo si assolutizza facendolo diventare quello giusto per se stessi.

 

A questo punto:

  • non si ha più interesse per chi scegliere, un partner piuttosto che un altro, perché è comodo così;
  • non ci si interroga più su cosa sia meglio.
  • si vive solo quello che vuoi vedere.

 

Si arriva a desiderare di essere amati molto prima di amare.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Interazioni - Narcisismo

Post n°8098 pubblicato il 14 Settembre 2017 da sagredo58
 

 

Interpretare il personaggio Superpartner  significa auto mitizzarsi, pericoloso, questa è l'anticamera del narcisismo patologico!

Quel disturbo della personalità il cui sintomo principale è un deficit nella capacità di provare empatia verso altri individui, caratterizzato da una particolare percezione di sé, il "Sé grandioso", che comporta:

  • un sentimento esagerato della propria importanza;
  • idealizzazione del proprio sé, ovvero una forma di amore di sé che in realtà è fasulla;
  • difficoltà di coinvolgimento affettivo.

 

Il Narcisismo patologico produce una forma di inconsapevole egoismo profondo, le cui conseguenze sono tali da produrre:

  • sofferenza;
  • disagio sociale;
  • significative difficoltà relazionali e affettive.

 

La diagnosi di narcisismo richiede che almeno cinque dei seguenti sintomi siano presenti in modo tale da formare un insieme di caratteristiche (pattern), tendenzialmente costante in situazioni e relazioni diverse:

  • Senso grandioso del sé, ovvero senso esagerato della propria importanza.
  • Essere occupati da fantasie di successo illimitato, di potere, effetto sugli altri, bellezza, o amore ideale.
  • Credere di essere "speciali" e unici, di poter essere capiti solo da persone speciali; o essere eccessivamente preoccupati da ricercare la vicinanza a persone di "status" in qualche ambito molto alto.
  • Desiderare o richiedere un'ammirazione eccessiva, rispetto al normale o al proprio reale valore.
  • Avere un forte sentimento dei propri diritti e facoltà, essere irrealisticamente convinti che altri individui/situazioni debbano soddisfare le proprie aspettative.
  • Approfittare degli altri per raggiungere i propri scopi, e non provarne rimorso.
  • Essere carenti di empatia, non accorgiersi(non riconoscere) o non dare importanza ai sentimenti altrui, non desiderare identificarli con i loro desideri.
  • Provare spesso invidia ed essere generalmente convinti che altri provino invidia per te.
  • Esprimere una modalità affettiva di tipo predatorio, caratterizzata da rapporti di forza sbilanciati, con scarso impegno personale, desiderando ricevere più di quello che si da, che altri siano affettivamente coinvolti più di quanto lo si sia.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso