Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

fin_che_ci_sonoestinetteeabenayakabarbadavsagredo58centroarredocassettaarw3n63Sono44gattinfilax6.2fran6319my2ndLifeonieginaanastomosidisabbialialalailagaboo3
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 05/10/2017

 

Idolatria – Dottrina Cattolica

Post n°8154 pubblicato il 05 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Per la dottrina della Chiesa Cattolica, l'idolatria è:

  • la divinizzazione di un oggetto inanimato, o di un'immagine simbolica creata dall'uomo, che assume il posto del vero Dio, che non è creato dall'uomo, ma al contrario ne è il Creatore;
  • l'adorazione di oggetti ritenuti divinità, o abitacoli di essa, o partecipi delle caratteristiche (più precisamente dei poteri) di una divinità.

 

Conseguentemente per la Teologia Cattolica, l'idolatria:

  • comporta la divinizzazione di qualcosa privo di vita, di morto, in luogo del vero e unico Dio, che al contrario è vivo ed è anche, secondo la Bibbia, "Dio dei viventi";
  • mortifica la vita umana, perché la mette al servizio di ciò che è morto, privo di vita;
  • significa dare più valore alle realtà create che al Creatore stesso;
  • caratterizza le ideologie che negano l'esistenza di Dio e tendono a fornire spiegazioni della realtà che escludono Dio.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Idolatria – Dottrina Islamica

Post n°8153 pubblicato il 05 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Per la dottrina Islamica, l'idolatria è:

  • la venerazione e adorazione di altre divinità che non siano Allah;
  • il primo peccato dell'uomo (assieme al politeismo), espressione della sua disubbidienza al volere divino;
  • un comportamento imperdonabile che impedisce di definire musulmano l'idolatra.

 

Conseguentemente per la Teologia Islamica, è necessario:

  • rifiutare di ogni rappresentazione del divino o della creazione divina;
  • produrre una tradizione artistica nella quale l'astrazione, la forma pura, i tratti geometrici, la calligrafia, non escludendo la rappresentazione animale e umana, abbiano il deciso sopravvento.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Idolatria – Dottrina Ebraica

Post n°8152 pubblicato il 05 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Per la dottrina Ebraica, la negazione dell'idolatria è:

  • l'espressione categorica del più assoluto monoteismo;
  • il comandamento essenziale che ha, da solo, la stessa importanza di tutti gli altri comandamenti messi insieme;
  • l'assoluta incitazione a sollevare la coscienza religiosa e morale al di sopra di ogni forma sensibile limitata, ponendola in un nesso immediato con l'ideale astratto che non ha alcuna figura;
  • il presupposto fondante del costituirsi del popolo ebraico, più in generale dell'origine della stessa condizione umana, della civiltà.

 

Conseguentemente per la Teologia Ebraica, è necessario:

  • cancellare tutto ciò che può condurre all'idolatria;
  • distruggere tutte le "tracce", i "monumenti", o ciò che è in rapporto con essa;
  • anche soltanto nel ricordo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso