Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Ultime visite al Blog

arw3n63sagredo58Sono44gattinfilax6.2estinetteefran6319my2ndLifeonieginaanastomosidisabbialialalailagaboo3merig2pa.ro.leaurgen0dinin53
 

Ultimi commenti

Il walkman! E chi non ne ha avuto uno? Io più di uno :-)
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 14:19
 
Evvaiiiiii, si parte! :-)))
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 14:15
 
Azzeccato!!! Così s i inizia ad inquadrare il viaggio nel...
Inviato da: sagredo58
il 21/10/2017 alle 13:04
 
A me viene in mente solo la segreteria telefonica, un...
Inviato da: arw3n63
il 21/10/2017 alle 11:21
 
Lavatura = la natura
Inviato da: sagredo58
il 20/10/2017 alle 20:01
 
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 08/10/2017

 

Idolatria – Fabbricatore di Lenti

Post n°8162 pubblicato il 08 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Cacciato dalla comunità ebraica di Amsterdam, Spinoza si ritira prima presso Leida, poi nei dintorni de L'Aia:

  • pubblica a proprio nome i Principi della filosofia cartesiana nel 1661, opera che approfondisce i punti di vicinanza e di separazione col pensiero cartesiano;
  • rifiuta una cattedra presso l'Università di Heidelberg, sia per evitare la mondanità, che per garantirsi la propria libertà intellettuale;
  • si guadagna da vivere come tornitore di lenti, perfino per il matematico, astronomo e fisico olandese Christiaan Huygens, un altro protagonista della rivoluzione scientifica, che propose nuove tecniche di lavorazione delle lenti e con un telescopio di propria fabbricazione, scoprì la maggiore luna di Saturno ed i suoi anelli.

 

Successivamente lavora congiuntamente all'Etica e al Trattato teologico-politico:

  • pubblica il Trattato teologico-politico nel 1670, frutto dell'interpretazione filologia della Bibbia, come anonimo, per evitare ulteriori problemi; l'opera costituisce il suo "manifesto" sulla libertà religiosa e di pensiero, ovviamente è immediatamente condannata dalle autorità religiose cattoliche e protestanti, oltre che da quelle ebraiche;
  • termina l'Etica (Ethica ordine geometrico demonstrata) nel 1674, la fa circolare solo in forma manoscritta per evitare nuove condanne, poi è pubblicata postuma nel 1677 ad opera di un amico di Spinoza.

 

Spinoza muore nel febbraio del 1677.

E' ora di esaminare il suo pensiero.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Idolatria – Perché la scomunica?

Post n°8161 pubblicato il 08 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Perché scomunicare Spinoza?

Nelle carte che precedono il testo della scomunica di cui al precedente post si legge:

 

I Signori del ma'amad (consiglio degli anziani) comunicano alle vostre Grazie che,

essendo venuti a conoscenza da qualche tempo

delle cattive opinioni e della condotta di Baruch de Spinoza,

si sforzarono in diversi modi e promesse di distoglierlo dalla cattiva strada.

Non potendo porre rimedio a ciò

e ricevendo per contro ogni giorno le più ampie informazioni

sulle orribili eresie che praticava e sugli atti mostruosi che commetteva,

e avendo di ciò numerosi testimoni degni di fede

che deposero e testimoniarono soprattutto alla presenza del suddetto Spinoza,

egli è stato riconosciuto colpevole;

esaminato tutto ciò alla presenza dei Signori rabbini,

i Signori del ma'amad (consiglio degli anziani) hanno deciso,

con l'accordo dei rabbini,

che il suddetto Spinoza sia messo al bando ed escluso dalla Nazione d'Israele ...

 

Se ne trae che Spinoza è stato scomunicato ed allontanato (presumibilmente) in conseguenza della sua:

  • eterodossia, parola di significato opposto ad ortodossia, usata per sottolineare/rivendicare il professare una ideologia/credenza diversa da quella dominante, definita vera dall'autorità religiosa, pertanto valida ed accettata da tutte le persone che riconoscono quell'autorità;
  • ed in particolare dell'interpretazione filologica della Bibbia, volta all'interpretazione di fatti/personaggi basata sull'esame di testi/documenti/notizie storiche.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Idolatria – Scomunica di Spinoza

Post n°8160 pubblicato il 08 Ottobre 2017 da sagredo58
 

 

Il 27 luglio del 1656 accade l'evento determinante della vita di Spinoza, la comunità ebraica di Amsterdam pronuncia solennemente contro il filosofo il seguente atto di scomunica:

 

Con l'aiuto del giudizio dei santi e degli angeli,

noi escludiamo, cacciamo, malediciamo ed esecriamo Baruch de Spinoza

con il consenso di tutta la santa comunità,

in presenza dei nostri libri sacri e dei seicentotredici precetti in essi racchiusi.

Formuliamo questo cherem come Giosuè lo formulò contro Gerico.

 

Lo malediciamo come Elia maledisse i figli e con tutte le maledizioni che si trovano nella Legge.

Che sia maledetto di giorno,

che sia maledetto di notte;

che egli sia maledetto durante il sonno e durante la veglia,

che sia maledetto quando entra e che sia maledetto quando esce.

 

Voglia l'Eterno accendere contro quest'uomo tutta la Sua collera

e riversare su di lui tutti i mali menzionati nel libro della Legge.

E voi restiate legati all'Eterno, vostro Dio, che Egli vi conservi in vita.

Sappiate che non dovete avere con (Spinoza) alcuna relazione né scritta né verbale.

Che non gli sia reso alcun servizio e che nessuno l'avvicini a meno di quattro cubiti.

(circa 2 metri).

 

Che nessuno viva sotto lo stesso tetto con lui

e che nessuno legga alcuno dei suoi scritti.

 

Che avrà mai combinato Spinoza per essere maledetto in modo così estremo?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso